Pierassin (Monte) da le Pontet, per il Vallone del Rio Oronaye

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Molte auto al Colle Maddalena
quota neve m :: 1800
Già abbastanza contesi i pochi posti auto dello slargo di Le Pontet alle 8, ora in cui parto (con -2°); infatti al ritorno ci sarà una lunga fila di auto. Parte bassa su neve portante molto battuta, poi si abbandona la direzione verso Le Manse e si svolta a dx verso il Lac d’Oronaye, sempre su traccia già fatta. Con le racchette conviene andare fino al fondo del lago e salire il pendio-canale verso il Pierassin direttamente dalla sua base, perché gli scialpinisti hanno tracciato prima con lunghi traversi.
La bella traccia dentro il pendio esce al Colle Pierassin (2636, bella vista sul vicino Monte della Signora) e poi facilmente in vetta per l’ampia cresta nord-ovest. In cima alle 10.30, primo arrivato per una mezzoretta, poi una lunga fila di scialpinisti partiti più tardi ,di cui qualcuno conosciuto.Bella discesa del pendio-canale in prevalenza su farina , alternata a qualche tratto duro e alle tracce rigelate di discesa degli sciatori.Tutta la gita con brezza leggera e fredda, tranne sulla parte bassa in prossimità di Le Pontet, dove scaldava ormai bene verso le 13, ora in cui sono arrivato all’auto. Oggi molta gente sui vari itinerari.

Lac de l'Oronaye:ingresso del pendio per il Pierassin
Parte iniziale del pendio
Parte mediana e alta con al fondo la cresta N-O del Pierassin
Quasi all'uscita su Colle Pierassin (a dx)
Il vicino Monte della Signora
Colle Pierassin,cresta N-O,vetta
L' Oronaye dalla vetta
La mia traccia di discesa
Sul Lac de l' Oronaye
Alcune delle molte persone incontrate oggi

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: pochi spazi
quota neve m :: 1800
Risaliamo il vallone dell'Oronaye tra vento e nebbie vaganti..a nascondere un vero e proprio, e sempre piu' visibile, muro di nuvoloni di media quota e stazionario proprio alla fine del vallone...proprio poco oltre il nostro intero itinerario di salita.. e di li non si e' mosso, lasciandoci piena visibilita' man mano che salivamo e man mano che la nebbia andava dissolvendosi !!! e che culo !!
pendio ben tracciato da due gruppi prima di noi..in vetta vento gelido..discesa veloce dopo qualche minuto di sosta...anzi, velocissima...visto il pendio ''farinoso''..ottimizzando i tempi per una puntatina alle Manse !!
Con Andrea...direi soddisfatto della discesa...e io pure !!


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada del Colle Maddalena pulita.
quota neve m :: 1900
Partito poco prima delle 9.00 da Le Pontet con -9°.Un po’ di neve nuova sulle tracce fino al Lago Oronaye;tutto intonso il
pendio-canale per Colle Pierassin.Qui molta farina alternata a tratti di neve compattata dal vento.In vetta alle 11.15,con
breve sosta a causa dell’aria gelida.Discesa rapida e divertente e poi tutta la parte mediana della gita su neve ancora piu’
o meno portante;faticosa la parte bassa, con zoccolo continuo nella neve ormai cotta dal sole(+2° all’arrivo).
All’auto alle 13.10,giornata magnifica e decisamente fredda in quota,nessun’altro da questa parte.Ottimo pranzo al Rifugio della Pace.In generale buon innevamento,ma anche vari pendii pelati dall'azione del vento(in prevalenza quelli a sud).



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Colle Maddalena aperto.
quota neve m :: 1300
Finalmente di nuovo condizioni ragionevoli:-3° alla partenza alle 7.30 e freddo per tutta la gita.Neve dall'auto,con copertura continua anche nel primo tratto,bella dura e portante fino all'inizio dell'ampio pendio-canale per in Colle Pierassin.Prima parte del pendio ancora su neve dura e poi neve ventata morbida,mai faticosa,fino al colle.Quindi di nuovo dura sul breve tratto di cresta finale.In vetta alle 9.10,con breve sosta a causa del vento fortissimo,con folate tali da spostare una persona.Calma di vento scendendo nel canale e poi breve digressione fino al Colle di Roburent.Gran parte del ritorno di fronte ad aria gelida,proveniente dalla Francia,che mi ha gelato faccia e mani,seppure con i guanti spessi.Ultima parte,al riparo dall' aria,decisamente piu' calda con arrivo all'auto alle 11.15(solo 5°,comunque).


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
bella. giornata splendida e bella salita. noi abbiamo fatto il percorso B della relazione x la rampa-canale che porta in cresta presso il colle pierassin. oggi grandi vedute dalla cima e dal percorso.ambiente del vallone oronaye sempre bello bello.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2200
Arrivati sul Colle della Maddalena e le nuvole lasciano il posto a un bel cielo blu. Troviamo la prima neve a quota 2200, giunti sul falsopiano, la neve aumenta, a partire da 15 centimetri nelle zone più pelate, fino a 30-35 negli avvallamenti. Pendio canale fantastico, ben innevato, con una media di 30 centimetri, al inizio un pò crostosa, poi farina e ancora crosta. Peccato che in vetta ci aspettava la bufera, con un forte vento, che non si e calmato finche non siamo arrivati alla macchina. Gita effettuata con il socio Massimo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: arrivato in auto fino a Le Pontet m. 1948 (Colle della Maddalena)
quota neve m :: 2200
Avendo solamente domenica a mia disposizione, e non volendo fare un viaggio troppo lungo dalla mia città di partenza, ho scelto di salire sul Monte Pierassin dal Vallone del Rio Oronaye. Sono arrivato al parcheggio del ponticello sul Rio Oronaye intorno alle 8,00, mi preparo velocemente e parto. La prima parte nel vallone ha poca neve, solo chiazze qua è là, solo dai 2200 metri in sù la copertura nevosa è continua. Calzate le ciaspole seguo una buona traccia che sale sui pendii di sinistra...stavolta mi trovo davanti una specie di...autostrada ! Nei giorni precedenti saranno passati anche oltre 100 scialpinisti a giudicare dal solco e da come è battuto il vallone..! Seguendo "l'autostrada" proseguo la mia salita senza faticare, oltrepasso il bel laghetto ghiacciato dell'Oronaye e poi salgo il pendio che porta al Colle Pierassin, anche questo seguendo un'ottima traccia fatta da diversi scialpinisti. Da qui in breve raggiungo il grande ometto di pietre della cima. Il panorama che si apre davanti ai miei occhi è veramente splendido...con l'Oronaye a dominare la scena e le Alpi Marittime della Valle Stura sull'altro versante a fare da degno contraltare, oltre a una buona parte della Valle Ubaye. Un punto panoramico davvero notevole ! Ho avuto anche la fortuna di arrivare quassù con una giornata notevole, con cielo sereno e visibilità ottimale in tutte le direzioni. Oggi al Pierassin, sono salito solamente io e altri 4 scialpinisti di Cuneo, mentre nel vallone di salita e verso il Vanclava...almeno 30 persone sono passate. Gita semplice e tranquilla, che mi è piaciuta e ha ripagato le mie aspettative...meritava !
Gita fatta in giornata da Genova, in solitaria per una rinuncia dell'ultimo minuto e un "pacco" preso prima di partire...ma sono partito ugualmente...la giornata era troppo bella per rinunciare !


[visualizza gita completa con 10 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BR :: [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1948
quota vetta/quota massima (m): 2761
dislivello totale (m): 813

Ultime gite di racchette neve

11/06/17 - Dammastock dall'Hotel Belverdere per il Rhonegletscher - irui70
Spettacolare gita e giornata con salitona sul Rhonergletscher in cima al Dammastock. Per report itinerario e foto completo digita (Su e giù...con lo zaino!!!) Ghiacciaio con ghiaccio affiorante sul [...]
10/06/17 - Taou Blanc (Monte) da Thumel per il Vallone della Vaudaletta - flavius
Siamo agli sgoccioli. Metà del dislivello in portage. Meno male che le ciaspole sono leggere. Comodo il sentiero che fa guadagnare quota velocemente (solo qualche lingua di neve qua e là). Prati ver [...]
10/06/17 - Bianca (Rocca) da Chiapili di Sopra - laika58
Oggi gita di chiusura della stagione ciaspole, tra le montagne di casa in una giornata di sole splendido - Partenza dai Serrù con le ciaspole sullo zaino, risaliti sino agli alpeggi del Serrù, poi p [...]
07/06/17 - Grande Aiguille Rousse dalla Diga del Serru per il Col d'Oin, discesa per il Passo della Vacca - flavius
Vento forte alla partenza. Tutto sereno con nuvola Fantozziana sopra il pian della Ballotta. Scelto quindi di salire dal colle col paletto. Neve dalla casa del guardiano. Una spolverata di fresca su f [...]
03/06/17 - Grand Etret (Testa del) da Pont Valsavarenche - ste_6962
Partiti alle 6.00 da Pont Valsavarenche, giornata con cielo quasi sereno e temperatura iniziale non troppo elevata per fortuna. La prima parte della salita nel Vallone di Seiva era pulita, abbiamo se [...]
03/06/17 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy en Bosses - laika58
Oggi una gran bella gita, sfruttando una mattinata con una finestra di bel tempo tra un temporale e l'altro - Portage di 15 minuti, poi sfruttando il canalone innevato dove scorre il torrente, di fian [...]
03/06/17 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy en Bosses - laura59
Ancora parecchia neve e non male.Saliti con ciaspole fin sotto la vetta. Ultimo pezzo chi con ramponi chi senza.Ben tracciato. Nella notte tanta pioggia. Eravamo all'ospizio. Il 4 optato per due passi [...]