Zerbion (Monte) da Promiod per la cresta Ovest

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1800
Panorami eccezionali , soprattutto dall'uscita del secondo tratto di bosco, da dove inizia il lungo pendio di avvicinamento alla cresta (faticoso....)
quando si arriva alla prima baita, se si riesce, tagliare un po' per qualche ripido tratto fra gli abeti, altrimenti la traccia che segue la mulattiera fa un giro piuttosto lungo per arrivare alla seconda baita
Cresta carica di neve e cornici, io ho lasciato le ciaspole al primo traverso in cresta ed ho messo in ramponi, ma vista la tanta neve sfondosa ho faticato ed arrivato all'ultimo tratto prima dell'ultima impennata ho desistito.
Solo due persone oggi in punta e diversa gente fermata al primo colletto, di cui un gruppo di canavesani che saluto
Alla prossima vedrò di arrivare in punta, anche perché tornare ne vale la pena

Con Daniela


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: nessun problema per arrivare a Promiod
quota neve m :: 1600
Dopo aver salito questa bella montagna diversi anni fa dalla Val d'Ayas sono tornato con piacere in loco, salendo da Promiod e dal suo crestone Ovest, un itinerario che avevo voglia di salire. Siamo partiti alle 8.30 da Promiod, con una bella giornata di sole e cielo quasi completamente sereno con pochissime e innocue velature, assenza di vento e temperature gradevoli, intorno ai 10°. Seguita la poderale (con varie scorciatoie) che sale lungo il boscoso tratto iniziale (segnavia 105 sempre presente, cartelli indicatori nei pressi dei bivi incontrati), nel tratto iniziale e nel bosco abbiamo trovato neve decisamente buona, quasi ovunque neve compatta e portante, seguendo una buona traccia lasciata da diversi scialpinisti saliti nei giorni precedenti. Usciti dal primo tratto dell'itinerario nel bosco, abbiamo raggiunto il filo della dorsale Ovest. Inizialmente la dorsale è molto ampia, abbiamo seguito la traccia scialpinistica, su neve sempre piuttosto decente, crosta che in alcuni tratti era portante ma generalmente non portante, in qualche tratto si sfondava, ma seguendo la traccia la progressione è stata piacevole e non particolarmente faticosa. Raggiunta la parte alta, dove la cresta si stringe e diventa più impegnativa, noi siamo saliti ancora un tratto con le ciaspole, poi per sicurezza, dove il terreno diventa più sottile ed esposto, abbiamo preferito proseguire con picca e ramponi. Fino all'inizio della cresta finale tutto ben tracciato, ma da qui in poi nessuna traccia, come immaginavo quasi tutti gli scialpinisti non erano saliti fino in cima fermandosi qui. Con picca e ramponi, su terreno a tratti esposto e affilato (presenti alcune cornici rivolte verso sinistra, lato Tantanè) su neve sostanzialmente buona, fondo duro e 15 cm di neve recente sopra, ma consistente e con buona tenuta, siamo saliti in cima, al cospetto della grande statua della Madonna. La cresta finale è stata indubbiamente la parte più bella e piacevole dell'intero percorso! Siamo saliti in 4.30 ore, ma al netto dei tempi di sosta, sono 4 ore pulite. Gran bella gita come del resto immaginavo, ottima scelta! Piena soddisfazione della gita fatta, meritava decisamente! Quando siamo arrivati in vetta il cielo era abbastanza nuvoloso, ma il panorama è stato ugualmente godibile e molto esteso. In discesa non ci sono stati problemi, seguita a ritroso la traccia di salita, ben ribattuta da almeno 20 scialpinisti e altri 10 ciaspolatori. Oggi sullo Zerbion siamo saliti solamente noi due, e nessun altro. Nessuna traccia dal Colle della Portola alla cima e nessuno al Tantanè. Più di 20 scialpinisti e i ciaspolatori si sono fermati tutti alla base della cresta finale....spaventati dalla temuta cresta finale e dalle presunte scariche di neve e/o rottura di qualche cornice! Invece come scritto prima nessun pericolo, con le condizioni attuali si può salire (e scendere!) senza troppe preoccupazioni, bastano la giunta attenzione e concentrazione che non devono mai mancare! A volte piccozza e ramponi al seguito non sono un peso (o ferraglia) inutile!! A buon intenditor...poche parole!
Bella giornata e bella gita condivisa in ottima compagnia di Maria Carla, con lei è sempre un gran piacere fare montagna e salire cime! Entusiasmo, determinazione, e, motivazione da vendere! Nonostante le molte rinunce, oggi le condizioni per arrivare in cima a piedi in sicurezza c'erano tutte, il manto nevoso era stabile e assestato. Certo per molti conta solo la sciata e basta, per quelli come me invece conta arrivare in cima (condizioni e meteo permettendo), godermi in pieno la giornata e la gita nel suo insieme....senza alcuna "ansia da prestazione" o da "rientro a casa"!


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
Neve ottima per le ciaspole, non meravigliosa per gli sci: crosta portante duretta in basso, bella compatta in alto.
Zero t a 500 mt, il gelo ha mantenuto le condizioni tutto il giorno.
Con ciaspole alpinistiche (denti cattivelli e coltelli) si arriva in cima senza ramponi. In discesa meglio toglierle, per non inciampare nei buchi lasciati dagli scarponi degli skialp .
Piccozzetta facoltativa: la cresta finale è facile, ma molto esposta sulla Val d'Ayas. Se si cade non so se basti per fare la manovra di arresto .. ma per lasciarla sullo zaino ...
Ovviamente attenzione a tenersi a distanza dal bordo della cresta verso la Valtournanche: cornicioni !
A parte un piccolo tratto sulla crestina finale, la pendenza è sempre appena moderata. In discesa si cammina quasi dappertutto, a meno di lasciare un po' il sentiero di andata e andarsi a cercare i pendii.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
Giornata spesa bene con questa bella e panoramica salita, condizioni della cresta finale sono molto buone.Per report foto e itinerario completo digita( Su e giù...con lo zaino 2 irui70).

Giornata un po' freddina ma per fortuna con poco vento,in compagnia di Nicolas Clemente e Maurizio.Molta gente in giro sia con ciaspole che con gli sci.La Valle d'Aosta non delude mai.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a Promiod
quota neve m :: 1500
Racchette ai piedi già dal parcheggio di Promiod, siamo partiti alle 8.30 circa con temperatura di -4°C dove abbiamo trovato circa 10-15 cm di neve fresca fin da subito che aumenta salendo fino a 30-35 cm, bellissimo ambiente fiabesco specialmente nella parte di bosco con gli abeti carichi di neve.
Seguendo il pistone impresso nella neve immacolata abbiamo raggiunto gli alpeggi superiori e l'ultima parte di bosco senza problemi, purtroppo il tempo come da previsione ha iniziato a peggiorare ma abbiamo proseguito comunque, percorrendo la dorsalona infinita in parte avvolta dalla nebbia.
Insieme ad altri skialp ci siamo fermati a 50m sotto la vetta, l'ultima parte un pò per la nebbia e la neve fresca non era sicura.
Una breve sosta per rifocillarci e siamo scesi velocemente sulla stessa via in quanto il tempo era in peggioramento anche in bassa valle, comunque sia gita che consiglio per l'ambiente e la facilità! In compagnia dell'amico Luciano.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Nulla da rilevare.
quota neve m :: 2000
Nessuna traccia, si affonda di 15-20 cm si può andare anche senza ramponi nella parte finale. Tiene molto bene.
Da fare assolutamente. Panorama fantasmagorico per tutta la gita come si vede dalle foto


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada di accesso a Promiod un pò stretta e con qualche buca
quota neve m :: 1100
Spettacolare gita in ambiente di alta montagna. Il pendio che adduce all'anticima e la cresta finale ricordano gli ambienti estivi a 4.000 mt.....Giornata di sole eccezionale, ottimo panorama a 360°. Ramponi secondo me molto utili, in ogni caso, nell'ultimo strappo, 50 mt sotto la vetta, ripido e piuttosto esposto, sopratutto in discesa. Ne vale la pena fare questa bella montagna in questa stagione.
Con Dani.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1500
Freddo, grigio, raffiche di vento; saliti poco oltre il bosco e poi di corsa al parcheggio all'appuntamento con la tradizionale pasta all'amatriciana ( ottima, abbondante …. e tanti altri prodotti locali….) organizzata e offerta dal CAI Chatillon per questa uscita di inizio attività 2014!. 5* per la compagnia; 2* per il meteo. Neve buona per racchette.
Oggi con Max49, Michele@P, Beppe@DL, Toni@A e Marina@S … e altri 40 tra skyalp e racchettari.
Trovata una bussola al parcheggio di Pormiod … inviare mail!




[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Strada pulita, ampi parcheggi
quota neve m :: 1200
Oggi condizioni strepitose, ottima neve che ha tenuto per l'intera durata della gita nonostante le temperatute quasi primaverili, cielo limpido con panorami super. Forse un centinaio di persone lungo il percorso tra skialp e ciaspolatori. In compagnia di Andrea T., Silvia B., Andrea N.R., e dei gulliveriani Giuliano e Atoki, quest'ultimo l'unico con gli sci nel nostro gruppo. Cresta finale in ottime condizioni e ben tracciata ma tuttavia da percorrere con attenzione nei tratti più affilati o esposti, alcuni dei tratti finali fanno venire in mente la traversata estiva tra il Breithorn Occidentale ed il Centrale! Risolta interamente con ciaspole tecniche sia in salita che in discesa: con una buona ramponatura trasversale si riescono ad affrontare con una certa tranquillità anche i punti apparentemente più ostici, ma non mancava chi è arrivato in cima anche con ciaspole base. Si possono calzare tranquillamente appena usciti dal parcheggio anche se qualche tratto della sterrata comincia a scoprirsi. Traccia per racchette ben battuta quasi ovunque, tanto che ampi tratti sono percorribili anche con scarponi o ramponi.

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok con gomme normali. Parcheggio ampio
quota neve m :: 1200
"Perfect day" oggi allo Zerbion! Temperatura ideale e cielo terso hanno reso questa giornata indimenticabile. Tracciona che ha portato velocemente all'attacco del tratto finale, che effettivamente è, in alcuni punti, molto esposto. Mentre i soci si dirigevano senza esitazione verso la cima, io mi sono deciso solo dopo l'incoraggiamento di una ciaspolatrice (penso appartenente al gruppone del CAI Uget). In effetti la traccia e le condizioni della neve hanno consentito una salita e una discesa agevole. Tra i ciaspolatori c'è stato chi è giunto in cima calzando gli attrezzi, chi è giunto a piedi, chi, come il sottoscritto, con i ramponi. Un saluto ai compagni di gita: i gulliveriani giuliof e atoki (l'unico skialp), andrea T., andrea NR e Silvia. Sul percorso abbiamo avuto la piacevole compagnia di un grosso gruppo del cai uget e di uno di una decina di persone del CAI Rivarolo, oltre a una coppia di skialp di Biella; a tutti un saluto e un augurio di un felice 2014.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: assenza di neve fino al parcheggio
quota neve m :: 1800
Primo tratto senza neve, poi traccia presente su tutto il percorso che per noi oggi finiva alla spalla dello Zerbion (la traccia continua fino in punta). Bella gita che con il meteo di oggi, dalla dorsale, ci ha permesso di godere di un bellissimo panorama su gran parte della valle. Gita del Cai di Cuorgne' a cui ci siamo aggregati. Oggi con Dario e Osvaldo.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1800
Oggi in gita sociale con il CAI di Cuorgnè - Bellissima giornata di sole non fredda con assenza di vento - Dalla dorsale dello Zerbion lo sguardo spazia a 360° sulle principali vette della Valle d'Aosta - Partiti da Promiod con le ciaspole sullo zaino per assenza di neve, risaliti lungo la mulattiera sino a confluire sulla poderale, seguito la poderale sino al bivio a dx, dopo circa 45 min. è possibile calzare le ciaspole, abbiamo risalito la fitta pineta raggiungendo gli alpeggi Francou e successivamente gli alpeggi di Arsine, con un lungo diagonale in pineta verso dx siamo usciti sulla lunga dorsale dello Zerbion, seguito la dorsale sino all'anticima dove è presente una piccola croce con vista a picco sulla bassa valle, proseguito per dossi nevosi con molta neve sino alla Spalla dello Zerbion dove la dorsale si restringe prima di raggiungere la cima - Qui la gita del CAI ha avuto termine
Un saluto alla allegra comitiva, oggi con Dario e Salvatore


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strada pulita fino a Promiod
quota neve m :: 1600
gita ancora ottima,sopratutto per ciaspolatori, nonostante le belle giornata in quanto nella parte alta la temperatura rimane bassa. Infatti nel bosco e nella parte alta la neve e' ottima. Purtroppo ghiacciata al mattino e marcia al pomeriggio nella parte bassa prima di entrare nel bosco. E'consigliabile.
Oggi giornata bellissima e un panorama stupendo dalla vetta!
Un saluto al ciaspolatore che e' salito da Chatillon.Complimenti a lui!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1600
Le condizioni del manto nevoso consentono di calzare le ciaspole circa 200 m al di sopra dell'abitato di Promiod, in corrispondenza del raccordo tra poderale e sentiero che sale dal borgo.
In alto sulla cresta prestare sempre attenzioni alle cornici ventate, soprattutto se a muoversi ci sono tante persone come oggi.
Gita molto bella per panorama e condizioni generali...la temperatura che era di 0 gradi alle 9.00 di mattina e la leggera brezza hanno permesso di mantenere le caratteristiche di portanza del manto senza peggiorare la camminata terminata in cima alle 11.30. L'ultimo tratto di cresta abbiamo deciso di affrontarlo a piedi, eventualmente ramponati per sicurezza...e lo stesso ha fatto la totalità delle persone che salivano (x lo + skialp). Dopo di che discesa lungo i pochi pendii ancora intonsi...in una polvere "orgasmica" a detta di Mirko :-)
Ottima la compagnia "rumorosa" di Bumba e quella di Mirko, ormai compagno collaudato!


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strade pulite fino a Promiod
quota neve m :: 1300
Oggi una gita veramente azzeccata,nella notte ha buttato giù 10/15 cm di fresca rendendo magica la parte iniziale di bosco e parzialmente coperta,ma intuibile,la traccia appena si esce dal bosco,anche le vecchie tracce di discesa erano quasi tutte coperte.
Cresta finale percorsa con le racchette fino alla madonna e panorama spaziale dalla cima con leggero venticello ma mai fastidioso.
La discesa ho preferito farla senza racchette,se si vola c'è un bel salto,poi al deposito sci rimesse le racchette e sceso velocemente su bella neve farinosa che poggia su fondo duro e portante,incontrato scendendo una decina di skialp.
Gita assolutamente consigliata sia per racchette che per skialp.
Attualmente non servono picozza e ramponi per la cresta,ma è meglio portarsi appresso il necessario.
Scendendo incontrato simpatico skialp valdostano e durante la chiacchierata mi ha detto che stanno facendo dei lavori di abbattimento alla diga di Bereguard in Valgrisenche,quindi non è più possibile arrivare al park che si trovava dopo aver attraversato la diga,per cui chi è intenzionato a fare salite in quella zona(Cossuna,Sigaro,Forciaz,Rabuigne)deve mettere in conto di partire dal paese di Valgrisenche,comunque conviene informarsi preventivamente in comune.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
Gita d'allenamento in una caldissima giornata primaverile. Sole a fondovalle poi col passare del tempo si è coperto tutto. La visibilità è rimasta buona ma i panorami sono in gran parte mancati. Nessuno in giro. Le racchette hanno fatto il giro sullo zaino, ultimo strappo ripido affrontato in scarponcini con molta attenzione su neve marciotta. La statua della madonna in vetta è qualcosa di inguardabile e il massimo del kitch.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
Giornata bella ma con qualche nube e in alto parecchio vento freddo. Siamo saliti con le ciaspole fino alla vetta in quanto nell'ultimo tratto la neve non era gelata. Solito splendido panorama dalla punta anche se siamo scesi subito per il vento pungente. Pochissima neve lungo la cresta, incontrati solo pochi ciaspolatori. Durante la discesa si sprofondava nel bosco.
Gita in compagnia di Piero e Giorgio


[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
Siamo saliti fino in punta con le racchette,il percorso e' tutto battuto.In vetta soffiava un vento forte e parecchie nubi coprivano la visuale verso il Cervino.Gita fatta con Franco e Piero.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
Siamo saliti fino in punta con le racchette,il percorso e' tutto battuto.In vetta soffiava un vento forte e parecchie nubi coprivano la visuale verso il Cervino.Gita fatta con Franco e Piero.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
Siamo saliti fino in punta con le racchette,il percorso e' tutto battuto.In vetta soffiava un vento forte e parecchie nubi coprivano la visuale verso il Cervino.Gita fatta con Franco e Piero.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
Partiti alle 10 da Promiod con temperatura -9, giunti in cima alle 13 con temp.-14; giornata bellissima con assenza di vento; oggi racchette praticamente inutili, ramponi indispensabili sopratutto in discesa; il percorso sulla strada interpoderale è un'unica lastra di ghiaccio, mentre oltre la neve è crosta portante che permette una ottima camminata coi soli scarponi; utili i ramponi nella parte finale della cresta e per tutta la discesa, sino a 50 m. dal paese. Come sempre dalla vetta spettacolo di cime a 360 ° oggi senza un baffo di nuvola.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strada pulita fino a Promiod
quota neve m :: 1400
Partito alle 8,30 dal piazzalino(-13 gradi) ed ho camminato fino all'inizio del bosco,qui ho messo le ciaspole su traccia trivalente (sci,ciaspole e scarponi)ben marcata ed assestata fino alla cresta sotto l'anticima,successivamente ho messo i ramponi e preso la picca (fondamentali)in quanto i traversi e la cresta finale erano da tracciare su neve non ancora trasformata con alternanze di manto duro e neve sfondosa,specie in cresta, facendo molta attenzione nelle esposizioni.
Tempo di percorrenza con traccia esistente: ore 3,30-4 secondo il passo e le soste.
Gita in solitudine completa,nessuno in giro ,la giornata era freddissima ma bellissima senza nuvole e senza vento ed al sole si stava benissimo.
Panorami incredibili ,cosi' se ne vedono pochi ,grazie all'assenza di nuvole ed alla posizione centrale nella Valle,consigliabilissima ma attenzione che il tempo varia molto presto.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: accumuli o lastroni
note su accesso stradale :: andare a promoid
quota neve m :: 1200
Strada inziale su mulattiera, attenzione al sentiero che si interseca nel canolone e alla parte finale con cornici
Scuola Mentegazzi


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Strada per Promiod pulita.
Consueta gita di apertura della stagione invernale del CAI Chatillon con skialp e ciaspolatori united. Discreto numero di partecipanti (una quarantina) nonostante le defezioni per il residuo maltempo mattutino. E in effetti salendo dal Piemonte sull'A5 nevicava. Giunti a Promiod si iniziava a vedere l'azzurro del cielo e il tempo è migliorato costantemente nel corso della giornata su questa zona di VdA.

Neve fresca su tutto il percorso, più abbondante oltre il primo tratto di bosco, dove si sprofondava alla grande appena fuori dalla traccia. Nel complesso neve più bella per gli scialpinisti che per i ciaspolatori. Fuori dal bosco vento fastidioso che ci ha accompagnati fino alla croce dell'antecima. Più in alto vento forte che spazzava la cresta e ha fatto desistere molti scialpinisti dal raggiungere la cima (oggi fattibile).
Gita conclusa al parcheggio con la tradizionale pastasciutta (e molto altro :). Grazie a tutti i partecipanti per la bella giornata.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Giornata tersa, anche se con qualche velatura. Temperatura piuttosto fredda, specie in cima. Quasi totale assenza di vento. La traccia, sempre ben evidente, era talvolta coperta da neve fresca. Il bosco di conifere tutto imbiancato è pura magia!
Raggiunta l'anticima del monte Zerbion dalla quale il panorama su molte vette della valle d'Aosta è davvero spettacolare!
Anche oggi gli scialpinisti e i racchettatori erano numerosissimi.
Gita sezionale del CAI Verres
Un saluto e un ringraziamento a tutti gli amici del CAI Verres per la splendida giornata e un arrivederci a presto


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: pulita sino a Promiod
quota neve m :: 600
Come domenica scorsa (18gen) salita allo Zerbion, questa volta con la GM di Ivrea (e amici del CAI Ivrea) per una escursione scialpinistica e racchette sul tracciato classico per l’antecima. Saliti sino a quota 2450mt in 3h e dis. 1h50’.

Condizioni eccezionali, cielo terso, panorama a 360° eccezionale. Dai 40cm agli 80cm di neve fresca (ha nevicato ieri e l’altro ieri) quindi bella neve soffice.
Sempre fresco per tutta l’escursione (-5°) ma senza vento e quindi ottima temperatura percepita.

Pochi i frequentatori odierni (una ventina oltre a noi) forse dovuto all’unica finestra di bel tempo di oggi tra due cicli di tempo pessimo e qualche allarmismo sulla viabilità (reale nei giorni scorsi).

Salita con Paolo (diretùr) Ivo, Enzo, Elena, Adriano P. e S. , Fulvio, Michele, Massimo, Dario, Marina oltre a Andrea e Enrico.
Ad Andrea e Enrico i nostri complimenti particolari per la loro bella uscita in ciaspole, bravissimi !


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: strada pulita sino al parcheggio di Promiod
quota neve m :: 800
Salita all’antecima del monte Zerbion da Promiod organizzata dal CAI Chatillon per scialpinismo (alla vetta) e racchette (all’antecima 2370mt).
Una settantina i partecipanti equamente distribuiti tra ciaspolatori e scialpinisti, come sempre un gran successo di partecipazione alla prima uscita annuale del CAI di Chatillon.
Condizioni meteo in evoluzione cielo coperto e “bisa” sulla dorsale e in vetta, nevicata sulla traccia di ritorno in continua intensificazione.
Salita in 2h45’ dis. 1h30’

Finale con prodotti tipici Valdostani offerti dai partecipanti e “Pasta alla grande” offerta dalla sezione. Complimenti agli organizzatori per la capacità organizzativa e simpatia.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: tutto ok
quota neve m :: 1000
Tutto perfetto. Meteo, compagnia (oggi con Andrea), panorama, neve, traccia.
Con le condizioni attuali può essere utile la picca o i ramponi per gli ultimi 50 m, dove c'è una traccia gradinata ma gelata.
E da qui se si scivola...
Un saluto al simpatico Luca, conosciuto in cima, anche lui con le racchette.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
Sesta ed ultima gita calendario UET-Racchette. 19 presenze quasi tutti in vetta.
Condizioni itinerario:
La parte finale della cresta dello Zerbion è al limite (poco o niente racchettabile): ormai a parte qualche tratto di neve gelata il sentiero estivo è evidente e percorribile;
la dorsale di sta spelacchiando, resiste ancora il bosco (esposizione nord ovest);
presso il ponte e sulla prima parte di strada ormai ci sono solo più lastre di ghiaccio, che neve.
Peccato! In una settimana (complice il tempo e il caldo) la situazione è peggiorata molto. Se non nevica l’itinerario è percorribile “escursionisticamente”.


un saluto, come sempre, a tutto lo staff-invernale uet franco, carlo, roberto&adriana e marco.


[visualizza gita completa]
le due stelle sono dovute al pessimo tempo (nuvole basse-nebbia) ... le rak si calzano all'inizio del bosco dopo circa 30 min dal parcheggio ..poi.. sufficente innevamento per rak sino alla cresta .. dove.. si può proseguire con le rak ma è consigliabile utilizzare i ramponi per via del sentiero estremamente ghiacciato ... traccia ben visibile è battuta dall'inizio alla fine .. gita da intraprendere con bel tempo per godere del meraviglioso panorama che offre (almeno credo!!!)

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
La neve è continua solo dopo l'attraversamento del torrente fino a dove vengono depositati gli sci.
La cresta è praticamente spelacchiata,è una gita ancora buona per le ciaspole,mentre per lo scialpinismo bisogna considerare che è fattibile in discesa solo la parte centrale.
A voi la scelta,anche perchè se continuano le temperature alte (+2C° alla partenza)sarà sicuramente da evitare.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
Bella gita in una giornata stupenda con Enrico, Emilio e Alberto con gli sci. Buono l'innevamento su tutto il percorso. Al ritorno, nella parte bassa del percorso, neve pesante e marcia a causa delle alte temperature.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente leggera/asciutta
Meravigliosa la parte nel bosco, un pò irregolare in alto.Caldo nel pomeriggio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
saliti su neve buona e portante che ha tenuto tutto il giorno grazie alla temperatura bassa. Ottimo belvedere su tutta la Val d'Aosta. Percorso di gran soddisfazione.

Gita sociale Cai Torino Sez. Santena ottimamente riuscita


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: mista
gita carina,veloce,in parte su strada battuta

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: farinosa
Poca neve fino al bivio, di lì strato di farina con pendii vergini.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 04/02/18 - maudit
  • 09/03/07 - MAXBIKER
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: bosco rado
    difficoltà: BR :: [scala difficoltà]
    esposizione: Nord-Ovest
    quota partenza (m): 1498
    quota vetta/quota massima (m): 2720
    dislivello totale (m): 1220

    Ultime gite di racchette neve

    23/05/18 - Agnel (Lago) quota 2401 m da Chiapili di Sopra - guido5470
    Le racchette si mettono credo ancora per poco, dal ponte sul canalone che si percorre fino al Serru. Neve portante tranne gli ultimi 50 metri in cui era un po' sfondosa. Impegnativi solo gli ultimi 50 [...]
    19/05/18 - Boshorn da Engiloch - mktg.mp74
    Pendii quasi sempre ripidi. Carina la cresta finale. Neve buona per tutto il percorso. Purtroppo il tempo non è stato dei migliori: sempre coperto in salita, con l'ultimo tratto nelle nubi e salita i [...]
    19/05/18 - Cassorso (Monte), cima ovest da Preit per il canale SE - stratocaster
    Neve non rigelata (tendente al marcio) su fondo compatto: salita faticosa con zoccolo sotto le racchette e grip quasi inesistente. Gli ultimi 300 metri di discesa li ho fatti senza racchette: si sciv [...]
    19/05/18 - Trécare (Becca), spalla Ovest da Cheneil - laura59
    Racchette da subito.Una spanna di neve fresca dai 2200. Tracciato la salita fino oltre il colle.Spalla innevata e comoda.Nuvoloni che giravano ma anche il sole.Neve molto bella per la discesa.
    19/05/18 - Coin (Testa del) dal Ponte di Almiane - jdomenico
    Neve dall'auto, neve portante in salita e cedevole il giusto in discesa, itinerario veloce (1h45) meteo clemente, clima mite... più di così!
    18/05/18 - Dres (Lago) da Ceresole - gian.casalegno
    Tanta neve dai 1900 m in su. Ho tentato di raggiungere il colle della Piccola ma mi sono fermato perché troppo rischioso per me da solo (e anche perché non sono ancora abbastanza allenato :-) Il la [...]
    17/05/18 - Borgonio (Cima) da Pontebernardo - luciano66
    Partito alle 7 (+4°) dalla casa del margaro (circa 1600) poco prima del ponte; la neve continua effettiva inizia all’ingresso del pianoro di Prati del Vallone (circa 20-25 min. di portage). Ancora [...]