Aimonin (Torre di) Pesce d'Aprile

Parete al sole fino circa alle 13:30/14

Nel secondo tiro un sasso dietro la lama si muove. Tirare con cautela.
Lo spit (argh!!!) che c'è sul terzo tiro non serve a una beata cippa. se non si mette uno 0,4 nella lama si arriva lo stesso sulla cengia sotto!
Quarto tiro con due friends incastrati.
Temperatura perfetta. Non si suda e, primadituttamente e sempremente (cit.) non ci sono esseri striscianti!


[visualizza gita completa]
Una bella via di gran piacere e tranquillità, nonostante il vento. I traversi iniziali non hanno creato alcun problema d'attrito; per quanto riguarda le doppie, dalla sosta dell'ultimo tiro siamo scesi leggermente a destra (faccia a monte) utilizzando l'ultima sosta di CIPPA LIPPA abbiamo raggiunto la sosta del quinto tiro di PISITTU MACCU e da qui con due calata siamo arrivati a terra.
Anche questo piccolo pezzetto di storia della valle Orco è stato toccato. Battesimo d'incastro per Manu anche su Incastromania. Bella giornata!


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Ok
Sempre bella,,oggi molto caldo.
Solo per segnalare che i soliti fenomeni han schiodato o martellato vari chiodi in via,portarsi materiale per proteggere,qualcosa incastrato c è e qualche chiodo si trova ancora.
Soste ok.
Doppie sulla verticale o piu' comodo salendo allo spigolo per sentierino,,da li 3 doppie da 60 si è agli zaini.
Con Marco e max,inseguendo marco renzo e cesco.
Altre cordate dietro e allo spigolo.
Temperature ottime,fin caldo

[visualizza gita completa]
Dopo parecchio tempo si torna a fare una via trad, prima volta ad Aimonin. Per quanto riguarda la via c'è poco da dire, è già stato detto tutto nei commenti precedenti. Conviene fare tutti i tiri. Discesa: con tre doppie molto veloci (corde da 60 mt), si arriva alla base (la prima sosta si incontra subito dpo lo strapiombino di L5, la successiva, faccia a valle, qualche metro a dx di L3, da qui direttissima alla base della parete). Atre due cordate sulla via; davanti una coppia di giovani, lei notevole, e dietro due simpatici inglesi. Bella salita con il sempre tonico e sicuro Marcello.

[visualizza gita completa]
Prima via in valle Orco per me. Tutta da seconda perché di spit oltre le soste forse ce n'è due in tutta la via, per chi sa arrampicare veramente. Bellissimo posto, roccia fantastica. Solo risate con Marco in sosta mentre il bomber lavora per noi.

[visualizza gita completa]
Volevamo fare La casa degli specchi , ma era troppo affollata . All' inizio abbiamo fatto un tiro in verticale protetto a piastrine sul 6a+/b , dopo ci siamo collegati col secondo tiro in traverso, qualche chiodo sulla via e alcuni friends incastrati.

[visualizza gita completa]
Via stupenda, roccia magnifica, fessure ben proteggibili.
In cordata con Carre, insieme a Badra e Paolino.


[visualizza gita completa]
Via storica, decisamente classica e ottima per iniziare a prendere confidenza con le fessure tipiche della valle. Pochi spit, qualche chiodo e friend incastrato. Bellissimo il diedro e la fessura finale, utile una serie fino al 3 BD.

[visualizza gita completa]
Io e la mia socia Giorgia partiamo presto e nonostante il sole diciamo che becchiamo fresco.
Meglio così: più aderenza.
L'avvicinamento è semplice ed evidente.
Purtroppo canniamo totalmente il traverso per cui perdiamo un sacco di tempo all'inizio. PS : essenziale allungare molto il rinviaggio se si sfrutta il chiodo nel diedro iniziale, altrimenti poi per tirare le corde serve un paranco ;)
Ma ci son così tante soste vecchie e nuove etc ... che forse non è così semplice non perdersi :D
Attacco il tiro del "lastrino" ed avendo letto che serve dallo 0.3 in su ... non mi son portato lo 0.2 ... quindi non proteggo (lo 0.3 non entra e se lo cacciassi a forza mi sa che potrebbe rimanere li ... e non ne ho minimamente voglia).
Tiro dritto quindi facendo affidamento anche sul fatto che alla base c'è un fix (a volare comunque .... non sarebbe un bel volo da primo ...)... ma passaggio tutto tranne che scontato e secondo me tecnicamente bello e didattico. Mi associo a chi lo vorrebbe alzato di grado.
Stupendo il diedro che segue che più si sale e più diventa bello (poveretti quelli che hanno abbandonato li i due friends, che però tornano utili ai ripetitori della via).
Concateniamo questo tiro con quello seguente come suggerisce qualche relazione.
Il piccolo strapiombo è manigliato quindi a mio giudizio molto semplice (addirittura sgradabile).
Qualche sasso si muove , ma nessuna paura e poi basta mettere un po' di testa in quello che si fa: se si muove ... basta non prenderlo ed avvertire chi segue.
Ultimo tiro ... il più bello.
Fessura a dir poco magnifica, didattica, non difficile, ma sicuramente dove se non si usa un po' di tecnica potrebbe essere meno semplice del previsto.
Poi non abbiamo ben capito se l'uscita l'abbiamo sbagliata o meno ... ma troviamo una bella sosta che non ci era stata segnalata nelle relazioni ... quindi o sosta di un altro tiro ... o bho ... ma non importa.
Calata in doppia con 3 lanci sulla via dello Spigolo.
Il vento ci ha portato le corde a Ceresole Reale ad ogni lancio , ma ce l'abbiamo fatta comunque.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Per la mia socia è stata la prima via lunga trad e per me un ritorno in Valle dopo un po' di mesi ... ma anche per me è stata la prima volta sulla Torre di Aimonin dato che fino ad allora avevo solo arrampicato su Sergent e Caporal.
Assolutamente voglio tornare a fare qualche altra via qui.
Grazie Orco !!! Come sempre del resto :)


[visualizza gita completa]
Tutto asciutto e via in ottime condizioni, alcuni tratti restano in ombra fino a tarda mattinata. Un primo assaggio per me e Fabrizio N. da secondi su queste rocce con il capocordata F.F., velocissimo, pieno di grinta e capace di trasmettere incoraggiamento e consigli durante questa salita per noi tutt'altro che banale. Il tratto più duro per me è la lastrina del terzo tiro, sono volato al primo tentativo e salito con un certo sforzo al secondo. Ho invece salito comodamente il tiro successivo col diedro. Mi associo quindi a quanto scritto da joker77 che rivede al rialzo il grado di L3, forse addirittura più dura di L4. L5 ha molti appigli anche se alcuni un po' nascosti. Favolosa la fessura di L6 con partenza non banale, non si deve aver paura di farsi male ai piedi, poi più comoda in uscita. Discesa molto wild su vaghe tracce e rari ometti, pieno di spine di tutti i tipi e massi con passaggi non banali da scavalcare: mancavano solo i leoni e le piante carnivore. La prossima volta faremo di sicuro le doppie senza esitare per un solo istante! Altre cordate da 2 dietro di noi: temevo di rallentarle invece le abbiamo seminate lasciando 3 o 4 lunghezze di distacco. Senza il portentoso operato del nostro capocordata, a noi sarebbe occorso almeno il triplo di tempo per venirne fuori e non so con quanta difficoltà specie a trovare il percorso. Grazie a tutti, erano anni che aspettavo questa occasione.

[visualizza gita completa con 5 foto]
Ottime condizioni della via, abbiamo trovato uno spit con dado allentato, consiglio di portarsi dietro chiave inglese per stringerlo (terzo tiro, spit della lama da prendere in dulfer). Friend fissi in posizione.

Attenzione a scendere con le doppie: dall'ultimo tiro salire sulla collinetta, localizzare il primo anello di calata e iniziare la discesa. La seconda calata sarà sempre su anello e 2 spit ottime condizioni pari al nuovo, mentre le altre due sono con maillon e 2 spit raccordati con cordino (probabili soste di altre vie) . L'ultima addirittura è senza cordino, quindi consigliabile lasciare un maillon per avere due punti di sicurezza.
Noi abbiamo fatto 4 doppie per essere sicuri di non finire la corda. Occhio alle lastre di pietra, alberi e cespugli che possono incastrare la corda molto facilmente, come è capitato a noi più volte durante la discesa.
Bellissima via di trad di buon livello dove misurarsi; primi due tiri di riscaldamento ma comunque con passaggi molto belli; dal terzo tiro i giochi si fanno seri, dulfer bellissima e non proteggibile (almeno per noi) fino alla fine; quarto tiro per me tosto ma in un bellissimo diedro. Ultimo tiro tutto in fessura, trovato meno duro del quarto. Quinto tiro con bellissimi movimenti in sostituzione.
Lenti, il nostro gruppo da 9 ci ha obbligato a 3 cordate sulla stessa via.


[visualizza gita completa]
Bellissima via per iniziare a prendere confidenza con le protezioni veloci.
Alla partenza abbiamo ignorato lo spit in piena placca (alcune relazioni lo danno come appartenente alla via), salendo per facili risalti fino a un bel diedrino, usciti dal quale si doppia lo spigolo e si trova S1. Non banale la lastrina di L3, con uno spit a due metri circa dalla cengia. Bellissimo il diedro di L4, con due friend incastrati, ottime possibilità di integrare e buoni appoggi per i piedi; giunti alla pianta in cima al diedro si attraversa a sinistra per raggiungere la sosta, per ripartire dalla quale abbiamo seguito la fessurina sulla placca, sulla verticale della sosta stessa (non quella più a destra, ma sono buone entrambe), aggirando poi verso sinistra il blocco che forma la base dello strapiombino, ben proteggibile e molto ben ammanigliato: c'è un chiodo, inutilizzabile perché un rinvio non passa, mentre non ho visto lo spit citato in alcune relazioni. Non farsi ingannare dalla sosta nuovissima che si trova all'uscita del diedro, ma proseguire sul muretto verticale e poi leggermente verso destra, fino a raggiungere la sosta. Molto bella la fessura di L6, che per cenge erbose e terrose porta all'uscita.
Scesi in doppia (con un vento patagonico e la conseguente paura che le corde si incastrassero), salendo a sinistra per cengette erbose per circa 50m dall'uscita della nostra via, fino a raggiungere l'ultima sosta dalla via del Diedro, dalla quale con 4 doppie si torna agli zaini.
Ottime, come sempre, le relazioni di Sassbaloss e di Panepera, grazie!


[visualizza gita completa]
Via plasir su placche assolate di ottima roccia, sicura grazie alle soste eccellenti e all'ottima proteggibilità; uno spit prima della lama del terzo tiro per rassicurare il primo (poco oltre si trova un friend incastrato). Memorabili le tre lunghezze a cavallo del diedrone, bello ed esposto lo strapiombino di uscita.
Usati friend da 0.2 a 2, ma le fessure accettano così bene qualunque protezione veloce che si potrebbe fare anche con solo un mazzetto di nut

[visualizza gita completa]
Via molto bella, tutta da godere!
First go un anno e mezzo fa, quando i friends non sapevo manco cosa fossero e mai più avrei pensato di usarli scalando da prima. E invece...eccomi qua, con un bel po' di ferraglia attaccata all'imbrago e un'inaspettata serenità interiore!
Splendida giornata, rubata alla routine del lavoro. Insieme a Davide, che si toglie una bella soddisfazione al Dado....Bravissimo!!! Grazie per questa fuga!


[visualizza gita completa]
Bella,divertente e godibile!
Il diedro del 4 tiro veramente bello,così come gli altri tiri molto vari!
Un serie di friends fino al 2bd è sufficiente.
con titty,Erika e fede

[visualizza gita completa]
Oggi torre presa d'assedio,parecchie cordate sulle 3 classiche. Tutto ok,bella via otttima per rispolverare i friend e prendere confidenza con il granito della Valle. Diedro e ultimo tiro spettacolari.Con Gianluca,giornata e salita da ricordare. Un saluto ai genovesi che ci precedevano.

[visualizza gita completa]
Bella via tutto in ordine le soste,non difficile ma dal notevole ingaggio psicologico,da proteggere ,qualche chiodo in via,provvidenziale lo spit alla famosa lametta del 3 tiro che evita brutte conseguenze in caso di volo.
Un po di vento ma temoerature gradevoli dopo le 10 e perlopiu asciutta
Con marco,local in ottima forma,e max e lucas sulle cose dure davvero e di corsa sullo spigolo

[visualizza gita completa]
Bella e con diversi passaggi ingaggiosi. Conviene fare tutte le soste per mantenere un contatto col compagno.
La lametta è sempre "pulita".
Con Lorenzo.


[visualizza gita completa]
Bella via, talmente logica da non lasciare mai spazio a dubbi sul tracciato.
Quando l abbiamo ripetuta sabato, abbiamo incontrato uno spit sul tiro della lama. l unico tiro senza qualche cosa di incastrato o piantato era la bella fessura dell ultimo tiro.

[visualizza gita completa]
Sempre bello percorrere questa via nulla di particolare da segnalare a parte qualche grado da rivedere come il 5b della "lastrina" a mio avviso chi ha il 5c come massimo potrebbe avere problemi !!sulla fessura dell'ultimo tiro è stata tagliata la pianta che aiutava a partire nello strapiombo ora il passo è più duro ma ben proteggibile con un 3 bd
Con Beppe


[visualizza gita completa con 2 foto]
Condivido la descrizione della via e dell'accesso scritte da Lupo Solitario, socio di oggi alla Torre
Bella via, che regala un 'arrampicata sempre divertente, tipica della valle Orco. Salita con Diego e Fabio, ottimi soci di oggi e di tante altre avventure


[visualizza gita completa]
Via storica da non perdere nonostante la sua brevitá. Sentiero d'accesso in ordine e via asciutta eccezion fatta per la prima parte del diedro dove nella fessura si trova ancora umido. Presente ancora lo spit alla partenza della lastrina. Soste a spit in ordine. Roccia super. Il socio Marco oggi in gran spolvero, come ormai di consuetudine ed io ad arrancare un po' visto il mio progressivo abbandono dell'arrampicata. Oggi, anche con il socio Fabio a scoprire angoli di storia in questa meravigliosa valle

[visualizza gita completa con 1 foto]
Confermo, c'è di nuovo lo spit alla partenza della lastrina: vediamo quanto dura stavolta. Ennesima ripetizione, ma sempre una via divertente, questa volta con Marco che - scandalo! - non l'aveva ancora salita. Frotte di gente ad ogni sosta ed alla partenza, anche per via di un corso, ci han fatto ripiegare (si fa per dire) sul Diedro, poi Onda verde ha detto che il casello era sgombro, e allora, voilà. Ad occhio mi pare che sia ricomparso anche uno spit alla partenza dalla nicchia dello Spigolo.....
Del Pesce tutto noto: qualche chiodo e friend incastrato, per il resto si protegge con nut e friend medio piccoli, fino al 2BD.
Con Marco


[visualizza gita completa]
quatrro stelle solo perchè la via è breve,per il resto molto bella, non difficile a parte un paio di passaggi(L3 e L4)e comunque sempre ben proteggibile

[visualizza gita completa con 2 foto]
prima uscita su granito della stagione; classicissima, bei tiri, roccia ottima, qualche chiodo e tante fessure facilmente proteggibili.

[visualizza gita completa]
Bella e sicuramente degna della sua fama, terzo tiro a mio parere più difficile del quarto. Situazione spit : ad oggi soste tutte in ordine , l'ultima in uscita si attrezza su qualche pianta o cespuglio, qualche chiodo sui primi 2 tiri, un fix alla base della lastrina, niente più nut incastrati su questa, nel diedro 2 chiodi e 2 friend nella prima parte poi tutto da proteggere, verificare la fettuccia. Un eccentrico con cordino marcio (inutile) sul quinto tiro e 2 chiodi buoni sul sesto. Con Alberto

[visualizza gita completa]
Bella, divertente e ci si protegge benissimo. Peccato sia così breve... Anche secondo me il tiro della lastrina "è più delicato" di quello del diedro.
Con Vlad. A parte il forte vento, temperature primaverili quest'oggi in paese (+18 °C). Altro che ghiaccio!


[visualizza gita completa]
bella via divertente, solo 1 spit in L3 e qualche chiodo. friend fino al 2 C4 BD.
il tiro più difficile è il 3°.
strano per quetsa stagione arrampicare qui... alle 9 del mattino c'erano +18C!! ed un vento patagonico.
con charli

[visualizza gita completa]
ho messo una sola stella perché il mio socio che andava da primo sulla lastrina (partenza terzo tiro)è scivolato e si è rotto un piede...
quindi ci siamo calati e abbiamo chiamato il 118 con successivo recupero con eliambulanza...
con Giorgio


[visualizza gita completa]
Dopo la "Fessura per PA" di Motti, abbiamo salito questa simbolica via. Ogni tiro ha il suo perchè. Via molto bella. Ben proteggibile con nut e friend. Attaccata a mezzogiorno, lasciando defluire la coda di gente che ci precedeva. Sono trascorsi anni ma penso che lo spirito del Nuovo Mattino si possa ancora respirare in questa valle, mentre si libra sopra ai larici ed ai tetti in lose delle antiche case, lambendo diedri, placche e fessure. Scesi in doppia sullo Spigolo. Con Lorenzo.

[visualizza gita completa]
Gran bella via, che cercando le debolezze della torre soddisfa apieno il piacere di scalare.
Soste ok, per la discesa consiglio le doppie su "Papaveri e papere" sono 3 velocissime
La partenza alle sei da casa non era molto incoraggiante, nubifragio fino a Santhia, poi via via in miglioramento e stade asciutte dopo Pont Canavese.
In parete un bel sole con qualche folata di vento.
In compagnia di Enry e Ciccio


[visualizza gita completa]
per noi prima via in valle dell'orco, roccia e linea fantastica, sempre ben proteggibile.
Soste tutte ottimamente spittate con anello di calata tranne l'ultima su albero. Qualche chiodo lungo la via, 2 in L2, uno in L4 e un paio in L6.
nel secondo tiro all'inizio del camino ci sta bene un friend del 4 BD oppure un 3 BD poco più in alto; nel camino sono passato sullo spigolo esterno, secondo me molto meno faticoso che incastrarsi all'interno.
Invece x la fessura della latrina utili 2 o 3 microfriend a seconda di quanta ne avete.
Bellissimo il tiro nel diedro, invece per la sesta lunghezza mi sa che abbiamo preso la fessura sbagliata. Subito all'uscita dello strapiombo di L5 (se si sosta a metà diedro) abbiamo saltato la sosta andando poco più a destra dove c'è un'altra sosta con una fessura che parte verticale. Questa fessura è bella per una quindicina di metri, facilmente proteggibile con friend 0,5 e 0,75 BD, poi va a morire nel diedro soprastante e il tiro diventa parecchio sporco e brutto. Però una volta scesi in paese e parlando con una ragazzo, ci ha detto che la fessura originale di L6 non è quella che abbiamo fatto noi ma è alcuni metri ancora più a DX faccia a monte, dove c'è una sosta con un albero e li parte una fessura verticale che è più larga e più bella della precedente.
Scendendo in doppia lungo la via a sinistra di pesce, abbiamo notato che dopo il nostro passaggio hanno lasciato incastrato un nut nella fessura della latrina.


[visualizza gita completa]
Bellissima via, mi son piaciuti tutti i tiri, dai più semplici ai più intensi. Estetica e spettacolare la fessura dell'ultima lunghezza.
Consiglio al massimo di saltare solo la prima sosta, invece gli altri tiri meglio affrontarli come da relazione.
Scesi con tre doppie (mezze da 60) sulle vie nuove spittate.

Con Fulvio in trasferta, ottima salita decidiamo di affrontare anche il diedro. Presi bene :)


[visualizza gita completa]
Davvero molto bella e piacevole, una via dal notevole valore storico.

Spit solo alle soste, qualche chiodo e nut/friend incastrato in via. Noi abbiamo scelto di calarci sulle belle soste nuove sulla sinistra facendo qualche metro a piedi sul bordo della parete per raggiungere la prima calata. Bastano tre doppie, per l'ultima servono corde da 60 m.

Molto divertente la lastrina e molto estetico il diedrone che da solo vale la via. Noi abbiamo scelto di fare tutti i tiri, anche i mezzi tiri visto che nessuno ci correva dietro ed in questo modo non ci siamo quasi mai persi di vista facilitando molto la comunicazione.

Consigliatissima!

Basta una serie di friend fino al blu grande e qualche nut medio piccolo.
Con la gentile signora... che ha lasciato cadere il mio preziosissimo Alpine Up... fortunato chi lo trova... Erano anni che non mi calavo con il freno moschettone ;-)


[visualizza gita completa]
Bella (seppur breve) salita, di soddisfazione per chi come noi è alle prime armi su questo genere di vie; oltre al doversi proteggere bisogna infatti tener conto che la scalata non è quella tipica di palestre e falesie, ma è necessario sfruttare opposizioni ed equilibri tipici delle fessure e, talvolta, incastrare le mani in modo più o meno intuibile...
Solo un consiglio: nel dubbio meglio essere ben forniti di friends e nuts, poi per il resto la via è godibile e di facile individuazione (soprattutto se come noi si hanno cordate davanti).
Al Ferra, che pensava di cavarsela con i primi due tiri di IV, è toccato almeno cercarsi le soste di calata... e che è sta storia, un po' di lavoro sporco anche per lui!?!? :-P

[visualizza gita completa]
Soste ottime e comode, via asciutta e pulita tranne per l'uscita finale su terrazzini terrosi e pietrisco instabile.
Tre doppie comode su soste ottime e si arriva a terra (corde da 60)
Via bella, logica e, per neofiti del Trad, di grande soddisfazione.
Dopo tanto tempo torno in cordata con i fortissimi Claudio e Serena che mi lasciano i primi due facili tiri per poi attrezzare il resto. Tutti abbiamo capito che per darci al Trad bisognera' fare molta esperienza su questi gradi.. che sono gia' piu' che sufficienti. Comunque una bellissima giornata sulla nostra "prima" salita interamente da proteggere... per Legoland ci vorra' ancora un po' di allenamento.


[visualizza gita completa]
Il sentiero di accesso è stato ripulito e parte subito a destra appena si oltrepassano le case. All'attacco della via non è presente alcun nome ma si intuisce dove bisogna passare. Noi abbiamo scelto l'opzione di non concatenare i primi 2 tiri ma di salirli separati per evitare grossi attriti.Soste a Spit
1°tiro facile (nessun chiodo)
2°tiro strapiombino sulla faccia destra di un diedro (1ch)
3°traverso lungo con passi faticosi prima della sosta (2ch)
4°tiro della lastrina dulfer/placca(1 nut nostro incastrato)

5°diedro duro nella parte iniziale poi più facile ben proteggibile,poi strapiombo ammanigliato prima della sosta,non utilizzare la sosta al centro del diedro,(1ch+1 cordino incastrato sotto lo strapiombo)
6° muretto e fessura, tiro aereo e ben proteggibile,non utilizzare subito la sosta dopo il muretto ma proseguire fino in cima alla torre.(2ch)

Via bellissima noi per le doppie siamo saliti leggermente dopo l'ultima sosta (l'unica su alberi con cordoni le altre tutte a spit) e abbiamo usato l'unica sosta nuova con anello di calata presente vicino ad un ometto,con 3 doppie si è a terra,attenzione ai ginepri che fanno incastrare le corde.

con il socio Donni,in gran forma che protegge il Diedro chiave con gran disinvoltura!!


[visualizza gita completa]
Il grande Fabio (Nodoinfinito) ha già relazionato bene tutta la salita. Aggiungo solo che mi è piaciuta veramente tanto. Fabio e Mauro bravissimi sul non protetto.

[visualizza gita completa]
Bella via storica, percorso logico. Molti i tiri belli: la fessura/camino, la lastrina, il diedro centrale e la fessura dell'ultimo tiro. Attualmente è presente qualche chiodo nei primi due tiri, e anche due spit che sono però di altre vie. Avevamo friends piccoli fino allo 0.5 e penso che nella lastrina sarebbe stato bello averne un paio un po' più piccoli. Per il resto ottima via con percorso eividente che nella prima parte traversa un po' per portarsi a centro parete. Soste a spit nuove. All'uscita si prendono delle tracce che portano a sinistra e ci si cala sulla via a sinistra (faccia a monte) con tre doppie da 60m. In compagnia dei mitici Giorgio e Mauro che non si sono lasciati intimorire dalle storiche pareti. (io invece sempre con un po' di timore reverenziale per i grandi nomi che lasciarono il segno..)

[visualizza gita completa]
Sempre una bellissima salita in stile di allenamento alla montagna con poco avvicinamento.
Nn mi stufo di ripeterla anche dopo una decina di volte..
Tutta da proteggere.
Dall' uscita traversando a sinistra prima su drose poi su traccia si reperisce la sosta di fine via dello spigolo , 3 doppie lineari agli zaini.
Con Roberto.

[visualizza gita completa]
Dopo più di vent'anni ritorno a fare questa bella via, bella esteticamente la lama in dulfer. Duri circa tre metri del diedro. Chiodatura in loco discreta, ovviamente da integrare. Lasciati per forza (non uscivano!)due nuts (sulla lama e sullo strapiombo dopo il diedro).
In compagnia per la prima volta del giovane Matteo.


[visualizza gita completa]
Via divertente e mai banale, in ambiente piacevole. Era la prima volta in valle dell'Orco, forse ci aspettavamo qualcosa di più. Malgrado la via sia una classica- con pochissimi chiodi e nessuno spit, è circondata da varie vie ampiamente spittate. La via è comunque ben proteggibile, ma occorre dimestichezza con le protezioni veloci. Molto bello il tiro nel diedro. Non siamo riusciti a trovare il sentiero per rientrare a piedi e ci siamo calati in doppia raggiungendo una sosta posta a 5 min. di sentiero a sinistra dell'uscita della via.

[visualizza gita completa]
ora sul tiro della lastrica i nuts incastrati sono 2.


[visualizza gita completa]
ora i nuts incastrati sul tiro della lastrina sono 2.

[visualizza gita completa]
Prima uscita della stagione, bella parete, con soste ben attrezzate e lungo la via si trova anche qualche chiodo e uno friend ben piantato!!
Grazie a Giorgio che ci ha permesso di fare questa via e a Mauri che è stato super!!!!


[visualizza gita completa con 3 foto]
Per la seconda volta sul Pesce..semplicemente bellissima!

[visualizza gita completa]
La sera prima abbiamo dormito in tenda sotto il masso Kosterliz, così da essere già pronti al mattino.
Sulla via davanti a noi c’erano due cordate, una nella via del diedro e poi altre sullo spigolo. Molto belli i tiri: della lastrina, del diedro e della fessura finale. Si sale anche bene usando solo i friend (da 0.3 a 3 BD), i nut li ho usati pochissimo anche perché ci sono alcuni chiodi. Utile anche qualche microfriend o friend piccoli nella lastrina. Ottima salita con Marco.


[visualizza gita completa con 10 foto]
Finalmente dopo un mese di monotiri ,siamo stati graziati dal tempo..via abbastanza asciutta..salvo il camino del terzo tiro..aggirato all'esterno con passo delicato..in parte la lama del quarto tiro..e quaqlche centimetro del diedro...Dalla sosta finale del diedro invece di proseguire sulla via abbiamo risalito a destra un tettino e una fessura leggermente strapiombante6a che sbuca su una sosta di cippa lippa.Si prosegue a dx per raggiungere la sosta del penultimo tiro.Da lì abbiamo traversato un tettino a destra per sbucare su cippa lippa all'ultimo tiro.Col Beppe caro socio di arrampicata trad.

[visualizza gita completa]
Dopo aver ravanato un po' per trovare l'attacco ed aver comunque toppato il 1° tiro (anzichè il 4b sullo spigolo abbiamo salito la placca di 6a+ di "Oui,on dance le rock")abbiamo poi trovato la via giusta e,dopo il traverso, abbiamo cominciato a divertirci:davvero meritevoli la lastra da salire in dulfer, il diedro e la fessurina finale.
Chiodatura scarsa,ottima proteggibilità,caos di soste cui non si sapeva a quale attaccarsi.Dopo le tre doppie di discesa abbiamo concluso la giornata alla falesia di Fracchiamo (Sparone)con due tiri (6a+ e 6b) dai nomi un po' spinti. Meteo che ci ha tenuto in apprensione nel primo pomeriggio,ma a parte il vento è andato tutto ok.
E finalmente questa via storica è entrata nel mio carniere!

[visualizza gita completa]
Bellissima via, soprattutto il tiro della lastrina e quello del diedro. Siamo poi scesi in doppia nelle via che passa sulle placche a dx.

[visualizza gita completa]
rifatta per la seconda volta ,con Diego. divertente e veloce. Ho constatato che il mio friend ,totalmente inutile,alla base del diedro resiste a distanza di un anno,me ne scuso.

[visualizza gita completa]
Come già ampiamente segnalato da altri utenti, gli spit citati in diverse relazioni sono stati da tempo rimossi, restano comunque le soste ben attrezzate a fix, qualche chiodo, un nut ed un friend incastrati (mi pare in prossimità del diedro). Rimozione ragionevole, dal momento che la via resta sempre facilmente proteggibile (nut e friend medi e piccoli), tecnicamente mai troppo difficile e su roccia eccellente. Salita con Max alternandoci: a me è toccato il tiro complessivamente più bello nel diedro (L4), a lui quello (L3) della "lastrina" che presenta il passo, a mio parere, più impegnativo. Attenzione all'ultimo tratto del tiro finale: è un po' terroso e qualcosa potrebbe muoversi sulla testa degli eventuali sottostanti. Per chi, pigro come noi, volesse rinunciare alle doppie, si prepari ad una discesa rognosissima e non proprio sicura tra rovi e ginepri, su tracce ripide e quasi invisibili.

[visualizza gita completa]
Salita con solo le soste ottimamente spittate, e qualche raro chiodo. Ottimamente proteggibile con una serie di friend fino al 4 (misure camp), doppie le misure medie. Dalla cima si raggiungono le doppie di discesa a spit.
Via ideale per cominciare a maneggiare le protezioni veloci.
Salita con Elena che per la prima volta ha maneggiato i friend da prima. Siamo saliti velocemente, in compagnia dei nostri amici della SUCAI che ci seguivano a ruota.


[visualizza gita completa]
Sempre una bella salita; oggi fatta in mezza giornata per sfuggire al maltempo; cielo sempre nuvoloso ma parete asciutta e perfettamente scalabile; un pò di pioggia dalle 14.
Soste a spit ottime con maillon di calata; portere friend fino al 3 BD; qualche chiodo qua e là.
Il diedro del 5 tiro vale da solo la via. Sempre spaziale!
Dalla cima, abbiamo attraversato 30 metri a sx su placche e ci siamo calati sulla via dello spigolo; 3 doppie a piombo.
Con Linda per il suo battesimo in Valle dell'Orco.


[visualizza gita completa]
Trovati due nuts incastrati (e ben messi) all'inizio della lastra del terzo tiro, che riducono sensibilmente le ansie di questo passaggio: la parte esposta da fare in dulfer con continuità di braccia non supera i due metri.
Per il resto della via si trovano in tutto pochi vecchi chiodi, due friend incastrati, e uno spit all'uscita del diedro di L4, miracolosamente sopravissuto alla operazione di "pulizia". Utili nuts medio/piccoli e friend 1,2,3 (misure BD). Occhio ai ginepri scendendo in doppia: se le mangiano, le corde.
Grazie di cuore ad Andrea per la bella salita


[visualizza gita completa]
La via merita tutta la sua fama, sicuramente un itinerario completo e sempre interessante.
Quello che è certo è che non è mai banale, i gradi sono stretti-stretti e i tiri della "Lastrina" e del "Diedro" sono assai impegnativi anche per il fatto che sono completamente da proteggere.
Il rientro è facilissimo con 3 doppie.

Partecipanti: Max-Ciois, Pier-Tozzo
Qui sono sempre piu' forti....c'è da preoccuparsi



[visualizza gita completa con 7 foto]
prima volta in valle dell'orco ed esperienza da ripetere, via davvero super. Per evitare troppi attriti è meglio far sosta superato il diedrino del primo tiro per poi attaccare il traverso. Per il resto la via è facilmente proteggibile e l'arrampicata davvero bella. nella relazione di gulliver vengono citati gli spit, in verità a parte uno, in uscita dallo strapiombino del 4° tiro, nn ce ne sono più e i chiodi saranno 5.
occhio nei giorni festivi a non parcheggiare nella piazzetta di fronte all'hotel G.Paradiso perchè i vigili multano a manetta...

[visualizza gita completa]
visto che è una salita imperdibile...eccoci! e merita tutta la sua fama: divertente, ottima roccia e decisamente abbordabile!
salita con ginapaolo prima di diedro.

[visualizza gita completa]
Via facilmente proteggibile e molto estetica. Un pelo più sostenute rispetto al dichiarato la prima e l'ultima lunghezza. Se si decide di evitare le doppie il percorso in discesa non è ne molto visibile ne comodo per l'imponente presenza di rovi ginepri et similia.
Ancora oggi in compagnia di Schioda che evidentemente ha delle conoscenze molto in alto (Giove pluvio,Eolo ed Apollo):l'alta probabilità di pioggia gli fa un baffo!


[visualizza gita completa]
Bellissima via non troppo lunga ma veramente bella a portire dal primo traverso passando poi alla bella dulffer al grandioso diedro e alla fessura finale. Facilmente integrabile con qualche friend piccolo. Buone le soste.
Subito finite le late dallo Spigolo su per il Pesce col solito Gionny. La cordata si è riunita!!


[visualizza gita completa]
bella salita di stampo classico. solo noi sulla via, arrampicata in relax con davanti Umberto....

[visualizza gita completa con 2 foto]
qua e là si trovano qualche friend e nut irrecuperabile. due nella lama di L3 che porta al diedro.

scesi in doppia sulla via dello spigolo (3 calate). sosta raggiungibile risalendo un sentierino verso sinistra.
con Alessandro e Fabio, per me un bel debutto in Valle Orco


[visualizza gita completa]
Prima volta alla torre su granito molto bello.Nella salita cercando S3 sono andato troppo a destra prendendo la sosta di Una notte a Tahiti sulla quale siamo poi usciti, con difficoltà maggiori della via del pesce d'aprile.Sarà per la prossima volta chiudere l'itinerario corretto.

[visualizza gita completa]
Non ho niente da aggiungere al commento di Zazzà, se non che i nut lasciati in parete putroppo sono i miei :-), spero possano essere utili ai futuri ripetitori.
La via è di stampo classico tutta ottimamente proteggibile, i passi più duri sono il tiro della lastrina L3 con due metri veramente fisici su fessura di dita ed il tiro del diedro L4 nel punto dove si fa il ristabilimento. Le soste sono tutte ottime.
Grazie ai compagni di avventura Dido, Micione e Zazzà.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Degli spit eliminati non si sente la mancanza anche se i bulloni ribattuti non sono belli a vedersi. La via è sempre ben proteggibile. Alcuni chiodi ancora in posto. Noi abbiamo fatto 3 tiri prima del diedro caratterizzante la salita. Purtroppo non siamo riusciti a recuperare due dadi.Il primo nella lama staccata del terzo tiro (nostro),ed il secondo nel diedro strapiombante dopo "il diedro". Buoni per chi se li ritrova e/o riesce a recuperarli. Magnifica salita in una bellissima giornata.
Con Fede Tobia e Dido. Ottimo trattamento alla locanda in piazza a Noasca. Ciao buone salite



[visualizza gita completa]
Bella via di riscaldamento in una stupenda giornata. Nessun altro sulla parete. Roccia calda, sole anche e aria fresca il giusto. Peccato per lo spit al termine del penultimo tiro, assolutamente inutile.

[visualizza gita completa]
Magnifica fatta purtroppo in una giornata grigia, una classica che si presta molto bene a integrare con nuts e friends, non è mai difficile ma neanche banale.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Sistemata e rinforzata con cordone nuovo un chiodo e un maillon la sosta di calata dall'ultimo tiro:ora con tre doppie si scende comodamente su notte a thaiti.Attenzione solo ai sassi(ne abbiamo tolti un pò ma è bene controllare prima di calarsi)
Col Beppe in una giornata che si presentava fredda ma poi il sole ha vinto! in due ore usciamo in cima alla torre.


[visualizza gita completa]
Prima volta ad Aimonin. una di quelle vie che speri non finiscano mai. Calandosi dallo spigolo viene normale pensare di tornare per scalarlo. Se Paolo ha voglia di rifarlo e mi porta.....io ci sono. Spit solo alle soste. Magica velle dell'orco.
Solo noi su tutta la struttura. Indubbiamente questo ha reso la salita ancor più bella. Siamo gente selvatica NOI!!


[visualizza gita completa]
Via molto bella! Roccia..bè ottima! Utili friends medi e piccoli per il diedro.
Prima volta alla Torre! Con Patty sui suoi primi tiri da proteggere!! Defaticamento alla fessura Kosterlitz.


[visualizza gita completa con 2 foto]
Fatta dopo lo spigolo, via divertente e abbordabile.. l'ultimo tiro in fessura è ottima per imparare "l'arte" dell'incastro, Fatta altrimenti si rivela ben più dura!

[visualizza gita completa]
prima volta su questa splendida parete.
la via bella, logica ed adrenilica essendo necessario proteggerla tutta.
Dal terzo tiro(compreso) in poi veramente emozionante.
salita con RIC a tiri alterni in poco più di tre ore.
Per la discesa siamo scesi con tre doppie alla sinisra della via.
saluto la cordata che ci ha preceduto,loro hanno fatto lo spigolo.
dopo di noi simapticissima cordata di spagnoli.




[visualizza gita completa]
Sempre una bellissima via, ben proteggibile con friends dallo 0.3 al 1 (il 3 può essere utile solo per la parte finale di L2) e una scelta di nut.

[visualizza gita completa]
oltre ad essere stati levati gli spit dal pesce e dal diedro , non sono stati nemmeno rimossi tutti i tasselli ( che comunque sono stati intelligentemente danneggiati ). le soste invece restano ancora , chissà per quanto.
ieri c'erano dei ragazzi francesi che non sapendo dell'audace operazione di schiodatura, non avevano il materiale necessario e se ne sono dovuti andare.
sulle vecchie vie di motto gli spit restano ancora ,ma cominciano ad essere un pò arrugginiti: invece che fregarsele, le placchette potevano metterle li... d'altra parte il nostro amico è sempre a piede libero: passerà presto a levare pure gli appigli ? Possible che nessuno dica nulla? se lo potevano tenere i rangers...

[visualizza gita completa]
Qualche mente brillante ha provveduto a rasare via i pochi spit di integrazione presenti su questi magnifica via. Senza entrare nel merito e nell' utilità di questa azione di pulitura (!!) è opportuno ricordare ai futuri ripetitori di affrontare la salita del " Pesce" con una adeguata dotazione di protezioni veloci.
Sulla fessurina all' inizio del terzo tiro ci sono due nuts incastrasti, il primo alla base, il secondo circa un metro e mezzo più in alto.
Nel diedro (quarto tiro) c' è un chiodo ( il solito vecchio e solido chiodo di sempre) e basta.
Le soste sono ottime (qui gli spit non sono stati tolti)

PS: è stata completamente ripulita dagli spit anche la via dello Spigolo.

[visualizza gita completa]
bellissima via su roccia ottima,bisogna dire che non c'è nessuna protezione tra i tiri,gli spit(citati nella relazione) non hanno le placchette,ma sono utilezabili,basta portarsi dietro 2 o 3 placchette con dado,consiglio cmq di utilizare le protezioni veloci essendoci molte possibilità.
grazie andreine


[visualizza gita completa]
Sempre piacevole con Nicoletta calda ad attrezzare. Un saluto anche a Piero e Beppe incontrati sulla via.

P.S. Dopo due calate sullo spigolo risalito la Via dello Spigolo fino in cima: Attenzione! trovate rimosse anche le placchette della placca finale.

[visualizza gita completa con 1 foto]
bella via, ora da tutta da "frendare". Partenza sul primo tiro di "oui,on le dance le roc", poi tutto a ds per la prima sosta della via.
discesa: risalire tracce in salita, direzione verso sn, sino ad incontrare tracce sentiero che portano alle nuove soste (att.rauner)

[visualizza gita completa]
La descrizione non corrisponde gran che'... comunque la via è talmente logica che non ci si può sbagliare ed effettivamente i chiodi presenti sono solo tre ( escludendo le soste tutte a spit meno l'ultima su alberelli). Discesa in doppia su soste inox sullo spigolo.

Con Claudio, piacevolmente ammaliati dalla bellezza di lame e fessure oltre che dall'ambiente e dalla roccia veramente superba. Ottimo allenamento sul granito!


[visualizza gita completa con 1 foto]
Incredibile via,veramente bella ed emozionante, in tutta la via oltre le soste ci sono solo 3 chiodi ....ma ci si protegge con facilità. Al terzo tiro quei 5 metri di lastra da fare in opposizione mi hanno fatto tribulare, perchè non proteggibile e la fessura è talmente piccola che le mie dita spesse non entravano (il posto ideale per spaccarsi le caviglie).... Il diedro del 4 tiro bellissimo, secondo me ben più facile della lastra ...anche se potrebbe fare più impressione. Ma chi ha piantato nella roccia anche la testa di quegli altri 2 chiodi che cerano sulla via?? brava Adry




[visualizza gita completa]
Gran bella via alpinistica da proteggere. Utili micro friend per l'inizio del diedro. Soste a spit
Gran bella giornata con il socio Igor per farci questa splendida via alla Torre di Aimonin. Che dire, una gran gran bella via!


[visualizza gita completa con 2 foto]
Un capolavoro di granito, complimenti al Creatore e agli apritori. Nessuno Spit in via a parte le ottime soste. Per la salita utile una serie di friend fino al 3 BD (Micro indispensabili per proteggere i primi metri del diedro - Pauroso?!?! Perfetto!!!!).
Ottima via per una divertente arrampicata pomeridiana, salita effettuata in 2h30, discesa con 3 doppie sullo Spigolo in 30'.
Un ringraziamento al buon "solito" compagno di cordata Claudio, sempre disponibile.


[visualizza gita completa]
Senza spits è sempre una bella via di soddisfazione!

[visualizza gita completa]
niente spit... bella via, il primo tiro un po' incerto in un canale...il tiro chiave del diedro... è ben spaventoso, darei un bel 6a, 3-4 mt dall'ultimo friend micro. bellissimo ultimo tiro fssura da venti mt ad incastro.
BD 1-2-3 meglio doppi. un micro per il diedro.
un grazie al pierre.


[visualizza gita completa]
Sono stati tolti i cinque spit presenti sulla via, chi l'ha fatto poteva completare il lavoro togliendo anche le soste.. sarebbe stato più coerente... la via si percorre tranqullamente con una piccola serie di nuts e quattro friend fino al 2 BD e cinque rinvii....
perfavore smettiamola di fare i nostri bisogni corporali solidi sulle cenge in corrispondenza delle soste.... immaginate il piacere per chi viene dopo di voi... grazie


[visualizza gita completa]
Finalmente sono andato a farla!!!!
Molto bella, una classica che si presta molto bene a integrare con nuts e friends, non è mai difficile ma neanche banale. Il tiro più bello il diedro, delicato nei primi due metri dove la stretta fessura non permette inizialmente la progressione in dulfer, uno spit in ingresso e uno in uscita. Bella e curiosa la sottile lastra che si arrampica con opposizione atletica nel tiro precedente a quello del diedro, molto bella anche la fessura dell'ultimo tiro dove si può provare la progressione con incastro di mano.
Il secondo tiro, quello classico in traverso sulla cengia può essere abbreviato con una ulteriore sosta presente prima della lastra sottile.
Ambiente incantevole tipico della valle dell'orco.

Discesa: dall'ultima sosta salire per traccie a sinistra fino a una sosta di calata (1min)

In ottima compagnia dei bravi Franco e Gigi.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Ha detto tutto paolo: ambiente grandioso e via leggendaria...
Nelle doppie in discesa attenti ai ginepri: sono fenomenali per ingarbugliare le corde! Cercate di buttar giù le corde sulla destra dello spigolo scendendo


[visualizza gita completa con 1 foto]
Bella salita,divetente,da non mancare.
Ci si protegge bene,sulla via presenti 4-5 chodi e 4-5 spit(per altro inutili,e uno svitato!!)
Freind medi e èiccoli.
3 doppie sulla via dello spigolo(dalla fine della via salire brevemente a sinistra e reperire la prima sosta di calata)
Il diedro è molto bello,ma anche lo strapiombetto seguente diverte
Con il fedele Jean;un altra bella giornata in valle orco

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 19/07/17 - giole
  • 14/05/17 - Mi.To.
  • 21/05/16 - Bestia
  • 09/05/10 - marcellino merlo
  • 20/09/09 - titti85
  • 21/09/07 - Damiano Ceresa
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: 5c ::
    esposizione arrampicata: Sud
    sviluppo arrampicata (m): 170

    Ultime gite di arrampicata

    21/01/18 - Pubel (Monte) Il Re...Spiro delle streghe - faregiro
    Tre stelle scarse per la via ma che diventano piene grazie al bellissimo contesto ambientale in cui si svolge. Parete molto solare e al riparo dal furioso vento di questi giorni. Va al sole presto e [...]
    21/01/18 - Musinè (Monte) Versante Sud - In Hoc Signo Vinces - norby02
    In questo inverno "particolare”, viste le previsioni, scegliamo di rinunciare allo sci a favore di una attività fuori stagione Con il disegno della zona alla mano, scaricato dalla relazione, abbi [...]
    21/01/18 - Bracco (Monte) Via dell'Unione - m.gulliver
    Noi abbiamo concatenato la via dell'Unione con la Mulatero così siamo usciti alla croce. Dalla cima dello sperone centrale, scesi al colletto, siamo saliti leggermente verso sx per teppe e cenge e a [...]
    21/01/18 - Talucco (Torrione del) Un sorriso per Susi - podina
    ..con un meteo del genere “rifugiarsi” nell’arcudi di rocca sbarua è una garanzia; giornata bellissima e calda , proseguito sui 7 confini mentre dietro lo sperina turbinava un vento mostruoso.. [...]
    20/01/18 - Sbarua (Rocca) via Rivero - bonbon
    la Rivero è sempre una gran bella via, unico problema è riuscire a non sbagliare durante la salita. credo di aver sbagliato per l'ennesima volta dopo il quarto tiro, ci siamo spostati a sx al posto [...]
    20/01/18 - Il Pilastro La Classica - mdaldegan
    Bella via di non eccessiva lunghezza, su ottima roccia. Il primo tiro a freddo mette a dura prova ma è molto bello e vario, con movimenti, piccole prese e una linea molto logica. L'ultima lunghezza n [...]
    19/01/18 - Talucco (Torrione del) Via storica (riveduta e corretta) - Enzo51