Aver (Becca d') e Cima Longhede da Chantornè, anello per Col d'Aver e Col Fenètre

al mattino cielo coperto, un pò di vento solo tra Longhede e d'Aver .
Forti raffiche invece tra d'Aver ed il col Fenetre.
passati prima alla Longhede, poi saliti alla d'Aver e scesi passando dal col Fenetre .
Molto bella e selvaggia la discesa tra d'Aver e col Fenetre , con alcuni tratti attrezzati con catene.
Questo percorso in alternativa al sentiero di salita ne vale proprio la pena e ha meritato la quinta stella.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Abbiamo percorso il sentiero 11. Un consiglio: quando il sentiero si avvicina alla pista da sci abbandonarlo e percorrere la pista da sci sulla sinistra salendo, fino ad arrivare in un punto molto ripido al termine del quale sulla sinistra si può vedere un cartello indicatore.Da quì in poi non ci sono più problemi.
Condiviso la gita con Luciana e Vito in una giornata abbastanza fresca e con cielo da velato a nuvoloso.I colori autunnali sono smorzati dalla siccità che fa apparire tutto secco.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Salito alla Becca e sceso lungo lo stesso itinerario che parte davanti al ristoro Les Montagnards. Nebbia in cima e lungo buona parte del percorso. Tutto in ordine, nulla da segnalare.
Giretto rapido in solitaria per smaltire l'abbondante cena della sera prima!


[visualizza gita completa]
La gita di oggi è stata un vero spot per l'autunno ed i suoi fantastici colori. Giornata fra l'altro caldissima, si sudava come d'estate...
Una sola indicazione: il punto in cui riprendere il sentiero dalla pista di sci è difficile da individuare. Fare riferimento alla rete di protezione sul lato destro della pista: poco prima che questa finisca, riprendere la traccia che si infila nel bosco.

[visualizza gita completa con 7 foto]
Arrivati a Chantornè abbiamo imboccato il sentiero con segnavia n. 11. Dopo la baita ed il primo pezzo nel bosco purtroppo il sentiero è stato distrutto dai lavori sulla pista da sci sotto la seggiovia. Si deve quindi percorrere la pista tenendosi sulla sx sino ad incontrare una roccia seminascosta con la freccia gialla ed il segnavia n. 11 vicino ad una carrareccia tutta sbancata. Poi il sentiero entra nel bosco e l'itinerario procede come descritto.
Bella gita con i colori autunnali, aria frizzante al mattino ed un bel sole. Abbiamo trovato un po' di neve al Colle d'Aver e sulla cresta alla Cima Longhede e poi sulla cresta per la Becca d'Aver che però non crea problemi. Arrivati in punta alla Becca d'Aver volevamo fare il giro ad anello passando per il Col Fenetre ma non è stato possibile a causa della troppa neve dura e non avendo i ramponi abbiamo optato per il percorso di salita. Finalmente un'altra femminuccia nel gruppo! Ringrazio Luciano e la sua dolce metà, Maurizio e Valter per la bella compagnia.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok
Altra gita nella splendida Valtournenche e oggi e' toccato a questo bell'itinerario e come da descrizione, ho raggiunto prima la Cima Longhede per continuare in cresta per la Becca dell'Aver e da li al colle, dove ho lasciato il sentiero e per cresta ho continuato la salita con tratti divertenti (F)fino ad arrivare sul Monte Meabe' (m.2617). Pranzato e ora con piu' nubi e aria fresca, scendo per il sentiero dall'anticima che passa dai paravalanghe e poi giu' fino all'auto chiudendo la bella traversata. Oggi nessuno e buona montagna a tutti.

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: ok
Percorso ben segnalato in una giornata solare e perfetta.
Oggi prima camminata delle mie vacanze valdostane in compagnia degli amici del cai Ovada con appuntamento a Torgnion.
molti escursionisti nel tratto delle 2 cime.


[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: ok
Fatto il giro ad anello.Pranzato in vetta alla longhede con sole.Tutto intorno nubi , tuoni in lontananza, tormenta sulle alte vette.
Tutti e dieci in vetta.


[visualizza gita completa]
Piacevole escursione percorsa dopo aver raggiunto il monte Meabè. Un pò di neve (non molta per la verità, ma che richiede un minimo di cautela e attenzione) sul tratto di cresta EE (a nord, quasi tutta in ombra) tra il colle Fenetre e la cima. Percorso ad anello, e discesa con il primo breve tratto a sud e poi sul fianco est (sentiero n°11) fino al parcheggio di partenza.
Interessanti, ma anche notevoli e suggestivi i panorami, soprattutto dalla cima, oggi limpidi (e spettacolari....) a nord e un pò offuscati a sud, per foschia e nubi da fumo di qualche incendio che avevamo individuato già al mattino all'ingresso della VdA.
In compagnia di Franco G..

[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: nn
Bellissima giornata.
Ampia vista a 360°.
Salito e sceso sal sentiero n. 11.
Gli ultimi metri per raggiungere la Longhede erano ghiacciati. Non sono salito. Sono però salite altre persone.
Molta gente su tutti i sentieri.
Bellissimo il sentiero in mezzo al laricet, tutto ricoperto di aghi.

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: Nulla da rilevare
Bellissima escursione in una giornata spettacolare. Partiti poco prima degli impianti della Seggiovia Collet a 1850, seguendo il sentiero n. 9, ma in questo periodo lo sconsiglio, in quanto esposto nella parte alta e con fondo ghiacciato e/o coperto da neve, diventando insidioso in salita e pericoloso nel caso si volesse riprenderlo al ritorno. Decisamente meglio seguire il n. 11, che noi abbiamo intrapreso al ritorno, una volta percorso il 16 che collega le due vette. Parecchi escursionisti sulle due cime.
Oggi con Daniela.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Viste le mie precarie condizioni di salute ho dovuto necessariamente scegliere una gita non lunghissima ma che allo stesso tempo mi appagasse.Ho così portato Ivo e Sergio a fare questa bellissima gita. Abbiamo però percorso sia all'andata che al ritorno il sentiero n° 11, non conoscendo il sentiero n°9 non ci siamo fidati a farlo in discesa ma ci siamo ripromessi che la prima volta che ritorneremo lo faremo in salita facendo il giro inverso.Abbiamo prima salito la Punta Longhede e poi la Becca d'Aver. I colori autunnali non sono ancora pronti ma i panorami sono sempre di una bellezza ineguagliabile.
Condiviso la salita con Ivo e Sergio in una bellissima giornata assolata ma abbastanza fresca e ventilata.Allego filmato, consiglio visione in HD


[visualizza gita completa con 3 foto]
Giornata molto calda ma senza una nuvola, il panorama che la gita offre è spettacolare.

[visualizza gita completa]
bellissima escursione soleggiata,
,,,,,giorni migliori martedi,giovedi,caccia chiusa,,,,,


Un Inno alla VITA

[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: nn
Solo 3 stelle per la nebbia che mi ha seguito per tutta la salita e metà discesa. Anche le foto sono poche perchè si è scaricata la batteria.
Fatto il giro al contrario di quanto descritto perchè il sentiero che sale dal Col Finestra, per me, è meglio utilizzarlo per la salita, data l'esposizione ed i tratti di sentiero ripido con la ghiaietta. Io questo tratto lo classificherei EE.
Nonostante il tempo brutto in vetta è arrivata molta gente. Addirittura un gruppo di una ventina di persone, anch'esse salite dal Col Finestra.
Raggiunto anche la Longhede per il sentiero di cresta.
Ultimamente noto che forse, sui percorsi più frequentati, non c'è più bisogno di rinnovare la segnaletica. Ci pensano gli escursionisti a lasciare i vari fazzolettini sporchi lungo tutto il sentiero. E non solo, ho visto dei bicchieri di plastica e bottigliette varie.
Possibile che costi cosi' tanto portarseli a valle?


[visualizza gita completa con 5 foto]
Gita celebrativa con 38 partecipanti del CAI Chivasso che hanno voluto festeggiare l'analoga ascesa alla Becca d'Aver compiuta esattamente 50 anni fa. E cinque di loro, a distanza di mezzo secolo, sono risaliti ancora una volta su questa vetta bella e molto panoramica: Ottavio, Pina, Claudio, Rinaldo e Bruno (organizzatore della gita che ha celebrato anche i suoi 50 di montagna con il CAI Chivasso, coincidenti proprio con la gita alla Becca d'Aver del 23 giugno 1963)sono saliti in vetta anche per ricordare gli amici di allora, quelli che non ci sono più e quelli che per vari motivi non hanno potuto essere presenti. Un brindisi con spumante Berlucchi e tanti dolci hanno allietato questa eccezionale ricorrenza. Il folto gruppo del CAI Chivasso ha poi raggiunto la vicina punta Longhede percorrendo il bel sentiero in cresta, per poi scendere a Torgnon dove con una degna merenda sinoira da Chez Maxim si è conclusa una giornata davvero memorabile.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Percorso il solo tratto da Chantorné al Col Fenetre.
Escursione su ottimo sentiero nel bosco molto consigliabile per lo splendido giro di orizzonte sul Monte Rosa e sulle vette della media Valtournanche.
Dalla stretta "finestra" del colle per avere un migliore colpo d'occhio sulla vallata di Saint Barthèlèmy conviene seguire per alcuni metri una piccola traccia che si stacca sulla sinistra in leggera salita attraverso il ripido pendio di sfasciumi sottostante la spalla della cresta che sale alla Becca d'Aver.

Tempo di salita: ore 1-1,10 da Chantorné


[visualizza gita completa]
Effettuato in una splendida giornata l'intero percorso ad anello Becca d'Aver, Cima Longhede e nuovamente per la Becca d'Aver e poi per il Col Fenetre ritorno a Plan Proriond.
Ancora qualche chiazza di neve sparsa qua e là e soprattutto lungo la dorsale che dalla Becca d'Aver porta sino alla Longhede.
Magnifico il panorama dalle cime: dal Cervino (mai così vicino), al massiccio del Rosa, all'Emilius e dalla Longhede a quasi tutta la Valle d'Aosta.
Tempo di salita alla Becca d'Aver: h. 1,30, sviluppo complessivo dell'intero giro km. 9,300
Salito in compagnia di Alberto ed Antonio che saluto e che ringrazio per la splendida giornata trascorso in un ambiente veramente attraente e che non conoscevo.
E naturalmente con il mio fedele quattrozampe Flick.


[visualizza gita completa con 8 foto]
Effettuato itinerario in senso inverso.
Giornata splendida, bellissmo panorama.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Bellissima gita sopratutto la parte in cresta che collega le due cime. Bella giornata e splendida visuale dalla Longhede.
In solitaria.


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: Partenza da Champlong
Bella giornata, sentiero lungo (e troppo pianeggiante) in partenza, totale assenza di neve nonostante l'alta quota e il periodo (maggio) grazie alla esposizione a sud del percorso
Marco C.di Rivoli(TO)
Al ritorno si può fare il sentiero 2 per poi tagliare verso sinistra nel bosco per raggiungere l'area pic-nic da cui si parte


[visualizza gita completa]
Sgambata pomeridiana approfittando della trasferta lavorativa. Salito solo alla Becca d'Aver con discesa lungo il sentiero n.11. Tempo bello ed ottimo panorama dalla cima.
Gita in solitaria.


[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: Un po di neve nell'ultimo km
Fatto giro ad anello.Salito dagli impianti di Chantorne' in direzione del col des Bornes.Di qui sentiero a dx che risale il versante sud e si ricollega al sentiero n°11 poco prima delle vecchie baite. Discesa lungo il sentiero n°11 sino alle piste e breve rientro lungo la strada sino all'auto.Neve fresca, da 5 a 25 cm in salita, farinosa,scivolosa e senza fondo.In discesa invece da 10 a 30 cm con un pochino di fondo, l'ideale per scivolare con le pedule e scendere velocemente senza far patire le articolazioni!
Era difficile stamattina partire da Torino sotto una pioggia battente e con previsioni decisamente sfavorevoli per il pomeriggio. Ma mai dire mai ! A Pont St. Martin la pioggia improvvisamente cessava e a Torgnon un pallido sole tentava di farsi spazio tra i vari strati di nubi. Salendo l'intensita' del pallido sole aumentava fino a regalare in punta sprazzi di cielo azzurro con vista su tutta la testata della valle di St. Barthelemy, il Cervino e i Breithorn.
Incrociati sulla cresta finale solo 2 escursionisti saliti e scesi dal sentiero n°11.
Con Claudia4wd, molto soddisfatta di aver pestato la prima bella neve di stagione.
Al ritorno ho ritrovato la pioggia dove l'avevo lasciata, tra Pont e Quincinetto.


[visualizza gita completa con 2 foto]
Abbiamo fatto il percorso al contrario, salendo dal Col Finestra siamo arrivati alla Becca d'Aver in 1h30, poi in meno di mezz'ora si arriva alla Longhede. 1 ora di discesa dal col d'Aver e siamo di nuovo alla macchina. Bella escursione veloce, da fare di mattina presto se non si vuole trovare troppo "traffico". Peccato per le nuvole che quest'anno sembra non vogliano abbandonarci...
Sempre in compagnia del mio amore :)


[visualizza gita completa con 3 foto]
Arrivati a Mongnod ( 1489 m s.l.m. )capoluogo del comune di Torgnon si prosegue sulla strada che sale verso la montagna fino ad arrivare all'area attrezzata a agli impianti sportivi di Chantornè ( 1711 m s.l.m. ) ; ora più stretta la strada prosegue fino alla conca di pascoli di Chantornè ; proprio sulla strada all'inizio della conca si trova il cartello che indica l'inizio del sentiero per la Becca d'Aver , indicato dai segnavia n. 11.Lo si segue in salita passando accanto ad una baita , si entra nello splendido bosco di larici e si prosegue ai margini di una pista da sci sempre su sentiero ben tracciato.Raggiunta una carrareccia la si imbocca a sx e si riprende a salire con percorso mai monotono ; il sentiero traversa un pendio erboso , rientra nell'ultimo tratto di bosco e poi entra in un canalone erboso chiuso da salti rocciosi,lo si risale a tornanti e poi si obliqua a sx e si raggiunge il Col d'Aver ( 2330 m s.l.m. )dove si apre il panorama sulla valle centrale e sull'Emilius.Il sentiero prosegue ora sulla dx della cresta , raggiunge una baita e un bivio ( 2360 m s.l.m. ); si lascia a dx il sentiero che porta in cima alla Becca d'Aver e si prende il sentiero di sx che a mezza costa passa attraverso dei paravalanghe e si porta in cresta sotto la cima Longhede che si raggiunge con una breve e facile salita ( 2416 m s.l.m )1 ora dopo aver lasciato la macchina.Dalla cima della Longhede il panorama spazia dal gruppo dell'Emilius , alla Tersiva , al vallone di St. Barthelemy .Si scende dalla cima Longhede e si prosegue sulla cresta su sentiero ben tracciato fino ad arrivare in circa 1/2 ora sulla cima della Becca d'Aver ( 2469 m s.l.m. )dove il panorama a 360° si apre sull'intera Valtournanche , sul Cervino , sullo Zerbion e sull'intero vallone di St. Barthelemy . Per il ritorno si scende su un ripido sentiero sulla cresta opposta a quella di salita ( attenzione a qualche passaggio un pò esposto )indicato dai segnavia n.9 ; il sentiero arriva al col Fenètre antico valico di passaggio tra la valle di St. Barthelemy e la Valtournanche.Al colle si prende il sentiero di dx e si scende nello splendido bosco, arrivando in breve tempo nella conca di Chantornè e alla macchina .



[visualizza gita completa con 11 foto]
Percorso l' Itinerario al contrario, partendo dal piazzale di arrivo degli impianti poco sopra l' area picnic di Plan Prarion siamo saliti dritti verso la Becca d' Aver 2469, a quota 2200 circa, dove ci sono le baite abbiamo puntato direttamente sulla Longhede (o Longuede 2416) e poi per cresta sulla Becca d' Aver.
Qui abbiamo incontrato un tizio che ci ha detto che il sentiero per il Col Finestra era un' autostrada (sarà anche vero ma certamente ancora in costruzione) per cui siamo rientrati via Col Finestra (sentiero 9), c'è ancora neve a alcuni tratti sono un po' critici.
Comunque il tratto Becca d' Aver Col Finestra è molto bello, cresta aerea, a tratti esposta, da rifare quando la neve sarà sciolta
Incontrati in vetta Adriano Osvalda Augusta e un altro amico del CAI CUORGNE. Effettuata con Elio e Michele (magnifici capigita), Mario, Enzo, Anna, Elena.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Percorso l'anello come descritto. Tralasciato gli ultimi metri prima della Longhede ormai divorata dalla nebbia. Sporadici ma bei panorami verso il verdissimo Vallone di S. Barthelemy e cime adiacenti.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Dopo tanti anni ritorno su queste due punte questa volta in compagnia della mia bimba (quasi 4 anni).Giornata ideale per godersi il panorama su buona parte della valle

[visualizza gita completa con 1 foto]
Bell'itinerario molto panoramico su molte cime della Valle d'Aosta. Ricca ed interessante fioritura sia nel sottobosco sotto la Becca sia sulle praterie sommitali.
Da fare!

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 29/10/16 - rocri76
  • 15/12/13 - Samu83
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Tutte
    quota partenza (m): 1800
    quota vetta/quota massima (m): 2469
    dislivello salita totale (m): 750

    Ultime gite di escursionismo

    18/11/17 - Viou (Becca di) da Blavy - tulipano selvatico
    Se l'intenzione è salire oltre 2800 pestare neve è normale...... oltre l'alpeggio Viou inizia la "danza" fuori e dentro sentiero.......non sono stati necessari i ramponcini... La presenza di escur [...]
    18/11/17 - Ciriunda (Monte) dall'Alpe Bianca, anello - bagee
    Tranquilla passeggiata percorsa in senso inverso, in una splendida giornata, fresca ma senza vento; sentiero ben segnato sino al lago di Viana, poi si va ad occhio ma il terreno non presenta problemi [...]
    18/11/17 - Der del Mont (Cima) da Praie - rfausone
    Il percorso è invaso da molte foglie di castagne e ricci nella parte di mulattiera fino a Tierè, poi diventa molto sporco e disagevole. Molti i tratti in cui la vegetazione (rametti, erba ed altro) [...]
    18/11/17 - Adois (Punta dell') da Grange - sergiogirard
    Bellissimo itinerario in questa stagione. Parte finale ricoperta dalla prima neve ma non sono serviti i ramponi!!
    18/11/17 - Ingria (Uja d') da Camprovardo, anello per il Monte Serena - Blin1950
    Percorso ad anello molto panoramico, su sentieri purtroppo sempre più malandati, causa la scarsa frequentazione e di conseguenza manutenzione zero da ormai molti anni; comunque in giro c’è di pegg [...]
    18/11/17 - Antola (Monte) da Piancassina - daniele64
    Facile mulattiera ben segnalata da salire nella bella faggeta autunnale .
    18/11/17 - Vaccarezza (Monte) e Cima dell'Angiolino da Letisetto - Bubbolotti
    Saliti da Letisetto come da descrizione, neve noiosa dai 2000m fino in vetta. Seguito la dorsale fino alla cima dell’Angiolino e poi fino al Colle della Croce di Intror sempre pestando neve a volte [...]