Breithorn Occidentale da Cervinia

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: strada pulita
attrezzatura :: scialpinistica
Un Breithorn fantastico!!!Scesi dalla punta fino alle piste su crosta portante liscia come un biliardo,bellissima la neve in pista che alle 12,00 non aveva mollato.Solo in 4 in vetta con gli sci!!,
Tempo stupendo,zero vento,aria fresca.:-)
Con Lory.Salut


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal plateau rosa verso le 8.15. Parecchi alpinisti sull'itinerario. L'ultimo pezzo con gli sci sullo zaino e ramponi. Diversi buchi si stanno aprendo lungo la linea di salita alla punta ma per adesso si riescono a saltare. Bellissima discesa su neve cotta al punto giusto. Con questa si chiude per me la stagione con gli sci.
UN saluto ai soci Frank, Cesare P. Massimo, Cesare T. e Andrea. Un saluto particolare a Chiara G. che ha partecipato alla gara vertical di cervinia alla quale è arrivata terza e che poi ci ha raggiunti al picnic finale al lago blu.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2700
attrezzatura :: scialpinistica
Dormito al rifugio Guide del Cervino, dove non essendo aperti gli impianti, non c'era molta gente; ottima ospitalità.
Da Plateau Rosa in poi innevamento buono anche se la neve non è molta. Sul Brethorn comincia a comparire la terminale (attenzione a non andare troppo al diritto scendendo) e se non nevicherà qualche altro crepaccino potrà saltare fuori. Temperatura senza senso: alle 10 in cima c'era 1° all'ombra , ma Trump dice che il riscaldamento globale non esiste !
in discese neve molto bella fino a Plateau, poi il Ventina niente male ma un po' primaveril-grottoluta. Domenica si arrivava sci ai piedi poco sotto la partenza della seggiovia Lago Goillet (circa 2700 m.) poi a piedi fino a Cervinia.
Dal prossimo week end impianti aperti, quindi ...... no problem
grande Nando che per fare il suo primo 4000 con gli sci si è dovuto succhiare la salita a piedi da Cervinia, però gli sta bene perchè il giorno dopo mi ha fatto tirare il collo.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Buone condizioni generali. Si riescono a mettere gli sci alla base del secondo muro (portage di 15/20 min). Buon rigelo. Un paio di attraversamenti di qlc metro che costringono a togliere gli sci. Terminale mansueta che non crea problemi. Impianti italiani chiusi e poca gente dalla Svizzera. Al mattino, la neve dura ci ha consigliato di salire a piedi gli ultimi metri per non dover faricare più del dovuto (siamo scesi dalla cima comodamente con gli sci). Dopo la caduta di un seracco, questo inverno hanno modificato il tracciato delle piste a monte di Plateau.
Bellissima giornata impreziosita dalla piacevole compagnia di Valentina, conosciuta salendo...se sommiamo le mie e le sue salite a questa cima, sforiamo le 200 (io sono a 92)...Ohibò!!!!!


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Bella Sgambata,trovato neve continua (a parte un gava e buta) dai 2200 in su ma ogni giorno la quota si alza,fino all'altra settimana si saliva da Cervinia sci ai piedi senza Portage.
Salito in cima con coltelli ma giusto per scrupolo perche' la traccia era bella larga e le pelli tenevano bene lo stesso,ho iniziato a scendere alle 10.30,la neve era ancora dura ma teneva bene.
Gita ancora consigliabile al costo di fare sempre piu' portage da qui in avanti,i crepacci sono ancora chiusi e il pendio finale e' ancora in condizioni.

Un saluto alla freccia Azzurra Valentina che mi ha portato da sotto il plateau fino in cima tagliandomi l'aria come si fa in bici.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime condizioni. Partito sci ai piedi dal parcheggio impianti alle 4.00. Due piccoli "gava e buta" per attraversamento interponderale di servizio, che è stata ripulita tutta fino a Cime Bianche, ma a fianco di neve ce n'è ancora per parecchio. Più su uno spettacolo, sia per la salita (ottimo grip ovunque) che per la discesa. Traccione perfetto sul pendio finale. Conca ancora chiusa, anche se rispetto a 15 gg fa iniziano ad evidenziarsi avvallamenti. Sulla cima ha tirato vento in questi giorni perché...non c'era la solita piazzolona!
La discesa dal Plateau sul Ventina 12.45/13.30 è stata unica! Fuori pista si scia come in pista d'inverno con la cremina sopra. Tutto è buono, vallette e canali a gogo' tra Plateau e Cime Bianche (a dx pista scendendo) e verso la seggiovia del Roccia Nera (a sx pista scendendo); idem più giù verso il bivio del CIelo Alto.....ovunque porta la gravità! Se si chiude un occhio sul polentone proprio quasi a Cervinia...direi che sciate così si contano sulla punta delle dita
Grande doppietta in 15 gg perché non so da dove tipo fuori le forze....6 ore e 45 da Cervinia alla CIma, che per me è già un successone....


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Comodo parcheggio degli impianti
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Scoraggiato dallo scarso rigelo notturno in VDA ripiego su questa classica, sicuro che non vi sarebbero stati problemi a risalire le piste... Oggi un Breithorn da sogno, mai trovato in queste condizioni, neve fresca, una trentina in alto, fredda,leggera e soprattutto non toccata dal vento,discesa attorno mezzogiorno su neve da 5 stelle dalla punta,fino al rifugio,,un po' di fastidio le danno le vecchie tracce nella prima parte di discesa,più in basso invece neve al top di gamma!!Pausa birraia al rifugio e giù su neve pappetta bella da sciare,una stella in meno alla gita per via della neve molto lenta e bagnata da quota 2600 in giù probabilmente fossi sceso un po' prima sarebbe stata meglio... Molto consigliata

[visualizza gita completa con 2 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi condizioni spettacolari!! Partito alle 6,30 dal Cretaz (temperatura -6) con 5 cm di neve fresca. Battuto traccia fino al colle del Teodulo, poi incrociato le piste sul ghiacciaio (chiuse). Traccia presente fino al colle del Breitorn fatta da 2 svizzeri, che ho raggiunto, che scendevano per la porta nera. Tracciato fino in vetta , 30-35 cm di neve fresca non ventata! Discesa spettacolare sul pendio ripido, risalita fino ai cavi e discesa fino a Plan Maison. Pranzo al rifugio e poi discesa nel versante del colle del Teodulo, stando quasi sempre fuori pista. Ovviamente sci ai piedi fino a Cervinia.

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime condizioni su tutto il percorso. Le piste erano in condizioni invernali e nel corso della giornata ha smollato solo sotto Plan Maison. La conca del Breithorn al pomeriggio alle 16.30, nonostante il soleggiamento, è rimasta polverosa! Giusto un po' di crosta non portante in alcuni punti del pendio sommitale.
Traccia ottima, una volta tanto, con uno zig a destra della terminale, un bel traversone non troppo ripido, e l'ultimo zag proprio in fondo in fondo a prendere la cresta. La neve teneva benissimo. I rampanti li ho mesi come al solito per sicurezza ma con le condizioni trovate dopo le 15.30 non servivano.
Partito alle 8.30 da Cervinia senza meta certa, visti i bollettini che davano lastroni da vento in giro per le montagne. Pensavo di fermarmi al Piccolo Cervino e quindi sono passato da Plan Maison e dal Teodulo, senza toccare praticamente piste a parte due o tre attraversamenti. Dai campetti di Cervinia tirato dritto tra le due seggiovie, poi con prua costante sul Teodulo fino ad intercettare la pista di cortesia. Dopo il Plateau la traccia svizzera ha riservato una novità rispetto al solito. I due skilift che salgono alla sella della Gobba erano fermi e la solita pista per il Picoclo Cervino aveva un percorso diverso.
Arrivato all'imbocco della conca del Breithorn le condizioni di temperatura e il super traccione già ampiamente ricalcato nel corso della giornata mi hanno convinto a proseguire.
8 ore di salita totali con calma.
Al ritorno, sceso dopo le 17.00, grandiosa e inaspettata sciata su neve invernale nelle piste.....vuote!


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Tempo superstabile, con vento gelido. Neve ventata e compattata fino in punta, delicati per la tenuta i punti lisciati a scendere, dai più -ma non tutti- utilizzati i coltelli; molti saliti coi ramponi, alcuni addirittura in punta con racchette, bravi davvero a sentirsela. Quest'anno unico gran traverso ascendente dx-sx, con sotto la bocca di sottili crepacci. Discesa sicura sulla pala, e magnifica farinella sul pressato, per i passaggi, sotto. Finale in pista rilassante, farina in quota, firn sotto, pappa in paese.
Festa biennale dello skialp a Cervinia. Quest'anno non c'era bisogno come nel 2015 delle previsioni del guru Mercalli per imbroccare al minuto la finestra di bel tempo per la gara: il tempo, già magnifico, è stato cristallizzato da un'ondata di gelo da Nord-est, con vento. Perciò, tutti saliti prima dell'alba al colle del Breithorn a prender freddo e dare tifo ai fortissimi garisti saliti lì da 1h 40' alle 3h da Cervinia! Poi salita in punta, affollata come non mai. Con big Sergio.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Parcheggio praticamente full
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Poco da commentare...
Tantissima gente sul percorso in occasione del Trofeo, quasi tutti a sfruttare gli impianti gratuiti, giustamente!
In alcuni tratti vento gelido un po' fastidioso, per il resto condizioni top!
Ottima traccia nel tratto oltre il colle. Coltelli utili viste le temperature.
Discesa buona fin dalla cima e poi ovviamente sulle piste, ancora buone fino in paese (ore 11).
Picca, ramponi e corda portati a prendere aria... le condizioni erano super sicure, ma vedere gente buttarsi a capofitto in direzione dell'unica evidente zona sotto la quale si intuisce il vuoto lascia davvero perplessi...

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Erano anni che volevo fare questa gita da Cervinia. Siamo partiti con gli sci ai piedi seguendo grosso modo le bandierine rosse che riproducono la traccia del Mezzalama di quest'anno. Buon grip e progressione scorrevole. Una volta arrivati al rifugio Teodulo siamo scesi leggermente per risalire al rifugio Guide del Cervino vicino alle piste, purtroppo molto affollate. Sempre piste affollate sino al Colle del Breithorn, poi un sacco di gente e soprattutto tutine che si allenavano.
Per evitare di finire troppo vicini alla cornice abbiamo preferito tracciare un po' più all'interno... magari la preoccupazione è inutile ma non si sa mai... inutili i coltelli, anche se io ho preferito calzarli.
Tantissime persone in vetta, quasi non ci si stava.
Siamo scesi molto tardi, per cui la neve non era il massimo. Grandissimo casino sulle piste.

Con Simone.
Un saluto a Brusa che di salite al Breithorn ne ha fatte una novantina!! È la sua montagna.


[visualizza gita completa con 3 foto]
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Cretaz lungo la pista per skialp: sembra una strada delle Langhe, dolce con un sacco di giri ed altrettanti saliscendi, quasi 2Km più lunga del Ventina... come risultato al Teodulo ero pieno di vesciche. Proseguito sulle piste svizzere oggi chiuse. Ben tracciato il traversone fin sotto al Breithorn, poi traccia un po' ripida ed un po' dura, potrebbero essere utili i rampant. Discesa su neve media un po' crostosa fino alle piste e poi lungo queste fino all'auto. Giornata con velatura in aumento col proseguire delle ore ed aria fredda dal Teodulo alla vetta: oggi in vetta senza guanti pesanti non si stava. Con i saliscendi si superano ampiamente i 2200 con uno sviluppo a/r di 31Km.
Da solo e a ritmo meditativo. Poca gente in zona...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partite da Cervinia sulla pista dei Cretaz, seguendo le bandierine del Mezzalama. Ottima traccia fino in vetta, che non ha richiesto nemmeno l'uso dei coltelli. Le ultime nevicate hanno migliorato decisamente la situazione del ghiacciaio, è tutto ben coperto e non c'è ghiaccio. Non un filo di vento e caldo anomalo....in vetta si stava senza guanti...
Discesa su neve ancora farinosa in alto, molto umida in basso.
Grazie a Charlotte che mi ha accompagnato fino al cancello del Mezzalama, rendendo meno noiosa la risalita delle piste.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal Cretaz alle 8, tempo sereno, assenza di vento, temperatura -2°, seguito traccia per il 1/2, salito canalone Gaspard con gli sci su buona e remunerativa traccia, dai Cavi in poi autostrada sino in cima al Breithorn, discesa buona con il pendio in fase di trasformazione, ma con ancora alcuni tratti di buona poudre, pianoro scorrevole poi morbido tappeto sino al Breuil (solo un po' dura dopo il Pancherot)
Oggi merito del President per l'allungamento, io mi sarei fermato ai Cavi!
Bella gitarella...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
attrezzatura :: scialpinistica
Giro di allenamento lungo il percorso del mezzalama. La discesa nella parte alta non proprio bellissima poi scesi dal ventina fino a Cervinia su piste in ottime condizioni.
Con Samuele

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo saliti con la funivia fino a Plan Maison. Da li parte un tracciato per scialpinisti che porta quasi fino al Teodulo. Dopo accanto alle piste fino al Rif. Guide del Cervino e oltre. Il pianoro presenta neve molto ventata. Oggi era impossibile salire in cima con gli sci - il vento era a tratti fortissimo e mi buttava quasi per terra. Conseguente forte freddo.
Bella lunga discesa sul Ventina.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Causa gusto tecnico,le funivie non funzionano,si arriva fino a Pla Maison,poi ci si arrangia con le seggiovie fino al Teodulo ;ottime condizioni sul ghiacciaio,qualche lieve traccia sul pendio e temperatura accettabile.
Condizioni buone a mio avviso sui vicini...
Con Vittorio,Valentina ed Enrico

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Replica della gita di un anno fa, stavolta in condizioni decisamente più invernali: giornata limpida ma temperature piuttosto rigide. Salita dal Plateau Rosa evitando per quanto possibile la pista, poi, superato il groviglio di impianti di risalita verso il Plateau del Breithorn, lo scenario cambia e ci si ritrova al cospetto della maestosità del gruppo del Rosa. Neve indurita dalle temperature e lavorata dal vento per tutto il vasto pianoro e buona parte del pendio; terminale ben chiusa lungo il tratto pressoché verticale che dalla fascia di rocce affioranti scende fino ai visibili seracchi. Qualche piccolo crepaccio si nota comunque nei paraggi. Traccia quasi sempre evidente; comunque nessun problema di orientamento grazie alla perfetta visibilità odierna. Veramente utili stavolta i rampanti mentre c'è ancora chi lascia gli sci molto in basso perdendosi così la parte migliore della discesa. A tratti, durante la salita del pendio finale esposto a Sud, si sente quasi caldo nei momenti in cui il vento si calma; tutt'altra situazione in cima, dove frequenti folate invitano a non trattenersi a lungo. Qualcuno ha piantato in cima la punta di un abete, probabilmente per spirito natalizio... Il panorama di vetta, sempre favoloso, e le prime curve sul ripido pendio sotto la verticale della cima, con neve dura ma non gelata, liscia come un biliardo, ripagano abbondantemente dalle fatiche della salita. Sotto la terminale si fa lo slalom tra i sastrugi, per poi affrontare il lungo tratto pianeggiante che riporta verso le piste. Quest'anno ha nevicato leggermente di più rispetto all'anno scorso e lo squallore del nastro di neve sparata tra i prati rinsecchiti è limitato alla pista di rientro verso Valtournenche; a bordo pista (o appena fuori) si trova neve mossa che rende agevole la discesa mentre le placche levigate al centro delle piste richiederebbero lamine e gambe nelle migliori condizioni possibili.
Gita in solitaria sul percorso molto meno affollato del previsto, probabilmente per via delle temperature decisamente non turistiche.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Cime Bianche, neve abbondante da subito con piste parzialmente battute. Tutto ok fino in punta con bella traccia. Sono passato appena sotto le rocce affioranti prima del traverso. Nessun crepaccio sulla traccia. In discesa neve discreta, fino al colle del Breithorn, poi molto bella sulle piste!
Giornata spaziale, molto calda e senza vento! Molte persone sul percorso, e tanti sciatori!!

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: strada ok
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti da Cime Bianche evitando per quanto possibile le piste del Ventina dove i gatti stanno lavorando. Da Plateau Rosa in poi seguito la via normale di salita. Ci si aspettava vento forte invece tutto sommato abbiamo avuto una bella giornata con temperature gradevoli. Discesa parte alta divertente con bella neve fresca, in basso rientro per le piste fino a Plateau dove abbiamo optato per la discesa in funivia.
Bella gita e bella giornata divise come sempre con Monica e un salutone al mitico Brusa incontrato poco sotto la vetta.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: pulite
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal plateau rosa, non si scende verso Cervinia se non rischiando le solette.
Niente ramponi e piccozza, pala ben innevata, temperatura alta e quindi neve trasformata, sciata buona

Con Lorenzo e Mike


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Poca neve sotto i 2700 mt. Sul muro del Ventina i gatti stavano lavorando: metà fresato e metà a pallottole. Si sale sci ai piedi fino in cima senza ramponi o coltelli.
Un saluto all'amico Old Bear e a Monica...

...91 esima


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima conclusione della stagione sci alpinistica 2016.
Stupenda giornata senza nuvole, ma causa raffiche di vento ho mollato a 4000m gli sci e proseguito fino in cima con picozza e ramponi di alluminio.
Proprio per il freddo la neve si e' mantenuta ben sciabile.
Un saluto a fyplom che mi ha riconoscIuto, nonche' un altro gulliveriano skialp.
Grazie ai compagni di gita Marina, Laura ed Ettore

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Plateau rosa verso le 9.00, Gli impianti aprono alle 7.00 e se si è da cinque in su si paga 21,5 € anzichè 30.00. Giornata superlativa se non ci fosse stato il vento a raffiche. Sotto la punta di soli pochi metri tutto calmo. Avremmo voluto fare la traversata dei due breithorn ma date le circostanze...Discesa alle 12.00 circa con neve ancora dura sul breithorn ma portante. Più giù sulle piste neve quasi invernale ben sciabile senza turisti pistaioli ( alle 12.00 chiudono?|.Oggi siamo ancora riusciti ad arrivare a cime bianche con un solo togli e metti.
Con Giampiero e Claudia. Un saluto a Laura e Dovio incrociati su questa gita in salita.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
giornata fortemente condizionata dalla nebbia che ha spesso oscurato il monte. purtroppo dalla vetta nessuna vista del cervino che è rimasto coperto. tanta gente, soprattutto alpinisti. bellissima traccia di salita molto comoda. si arriva in vetta sci ai piedi, dove c'è poco spazio a causa della folla. scesi diretti dalla vetta su neve ottima...tanto che decidiamo di ripellare alla base della salita, andando verso il colle. neve molto bella su tutta la discesa. nella parte delle piste neve un po' molla ma ben sciabile (passaggio sulle piste verso le 13.30. gli impianti chiudono alle 13). si riesce a scendere dal ventina fino alla base della funivia quota 2800 senza togliere gli sci.
con gianluca. un saluto ai 3 compagni di gita conosciuti sulla funivia!!


[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
5* da Plateau. Si sale nel pezzo più ripido su una bella traccia arrivando in punta con gli sci, dove abbiamo trovato una bella ressa specialmente di alpinisti.Nel primo pezzo scendendo a dx ho notato solo due fessure. La pista del Ventina è chiusa, ma si può arrivare agevolmente, ancora per qualche tempo,fino a Cime Bianche a una cinquantina di metri dalla funivia, perchè la neve è tutta continua.
Con Bruno, Edoardo e Giulio.
Un saluto a tutti gli amici.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Cime Bianche con la prima funivia/telecabina.
Ottimo tutto, salita, ghiacciaio, pendio sommitale, discesa.
Come al solito sciata spettacolare che manco d'inverno ce la sogniamo, giù fino a CIme Bianche
Bella l'idea di fare la prima corsa alle 7 ! Bravi i gestori degli impianti !


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Cielo sereno, giornata calda e senza vento. Partiti da Plateau Rosa, saliti in due ore e un quarto prima sulle piste e poi, dopo il colle del Breithorn, su ottima traccia. Ghiacciaio in condizioni praticamente perfette, non abbiamo visto buchi, terminale ancora chiusa.
Discesa buona, alcune belle curve nella parte più alta, poi piste. La pista Ventina è chiusa, ma si arriva ancora senza problemi fino alla stazione della funivia di Cime Bianche.
Con Marina, oggi in versione guida, alla cui iniziativa devo di essere tornato su un 4000 dopo diversi anni.
Un saluto a Gianpiero e al suo collega incontrati lungo la salita.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata con mia figlia Margherita alla sua prima gita su un 4000. Purtroppo non siamo arrivati in punta ma ci siamo dovuti fermare sotto il pendio finale per problemi di cattivo acclimatamento (partire dalla città al mattino presto e catapultarsi a Plateau Rosa in funivia può giocare brutti scherzi). L'appuntamento con la cima è solo rimandato. In compenso sciata fantastica fin sotto al muro del Ventina e poi in qualche modo fino a Cime Bianche Laghi. A parte noi e altri due, tutti gli altri (30-40?)erano a piedi con i ramponi... ma perchè? Oggi sarei partito sci ai piedi dalla cima tanto era bello...

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Ho preso un po' di pioggia in partenza e poco prima di rientrare all'auto. Il temporale tuonante era sopra la Roisetta. Gli impianti Italiani sono aperti, ma la prima benna l'ho vista partire tardi (io ero già a Plateau). Con gli sci si scende ancora un 150 mt di dsl sotto Cime Bianche. Il ghiacciaio è liscissimo con due dita di polistirolo/grandine molto bello da sciare. Era da un po' che non vedevo il Breithorn così ben innevato e bianco. Chi saliva a piedi sprofondava di 5-10 cm.
Poca fantasia, 90 esima volta sulla mia montagna...


[visualizza gita completa con 1 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Impianti chiusi. Prima rampa con ancora un po' di neve, poi 5/10 min a piedi prima di mettere gli sci. Con le ruspe hanno liberato la strada fino a Cime Bianche (ma si riesce a sciare tranquillamente sui fianchi della pista). Timido rigelo sopra i 3000 mt, in basso la neve era fradicia già al mattino presto. Si arriva in punta con gli sci su crosta morbida (ma portante) spazzata dal vento odierno. Chi saliva a piedi rompeva la crosta e sprofondava. Terminale tutta chiusa. A tratti si saliva a tastoni, seppelliti dalla nebbia. Per fortuna, ogni tanto, un po' di sole si faceva vedere. Le altre cime (Cervino compreso) oggi sono rimaste a nanna sotto la copertina di nuvole. Sulla neve sabbiata rosssiccia si scende bene. Quando si transita sulla neve nuova bianca ci si pianta.
89 esima volta sulla mia montagna..lo so...non frega a nessuno...


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti a Plateau Rosa con la prima funivia e lasciati partire i vari "runners" arriviamo in vetta in circa 3 ore. Condizioni molto buone sul traverso ascendente e anche nella zona della vetta. In discesa neve che aveva mollato il giusto sul pendio e ancora buona sul plateau sottostante. Breve visita al Piccolo Cervino (per godere un po' di piu' della giornata spettacolare e immergersi nell'ambiente "cosmopolita"...) e poi giu' per le piste. Ottime condizioni fino a Cime Bianche, al di sotto (impianti ormai chiusi) si scende ancora bene tranne che per l'attraversamento di una strada di servizio che e' stata sgombrata dalla neve. Conviene stare per un po' sul suo lato sx e attraversarla quando si vedono le tracce del Ventina andare verso dx.
Bella giornata in compagnia di Luca P. (sci), Luca M. e Dario (ramponi+racchette). Meta come sempre molto gettonata ma spettacolare soprattutto con le condizioni meteo e di visibilita' di oggi.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza alle 5 dal parcheggio sci ai piedi con ottimo rigelo notturno. Hanno liberato la strada di servizio ma per fortuna hanno scavato solo la strada e intorno hanno lasciato la neve buona per salire. Nessun "gava e buta". Un solo attraversamento di tre metri su terra. Da Cime Bianche ancora piste battute.
Arrivati al ghiacciaio crosta inizialmente portante ma appena salito il sole subito cedevole. Crepacci apparentemente ben coperti, forse con non troppa neve: avvallamenti percepibili e qualcuno davanti a me è finito a terra per ..."bastoncino affondato ". Sotto si vedeva un bel nero...
Pendio con super traccione, ma appena fuori si fratturava. Cercato di distanziarmi il più possibile dai vari grupponi e di evitare qualche volpe che ha derapato energicamente a monte di chi saliva !
Comunque salito ottimamente.
Discesa quindi "sulle uova" sul ripido, poi crosta fastidiosa fino a fuori della conca glaciale, e infine sciatona divertente e a volo d'angelo fino a Cervinia.
Urca che frecc! Arrivato gelato per il vento al Plateau, col sole appena su, a favorire dell'ottimo tiramisù del rifugio Guide Cervino. Complimenti come sempre ai gestori. Poi dopo essermi riscaldato per bene, via verso il Breithorn. Un self-compiment per la performance visto il dislivello, e visto che il mio allenamento consiste in .....giornate e giornate seduto al computer e in macchina. E' proprio vero che "volere = potere".


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Per essere la prima gita dell'anno non posso lamentarmi! Certo che con un allenamento non nullo l'avrei patita un po' di meno. Molto lunga per fortuna le piste sono ben battute e la neve è molto bella in pista, scendendo dalla cima c'era ancora qualche punto di farina ma si sta trasformando rapidamente in crosta. Molta gente, impianti di cervinia chiusi. Pochi crepacci visibili, arrivati al colle tra occidentale e centrale poi in cima senza sci. Avevo i ramponi ma non li ho usati, meglio portarli lo stesso. In discesa una nuvola a plateau rosa ci tolto visibilità per 500m impedendoci di fare belle curve!
Bellissima gita con fede!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
definire vento forte la bufera odierna mi sembra un eufemismo.....la spalla finale che porta in cima era in neve durissima, i rampanti a me personalmente sono sembrati fondamentali, xò è anche vero che ho visto gente salire senza.....l'obbiettivo iniziale era il Centrale ma il vento, le cornici da paura sulla cresta, l'assoluta mancanza di tracce e la mia solitaria solitudine mi hanno convinto a più miti consigli

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Neve da Bardoney. Il vento ha lavorato parecchio ed è tutto abbastanza vetroso, nonostante questo (e il forte vento ancora oggi) sono arrivato in vetta con le pelli (no rampant/ramponi). Visto gente che tracciava il Castore che sembra buono, tracce anche sulla Schwarztor. Neve da paura sulle piste, un Ventina così non l'avevo mai fatto. Poca gente sia sulle piste che oltre il colle.
Oggi beato tra le donne B)


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Primo 4000 con gli sci......Partenza da cervina ideale per fare un po' di gambe e fiato , nessun problema a risalire le piste se si parte presto. Neve buona ma triturata in alto, doc sulle piste. Giornata spaziale con marco gerva

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da Plateau Rosa.
Bella gita in gita al Breithorn occidentale in compagnia di Mirko e Maurizio...prima scialpinistica di stagione a 4000 m vista la penuria di neve. Rientro a Cervinia lungo le piste tutte aperte.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Gita aggiunta al solo scopo di segnalare che da Cervinia la stradina dei gatti che segue grossomodo il Ventina è innevata e percorribile (con anche qualche taglio, se si vuole), quindi la salita a Plateau è fattibile dal Breuil senza quasi mettere piede sulle piste evitando possibili multe.

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Il responsabile del Soccorso alpino di Zermatt avvisa che si sta aprendo un enorme crepaccio, attualmente non visibile, sulla traccia in salita nel tratto in fuoripista sotto le ancorette svizzere (cancello Mezzalama). Evitare assolutamente e proseguire in pista.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
La neve tarda ad arrivare , quindi i percorsi fattibili scarseggiano...... Se non altro qui in alto è bianco e comunque il rientro dalle piste garantisce 2000 metri di discesa... Grandi panorami e un'altro 4000. Meteo a dir poco imbarazzante , con solo una brezza fastidiosa in vetta. Parecchia gente oggi , molti ramponi e picozza , altri con sci. Neve bruttina , molto dura e sastrugosa , ma le piste ben curate. Gran giornata comunque, in compagnia questa volta del gulliveriano italo/franco/spagnolo Luca con cui c'è stata grande sintonia.

[visualizza gita completa con 3 foto]
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Il pendio da quota 3950 (dalla fine del pianoro che arriva dal piccolo Cervino) si presenta subito molto duro. Noi siamo saliti con i coltelli e le pelli, anche se lungo la traccia ci sono spesso dei buchi fatti dagli scarponi degli alpinisti a piedi che rischiano di far scivolare. Si sale il diagonale e poi si raggiunge senza problemi la vetta sci ai piedi. La terminale per ora non crea nessun problema, anche se inizia ad aprirsi. La discesa dalla punta fino al pianoro è pessima, neve ghiacciata e creste dure da vento... non male quindi l'idea di lasciare gli sci ai piedi del ripido pendio finale e procedere a piedi. Dal piccolo Cervino bella discesa su pista in condizioni ottime visto il periodo fino alla macchina..
Buon Natale a tutti gli skialper!

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
niente da aggiungere, si scia su neve artificiale in pista e croste portanti su ghiacciaio (tlamente tritato da sembrare ormai una pista...tutto sommato sciabile).
Prima gita di stagione! forse un po'troppo lunga...partiti tra i primi e arrivati tra gli ultimi, ma va bene così! saluto i miei soci Dax e Andre! grande ambiente, anche se vedere tutto pelato da un 4000 mette un po' di tristezza....speriamo di inserire presto una gita con 5 stellette e tonnellate di polvere!!!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: free-rando
Molto preciso il commento del gulliveriano Larix66 incontrato in cima. A differenza sua noi la discesa l'abbiamo conclusa a Cervinia. Pista del Ventina aperta fino in paese, anche se sotto il lago Goillet la neve in pista è quasi tutta artificiale... Dai 3900 alla cima abbiamo proseguito a piedi., su traccia con un paio di inversioni in più rispetto a quella estiva.
Bel 4000 quasi invernale (a calendario)... ma con temperature decisamente estive... in buona compagnia di Federico e Sara


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Gita dello Sci club con meta Valtournenche. Ne approfitto per inaugurare la stagione scialpinistica con un classico che mi mancava. Giornata primaverile, con cielo terso a parte qualche velatura lontana e la foschia nelle valli, e vento praticamente assente. Visto il poco tempo a disposizione decido di partire dal Plateau Rosa; la salita con gli impianti da Valtournenche mostra i pendii completamente spogli, tranne poche chiazze di neve oltre a quella sparata sulle piste. Meglio il versante di Cervinia, almeno alle quote più alte. Dal Colle del Breithorn neve portante, a tratti rigelata, con sastrugi compatti anche di grosse dimensioni; situazione analoga praticamente fino alla cima con ottima traccia condivisa senza problemi da scialpinisti e alpinisti grazie alla consistenza della neve. Rampanti utili ma non indispensabili; molte paia di sci lasciate qua e là lungo gli ultimi 200 m ma si arriva in vetta sci ai piedi senza difficoltà. In discesa faccio qualche curva sul ripido pendio appena sotto la cima, con ancora qualche cm di neve polverosa poco trasformata, quindi mi sposto verso la cresta Ovest percorsa in salita dove trovo lastre da rigelo (a quanto pare succede anche a queste quote) che mettono alla prova la tenuta delle lamine. La terminale si passa agevolmente nei pressi della traccia di salita, non è prudente cercare altri passaggi almeno per ora. A tratti anche qualche bella curva su neve non così male, anche grazie alla "battitura" dei tanti passati prima di me, poi l'infinito pianeggiante Plateau del Breithorn che riporta verso le piste, unica alternativa possibile per la lunga discesa su Valtournenche. Resta da chiedersi come potrà evolversi la situazione, se a dicembre occorre rivolgersi ai 4000 per trovare neve appena decente.
Gita in solitaria, dopo aver cercato inutilmente di reggere il passo della coppia incontrata in partenza al Plateau con in progetto anche la traversata al centrale (meno male che dicevano di andare piano!).
Un saluto al gulliveriano Tini, incontrato in cima in compagnia di un'amica al suo primo "4000".


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Vista l' assoluta mancanza di neve, con Marcello, abbiamo deciso di salire al Breithorn.
Giornata quasi primaverile, anche se al mattino, a Cervinia, faceva piuttosto freddo. Salita con gli impianti fino al Plateau, e poi, costeggiando le piste fino in vetta.
Alcuni scialp sul tracciato.
La neve si presenta dura con creste dovute al vento, piuttosto scivolosa, con zone gelate molto dure, utili i coltelli in salita. Assenza di vento in vetta. In discesa si saltella un pò sulle creste di neve, ma alla fine si arriva sulle piste!
Si arriva fino a fianco dell' auto, anche se la pista è chiusa dopo Cime Bianche.








[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Buone condizioni. Dalla cima neve dura portante, nel tratto intermedio tratti di neve ventata. Ottima sulle piste fino a Cervinia...
Una bella discesa di 2000 m disl con meteo strepitoso....
con Marco e Loris


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partita sci ai piedi da Cervinia, cannoni in funzione e piste chiuse (per fortuna!) fino a Cime Bianche (2700 mt), quindi salita tranquilla senza pistaioli....Sul muro del Ventina, più affollato, si riesce a stare fuori dalla pista (a sx) facendo un paio di conversioni. Sul pendio del Breithorn la neve è dura, crostosa e ondulata (a causa del vento e dei passaggi), ma si riesce a sciare bene con decisione e con buoni sci pesanti (come quelli che avevo oggi...). Non indispensabili i coltelli. Ramponi inutili.
Oggi da sola....si fa per dire...Volevo fare due passi per iniziare la stagione...e mi sono ritrovata in cima al Breithorn....!! Dalla cima panorama mozzafiato...e tanti ricordi di un emozionante Mezzalama 2015!!
Un pensiero a Guido...guarisci presto che si torna a scalare insieme!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti comodi da Plateau. In cima sci ai piedi. Giornata spaziale ma vento e freddo.
In discesa pendio con neve ventata e non entusiasmante, poi ottima sciata in pista fino a Cime Bianche.
Bella puntata autunnale in quota.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Neve da cime bianche. Partiti da platea rosa' e scesi fino a cime bianche. In alto croste non portanti e neve ventata. Bel sole, no vento, nessun problema di crepacci né per la terminale. Un buon numero di scialp e qualche cordata appiedata. Con Enri, non male come inizio stagione. Ciao

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 2600
attrezzatura :: scialpinistica
In settimana gli impianti di risalita italiani sono ancora chiusi. Il Ventina è fresato. Si arriva in cima con gli sci ai piedi senza problemi. Neve ventata (poco divertente) . Si riesce a scendere fino ai 2650/2700 mt senza distruggere gli attrezzi.
88esima.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi apertura impianti, quindi noi siamo partiti da Plateau Rosa, volendo si poteva dalle Cime Bianche (ben innevato fino alla stazione d'arrivo delle uova), abbiamo trovato sul Ventina uno partito da Cervinia con neve scarsa ma sufficente per salire.
Una spanna di neve fresca, nessun problema a passare la terminale, nessun crepaccio a vista, ma noi siamo saliti legati! (a inizio stagione è il momento più pericoloso). Vento fastidioso, tutti scendevano appena staccate le pelli. Neve semi-compattata dal vento, sciabile ma sicuramente non 5 stelle. Oggi Ventina chiuso ma innevato benissimo fino alla stazione intermedia.
Discretamente trafficato, pochi a piedi e parecchi skialpers. Non ci fosse stato il vento ottimo giro, buona la prima!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2900
attrezzatura :: scialpinistica
Chi l'avrebbe detto! giornata spaziale con temperature si calde ma non estreme, infatti scendendo dalla vetta verso le 11 la neve teneva perfettamente, anzi sino alla crepa terminale restava ancora duretta. Dal Piccolo Cervino neve ottima sulle piste fresate sino a Plateau Rosa, dove, dopo un attimo di valutazione, decido di continuare la discesa sulla pista Ventina. La scelta si è rivelata azzeccata, buona neve sino a 15 min. dalla cabinovia di Cime Bianche, un pò di attenzione al primo crepaccione all'inizio e alcuni trasversali più in basso, 20 metri di sciata su ghiaccio vivo ma in piano, penso proprio che siamo gli ultimi ad essere scesi sino qui... Per la sesta volta su questo bel 4000, questa volta in modo diverso, salito con Cri e Bruno in auto ( ci vuole assolutamente un 4x4...) sino a Plan Maison a 2.500m, dormito comodamente e cenato bene nello storico albergo Lo Stambecco (buon trattamento e prezzi davvero modici). Stamattina, dopo ottima colazione, io e Cri saliti con l'ovetto sino a Cime Bianche e poi funivia a Plateau Rosa, Brunetto ha girovagato su e giù per i bei sentieri della zona aspettandoci poi a Cime Bianche. Come al solito decine e decine di cordate di alpinisti, ma con gli sci solo il sottoscritto, Cri, un'altra signora e uno Svizzero, gran bella giornata! Un saluto a Renato e la sua Compagna incontrati al colle.
mi accorgo ora di aver inserito la gita in quella "da Cervinia", chiaramente nel ns caso era da Plateau Rosa...


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita che conclude una grande stagione. 15 gradi a Cervinia alle 8,00( 26 gradi alle 14,00 )!!! Partito dal Plateau Rosa, alle 11,30 ho fatto dietro front a quota 4090 ( il mal di testa e la neve in rapida evoluzione mi hanno suggerito di privilegiare la discesa alla vetta ). Neve primaverile molto bella anche se un po' pesante poi piste battute seguite fino alla testa grigia. Sono sceso, sci ai piedi, lungo il Ventina, su neve trasformata, alla stazione delle Cime Bianche ove, con 5 minuti di sci in spalla, ho preso l'impianto che mi ha riportato a Cervinia.
Centinaia di persone a piedi ma solo 5-6 ski alp sull'itinerario......secondo me fattibile-sciabile, con soddisfazione, ancora per qualche giorno.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2900
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Cime Bianche. Fuori della telecabina c'è ancora una lingua di neve battuta dai gatti ... continua !
Salita del Ventina ottima. Conca del Breithorn perfetta. Terminale ancora ben chiusa nel punto di passaggio.
Passata la terminale me la sono tracciata io più dolce, perché l'autostrada già presente è molto ripida poiché adattata da chi sale a piedi.
Neve sul pendio finale perfetta come tenuta in salita (tra le 11.30 e le 12.30) e altrettanto fantastica in discesa (dopo le 13.00).
Discesa dagli impianti svizzeri ottima perché hanno riaperto e risistemato le piste dall'ultima volta che sono salito di qui.
Parecchia gente in giro nonostate fosse lunedì.
Il meteo è stato preciso. Velature alte hanno tenuto fresco fino alla conca del Breithorn, poi si sono allontanate e sole splendido.
Mai nè troppo caldo nè troppo freddo. Vento forte solo sulla piazzola della cima, ma un metro sotto si stava riparati e benissimo.
Che dire: è sempre il solito Breithorn ma è sempre bellissimo.
Gita ancora consigliatissima per gli aficionados dello skialp come me. Incredibile che ci fosse pochissima gente con gli sci, considerato quanto era stupenda la neve.
Dai che si smarca anche luglio !


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: senza problemi fino a Cervinia
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo saliti il 30 da Plan Maison, passando dal Colle del Teodulo e pernotto al Rifugio delle Guide del Cervino, per acclimatarci.
Al mattino, senza correre e con vento subito fastidioso poi in calo, saliamo sci ai piedi sulla cima: panorama super. Buchi ancora chiusi ma si stanno aprendo.
Arrivati al Colle del Breithorn, si copre la cima e scendono le nuvole.
Scendiamo dal Ventina fino a 15 min dal parcheggio. In alto neve arata e dura poi sulle piste morbida e più in basso polenta. Dopo di noi, con l'arrivo delle prime funivie, tantissima gente, ma c'è spazio per tutti!!
Gruppo CAI ULE GENOVA, con Manuela che festeggio i suoi 18 anni con il suo primo 4000 e con gli sci!!! Lorenza, Pietro e Roberto (grazie per l'ospitalità)
Conclusione ad Arnad x formaggi e la giornata delle Cantine Aperte ... giusto in tempo.
Ultimo WE di apertura degli impianti.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nulla da rilevare
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Di nuovo a respirare aria fine in questa 2gg sul Rosa.
Partiti con una delle prime funivie da Cervinia, tappa in rifugio per depositare il peso superfluo che avevamo nello zaino e via. Salita stupenda e con giornata bella.
Prima parte discesa non banale ma poi meglio.
In compagnia di Davide e mia moglie Stefania...ottimo gruppo!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: snowboard
sfruttato l'apertura straordinaria degli impianti per il giro... breithorn deserto!
ci siamo goduti la vetta praticamente da soli per una buona oretta con una temperatura gradevolissima e poi scesi verso le 14.30 su ottima neve direttamente sul pendio ripido della punta fino a 10 minuti a piedi dal parcheggio di cervinia

unica nota negativa: abbiamo dovuto attendere le 18 che riaprissero la strada regionale per tornare a casa!
con dani al suo primo 4k


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Numerose persone, e numerosi anche i "gulliveriani", e quindi ai precedenti commenti (n°5...), aggiungo solo queste considerazioni personali.
Gita breve (ovviamente solo se si utilizza -come ho/abbiamo fatto oggi- la funivia), facile, "arcinota" e già percorsa più volte, e (quasi sempre) molto frequentata... Ma una "bella gita" rimane e si mantiene tale, e quindi sempre "bella" e soddisfacente... Soprattutto quando -come in questa circostanza- si passa dalle nubi al cielo azzurro, con il relativo panorama sulle nubi sottostanti..., che si attraversano durante la discesa..., e con l'ottima compagnia di oggi.
Con Roberto B. ("robyberg" su gulliver) e Franco G., e con i ricordi intensi di alcune precedenti salite in questa zona e di altri significativi avvenimenti... E tante altre persone..., per quello che ho riscontrato, o perlomeno per come penso di capire, anche in tanti "spazio e armonia per tutti"...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nulla da dire
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Nuvole e nebbia fino quasi all'arrivo impianti. Partiti in gruppo che purtroppo si è sfilacciato x problemi vari (quota, pelli); proseguiamo in due ma un po lenti, le nuvole avanzano e a 100 mt dalla vetta un segnale di mal di montagna si fa sentire sul più piccolo; decidiamo di non insistere nonostante le voci e gli sci "in verticale" delle persone in vetta fossero ben udibili/visibili, ma serve energia per la discesa; ottima la discesa dal pendio fino al ghiacciaio; peccato per le nuvole ormai risalite che rovinano la discesa su plato' rosà (per questo le 3 stelle); nebbia quasi fino a Cervinia, poi 150 mt di dislivello a piedi per raggiungere il parcheggio

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
10 minuti di portage, poi neve continua sulla pista. Saliti in mezzo alla nebbia. Ottima cena al rifugio, poi spettacolo al mattino sul ghiacciaio. Zero zero zero problemi fino a toccare la punta direttamente con gli sci (usato per sicurezza i rampant ma con un minimo di attenzione non servivano).
Uno spettacolo.
Crepacciata terminale che inizia a farsi notare.
Il buon Vittorio propone la gita in funivia, il mio stomaco rumoreggia al solo sentirne parlare. No grazie. Poi capita che il sabato mattina all'improvviso si faccia la pazzia: mezz'ora di tempo per preparare tutto l'ambaradan e partire malgrado la nebbia su Cervinia: fortuna che Nimbus è una certezza.
Io e Ale, Franco e Marta, e Vittorio ed Enzo in versione rapida.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Gita azzeccatissima dal punto di vista meteo.
Nubi basse su tutta la valle, serenissimo in alto da Plateau Rosa in poi.
Saliti poco onorevolmente in funivia con una delle prime corse, poi senza problemi in vetta. Vento assente, temperatura ottima.
Abbiamo tentato la traversata fino al Breithorn centrale ma dopo pochi passi in cresta siamo tornati indietro; neve poco assestata e assenza di tracciatura.
Discesa fantastica fino al Breithorn pass, poi pista molto divertente anche se via via sempre più bagnata.
Con Enzo e in differita (visto che sono andati a dormire al guide del Cervino) Marco, Ale, Franco e Marta che abbiamo incrociato sotto la cima.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Altro Breithorn dopo 2 settimane.
Arrivati a Cervinia con tempo coperto e qualche dubbio sulla fattibilità.
Presa la prima funivia da Cervina a metà circa dell'ultimo tratto siamo sbucati nell'azzurro e nel sole che ci ha accompagnati fino al ritorno al Plateau Rosa. Saliti quasi in processione tra sci alpinisti e alpinisti in cordata.
Uno stato di neve fresca ha facilitato la progressione fino in vetta, non necessari i rampant anche se li ho utilizzati sulla calotta.
Discesa con neve fresca leggermente appesantita ma ben sciabile pur con innumerevoli tracce di oggi presenti, non siamo stati i primi a scendere.
Arrivati a Plateau Rosa la nuvolaglia e nebbia in valle ha cominciato a risalire quindi primo pezzi del Ventina nella nebbia poi arrivo a Cime Bianche e rientro in fuivia vista la neve che andava scaldandosi.

In compagnia di "Stella Alpina" e Franco di Alagna oltre a un numero incalcolabile di sci alpinisti.



[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata molto bella sino alle 13 , mare di nubi sino a 2800/3000 .
Arrivati al Plateau alle 9,15 ( prima funivia ) , freddo e tempo splendido .
Partiamo per provare a fare il Castore . Molta gente sul percorso in prevalenza verso i 2 Breithorn .
Dopo aver superato il percorso del Breithorn centrale , prima di ripellare per la porta nera , abbiamo deciso di rinunciare .
Il meteo cominciava a peggiorare e se avessimo proseguito avremmo dovuto rientrare con visibilità scarsa .
In ogni caso il percorso per il Castore non era ancora tracciato ed il percorso molto lungo . Alcune cordate stavano salendo il Breithorn Orientale mentre il Polluce era già tracciato .
Sulla via di ritorno 2 di noi sono saliti al Breithorn Occidentale percorrendo la cresta est ( molto affilata )
Il rientro per il Ventina è al limite dai 2350 in giù .
Con Ivan , Margherita e Pino


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Le idee erano tante ma l'ultima nevicata ha lasciato molti dubbi su che tipo di neve avrei potuto trovare,quindi optato per il Breithorn.
Sarà una gita inflazionata e tutto quello che si vuole, però oggi mi ha regalato una fantastica discesa per circa 2200mt,direi che per essere al 17 maggio può andare decisamente bene!
Salita veloce fino al colle,poi traccione pedonale classico oppure traccia scialpinistica verso il colle tra l'occidentale e il centrale,terminale che si sta aprendo ma si passa ancora senza problemi.
Essendo partito tra i primi arrivato in cima in beata solitudine,prima parte della discesa su neve ventata e gessosa non bellissima(200mt),l'ultima perturbazione ha depositato circa 30cm in quota, poi sempre meglio,pendio tra il Ventina e la Gobba di Rollin su bel firn semplicemente fantastico fino ai 2800mt,dopo più marcetta ma facile da sciare e divertente con frequenti uscite dalle piste,due brevi interruzioni e arrivo a 100mt(lineari)dal park sci ai piedi.
Molti diretti verso Polluce e Castore e neanche troppa folla al Breithorn.
Piacevole incontro e chiacchierata con Sergio e Cristina(Il Coppione)coppia alpina doc diretti al Polluce


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: //
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime condizioni di innevamento e nessun buco aperto.
C'è il consueto traccione sul pendio Ovest ed una seconda ed ottima traccia che dalla base del pendio perviene al colle fra i due Breithorn. Cresta ben percorribile e "trafficata".
La vista dai Breithorn non stanca mai e non può che riempire il cuore.
Prima parte della discesa in crosta non portante poi meglio dalla base del pendio in giù. Si arriva con gli sci ancora quasi a Cervinia.
Silvia Brignolo, Pierfrancesco Brignolo, Giovanni De Rosa


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Parcheggio Telecabina Plan Maison
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti tra i primi della giornata dietro ad una cordata di svizzeri che hanno battutao traccia sino alla depressione tra il Centrale e l'Occidentale.
Abbiamo rinunciato alla "doppietta" per non tardare ulteriormente l'ora della discesa visto l'incomprensibile ritardo con cui sono stati aperti gli impianti (9 invece che 8,10....)
Cresta finale piuttosto affilata ma ben tracciata.
Scesi sci a piedi dalla vetta dell'Occidentale su bella farina compressa. Neve ancora molto bella sino a Cime Bianche, poi faticosa ma ben sciabile sino a 100 mt (di distanza) dall'auto.
Con mio figlio Gabriele al suo primo 4000 sciistico (e 2° in assoluto). Molto sicuro in salita (anche sulla cresta che abbiamo percorso slegati) e sempre bravo in discesa.



[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Se salite di notte occhio agli animali per strada
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte ancora dal parcheggio funivia (dietro alle costruzioni)e la neve è continua.
Ottime condizioni su tutto il percorso. Scarso rigelo alla partenza (7 gradi alle 4.40) poi via via meglio.
Conca del Breithorn ben tappata compresa la terminale.
Buona la salita sul traverso anche se io per sicurezza metto sempre i coltelli, visti il ripido e lo scivolo.
Oggi la neve ha tenuto grazie a leggera velatura di cirri. Discesa dalla cima alle 11.30 con crosta ancora gelata. Dagli impianti in poi stupenda. Ventina sceso alle 13.15 inaspettatamente fantastico fino in fondo. Un po' marcia solo nell'ultimo rettilineo e nel pendio che scende al parcheggio .
Sveglia alle 2.00 e partenza da Cervinia sci ai piedi alle 4.40! Fondamentali per la mia sopravvivenza, viste le quasi 7 ore di salita, il rabbocco di colazione al rifugio Guide alle 8.00 e il piatto di pasta alle 12.00. In solitaria assoluta fino al Plateau...nel silenzio delle pietre. Poi nella conca del Breithorn e in cima incontrati due russi e due cechi. Unico in vetta con gli sci perché gli altri li hanno lasciati sotto la termiale e sono saliti coi ramponi. Commovente come al solito in vetta. Anche se è il solito Breithorn, il pendio finale merita sempre, nonostante le ore di salita noiosa precedenti.
Non so se si riuscirà a tirare tutti i mesi con gli sci come lo scorso anno.....intanto maggio è smarcato.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessuno
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni ottime sull'itinerario. Saliti con la seconda funivia del mattino fino a Plateau (21 Euro). Anche se gli impianti di Zermatt sono nominalmente aperti, gli skilift ad ancora che si attraversano in salita sono chiusi. Anche dal Piccolo Cervino non arriva nessuno (chiuso?), quindi si sale senza dover schivare gli sciatori. Salita della pala finale ben tracciata e in buone condizioni, ho messo i rampant poco prima del lungo traverso e mi sono trovato bene perche' l'uscita dal medesimo era un po' ghiacciata.
Discesa bella, con neve duretta ma non troppo nella zona ripida sotto la cima, poi dai 3900 in giu' sciata magnifica.
Buon innevamento (vista la stagione!) fino in paese, durera' ancora qualche giorno se il caldo non sara' troppo forte.
Grazie a Franco per la bella giornata sugli sci! Condizioni meteo perfette, alla mia terza visita finalmente in cima senza nubi, vento, freddo, ecc...
Folla notevole, ma ben sgranata sul percorso (si percepiscono i "grupponi" corrispondenti alle varie salite della funivia!).


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: n.n.
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Sesta volta su questa montagna ma ogni volta un'emozione unica la sua impareggiabile vista dalla cima. Si parte da Cervinia ancora sci ai piedi. Il rigelo è stato molto buono per cui progressione veloce e scorrevole senza mai avvertire il bisogno di usare i coltelli, se non nell'ultimo tratto prima della vetta dove cmq non sono stati utilizzati. Oggi ho accusato un leggero malessere dovuto alla quota tuttavia si è riuscito ad attestarsi sulle 4 ore e 15 di percorrenza da Cervinia. Molto bravi anche i soci di oggi a tenere il passo nonostante il poco allenamento all'alta quota. Condizioni molto buone sia come innevamento delle piste e del percorso dal colle del Breithorn alla cima, sia come sicurezza. Discesa da ricordare: prima metà del pendio del Breithorn su neve duretta, poi farina pressata ben sciabile e nel tratto pianeggiante fondo portante con due dita di farinella su fondo duro fino alle piste del Piccolo Cervino. Queste ultime strepitose fino a Plateau poi solito Ventina un po' duretto ma ben sciabile. Dopodiché piste fresate e smollate il punto giusto ancora vergini che hanno regalato una sciata a dir poco entusiasmante. Velluto puro. Sci alla macchina. Discesa terminata poco prima di mezzogiorno. Di meglio non si poteva chiedere.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da cervinia alle 8.00 con funivie gratuite. Alle 9.00 partiti dal plateau con vento impetuoso ma salendo si attenuava. Dopo aver visto passare le prime cinque squadre del trofeo mezzalama siamo saliti al Breithorn ed in punta vento accettabile, tanta gente ancora che saliva. Discesa con circa 20 cm di neve fresca ben sciabile anche se già abbastanza tritata. Al colle abbiamo ancora atteso alcuni altri passaggi della gara e poi giù fino a Cervinia dove sul finale la neve risultava parecchi bagnata con caldo significativo. Una bella occasione per fare un quattromila anche se tanto inflazionato!
Un saluto ai compagni di gita: Giuseppe, Bepi, Claudia, Jordi,Daniela, Frank (grande Telemarker) e Alberto. Tanti saluti a Sepp57.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata ventosa,molti scialp x sostenere i partecipanti al Mezzalama,impianti gratuiti,coltelli comodi ma non indispensabili.
In discesa ore 11.30 polvere fino al colle del Breithorn ed anche sul muro sotto che porta all'inizio del Ventina. poi progressivamente + umida e pesante infine marcia, ma si arriva a Cervinia sci ai piedi

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: snowboard
Oggi su questo 4000 a distanza di tanti anni..approfittato degli impianti gratuiti e per fare il tifo agli atleti del mezzalama. Giornata stupenda con vento a tratti a raffiche ma mai fastidioso.Ottima traccia visto la presenza numerosa di sci alpinisti.Bellissima neve e polverosa nel canale della spazzatura appena dopo il rifugio delle guide nei pressi della pista ventina..oggi in ottima compagnia..e Grazie a bas e al suo occhio da freerider..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
saliti per l'occasione del trofeo Mezzalama, partiti dal Plateau assenza di vento e giornata come da previsioni molto bello fino verso le 16, in cima un pò di vento ma non era per nulla freddo, bellissima discesa su neve fresca leggermente ventata e crosticina comunque ben sciabile, dalla gobba di Rollin fino a Plan Maison neve divertentissima poi da li a Cervinia neve pesante e trasformata a mo di polenta. un'altra grande giornata di scialpinismo con amici affiatati Laura Giuliano e Fortunato.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: pulito
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi gita comoda sfruttando gli impianti di risalita gratuiti.
Neve fresca della notte un po' spazzata dal vento verso la cima ma bella e ben sciabile sino al colle; da questo al plateau discesa su ottima pista poi giù per il Ventina non battuto ma perfettamente praticabile, solo gli ultimi 200 m. di dislivello si fanno su neve un po' marciotta.

Bella giornata in compagnia di 1500 persone corse a tifare ed applaudire i fantastici runner che dopo 30 Km. di su e giù per le creste andavano ancora come schegge.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok.
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi Mezzalama. Partito dal Plateau Rosa sfruttando l'unica finestra di bel tempo di questi giorni. Nella notte ha nevicato e tirato vento forte, pertanto sono arrivato solo a quota 4000 in quanto ho giudicato troppo pericoloso proseguire, malgrado decine e decine di persone salivano verso la vetta. Credo che oggi si sia verificato il tipico caso di "overconfidence" ossia tante persone sulla via=assenza di rischio, creando una falsa sensazione di sicurezza. Sceso sino a Cervinia sulle piste. In basso sciata molto difficoltosa a causa delle montagnette di neve molle.
Oggi centinaia di persone sul ghiacciaio per seguire il Trofeo Mezzalama.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Plateau Rosa. Siamo saliti sci ai piedi fino in vetta con i coltelli. Abbastanza vento purtroppo. Scesi verso l'una, primissime curve belle, poi neve crostosa non portante o dura fino a ricongiungersi alle piste.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ok fino a Cervinia
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Breithorn di rito a Pasquetta... Partiti da Cervinia con -8, dopo 150m si alza un forte vento freddo che ci accompagnerà per tre quarti del percorso, risultato: freddo! freddo! E ancora freddo! Soste al Bar Gran Sometta per vedere se le dita ci sono ancora tutte, a Plateau Rosa per controllare nuovamente. Unica zona senza vento, quindi con neve ottima, la pala finale, due metri sotto la vetta calma piatta, sopra quasi impossibile stare in piedi. Discesa ottima come al solito. Impianti di Plateau chiuse per le raffiche. Un po' di gente sul percorso ma, a parte qualche tutina, quasi tutti da Plateau Rosa o dal Piccolo Cervino. Sole e sereno tutto il giorno. Tre persone stavano tracciando la Roccia Nera.
Con Bubbola che con il clima odierno è come se l'avesse fatta due volte... Io giù di lì.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: cervinia
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da breuil-cervinia ore 7.30, salita lungo pista del ventino fino a plateau rosa, di qui colle del breithorn e lungo evidenti tracce breithorn occidentale. Osservata gente che tracciava verso breithorn orientale e sul castore. Utilizzati ramponi per gli ultimi 200m di salita (avevamo pelli un po' usurate, con delle pelli da tenuta si saliva facilmente).
Discesa spettacolare dalla vetta in farina, poi dal rifugio delle guide fuoripista un po' tritato.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Finalmente oggi il Breithorn, partito da plateau rosa verso le 9, con qualche folata di vento ma nulla di significante. neve oramai tutta trasformata, modellata dal vento il quale ha formato delle onde ghiacciate che danno fastidio sia in salita che in discesa. Quindi tutto molto irregolare. Nella parte finale sono stati utili i ramponi, a causa del traverso molto ghiacciato. dalla cima, anche se per la sesta volta, il panorama rimane sempre unico e spettacolare. Le traccie che portano a quello centrale sia passando dal colle sia dalla cresta sono state spazzate via dal vento, rimane solo la via normale per quello occidentale. Parecchia gente circa una ventina. salito a spezzoni in compagnia di 3 skialp che si allenavano in vista del Mezzalama. ringrazio per la compagnia!!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: nessuna
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partito con l ovovia delle 9 da Valtournenche che porta fino alle Salette 2245m. ,pensavo, visto le condizioni meteo di arrivare solo al colle sup. cime bianche, ma una volta arrivato li il cielo si è aperto, cosi ho puntato verso il ventina e dopo l'ultimo muro a Plateau rosa. dove il cielo si è nuovamente chiuso. dopo soli 5 minuti tutto sereno allora non contento mi dirigo verso il piccolo Cervino, dove incontro un ragazzo e una ragazza (se non sbaglio Roberto e ...) partiti da plateau per fare il Breithorn occidentale, cosi seguo loro, fino a 4015m. dove il muro cambia pendenza. essendo partito per una gita di qualche centinaio di metri di dislivello non avevo con me molta attrezzatura cosi tolgo le pelli a 140 metri dalla cima e mi godo la discesa, su perfetta polvere. per salire è presente una buona traccia per quello che si poteva vedere con la nebbia, la neve buona grazie alle temperature basse (-6/-7 oggi alle 14) e all'assenza di vento. In tutto 1920m di D+ e 24,30 Km tra salita e discesa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Funivia
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Gita effettuata in giornata, partiti con la prima corsa da cervinia (apertura ore 8,10).
Dal piccolo cervino tracce presenti e crepacci chiusi. Abbiamo tagliato il pendio verso ovest sotto le roccettte portandosi in cresta. Molti salivano con ramponi e sci nello zaino, in realtà con i rampant si va su molto bene sci ai piedi. Sciabile dalla parte superiore anche se molto ghiacciato. Vista valanga caduta circa due settimane fa proprio sotto la sella tra il breithorn occidentale e il centrale. Sotto neve primaverile, più divertente. Purtroppo dal ventina non si può ancora scendere perché l'innevamento non è sufficiente per arrivare all'impianto di cime bianche.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Tutto sgombro fino al Breuil
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Da Plateau Rosa, con gli sci fino a 200m sotto la vetta, poi con i ramponi. Neve ghiacciata su fondo di ghiaccio verde dalla vetta fino alla terminale, sciabile con attenzione se con lamine buone (le mie erano in condizioni pessime). Chi saliva con gli sci metteva i rampant. Sul plateau tra Gobba di Rollin e Breithorn crepacci chiusi. Terminale Breithorn aperta in più punti, dove aperta più di 3m di salto: vista la condizione della neve, cercare di non cadere in discesa dalla vetta pena il rischio di scivolare fino alla terminale.
Con Carlotta, Davide e Angelo (loro due a piedi).


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti con gli sci fino in vetta, utili ma non indispensabili i coltelli, per scrupolo li abbiamo messi ma se ne poteva anche fare a meno. Tutto assestato (due settimane che non nevica e il lastrone che doveva staccarsi si è già staccato qualche giorno fa... )
Neve ghiacciata sulla parte alta ma che migliora di molto scendendo un po.
Oggi un sacco di gente sulle piste (e un sacco di coda alle casse)
Con Cecco


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: nulla
quota neve m :: 500
attrezzatura :: scialpinistica
Fino a poco tempo fa, almeno in autunno qui c'era una certa tranquillità...ora non più...ora abbiamo i "surfisti" che tagliano pendii come se fossero nei pressi delle piste...questo povero Breithorn non mi sembra più un "4000" degno di menzione...purtroppo non è per "colpa " sua!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Mi permetto di puntualizzare alcune informazioni importanti sulla valanga caduta dal pendio del Breithorn: Il fronte era notevole, come visibile dalla foto almeno 40-50 metri. Lo spessore altrettanti, perché in fondo alcuni blocchi erano grossi come una scrivania. Sono stato forse il primo a buttarsi sulla valanga appena arrestatasi con l'ARVA in ricerca nella parte bassa e assicuro che camminarci sopra è stata un'impresa.
Le persone coinvolte che ho visto io durante l'evento sono almeno 8-10, tra cui un ragazzo che ha lamentato problemi ad una gamba e che forse poi è stato portato via dall'elicottero svizzero, il primo intevenuto. C'erano degli stranieri che hanno dato forse il primo allarme.
Ma la cosa più importante da segnalare è che tre ragazzi che sono stati interessati dalla valanga sul bordo destro (guardando da sotto)hanno riferito di uno con lo snowboard che ha tagliato il pendio e ha causato il distacco in alto e che poi a loro avrebbe chiesto scusa. Il distacco è partito sulla pancia della traccia che va verso il colletto tra i due Breithorn, proprio dove c'è la maggiore curvatura e pendenza....un taglio da manuale quindi, complimenti !!
Infine segnalo che quando ho iniziato a cercare con l'ARVA mi sono reso conto che molti erano senza, compresa gente con gli sci, pertanto quando non ho sentito più segnali mi ha preso lo sconforto a pensare che potesse esserci ancora gente sotto quei macigni.
E' veramente incredibile che si spenda e spanda per vestirsi da fighi e poi non si abbia ancora metabolizzato che questo strumento SERVE.
Complimenti invece a Michela che ha avuto la prontezza di allertare il nostro soccorso; non era possibile infatti escludere che qualcuno fosse rimasto sotto. Anche se arrivati un po' dopo, essendo stati messi al corrente della gente senza ARVA, i nostri erano organizzati coi cani !
Abbiamo poi saputo che per fortuna nessuno era rimasto sepolto.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Impianti aperti, ma dato che mio padre è nato a Genova, sono salito a piedi. La neve inizia a 3200 mt, ma Gulliver permette di scrivere max 3000. Neve trasformata e portante. Appena dopo aver salutato Cri (sempre molto stilosa con i suoi abbinamenti cromatici - oggi celeste e lilla) sono giunto alla base del Breithorn. In quel momento si è staccato un lastrone che ha fatto ruzzolare a valle tre persone. Per fortuna solo un grande spavento. Arrivati elicotteri e unità cinofile. Si arriva in punta con gli sci ai piedi senza problemi.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: perfetto
quota neve m :: 2900
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Cime Bianche con le pelli e disceso poi solo fino al Plateau. Per chi vuole ancora cimentarsi con un po' di portage sono solo 20 minuti. La neve continua si trova passata la prima rampa della pista, nella conca-canale che poi gira a sinistra e sale al Ventina. Sul Ventina nella parte bassa chiazze di neve fresca e poi sempre di più salendo.
Conca del Breithorn ancora tappatissima con almeno una spanna di neve recente. Pendio finale in condizioni notevolmente migliori rispetto a 10 giorni fa. La neve recente ha praticamente ricoperto la fessura della terminale che già si intravedeva e mi ha consentito di salire sulla ripida traccia già presente senza tribolare.
Finalmente una giornata pulita e senza vento, si poteva stare in vetta con calma tirando fuori "sdraio e ombrellone".
.... e così ho smarcato anche settembre con gli sci, mentre le pedule sono ancora dell'armadio !


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal Plateau. Neve dura e compressa dal vento e dal freddo. Conca del Breithorn ancora in ottime condizioni di sicurezza. Sulla terminale alla base del pendio finale si inizia a intravedere una fessurina all'attraverssamento della traccia.
Sul pendio finale traccia esistente ripida e faticosa per gli sci (un'autostrada per chi era a piedi). Ho allargato intorno a piacimento per addolcire la salita ma ho comunque faticato su pendio durissimo e battuto dal vento. Fondamentali i coltelli. Il traversone l'ho fatto praticamente attaccato a quelli.
Discesa splendida invece. Giù dritto dalla cima, poi allargato a destra sotto il traccione per non disturbare chi ancora saliva.
Grazie a MicMic per la splendida compagnia.


[visualizza gita completa con 3 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 10/04/16 - guido.ch
  • 30/08/12 - sborderzena
  • 01/05/11 - turialdo
  • 22/05/10 - edvs
  • 28/06/09 - fabriziog
  • 07/05/09 - turialdo
  • 07/07/07 - fyplom
  • 17/04/06 - frankie56
  • 18/04/04 - frankie56
  • 16/03/03 - jetto1968
  • 08/03/03 - jetto1968
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: ghiacciaio
    difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Sud
    quota partenza (m): 2005
    quota vetta/quota massima (m): 4165
    dislivello totale (m): 2140

    Ultime gite di sci alpinismo

    19/11/17 - Baral (Bec) da Limonetto - marco329
    Esposizione perfetta a sud.neve trasformata,godibile da scendere.pendenze a tratti sostenute,dura poco se non nevica
    18/11/17 - Chiamossero (Monte del) o Ciamoussè da Limonetto - luca76
    Neve continua dal parcheggio e piste fresate dal gatto. Saliti prima in vetta per itinerario qui descritto, discesa prima parte sui pendii est su bella neve ancora dura e grippante per poi prendere un [...]
    18/11/17 - Galehorn da Engiloch - basca
    Saliti dopo 2 nevicate, ma qualche sasso si tocca ancora anche in salita. Prima del Sirwoltesattel seguito a destra i segni del sentiero estivo seguondo i migliori pendii fino a prima della cima dove [...]
    18/11/17 - Briccas o Trucchet da Brich - fyplom
    Oggi bellissima giornata senza un filo di vento. Si parte sci ai piedi cercando le lingue di neve per i primi 100 m di dislivello. Discesa alle 12.30 su neve cotta al punto giusto sulle esposizioni al [...]
    18/11/17 - Murtèl (Piz) da Surlej - Pinutz76
    Partenza sci ai piedi da Surlej (il piazzale del parcheggio è gratuito). Risaliti dalle piste ancora chiuse (apertura sabato 25). L'itinerario permette di guadagnare quota piuttosto rapidamente fi [...]
    18/11/17 - Mondolè (Monte) da Artesina, anello per Cima Durand e Colla Rossa - gazzano
    Tanta gente sulle piste , breve salita da Colla Bauzano e discesa sul versante sud verso val Ellero , traverso sotto Mondolè per rientro . Neve discreta a sud e poi piste sino in basso .
    18/11/17 - Gondran (Fort du) - Sommet des Anges da Montgenèvre - c.ale
    Beh che dire se non Fosse per l' aggiunta di materia prima dei cannoni la neve è scarsina ma così bella e comoda salita ed ottima discesa sulla pista ottimamente preparata. Impianti funzionanti al m [...]