Frisson (Laghi del) e Laghi degli Alberghi da Palanfrè, anello

Bellissima gita anche se il clima era un po' umido e afoso alle altitudini più basse. C'è ancora molta neve a partire dai 1900 metri che ci ha rallentato, nonostante i ramponcini, perchè molto umida. Il lago inferiore del Frisson è ancora per metà gelato con colori stupendi.
Il lago inferiore del Frisson
Salendo
Il lago ghiacciato
Il lago inferiore del Frisson
Il tratto subito dopo la faggeta
La Faggeta

[visualizza gita completa con 6 foto]
Sempre una bella escursione facile e rilassante, ambiente molto bello, consigliata da fare in questo periodo, con moglie e amici.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Escursione fatta dopo la salita al Frisson, traccia sempre ben marcata da tacche bianco-rosse, molto bello l'ambiente e tutti i laghi.

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: ok
Saliti fino al colle Frisson e un pochino oltre quota 2200 m passando dai 2 laghi omonimi con l'intenzione di salire in cima ma non ci stavamo dentro con i tempi. Presenza di ghiaccio vivo molto insidioso e ricoperto da spruzzata di neve recente che ci ha rallentati parecchio. Man mano che si saliva era sempre peggio con l'aumentare della pendenza e dell'esposizione sfavorevole, alcuni tratti in questo periodo non prendono mai il sole e sono un colatoio unico. Completamente ghiacciati i 2 laghi. Vento forte al colle con temperature in picchiata già dopo mezzogiorno per via di nubi nere anche se le previsioni annunciavano una giornata perfetta e soleggiata. Alcuni gruppetti di persone intorno ai laghetti e sulle cime minori. Fregati dalla mancata conoscenza di questa zona e viziati da un autunno fin troppo mite. Molti rilevi delle marittime sono invece completamente puliti e fattibili. Posto bellissimo e cima davvero intrigante, ci torneremo con condizioni migliori. Con Laura3841 e Mauro S.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Rispetto a qualche anno fa, il sentiero ora compie a quota 1470 ca. una deviazione e passa per un tratto sulla destra del torrente, per poi riattraversarlo all'altezza di gias Pemian, 1650 mt. ca. Per fortuna era completamente asciutto.
Di lì il sentiero è quello solito, sale dopo il bivio in mezzo ai pini mughi verso il lago degli Alberghi. La traversata verso il lago Frisson è stata sistemata e segnalata molto bene, restano solo un paio di passaggi dove di questa stagione comincia a formarsi il ghiaccio...
Risaliti anche al lago superiore e poi completato l'anello con la discesa al gias Vilazzo e poi a Pallanfrè.
Nubi basse fino a quota 1850 in salita, per cui non vediamo niente, ma con fiducia nelle previsioni meteo andiamo avanti. e siamo premiati da sole caldo e cieli azzurri finchè restiamo in quota... poi la discesa di nuovo nella foschia.
Sempre una bellissima gita in un panorama delizioso.


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: ottime condizioni la strada fino all'abitato di Palanfrè
Clima afoso anche in quota ma gita fantastica,esplosione di colori nelle stupende fioriture.Il vallone degli alberghi sembra un giardino botanico, visti perfino dei rari tulipani alpini. Il lago inferiore del Frisson è incantato, quello superiore è ancora per metà gelato ma tuttavia colonizzato da tante rane e brulica di masse impressionanti di loro uova. Abbiamo deviato poi per il passo della Mena (magnifico panorama verso il vallone del Sabbione),poi vista la cresta ormai pulita ne abbiamo approfittato per salire in cima al Monte Frisson. Attenzione all'ultimo tratto,fornito di catena e tratto in corda,ma esposto e scivoloso per la presenza di due vecchi accumuli nevosi. In cima una lingua di neve e panorama a tratti per corpi nuvolosi in formazione. Discesa tra lieve nebbia fino alla fontana della Reina. Abbiamo inoltre evitato l'anello per il lago degli alberghi vista la presenza di coltri di neve ancora consistenti lungo le pendici Nord del Frisson.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Bel giro ad anello, non siamo saliti al lago superiore ma è stato comunque bello. Interessante il tratto su grosse pietre tra il lago degli Albergh e il lago inferiore del Frisson.
Gita inserita in ritardo di un anno, me l'ero dimenticata!


[visualizza gita completa]
Partito di buon ora con l’intenzione di salire il Frisson, mi sono trovato a Palanfrè con una pioggerella fine e il cielo tutto annuvolato…un margaro mi dice “…troveras nebia basa….”.
Con questa inquietante profezia mi avvio sperando che si sbagli e che in quota si apra…, ma non è stato così. Già prima del Lago del Frisson viaggiavo avvolto nella nebbia, nella pietraia successiva al Lago superiore, oltre alla pioggerella insistente, la nebbia mi aveva ridotto la visibilità a quattro metri, non vedevo manco più gli ometti…..allora ho girato i tacchi, il Frisson sarà per un’altra volta.
Sono ridisceso direttamente a Palanfrè a farmi una seconda colazione…


[visualizza gita completa]
Bel giro senza troppo dislivello e relativamente breve.
Dopo il bivio di quota 1700 si deve attraversare il torrente particolarmente ricco di acqua.Dal lago degli Alberghi fare attenzione a seguire le tacche rosse e gli ometti per il collegamento in quota per il lago inferiore del Frisson.
L'allegra combriccola oggi si è riformata dopo 1 anno di assenza. Marco e Dino in forma smagliante......


[visualizza gita completa con 3 foto]
laghi molto belli e oggi gran giornata su questo itinerario x un bellissimo giro ad anello con mia moglie e con Silvia,Lidia,Annarosa,Beppe,Gemma e Silvio.

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 16/10/13 - Giada
  • 20/07/00 - grylluscampestris
  • 19/05/00 - grylluscampestris
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Nord
    quota partenza (m): 1379
    quota vetta/quota massima (m): 2127
    dislivello salita totale (m): 748

    Ultime gite di escursionismo

    11/11/18 - Turo (Pian del) o Truc del Buscajun dal Santuario di Graglia - pinin
    Gita compiuta lungo l’anello della descrizione d’itinerario, chiara e dettagliata (ma “Trecciolino” non si può proprio sentire e la regione “Salvini” di questi tempi sembra una battuta ;) [...]
    11/11/18 - Rosta (Cima) dal Santuario di Prascondù per il Colle Crest - Garaca
    Escursione mattutina con nuvole basse e poca visibilità. Neve da m. 1850 che arriva ai 30cm. circa al colle Crest. Arrivati al colle e rientrati.
    11/11/18 - Curbasiri (Punta) e Monte Bocciarda da strada Pian Neiretto - AndreaBornese
    Meteo inguardabile, giretto tanto per sgranchire le gambe fino alla Curbasiri. Poca neve, continua solo da metà pendio finale in avanti.
    11/11/18 - Candelozzo (Monte) da Calvari per Capenardo, possibile anello - matte978
    salita compiuta da Cavassolo, quindi partenza a q.130 m sentiero ben segnato, ripitturati i segnavia una classica della val bisagno, per chi desidera fare un po' di dislivello in tempi relativamente [...]
    11/11/18 - San Pietro dei Monti (Abbazia di) da Toirano - lo65
    Escursione di buon dislivello e sviluppo(al mio contapassi poco più di 15 Km)tecnicamente semplice e sufficientemente ben segnalata,che può però presentare piccole insidie in caso di terreno bagnat [...]
    11/11/18 - Armetta (Monte) da Caprauna, anello per i monti della Guardia, Pesauto, Dubasso - roberto vallarino
    Svolto il giro come da itinerario con solo nuvole fino a dopo il Rifugio, poi in compagnia di nebbia e umidita' con un po' di vento freddo sui crinali, quindi nessun panorama eccetto brevi spiragli mo [...]
    11/11/18 - Mongioie (Rifugio) da Viozene, anello per Le Vene, Colla di Carnino, Montenegro - giody54
    Tranquilla passeggiata ad anello ,con nebbie ,pioggerella,e qualche sprazzo di sole.Bello il " ballerino" ponte tibetano alle Vene