Reixa (Monte) e Rocca Vaccaria da Arenzano, anello per i Passi Gava e Gavetta

note su accesso stradale :: parcheggi a pagamento al santuario del S.Bambino
Dal Santuario del S Bambino seguiamo le indicazioni dell'itinerario per poi prendere il percorso V per la Rocca Vaccheria, ad un bivio su strada asfaltata.
Arriviamo al passo Gavetta e deviamo per il soprastante Monte Lerxio 896 m, con piccolo riparo in cima...proseguiamo per il vicino Monte Tardia ponente 928 m.
Scendiamo per ripida crestina fino al sottostante passo della Gava, recuperando il percorso dell'itinerario, da qui su percorso sempre ben segnato raggiungiamo il Monte Reixa 1134...si prosegue in leggera discesa per risalire alla vicina Cima Rocca Vaccheria 1166.
Torniamo verso il Reixa e, senza raggiungerlo, intercettiamo il sentiero che ci riporta al passo della Gava e da questo, evitando di tornare al passo della Gavetta, seguiamo la sterrata fino a Curlo dove c'e' l'area barbecue..da qui fare attenzione al sentiero che sulla sx torna al santuario del S.Bambino
Oggi gita vista mare !!! un gran caldo, a parte in vetta al Reixa e Vaccaria vento freschino..
balla sgambata in ambiente piacevole e rilassante..con la buona e piacevole compagnia di Dany65nord, Mirka,Guido e Carlo.

verso il Tardia Ponente
la croce del Tardia
il Reixa e Vaccaria

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: ok
Gita pomeridiana alla Rocca Vaccaria. Partiti dal Curlo poco prima del passo della Gava abbiamo seguito il bel sentiero con la V bianca che non avevamo mai fatto. Un pò di neve molle dal bivio con il segnavia con tre bolli rossi fino sull'Alta Via che non da problemi. Giornata senza vento, ma con un pò di foschia e con poca gente in giro.
Con Anto e Cleo.


[visualizza gita completa]
Freddo e nubi persistenti oltre gli 800 su Vaccaria e Reixa, buoni scorci su Genova ed il Levante e verso Arenzano sulle varie cime più basse. Evitata la salita diretta da Curlo, che ci avrebbe fatto entrar prima nelle nebbie, seguendo il sentiero A V bianca per il riparo Scarpeggin (panoramico e caratteristico, in buone condizioni) ed il passo della Gavetta. Raggiunta la Gava rapida salita al Reixa entrando nella nebbia. In punta abbastanza freddo e ventoso, sentiero ghiacciato e varie chiazze di neve.
Discesi alla Gava saliti ancora sulla Tardia Est (splendidi scorci su Genova) e Ovest, m928. Quindi giù per cresta verso il ricovero Belliventi e di nuovo alla Gavietta. Il Belliventi è su una cresta molto panoramica da ogni lato, purtroppo sono presenti solo due panche malandate all'interno, comunque davvero pittoresco tra radi pini marittimi. Bel giretto purtroppo penalizzato in alto da scarsa visibilità, ma merita. salut

[visualizza gita completa con 3 foto]
Fatto anello: saliti al Reixa per il monte Tardia di ponente e la rocca dell'Erxo e scesi per l'itinerario descritto sul sito.
Dopo la torre saracena non abbiamo seguito le indicazioni, verso sin, per "sentiero degli inglesi"-"Curlo" ma abbiamo continuato ancora un 100m su asfalto fino al cartello che indica verso destra il sentiero per la Vaccheria, che passando nelle vicinanze del riparo Scarpeggin, porta al passo di Gavetta, dove lo si lascia per salire all'Erxo.
Il dislivello è circa 1400m, si sale per un sentiero più vario e panoramico e si scende per una via più comoda (cioè la strada che scende dal passo della Gava).
Con valter.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: si può arrivare anche col treno!
Cosa non si fa per cercare un po' di sole... Scelta azzeccata!
Partito direttamente da Arenzano, raggiunto la colletta di Curlo vagando un po' tra strade e vicoli, poi da qui sentiero sempre ben evidente. Seguito i due pallini rossi e la scritta M (di Maremonti) fino al Passo Gavetta. Quindi proseguito in lieve discesa al rifugetto del Passo della Gava ma seguito a sinistra il bel sentiero che sale dolcemente (indicazione V bianca) in un bosco con molti ruscelli e cascatelle (in questa stagione). Salita che precede il Passo Vaccaria un po' più vaga e ripida per prati, con erba alta non è consigliabile. Dal crinale in pochi minuti a sinistra raggiunto la piatta cima con la madonnina. Considerata la vicinanza ho raggiunto successivamente la cima del Monte Reixa, 10' dalla Rocca Vaccaria. Quindi sceso per la dorsale S/SE su bel sentiero (X rossa) fino al Passo della Gava. Si incontrano alcune fonti sia sul versante di salita, sia in discesa (forse asciutte d'estate). Dal Passo della Gava anzichè risalire al Gavetta, seguito la strada sterrata in leggera discesa, che sembra lunghissima invece si percorre velocemente, aggirando il costone sul versante nord, e quindi ritrovando nei pressi di un colletto erboso il sentiero due pallini rossi già percorso all'andata (nei pressi di un fabbricato nel bosco un po' nascosto). Quindi da qui sul sentiero fino a Curlo, e poi strada fino ad Arenzano.
Parecchia gente in giro su tutti i percorsi, giro molto bello e non breve, con possibilità di partire direttamente dal mare e arrivare in cima. Giornata inizialmente grigia e nuvolosa (e forte umidità) che via via è andata migliorando regalando bei panorami. Con giornate limpide la vista mare deve essere spettacolare. Attualmente è consigliabile se le temperature non salgono troppo, la vegetazione non è ancora alta e si possono vedere molte fioriture.

[visualizza gita completa]
Seguito l'itinerario descritto. Dal passo della Gava ho aggiunto una puntatina fino al Reixa (1183 m.) sommando circa 450 m. di dislivello. Dal passo della Gava ho seguito l'indicazione per il Faiallo ma incuriosito dalle indicazioni passo a vedere il rifugio Gilwell a quota 890 m. dal quale intuisco una traccia che permette di collegarmi col sentiero "X rossa" che segue la dorsale fino in cima. Ottima la posizione e la costruzione di questo rifugio a due piani (bivacco) con vista verso Genova e sull'anfiteatro della Baiarda in cui spicca la punta Martin che emana un richiamo irresistibile : vedremo di tornarci prossimamente, qui una colonnina di mercurio segna -3 C alle ore 13 circa. Forte vento sulle cime e nei passi, solo sulla Rocca dell'Erxo sono riuscito a fare una bella pausa riparandomi al muro sud della capanna "Ai belli Venti", di fattura essenziale ma collocata in un punto panoramico eccezionale. Sul tardia non si riusciva a stare in piedi, impossibile sostare o fotografare. Mentre scendo dal passo tra le due Tardie incontro un runner che batte i denti, in cima al Reixa passa un gruppo di 4 escursionisti, talmente imbacuccati e coperti che solo uno si accorge della mia presenza e mi saluta con un cenno. Degno di nota anche il rifugio "Ca da Gava" poco sotto il passo omonimo, di costruzione assai robusta. Prima del rientro una breve occhiata anche dalla modesta cima Rama (610 m.) che permette di allargare la visuale sull' articolato vallone sottostante, anch'esso li ad aspettare di essere esplorato. Per chi non pratica sport invernali e non ama molto il freddo questa zona è da leccarsi i baffi ...

[visualizza gita completa con 8 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 04/05/13 - leviedeinonni
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: Due pallini rossi, M bianca (maremonti), V bianca (Vaccaria), X rossa
    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud
    quota partenza (m): 50
    quota vetta/quota massima (m): 1182
    dislivello salita totale (m): 1120

    Ultime gite di escursionismo

    26/05/18 - Vandalino (Monte) da Ponte Barfè - Margherita Dolcevita
    Purtroppo nebbia in cima, per la seconda volta. Trovata poca neve sui pratoni finali. Al ritorno, immancabile sosta al rifugio barfe. Le stelle sono dovute alla nebbia.
    26/05/18 - Arpy (Villaggio) da Pré-Saint-Didier - Brunello 56
    Ritorno sul luogo del delitto per cercare di completare la gita incompiuta dello scorso 22 Aprile; target sempre arrivare a La Thuile via Petosan, magari aggiungendoci una variante … Partito da cas [...]
    26/05/18 - Soglio (Monte) dal Santuario dei Milani - laika58
    Oggi in considerazione di impegni nel pomeriggio, restiamo vicini andando a vedere il Trail del monte Soglio - Partiti dal santuario dei Milani e salita su sentiero 803 che sale ripido nel bosco sino [...]
    26/05/18 - Monte Pomnolo da Lizzola - la-Nata
    Cima poco conosciuta e poco frequentata. Solo qualche marmotta in giro. Però con una posizione molto panoramica sui "giganti orobici". Caratteristica la vetta formata da pietraia e sfasciumi che s'in [...]
    26/05/18 - Roussa (Colle della) da Forno di Coazze - Tom57
    Giro alternativo (a cosa?) per la giornata dubbia.. e infatti tempo indecifrabile. Ancora alcuni nevai sotto il colle e poi neve dal colle in poi... Un gran caldo nonostante le nuvole
    26/05/18 - Ciarm del Prete, Monte Ciriunda, Monte Marmottere, Rocca Moross dall'Alpe Bianca, anello per i Colli Veilet e Pian Fum - fdf62
    Sono partito da Viù con l'idea di fare l'anello, ma sono arrivato solo sino al Ciarm del Prete, perché a partire da 2000 m di quota è presente ancora tanta neve (lungo la cresta ci sono comunque tr [...]
    26/05/18 - Pietraborga (Monte) da Sangano - Gus54
    Sentiero pulito e ben segnalato.