Rimpfischhorn da Saas Fee

neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Presa la traccia sul ghiacciaio a 3300m circa scendendo dallo Strahlhorn. Dietro l'Allalinpass condizioni completamente diverse: il vento non ha rovinato nulla e abbiamo trovato ancora polvere. Parte di misto ben tracciata e roccia asciutta. In discesa nella parte bassa da neve trasformata a neve bagnata in fondo al ghiacciaio.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Gita veramente di soddisfazione, con bei pendii in ambiente grandioso (la traccia sale tra grossi crepacci) e crestina finale per dare un tocco di vero alpinismo. Quest'ultima l'abbiamo trovata in ottime condizioni, con la roccia pulita dove serviva e la neve a coprire il macereto rendendo più sicura la progressione. Solo in un punto è presente una lastra di ghiaccio coperto da poca neve, ma non tanto ripido per fortuna (si sale con una sola piccozza...). Tante possibilità di proteggersi o di improvvisare calate lungo la crestina per la presenza di numerosi fittoni e anelli di fettuccia. In discesa i pendii a nord della parte alta ci hanno regalato una sciata su farina divertentissima e la parte bassa esposta al sole si stava trasformando ed era nettamente più sciabile del giorno prima.
Seconda gita della due giorni a Saas Fee con Ettore e Giovanni. Sempre divertente fare due giorni di montagna noi tra fratelli assieme!


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Posteggio a pagamento obbligatorio a Saas Fee ( 2 Giorni 38 F CH)
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti in piena notte da Saas Fee (alle 2), risaliamo le piste ed arriviamo alla Britannia hutte 3 ore prima di chi sale con la funivia, Piccola sosta che ci permette di assicurarci un posto x la notte (vergogna ...inutilmente lo avevamo chiesto per telefono) . Ripartiamo , ed arriviamo intorno all'una al al deposito sci. Per la parte alpinistica si è già espressa Titty79 nell'apposita sezione degli aventi diritto....aggiungo solo 2 cose : 1) quando si prende la cresta e si toccano i nevai di sinistra , quest'ultimi risultano un po' magri e le punte dei ramponi raschiano il ghiaccio e le rocce sottostanti (sgradevole).
2)La foto in bacheca su questo itinerario con il tratteggio rosso è a mio avviso errata ( Il canale lo si abbandona prima ) e mi riprometto di inserirne una corretta.
Per quanto riguarda la parte sciistica invece , un disastro!!....A parte il primo pendio scendendo , discretamente sciabile ( ma già parecchio tracciato ),si incontrano nell'ordine : Traverso su neve con crosta , tratto in piano con breve risalita , altro pendio con vecchie tracce indurite , lungo diagonale a mezzacosta su crostaccia , con sciata tipo rompighiaccio norvegese , tratti in falsopiano sempre con crosta , ripellata di 20 minuti sino al rifugio .
Insomma ...di sciate di sicuro ce ne sono di migliori
Il conto del dislivello in salita alla fine della giornata supera i 2400 metri . Con Tiziana.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Due notti prima aveva nevicato (circa 30 cm) e così la sciata è stata molto bella.
Nel finale alpinistico, da non sottovalutare, fatto tutto con i ramponi, si trovano alcuni cordini e in un caso un ferro a "T" per sostare.
Scesi fino a Saas Fee con gli sci. Consigliata.

Con Sergio e la Guida Alpina Giorgio Villosio da cui sto imparando veramente tanto!



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Un sola corsa per Felskinn alle 16:30 (a stagione sciistica conclusa)
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da Saas Fee con gli impianti fino a Felskinn e, in mezz'ora di avvicinamento, si arriva al Britanniahutte (3030 m).
Il giorno dopo partenza sotto il cielo stellato affrontando subito con gli sci un traverso ghiacciato in discesa. Poi pellati gli sci per salire all'Allalinpass (3564 m). Quindi risalito sull'altro versante il Melligletscher fino al Rimpfischsattel (3990 m). Lasciati gli sci si sale prima il canale nevoso a 50° e la cresta rocciosa con passaggi fino al terzo grado. Nel finale si arriva prima all'anticima e poi, tramite aerea cresta nevosa, sulla cima del Rimpfischorn (4199 m). Spettacolare il panorama su tutti i 4000 del Vallese! Sono presenti dei ferri a T e dei cordini per le doppie (3/4 doppie per scendere velocemente). Noi abbiamo usato 2 corde gemelle da 30m.
Poi con una veloce discesa su neve trasformata si ritorna al Allalingletscher. Qui abbiamo ripellato per arrivare sulla seconda cima della giornata: lo Strahlhorn (4190 m). Infine rientro sciando su neve di tutti i tipi ( ventata in alto, trasformata nella parte centrale e ghiacciata nella parte bassa ) fino alla Britaniahutte.
Totale 2300m circa di dislivello distribuiti su 25km di tracciato.

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: si arriva a saasfee
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
gitoooonaa... partriti sci ai piedi da felskin ore 9.15 traverso sino alla brithania Hutte scesi sul ghiacciaio, e messo le pelli alle 10 circa al Allinpass haime si scende se pur di poco ma si scende, siamo arrivati in vetta alle 14, divertente il tratto di circa 200 metri di cresta roccette e neve...
La compa era ottima Andre che ci ha mollati a q. 3900.. la quota l'ha fregato!! il Max gli ha fatto compagni "sarebbe arrivato in vetta sicuramente, ma ha fatto compagnia ad Andrea" io e Luigi "la roccia in vetta" con piccola suspense in prossimità della croce di vetta... bravi tutti comunque!!


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: .
attrezzatura :: scialpinistica
Arrivati alla Britannia la sera di lunedì per una 2 giorni decisamente impegnativa.
Partenza mattutina con temperatura fredda e vento forte in alto che non lasciava molte speranze.
Neve dura da subito e arrivati all'Allalinpas un vento patagonico ci ha creato non poche difficoltà.
Fortunatamente spostandoci sul versante di Tasch il vento mollava per poi aggredirci violentemente all'attacco del canalino finale.Folate violentissime che mi hanno fatto letteralmente volare uno sci che per fortuna si è fermato a meno di due metri dal precipizio.Ancorati bene gli sci abbiamo percorso il canale con picca e ramponi sino in vetta fortunatamente abbastanza riparata dal vento.
Veloce discesa a recuperare gli sci sempre in mezzo ad un vento fortissimo e sciata a tratti discreta ma con neve molto ventata e resa difficile da sciare .
Tornati all'Allalinpass in mezzo alla bufera di vento scendiamo sino ad incrociare le tracce dell Stralhorn .
Da qui dopo una breve sosta ripelliamo per raggiungere anche questa cima.
Con Max


[visualizza gita completa con 11 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
dopo una buona cena nell'accogliente rifugio britannia ,coordinato da delle super donne (incalorite),facciamo un buon riposo fino alla sveglia delle 4-45',colazione , e cieli sereni,quindi tutti in fila per discesa traverso che accedere all'itinerario di salita staalhorn-rinfhishorn,-100metri,poi mettiamo le pelli e saliamo con luungo spostamento prendendo poca quota fino ad un ampio bacino in cui i due itinerari si dividono , noi andiamo a dx (salendo)giunti al colle super visuale sulla corona imperiale,scendiamo leggermente x poi passare sul lato nord del rinfisch-e con un semicerchio ascendente raggiungiamo la sella 4000 circa,da qui la meteo incomincia a far bizze, nuvole in agguato e forte vento con freddo , arriviamo ai piedi della cresta con sci , omar a gia desistito alla sella , dario qui dice stop, io ed ivo proviamo a salire canale e poi scalata in parete cresta fino a 50 metri dalla vetta e poi desistiamo x il troppo freddo e per il sopraggiungere di intemperio (x me e si)quindi scendiamo con cautela e mentre omar e dario se la sono gia svignata ,noi li raggiungiamo dopo un ora e mezza ancora con ottima visibilita, poi la nuvolaglia avvolge quota 3000 con nevischio,(oggi la neve in quota non era bella visto le tritate del sabato). facciamo uno spuntino , e poi ripellato x fare traverso infame che porta all'arrivo dell'ultimo schilift,degli impianti --e con un fiuto pazzesco nella nebbia piu fitta riusciamo a trovare la pista di discesa , e di li scesi di 100m la visibilita e migliorata ,fino a condurci a saas fee con una splendida sciata su neve pappetta perfetta.ottima combricola che saluto

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo Allalinhorn ritorniamo al Felskinn e dopo breve risalita,primo traverso su stradina battuta dai gatti , secondo traverso su traccia infima ghiacciata pericolosa ,da fare con molta attenzione per due motivi ,possibili valanghe superiori e salti rocciosi sotto ,meglio la stradina sotto ben visibile.Il giorno dopo dal Britannia H. discesa su traverso ghiacciato schifoso tanto per cambiare ,tutto ok fino al Allalinpass , altro traverso leggermente in discesa ,poi salita alla spalla detta Rimpfischsattel , vento fortissimo...ci proviamo nonostante che tutte le cordate incontrate ci sconsigliano l'ascensione ,ma a 200 metri dalla vetta visto il brutto tempo in arrivo e il vento implacabile (-20 gradi) , decidiamo di tornare...da rifare....il ritorno sciata su neve in tutte le salse e infine sotto al rifugio leggera nevicata. DAl Britannia il solito traverso da dimenticare e discesa fino a Saas Fee. Con Dario,Mauri,Omar

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2900
attrezzatura :: scialpinistica
Ottimo rigelo notturno e condizioni ancora discrete per lo sci. Siamo scesi sull’hohlaubgletscher prendendo le ultime lingue di neve (un togli e metti per superare una pietraia, neve marmorea al buio e si perde più quota), ma è meglio scendere con il sentiero. Ghiacciai ancora ben chiusi anche se iniziano a comparire diverse fessure. Ultimo tratto prima dell’Allalin pass difficile per neve dura. Molto bello il Mellichgletscher sempre su neve durissima al mattino (rampant indispensabili in qualche tratto). Un grande crepaccio sbarra la strada all’ultimo tratto prima del Rimpfischsattel, oggi due ponti consentono ancora il passaggio. Deposito sci sulle rocce a sinistra del canale di salita alla cima. Canale in buone condizioni in neve, traverso a sinistra in misto, poi un lungo tratto molto delicato con neve, ghiaccio, misto, rocce sino al primo fittone a T, poi più facile su rocce (un secondo fittone, cordini), belli la crestina finale e l’arrivo alla croce che si vede solo all’ultimo.
Bellissima la discesa del Mellichgletscher su sommer firn, divertente sotto l’Allalin pass poi trasferimento e risalita alla Britannia (domani festeggia il centenario), discesa in sci sino al bar Morenia, poi 1000 mt di discesa e attraversamento di Saas Fee fino al parcheggio con sci e scarponi sulle spalle (terribile).
Note: almeno nelle condizioni attuali salita da non sottovalutare: lunga, sali e scendi, metti e togli, metti e togli rampant, tratto alpinistico lungo e per nulla banale, rientro con risalite. Consigliata corda da 60 per la parte alpinistica, con una da 15 noi abbiamo impiegato parecchio tempo a salire e soprattutto a scendere. Meteo perfetto, rifugio ok (non accetta carte di credito, cambio applicato 1,10), una trentina di persone, 8 (2 con gli sci) più noi due al Rimpfischorn, solo due clienti e una guida più noi due in punta. Versante Tasch ormai in versione estiva.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Secondo tentativo alla vetta questa volta riuscito a questa montagna che definirei degli opposti, percorso sciistico su pendii a volte persin troppo dolci per contro tratto alpinistico impegnativo da non sottovalutare, con passaggi mai troppo difficili ma esposti su canali dei quali non si vede il fondo; rispetto due anni fa la minor quantità di neve ha reso più difficili alcuni passaggi; ulteriore difficoltà consiste nelle tante cordate che s'incrociano in salita ed in discesa con evidente perdita di tempo per le attese nei passaggi più impegnativi. In merito ai tempi considerare circa 6 ore per la salita alla punta e 1,5-2 ore per la discesa del tratto alpinistico. In discesa 10-15 cm di farina un pò trapanata dai vari passaggi, poi al colle un breve tratto di crosticina morbida ben sciabile alternata a piccole placche da vento, primaverile nel grande ghiacciaio che porta alla Britannia, con circa 100 mt di risalita, le piste di Saas Fee sono aperte e si arriva in paese con gli sci ai piedi. Valutazione neve in discesa 78/100.
Con Filo


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 2400
pernottato alla britannia hutte, alle 5 scesi sul ghiacciaio dell'Allalin e in due orette all'Allalinpass, da qui con traversata in leggera discesa e breve risalita alla quota 3662 che da accesso alla bellissima conca glaciale che porta alla spalla sciistica mt 4009; abbiamo risalito il canale per circa 50 mt con gli sci altri 50 mt con i ramponi, svoltato a sinistra alla prima cengia e risalito rocce sporche di neve sino al ad un pendio di circa 50/55° a quota 4.150 dove, dopo diversi tentativi, ci siamo fermati, ritenendolo pericoloso per via della neve fresca su ghiaccio e placche roccciose. Avremmo potuto risalire le roccette ma avremmo impiegato molto tempo anche a causa dei nostri ramponi poco affidabili. In discesa 400 mt di farina poi un breve tratto di crosta, rimesso le pelli per risalire all'allalinpass poi 10 cm di neve molle su fondo compatto, ben sciabile, rimesso le pelli per salire al rifugio ed accedere alle piste di rientro a Saas Fee sino a 2400 mt circa, sci a spalle per un 'ora.
con Rocco e Stefano. Un saluto ai due ragazzi milanesi provenienti da Tasch che sono riusciti ad arrivare in punta con notevole capacità tecnica e fisica (2200 di dislivello)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1800
Seconda meta di questo weekend in Vallese, buone condizioni fino all'Allalinpass, passando invece sul versante orientato a NordOvest del Mellichgletscher la neve nuova ancora non assestata maschera infidamente i crepacci.(caldamente consigliabile legarsi). Con poca visibilità può essere complicato reperire il giusto passaggio alla base delle rocce a quota 3660 circa. Questo, insieme alla presenza di alcune gonfie da vento poco simpatiche e un deciso peggioramento del meteo ci hanno indotto ad una veloce ritirata. A differenza dello Strahlhorn di ieri, per il Rimpf meglio attendere qualche giorno di sereno e freddo per consentire alla neve nuova (almeno 30 cm in una notte) di assestarsi.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
condizioni ottime gita stupenda, parte finale quasi tutta in neve trasformata, fatta dalla taschutte. strada estiva aperta gli sci si mettono a quota 2950

conviene portarsi da mangiare in autonomia visto i prezzi alti ed il mangiare mediocre

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
Oltre al Rimpfischorn abbiamo salito anche lo Strahlhorn e l'Allalinhonr. Tutto questo logicamente non in un giorno ma in tre con base alla Britannia hutte.
Il dislivello tra il rifugio e le varie vette bisogna sempre aumentarlo di 200 mt., poichè 100mt. si perdono alla partenza e poi bisogna recuperarli al ritorno.
La neve nella parte alta sempre dura e portante, mentre in basso un firn stupendo.
I crapacci sono chiusi o facilmente aggirabili, qualche problema in più in discesa (per i crepacci) per l'allallinhorn.
Il rifugio chiude il 18 maggio, come pure la funivia.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
quota neve m :: 1700
Gita splendida in condizioni quasi invernali, dati le recenti nevicate, con bellissimo finale alpinistico. I ghiacciaio sono ottimamente coperti. Cielo nebbioso sino in vetta, poi si apre ed il panorama è grandioso. Il ritorno è lungo, dopo la bella discesa sul Mellichgletscher bisogna rimettere le pelli per raggiungere l’Allalinpass (si può scavalcare la lieve cresta nevosa quota 3640 m). Su morbida neve ventata e tratti primaverile nel ghiacciaio dell’Allalinglletscher arriviamo nel vasto pianoro sotto il rifugio Britanniahutte, calzate di nuovo le pelli in leggera salita lo raggiungiamo. Alle 17 ci portiamo all’ultimo skilift del Felskinn e sotto l’ultimo sole ridiscendiamo le piste (ieri è stato l’ultimo giorno di apertura) innevate sino a Sass Fee. Itinerario in ottime condizioni, il rifugio resta aperto sino al 20 maggio, però bisogna fare i 1200 metri di dislivello da Sass.
ottimi compagni Celso e Rafaz;
un grazie agli amici del CAS di Bellinzona per aver recuperato il casco.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
Ghiacciai ancora ben coperti. Con gli sci fino alla spalla 4009. Il canale è in buone condizioni (non c'è ghiaccio) mentre la cresta finale è pressoché totalmente innevata e richiede attenzione. Con Mara del Club4000.

[visualizza gita completa]
quota neve m :: 1800
Direi che, per essere fatta in giornata e nonostante l'ausilio delle funivie, resta veramente una gita lunga, anche se il dislivello è di "soli" 1200 mt. Notevole è infatti lo sviluppo al quale si aggiunge, nella parte finale, un tratto alpinistico interessante e divertente che comunque porta via del tempo.
Noi non l'abbiamo usata, ma l'utilizzo della corda e qualche assicurazione non farebbe male, specialmente nel caso in cui le condizoni della montagna non siano belle come le abbiamo trovate noi. Tratto finale spesso esposto con passaggi su facili rocce alternate a scivoli di neve.
Che faticaccia...vuoi per la sveglia, che per noi varesini è suonata alle 3.30, vuoi per il viaggio, vuoi che sia stato il primo 4000 della stagione, vuoi che è mancato l'acclimatamento, sta di fatto che, partiti alle 8.00 da Saas Fee, siamo tornati alla macchina alle 19. Meteo incerto all'inizio e vento freddo hanno condizionato la gita nella prima parte, mietendo qualche vittima nel gruppo. In vetta Gianni, Maurizio, io e Davide B. Poco più giu anche Mauro e Davide T che sono arrivati al colle a 4000 mt, zonda deposito sci. Panorama stupendo con gruppo Mischabel, Weisshorn, Obergabelhorn, Cervino, Breithorn, Lyskamm e gruppo del Rosa a premiare la nostra fatica.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: come già descritto per il park a pagamento
quota neve m :: 2600
..3^ giornata al Britannia, gran vento ma un bel sole, con Icio e Piera si sale finalmente allo Stralhorn..ma la digitale è in tasca a Mark, che devia vs. l'Allalinpass per provare il Rimpf da solo..ecco alcune sue foto, i suoi commenti e 8 immagini su L'alpinista virtuale..la parte alpinistica non è solo BSA.. e detto da lui ci crediamo..grande Mark in 6 ore andata e ritorno...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1900
Gita di fine stagione, molto vario il percorso dall'Allalinpass in su; gran vento.
Buona accoglienza alla Britannia, ma il pane e l'acqua (7 euro la bottiglia) ... sono da portare.
Arrivederci magica neve, alla prossima stagione!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
facile gita sciistica fino alla sella a 4000m. per evitare un tratto su misto subito dopo l'Allalinpass perdere 50 m di quota.
la parte alpinistica 200 m presenta alcuni tratti esposti, scendendo conviene effettuare una doppia di 10 m per calare un tratto roccioso a 60 m dalla vetta.
Ambiente stupendo, ghiacciai in ottime condizioni

[visualizza gita completa con 1 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 3030
quota vetta/quota massima (m): 4199
dislivello totale (m): 1380

Ultime gite di sci alpinismo

23/11/17 - Varirosa da Vinadio - Liviell
Innevamento continuo dalla macchina (arrivati fino a Neraissa Inf.) anche se ancora per poco. I gava-buta sono alle porte nella parte bassa. In discesa trovato tutti i tipi di neve ma nel complesso, v [...]
23/11/17 - Creusa Orientale (Monte) da Limonetto - tettorubia96
Partiti dapprima su pista i poi su traccia ben battuta dai numerosi frequenti passaggi. Neve abbastanza dura e scorrevole sino al ponticello. Da lì in poi il sole ha fatto la sua parte ammorbidendo i [...]
23/11/17 - Pianard (Costa) quota 2209 m da Palanfrè - gazzano
Abbiamo fatto anello in senso orario : saliti verso il Garbella , abbiamo raggiunto la Costa Pianard (molto panoramica ) ed il monte Pianard . Attenzione a svoltare per tempo verso destra , senza [...]
22/11/17 - Gondran (Fort du) - Sommet des Anges da Montgenèvre - emilius
Oggi abbiamo fatto una breve gita sulle piste degli impianti debitamente battute, lisciate e senza pietre , ma il desiderio di "assaporare" la nuova neve è stato irresistibile. La giornata è stata [...]
21/11/17 - Briccas o Trucchet da Brich - umbertobado
Abbastanza neve per divertirsi. Discesa: parte alta che sembra una pista battuta, nella parte bassa bisogna fare un po' di slalom tra i sassi ma si passa ancora bene. Con togli e metti si arriva qua [...]
21/11/17 - Chiamossero (Monte del) o Ciamoussè da Limonetto - molalacorda
Partito alle 8.30 con già 3°C, usati i coltelli sui primi pendii ripidi e in ombra e sul pendio finale, su quest'ultimo con le condizioni di oggi non erano indispensabili. Sceso verso le 11 su neve [...]
20/11/17 - Mindino (Bric) da Colla di Casotto - lucaozein
Camminata pomeridiana con ultimi 200 mt di dislivello sciabili su neve primaverile.