Parassac (Tete de) da Maison Meane

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Si possono calzare gli sci in salita nel pianoro prima della cascata ma in discesa si potrebbe solo scendere fin sopra la cascata sci ai piedi (2300m circa). Saliti in vetta per l'itinerario qui descritto e una volta in cima discesa sui pendii nord est fino dove c'è neve (300m circa) con farinella vecchia-primaverile-crosta portante... Comunque divertente. Ripello e ritorno in vetta per scendere l'ultimo pendio nord che vale il secondo ripello vista la bella neve (farinella vecchia in quantità). In discesa ci teniamo vicini alle pareti del Tete de Fer e arrivati sopra la cascata risaliamo 150m puntando il Croupe de Tourtelle per scendere gli innevati pendii nord fino a 400m dalla macchina.
Oggi ottima gita con bella neve con alte quote rosa Vale e Fede.

Innevamento sotto la cascata
sopra migliora
Vetta
Pendii nord est appena scesi
Pendio finale vale il ripello...
secondo giro
risalita verso Tourtelle
Pendii di rientro
Ancora bella neve

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: strada libera fino alla passerella
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Forse uno degli ultimi giorni in cui si può partire sci ai piedi dalla passerella di Maison Meane (anche se poi un paio di volte vanno tolti). Condizioni ottime di neve, soprattutto in alto. Nella parte mediana è un po' sfondosa, per ridiventare bella nell'ultimo pendio. Gita davvero molto lunga, seppur con scarso dislivello. Paesaggi strepitosi. Partiti con le nubi, dalle 10 in poi il bel sole di Provenza è arrivato, seppur in ritardo rispetto alle previsioni. Oggi l'intero vallone era per noi soli.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: No problem
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi gran caldo: anche nella comba rivolta a Nord bisogna scendere non oltre le 11. In basso neve primaverile anche se non ancora al top. Nella parte superiore, dopo il canale ripido per superare la barriera del Pissal, c'è ancora della neve recente che non si è ancora trasformata ma non da fastidio facendo un effetto "Cremina" a patto di scendere presto. Utili i coltelli nella parte mediana. Quantità di neve per la stagione impressionante
Con Bruno del Bourgat, nel vallone nessun altro. Parecchia gente in zona Bec du Lievre


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
..................All you can.....................
Bella gita con notevole sviluppo.Discesa 3/4 su neve dura e compatta.Molto bella la discesa nel canale a metà. Temperatura molto bassa.Oggi solo noi due in tutto il vallone.(o erano tutti a sud o in val d'aosta)Nel complesso ancora una bella gita,neve + ke sufficente.attenzione nella parte bassa tronchi nascosti sotto farina "ho fatto un volo da urlo".Con tanto di filmato.
Il casco ha tenuto bene,povera telecamera boh vedremo :-(
Complimenti al socio di gita che è riuscito a perdersi "sulla pista di fondo!!".
Video .........speriamo ciau
l'amico di sempre


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
La gita si fa sci ai piedi dall'auto; nonostante affiorino molte pietre nella parte mediana del percorso si evitano facilmente. La neve è ancora farinosa nei pendii immediatamente sopra la pista di sci di fondo, dopo di ché, da circa 1900 metri di quota è un susseguirsi di croste e riporti da vento generalmente portanti fino in vetta.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Molto freddo alla partenza circa -10° e vento forte. Saliti oltre la cascata ma poco dopo abbiamo optato in una nebbia totale alla ritirata. Molta neve sul percorso e a tratti ancora farinosa.
In discesa leggero nevischio fino all'auto.
In compagnia di Vale, Fede e Lollo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Nonostante il dislivello non sia molto, la gita è molto lunga per il notevole spostamento. Il salto roccioso a metà non è poi così elementare da sorpassare, noi oltretutto abbiamo sbagliato e al posto di passare sui pendii alla destra orografica siamo passati dal canale, dando un tono alpinistico alla gita. Ci si è fermati poi su una cima a quota 2490 metri. Neve discreta ma non eccezzionale, è ventata lungo tutto l'itinerario e bisogna cercare le zone dove è diventata crosta portante o dove è rimasta farina. Sbattimento infame i 70 metri di dislivello per tornare a Maison Meane (alla fine conviene partire da Larche che poi al ritorno è tutta discesa).
Nutrita spedizione Cai Tirana che espugnano in solitaria anche questo vallone.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
Oggi abbiamo tentato la fortuna all'"estero" speranzosi di trovare un bel sole ma soprattutto una bella neve.Il sole c'era e anche caldo,la neve invece una cosa orrenda.In basso crosta di 5cm non portante da fusione,in alto 2 dita di farina coprivano una crosta da vento alternata a placche ghiacciate tutto condito da accumuli non indifferenti qua' e la'.Qualche curva son riuscito a farla nel salto a meta'vallone.Da ripetere con condizioni migliori.
Io e Ale,nessun alto nel vallone.


[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
Prima uscita del Gruppo Scialpinistico del CAI UGET di Torino (GSA).
GITA NON IN CONDIZIONI.
Nella parte bassa 10-40cm di neve con pochissimo fondo, nella parte alta molta neve non consolidata. Previsioni di MeteoFrance più ottimistiche della realtà. Per questi motivi a 2200m di quota si è deciso di tornare indietro privilegiando la sicurezza del gruppo alla delusione della mancata vetta.
Per maggiori informazioni ed eventualmente partecipare alle prossime gite:
Grazie agli altri due capigita (Roberto F. e Cecilia T.) e ai 45 partecipanti che pazientemente si sono fatti strada in mezzo alla fitta nevicata.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Nel complesso, viste le temperature elevate e il mancato rigelo è andata molto bene. In alto, i pendii sotto la punta neve un po' marcia ma sciabile, poi crosta e poi un bellissimo firn molto divertente. Si tolgono gli sci per un brevissimo tratto di 50 metri subito dopo il pratone iniziale, poi il vallone è ancora molto carico di neve. Consigliabile.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1700
La neve iniziava subito sulla pista di fondo sotto Maison meane. Alla cascata del Pissal non alzarsi troppo a sinistra, causa passaggio problematico dei pendii alti della cresta Eyssalps. Pendii alti con neve da interpretare, pendii bassi bel firn, vento forte in cima. Nonostante il rischio 2 a sinistra del colle della maddalena, al ritorno, ore 14,30 abbiamo notato una valanga alla ravine du pis proveniente dalla crete de l'alpette.
Ambiente 5*, qualità neve 3*, sciabilità itinerario 1*, media 3*

Tutti i valloni dell'alta valle stura e quelli della zona di larche sono ben innevati.

Incontri ravvicinati con un'aliante
PS
La gita non è descritta nel libro "Dalle Marittime al Vallese. N°65", bensì nel libro "Dal Col di Nava al Monviso N°65


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
Confermo la valutazione di Omar.Tutti i valloni dell'alta Valle Stura e quelli della zona di Larche sono in condizioni strepitose.Neve stupenda, in alto leggera crosta da vento, a metà firn spettacolare, in fondo " marcione" divertente.
Grazie alle gelate notturne la neve ha subito una trasformazione rapidissima.
Bella cumpa che saluto: Super Omar, Carlo Bergfuhrer, Dario, Vale, Romano, Beppe.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1500
nonostante le previsioni funeste della vigilia sulla qualità della neve, abbiamo fatto una sciata di grande soddisfazione. farina pressata in alto che solo in pochi casi diventava leggera crosta, ottimo firn da metà in giù

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1900

sempre via lauzanier con andata e ritorno su pista da fondo.
parte alta con qualche accumulo e crosta portante, parte bassa con farina scarsa (10 cm) su fondo duro per gran curvoni sugli ampi pendii.
giornata fredda, qualche fiocco alla partenza, poi gran sole.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1900

salita e discesa dal versante lauzanier dopo aver sciroppato l'eterno pianoro.
fondo duro, 10 cm di fresca sopra. meteo discreto, freddo (-6) poi nevicata.
consigliabile


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: in auto con gomme da neve sino all'imbocco del vallone
quota neve m :: 1800
Gran gelo notturno, Buon innevamento, Neve farinosa su fondo trasformato. Utili rampant sotto la cascata

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1800
fatta in traversata partendo da pont rouge e seguendo il gr 5
discesa dalla via tradizionale passando dalle cabane de Parassac
giornata stupenda neve primaverile da cima a fondo
conviene partire presto


in compagnia della Maria e di Attilio
del cai Arenzano ancora una bella scialpinistica nonostante tutto



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1800
Giornata fantasmagorica con panorama eccezionale. Ottima gita anche se ne abbiamo sottovalutato lo sviluppo in lunghezza e quindi abbiamo guadagnato la cima un pò prostrati. Neve ben sciabile, solo qualche attenzione del passaggio chiave sotto la cascata ghiacciata. Saluto Danilo che è andato al lavoro

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Discesa splendida su una spanna di farina e fondo duro. Molto freddo e molto vento, siamo stati fortunati scendendo per primi perchè c'era un sole magnifico fino al pianoro, poi si è chiuso tutto e la visibilità è finita, ma tant'è... la gita era finita.. In discesa un po' di creste ventate sotto la punta, ma morbide, poi tutto molto bello. Invece di scendere diretti nel canale a fianco della cascata ci siamo tenuti più a destra, trovando una neve magnifica, una bella spanna di farina su fondo duro. Molto bello anche l'ultimo pendio prima della pista da fondo tenendosi sulla sinistra.

[visualizza gita completa con 1 foto]
concordo con il giudizio di bumbum

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
Di notte ha gelato!!! Saliti per il vallone subito dopo il colle della maddalena dove scende il versante ovest del ventasuso, dopo averne raggiunto praticamente il fondo siamo saliti per gli assolati pendii E della parassac, erano biliardi duri che si stavano trasformando in modo perfetto verso le 11.00 (scendere da quel verso le 11.30 sarebbe stato incredibile!). Raggiunta la cima, per volontà popolare siamo invece scesi per il versante N verso Maisonmeane: primi 300m in crosta da vento morbida farinosetta molto bella, poi neve dura e trasformata fino in fondo al vallone, il solo traverso per raggiungere i prati sopra la pista di fondo era un pò marcio, i prati marciotti ma ben sciabili. Finalmente senza pauera di beccare i priocchi, quindi nel complesso **** ci possono anche stare.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
quota neve m :: 1600
fatta anche noi in traversata salendo dal Vallon du lauzanier e scendendo dal vallon de Parassac, sfruttando poi un passaggio in auto da altri due gentilissimi scialpinisti che ci hanno riportati al Colle della Maddalena. L'ambiente è veramente bello, di neve ce n'è parecchia e, seppur ventata e piuttosto pesante, non è male, ma la gita in questo momento ritengo sia da evitare. La neve caduta di recente e l'azione del vento hanno reso praticamente insciabile la discesa in quanto ai brevi tratti con un po' di pendenza seguono degli avvallamenti nei quali ci si pianta regolarmente. Anche nella parte bassa le cose non cambiano, il vento ha ricoperto la traccia di salita e quindi non si va avanti. In pratica si spinge (o peggio si cammina!!!) per circa l'80% della discesa!!! Un po' di attenzione anche agli accumuli da vento, specie nel tratto ripido a metà discesa...
Forse, col senno di poi, è ancora meglio ridiscendere nel vallone di salita...è vero che c'è da mettere in conto almeno 1 h sulla pista di fondo per rientrare all'auto ma perlomeno i primi 700 metri di dislivello sono su pendii sciabili e sostenuti (anche qui occhio ad alcuni accumuli da vento!!!).
In sostanza, al momento la sconsiglio vivamente, meglio aspettare che la neve si indurisca e diventi più scorrevole. Credo che in zona esistano gite in condizioni molto migliori!!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1800
Abbiamo effettuato la traversata come descritta sul libro del Campana: salita per il Vallon du Lauzanier e discesa per quello de Parassac con rientro all'auto in autostop. Innevamento buono per il vallone di discesa, costituito quasi sempre da neve farinosa. La parte bassa è a rischio pietre, personalmente ne ho prese un paio ma c'è anche chi non ne ha presa nessuna, e sull'ultimo pendio, credo comunque evitabile tramite una mulattiera sulla sx, si vedono spuntare rami e radici di alberi tagliati quindi si scia con un po' di attenzione. Poca gente sul percorso... ancora ampi spazi vergini, soprattutto in alto, aspettano di essere ricamati... consigliata!!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Maisonmeane (comune di Larche - Haute Ubaye)
quota neve m :: 1700
Ottima gita con innevamento davvero buono, come già descritto. Grazie a giorgiobi per la segnalazione di ieri. Nessun problema di sicurezza.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: no problem
quota neve m :: 1700
Stesse condizioni di ieri, neve bella specialmente in alto, molta gente con le ciaspole e una decina di sciatori. Se come sembra dura il bel tempo ci sono ancora ampi pendii da sfruttare. Temperatura primaverile solo in vetta un po' di aria fresca.
Un grazie a giorgiogobi, una stella in meo per la serie "esageruma nen"


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: ok a Maison Meane
quota neve m :: 1700
le stelle si riferiscono alla qualità della neve sempre molto buona su tutto il percorso.Ma proprio il percorso è la nota un poco dolente della gita. A parte un discreto spostamento in basso, nella parte alta questi grossi gobboni che fanno paesaggio spezzano il ritmo di discesa obbligando a qualche breve risalita. Giornata fantastica e calda ma la neve non ne ha risentito su questa esposizione.
Un saluto alla bella combriccola di oggi: Marco,Marino,Claudio,Sergio e Silvia!!


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: buone
quota neve m :: 1500
Oggi molto freddo e forte vento ,volevamo andare sul parassac ,ma salendo piu a destra siam saliti sull (croupe de tortelle)molti accumoli dovuti al vento,dato la bassa temperatura appagante discesa.
Speriamo che babbo natale ci porti un po’ di neve…..ciao ciao


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 2100
Portato sci a spalle per un ora,in salita la neve dura,in discesa,in alto dura in basso molle.Giornata bella.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1600
A pARTE CHE LA GITA SI TROVA NELLA VALLE DELL'uBAYETTE, OGGI HO SBAGLIATO TUTTO: per fare il furbo avrei voluto fare l'anello: salita verso i Lauzanier, discesa vallon Parassac:
Partito subito dopo il col della Maddalena (ciastre e Snowboard), neve farinosa bellissima, nessuna traccia( ne son venuti 10 cm in piu'). quindi ho dovuto battere tutto, meno che sul tracciato di scinordico, poi eterno tratto in piano, sprofondando fino al ginocchio.
Anche sulla salita si sprofonda, inquietanti assestamenti con rumori di tuono; arrivato a q. 2500 dopo 5(cinque) ore, visto delle scariche brutte al disopra ho fatto dietrofront, almeno mi godo la discesa!
Infatti: la tavola si piantava anche in pendenze di 25°!! ed una curva si', una no volavo sotterrandomi; cosi' mi son buttato nel torrente e camminando nell'acqua che dopo un po' ha deciso di entrarci dentro e fotografando uno splendido tramonto, ci ho messo 4 ore a tornare all'auto che non ci vedevo piu' una mazza, sbagliando anche strada!
5stelle per il meteo(un po' caldo), la lepre bianca , il tramonto, il mazzo così, ma neanche una per l'idoneita' della neve , specie con la tavola!!!
Apresto le foto.
Salite da Larche nel vallone di Parassac, sara' senz'altro meglio, anche se credo non molto.
Saluti a Baloo, ero io sab scorso!

[visualizza gita completa]
partiti per andare alla Gran Combe sulle orme di Piericcardo ( che peraltro forse abbiamo intravisto in macchina alle sei di mattina circa ... se era lui ciao) poi ripiegato per evitare un pezzo di strada e fermati alla Maison Meanne.
Da li inizia la lunga ascesa nel vallone del Parassac che per i vari munta-cala a volte fa pensare al Pardeball... però l'ambiente è suggestivo , il bosco stupendo e il freddo mistico .
Spettacolare la cascata del "le Pissal" e un pochino pauroso il passaggio successivo per gli enormi accumuli di neve dovuti al vento .
Poi si apre un mondo "canadese" di neve freddissima e polverosa ... zucchero ... farina ... eccetera .
Qui drogati dalle varie pupe e dossi non ci fermiamo più e finiamo a quota 2800 ( vuoi vedere che siamo arrivati a la Bosse de Lauzanier ?)
Non lo sapremo mai ... ma tra sviluppo e dislivello ci siamo sciroppati 4 ore di camminata .
Poi giù in picchiata fino a quando la picchiata c'è ... in neve davvero favolosa ... una goduria allo stato puro... poi ancora a spingere su e giù per falsipiani e dune ... ma questa è la lotta con l'alpe .
Bellissima gita comunque improvvisata all'ultimo .


[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2
neve (parte superiore gita) :: Farina
Seguite le tracce esistenti che ci hanno portato sulla cresta alla dx orografica del vallone del pis. La cresta è sicura e molto panoramica, ma nel vallone (foto) cerano 40 cm di farina che noi abbiamo trovato solo dal termine della cresta. La valutazione sulla sicurezza si riferisce alle tracce da noi seguite. Il vallone visto dall'alto sembra un pò troppo carico. Ambiente notevole. Evitando le creste, gli itinerari esposti a nord portano per qualche ora in ALASKA (farina pura).

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 23/01/16 - biker2
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord
    quota partenza (m): 1780
    quota vetta/quota massima (m): 2778
    dislivello totale (m): 998

    Ultime gite di sci alpinismo

    19/11/17 - Baral (Bec) da Limonetto - marco329
    Esposizione perfetta a sud.neve trasformata,godibile da scendere.pendenze a tratti sostenute,dura poco se non nevica
    18/11/17 - Chiamossero (Monte del) o Ciamoussè da Limonetto - luca76
    Neve continua dal parcheggio e piste fresate dal gatto. Saliti prima in vetta per itinerario qui descritto, discesa prima parte sui pendii est su bella neve ancora dura e grippante per poi prendere un [...]
    18/11/17 - Galehorn da Engiloch - basca
    Saliti dopo 2 nevicate, ma qualche sasso si tocca ancora anche in salita. Prima del Sirwoltesattel seguito a destra i segni del sentiero estivo seguondo i migliori pendii fino a prima della cima dove [...]
    18/11/17 - Briccas o Trucchet da Brich - fyplom
    Oggi bellissima giornata senza un filo di vento. Si parte sci ai piedi cercando le lingue di neve per i primi 100 m di dislivello. Discesa alle 12.30 su neve cotta al punto giusto sulle esposizioni al [...]
    18/11/17 - Murtèl (Piz) da Surlej - Pinutz76
    Partenza sci ai piedi da Surlej (il piazzale del parcheggio è gratuito). Risaliti dalle piste ancora chiuse (apertura sabato 25). L'itinerario permette di guadagnare quota piuttosto rapidamente fi [...]
    18/11/17 - Mondolè (Monte) da Artesina, anello per Cima Durand e Colla Rossa - gazzano
    Tanta gente sulle piste , breve salita da Colla Bauzano e discesa sul versante sud verso val Ellero , traverso sotto Mondolè per rientro . Neve discreta a sud e poi piste sino in basso .
    18/11/17 - Gondran (Fort du) - Sommet des Anges da Montgenèvre - c.ale
    Beh che dire se non Fosse per l' aggiunta di materia prima dei cannoni la neve è scarsina ma così bella e comoda salita ed ottima discesa sulla pista ottimamente preparata. Impianti funzionanti al m [...]