Viglino (Cima) da Casterino

note su accesso stradale :: nessu problema per arrivare al parcheggio sopra Casterino
era da parecchio tempo che mancavo da questi incantevoli valloni, dopo diversi anni ritorno a Casterino per fare un'altra bella gita, su una montagna che non conoscevo e mai salita in precedenza. Partiti intorno alle 9 dal parcheggio sopra Casterino con meteo ideale, cielo sereno e visibilità ottima. Seguita per un buon tratto la stradina sterrata (chiusa al traffico veicolare per fortuna!) fino ad incrociare il bivio dove si prende a sinistra il sentiero che porta verso il Refuge de Valmasque. Risalito il vallone sull'ottimo sentiero, superato uno strappo più ripido, siamo arrivati ad un promontorio roccioso nelle vicinanze del Refuge de Valmasque e dello splendido Lac Vert (che ci siamo fermati ad ammirare e fotografare). Dopo un bel tratto in leggera discesa e poi a mezza costa siamo arrivati alla diga del secondo lago incrociato oggi (Lac Vert), qui siamo risaliti su pendii erbosi e detritici, a tratti ripidi, ma non malagevoli e sempre su buon sentiero sino ad arrivare alla conca terminale del vallone, dove si trova un altro laghetto, il Lac Gelè. Ambiente selvaggio e pietroso tipico delle Marittime, davvero piacevole e meritava ampiamente di essere visitato e scoperto. La parte di percorso che porta al Pas de la Fous si è svolta su terreno più impegnativo, con alcuni passaggi su roccia facili e alcune cenge un po’ esposte ma senza particolari difficoltà (qualche tratto valutabile EE/F a mio avviso), sempre ben aiutati da ometti e alcuni segni rossi un po’ sbiaditi. Dall’ampia sella del Pas de la Fous si godeva già di una splendida visuale sui vicinissimi Clapier, Lusière e Chamineyes, rimaneva da salire prima un ripido pendio di pietrame e poi una cresta di facili roccette che in breve tempo ci ha consentito di raggiungere le due vette (Nord e Sud) della Cima Viglino. Decisamente una bella gita, che per me non era programmata e nata all’improvviso (grazie ad Alessandro per la segnalazione!!) che mi ha pienamente ripagato della scelta fatta. Anche le Marittime hanno il loro fascino e meritano di essere riscoperte e apprezzate! Noi abbiamo impiegato circa 4.30 ore dal parcheggio alla cima, e circa 3.30 ore per la discesa ed il rientro a Casterino. Giornata favolosa e meteo superlativo per tutto il giorno, solo vento a tratti, ma mai fastidioso. Panorama superlativo dalla cima verso il Clapier, la Maledia, Argentera, Matto e il più lontano Monviso, senza dimenticare le più vicine Lusière e Chamineyes. Sulla Cima Viglino oggi eravamo presenti solo noi ed un escursionista francese solitario, mentre abbiamo incrociato almeno una ventina di persone nel Vallon del Valmasque che facevano il tour dei laghi. Una vallata e dei luoghi che meritano ben più di una visita direi!
Una bella giornata e una gita davvero molto piacevole, interessante e di soddisfazione condivisa con con gli amici Piero, Alessandro, Giuliana, Anna Maria, Enrico, Marco e Paola del CAI Ligure Genova. Ottima compagnia per vivere al meglio la giornata e condividere la nostra grande passione! Un ottimo e inizio di weekend…e domani altro bel giro in programma! Un mese di ottobre da sfruttare in pieno dato il meteo sempre favorevole!

appena partiti da Casterino
risalendo il bel Vallon de Valmasque
ambiente di salita nel Vallon de Valmasque
Lac Vert e Refuge de Valmasque visti dal sentiero che sale al Pas de la Fous
salendo sui pendii erbosi e detritici verso il Lac Gelè
uno sguardo verso la cima dal Lac Gelè
le ripide distese di pietrame che portano al Pas de la Fous
la Cima Sud della Viglino osservata dal Pas de la Fous
salendo lungo la cresta sommitale verso la Cima Sud della Viglino
l'arrivo in vetta alla Cima Nord della Viglino

[visualizza gita completa con 10 foto]
Decisamente una gita abbastanza lunga, saliti dal Vallone di Valmasque e scesi dal Vallone de l'Agnel. Il dislivello e i km... ( visto che abbiamo provato la cresta Viglino per accedere alla Cossato, con ritorno mesto sui propri passi ) non voglio pensarci! Una cosa però è sicura, la bellezza dei luoghi è tale da giustificare...se così si può dire, il sacrificio. Insieme all'amico Enzo e anche agli amici che non ci sono più ( Paolo e Andrea )!

[visualizza gita completa con 5 foto]
Salita fatta dal Refuge de Valmasque e abbinata alla Lusiere. Partenza dal rifugio alle 7,45, siamo saliti dal sentiero che parte sulla sponda Nord del Lac Vert e che passa sotto la cresta che unisce la Cima Cossato e la Cime de Charnassere; la traccia è sempre evidente e segnalata da numerosi ometti, e nella seconda parte ci sono alcuni passaggi di I-II e qualche breve tratto un po’ esposto. Dal Lac de la Lusiere ci si ricongiunge col sentiero che sale dal Lac Noir e da lì senza problemi al Pas de la Fous, e da qui in vetta per tracce di sentiero senza alcuna difficoltà. Panorama spettacolare anche grazie alla giornata splendida e senza un nuvola! In discesa, dopo essere salito anche alla Cime de Lusiere (cfr. relazione per i dettagli), dal Lac de la Lusiere siamo tornati al rifugio scendendo sul Lac Noir e completando quindi un piccolo anello (calcolare circa 5 ore da rifugio a rifugio e contando la salita ad entrambe le cine). Dopo esserci rifocillati al rifugio discesa rapida per la Valmasque. Avendo l’auto al Lac de Meches abbiamo fatto autostop evitandoci così il noioso rientro su asfalto da Casterino.
Bellissima gita, con dislivello limitato (circa 800 m) ma che consente di raggiungere 2 cime molto belle e panoramiche…facile la Viglino, un po’ più impegnativa la Lusiere. Giornata spettacolare con cielo blu e niente nubi…un po’ di vento in alto e temperature decisamente frizzanti per il periodo. Nessuno oltre a noi in tutto l’anello, parecchia gente nei pressi del rifugio. In compenso, abbiamo visto moltissimi camosci e qualche stambecco.


[visualizza gita completa con 8 foto]
note su accesso stradale :: ok
L'autunno e' il periodo migliore per venire in queste zone e oggi con una strepitosa giornata, sono tornato volentieri e dopo otto anni a tornare sulla Cima Viglino, ma modificando l'itinerario all'andata per salire dal Vallone dell'Agnel e per il Colle Charnassere a raggiungere l'itinerario che sale dalla Valmasque e da li al Pas de la Fous, dove sono salito prima alla Cima Lusiere (F) tra rocce e un po' di neve a tratti leggermente ghiacciata e poi alla Viglino tra panorami a mozzafiato.Dopo il pranzo in vetta, discesa come da itinerario e senza passare dal rifugio a proseguire fino all'auto. Bellissima gita di inizio autunno e incrociando diversi escursionisti tra cui Fausto, Sergio e socio sulla Lusiere che saluto e Buona Montagna a tutti.

[visualizza gita completa con 8 foto]
dopo un tentativo (con Franco) interrotto al lac gelè (nevicava),oggi in vetta con Orny,in forma ed entusiasta della salita e (giustamente) dell'ambiente. cielo con qualche nuvola ma non ha disturbato i panorami. bella veduta sulla est del clapier. giro lunghetto ma che merita.

[visualizza gita completa]
Partito con vallone in ombra che mi ha abbandonato sul ripido sentiero sotto il pas de la Fous,,,gran caldo anche in quota.Salito su questa cima per dare un occhiata al ghiacciaio del Clapier,,,piccolino.Attenzione a chi salisse dal vallone Colomb,oggi le pareti del Clapier scaricavano pietre anche di grosse dimensioni.
Visto numerosi camosci e stambecchi,soprattutto femmine con i piccoli.


[visualizza gita completa con 3 foto]
dopo aver salito la cime lusiere ho anche salito la cima viglino per vedere il ghiacciaio del clapier
un saluto ai compagni giody54,gianni,maria


[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: nulla di rilevante
Dopo il Lac Noir sentiero con segni rossi sempre ben indicato. Salito alle due punte della Viglino sul bordo della cresta, 10 min prima del Passo. Disceso al medesimo Passo, sono salito anche all'invitante Lusiere. Il traverso sotto il Punto Nodale è stato lievemente espostino, perchè la traccia principale era occupata nella parte finale da un nevaio durissimo (passato 10 m sopra). Cresta finale non larga e un poco esposta in un paio di punti, ma sempre facile (quotazione F).
Stimolato dall'appassionata e precisa relazione di Giada, sono tornato dopo anni in Valmasque. Che dire... luoghi e colori a dir poco meravigliosi !!! ed anche il meteo è stato ottimale. Impressionanti la parete est del Clapier (dalla Viglino) e la sua silhouette di sud-est (dalla Lusiere, e molto simile alla Maledia, anche se un pò più massiccia). Visti innumerevoli camosci (tra cui mamma e bambino). Un saluto ai simpatici 3 escursionisti di Genova approdati dopo di me sulla Viglino. Rifugio Valmasque aperto, con molti francesi che salivano per la notte. Vista una decina di persone sulla Cima ovest del Lago d'Agnel, e alcuni su entrambe le 2 punte del Gelas e sul Clapier. Nessuno sul bellissimo Chamineye.


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 14/08/11 - giody54
  • 17/09/08 - Giada
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 1719
    quota vetta/quota massima (m): 2910
    dislivello salita totale (m): 1300

    Ultime gite di escursionismo

    25/09/18 - Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna per il Colle di Vers - rudolph
    Sono partito con le nuvole basse nella speranza di bucarle. In realtà arrivato al colle di versare non c'era speranza di vedere il sole così sono rientrato. Temperatura molto più fresca (3 gradi [...]
    24/09/18 - Rolei (Monte) da Regione Rio della Prussa - rfausone
    Erba alta su parte del percorso che rimane a tratti abbastsanza pietroso.
    24/09/18 - Adami (Punta) da Pian della Mussa - luca94
    Salito al Gastaldi (chiuso). Si perdono una cinquantina di metri per andare a prendere il sentiero che risale la cresta morenica. Cresta molto sottile e spesso scivolosa a causa del fondo non proprio [...]
    24/09/18 - Herbetet (Casolari dell') da Valnontey, anello per Vermiana e Rifugio Vittorio Sella - freney1961
    Partito da Valnontey alle 9,30 giro effettuato nel senso Herbetet - Sella, tempo sereno, temperatura fresca poi con il sole un po' più caldo (troppo), sentieri in buone condizioni, consueta sosta da Maurizio al Sella, discesa senza problemi.
    24/09/18 - Quattro Sorelle (Punta) da Bardonecchia per il Poggio Tre Croci - maxleva
    Ottima gita.Per 2/3 su facile sentiero, parte finale un p'o più delicata. Su sentiero che attraversa pendii detritici piuttosto ripidi. Sul lato Valle Stretta alcune corde fisse aiutano. Salendo, l'u [...]
    23/09/18 - Antronesca (La strada) - Franco1457
    Bellissima escursione che risale la Valle Antrona passando attraverso questi piccoli e caratteristici borghi, con vecchie mulattiere e stupendi paesaggi. Oggi eravamo circa 140 partecipanti alla part [...]
    23/09/18 - Carrel (Croce) e Rifugio Duca degli Abruzzi all'Oriondé da Cervinia, anello - fyplom
    Partiti dal centro di cervinia e saliti tagliando i tornanti della sterrata che va al rifugio oriondè. Siamo andati oltre la croce carrel a quota 3080 m. Molti alpinisti che tornavano dalla capanna c [...]