Coudrey (Monte) Capitan Walker

Bellissima via, per nulla facile e quindi per nulla banale sopratutto nel secondo tiro. Non farsi ingannare dal grado 4 perchè per omogeneità di giudizio con le gite della zona direi che è un pò sottogradata, resta comunque un mio parere personale, i draghi che fanno il 6c ( e che io invidio) probabilmente la salgono con gli scarponi. Noi siamo quì giunti dopo aver salito il Pilier del Forte ed i tiri centrali di Pa Raumer, forse la stanchezza mi ha fatto vedere le cose più difficili di quello che sono nella realtà. Comunque ripeto... bellissima!
Salita con Ezio che ringrazio perchè ha avuto la pazienza di portare questo vecchietto su un concatenamento di vie che spero diventi un "classico", ne vale veramente la pena. Per il rientro, dopo le tre doppie di discesa, abbiamo avuto la fortuna di incontrare quattro scalatori biellesi che conoscevano bene il percorso del ritorno e ci hanno fatto risparmiare un sicuro "ravanamento" nel bosco. Li ringrazio nuovamente e li saluto

Ezio sul secondo tiro
Eugenio nel traverso del secondo tiro
Eugenio a fine via
il nostro trittico Pilier del forte - Pa Raumer - Capitan Walker

[visualizza gita completa con 4 foto]
La via è sempre di soddisfazione, perfettamente in ordine, a parte la solita lama di L2 (di cui abbiamo imparato a diffidare) ed il solito avvicinamento ravanoso (siamo saliti con "i due marimba" per camminare un po' meno).
Ma questa volta il commento tecnico passa in secondo piano, la chicca della gita è stato l'incontro che mai avremmo potuto aspettarci: davanti a noi il mitico CHRISTOPHE PROFIT (Germana lo guardava come un "marziano" per l'eleganza dell'arrampicata), che nel tempo della nostra salita ha completato (con due secondi di cordata) la Cpt Walker e la Gat ad Piumb, poi ha chiesto cosa c'era ancora da fare lì vicino.... credo che in mezza giornata avesse già spazzolato tutto il settore alto ;)


[visualizza gita completa]
Finalmente riusciamo a mettere le mani su questa via, il cui avvicinamento nel bosco, data la lunghezza e la scarsità di indicazioni, può facilmente scoraggiare chi per le prime volte si avvicina a questi settori alti e di gran lunga meno frequentati rispetto al resto del comprensorio. Dopo Spirito Olimpico ed i tre tiri centrali della Pa Raumer ci viene molto comodo concludere la giornata su questa via che banale non è. Con Fabrizio N.A. che si è fatto il tiro più goloso (L2), esternando senza riserve la sua soddisfazione nel tratto chiave del traverso dove il V^ grado credo ci stia tutto, come già detto anche da altri ben più preparati di noi. A me i restanti 2 tiri con prevalenza di placca del tutto simili alle vie sul Pilier del Forte e dintorni. Una breve calata da S3 e poi una di 60 m da S2 fino alla base. Poi giù nel bosco con vegetazione molto fitta e temperature da sauna dove è opportuno mai abbassare la guardia per non perdere la esile traccia ed evitare scivoloni sui tratti umidi. Dopo lunga attesa, finalmente una bella giornata piena sulle rocce di Albard, il meteo è stato buono ed è andato via via migliorando. Sempre ben frequentati i settori bassi e le prime vie rivolte a sud nei settori nuovi mentre appaiono muschiose ed abbandonate le partenze delle vie Gat ad Piumb e Asso di Macumba sulle quali non abbiamo mai visto nessuno.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Via poco frequentata, per ragioni comprensibili: avvicinamento lungo e ravanoso (a meno di salire con la pa' raumer) per tre soli tiri, oltre tutto dichiarati banalmente di quarto grado. Eppure vale abbondantemente la fatica dell'avvicinamento, nel suo livello è fra le più belle di tutto il settore e a dirla tutta non è neppure così banale come difficoltà: la volta scorsa non avevo osato smentire i gradi dichiarati, ma condivido l'opinione esperta di Rocco. Nel primo tiro, divertente e molto appigliato, ci sono solo alcuni passi in odore di quinto, ma al delicato traverso del secondo tiro va riconosciuto il quinto grado pieno, per ragioni tecniche e soprattutto psicologiche. Confermo anche la lama pericolosamente fragile al termine del traverso, da evitare assolutamente. Un po' più facile ma ancora molto divertente il tiro finale. Consigliabile la discesa in doppia sulla Gat ad piumb.
Con Germana come sempre.


[visualizza gita completa]
Via piacevole (un po' meno l'avvicinamento). Le difficoltà non sono alte, ma a nostro parere il 1° tiro è sul 5a, il 2° sul 5b, il terzo 4c. La chiodatura è buona, molto ravvicinata solo nel tratto più delicato del 2° tiro.
ATTENZIONE ALLA LAMA IN CORRISPONDENZA DEL TRAVERSO PER ARRIVARE DALL'ULTIMO SPIT ALLA S2, ha l'aria decisamente precaria, bisognerebbe rimuoverla, ma avevamo gente sotto. Non va usata, traversare più basso.
Discesa con due doppie lineari (la prima da 55 m) su Gat ad piumb.
Abbiamo scelto di salire sfruttando la prima metà di "Pa Raumer...", ma lo schizzo sulla guida è impreciso, dalla sommità del Pilier del forte occorre poi spostarsi molto a dx, inizialmente in discesa, e a cercare gli ometti.
In compagnia di Luca e Pietro.


[visualizza gita completa]
La via è continua, di difficoltà non elevate ed omogenee, anche se il traversino del secondo tiro è psicologicamente più impegnativo del grado tecnico indicato (4c). Discesa con due doppie da 60 m lungo la via (un po' di traverso). In alternativa (con due corde rigorosamente di 60 m) si può scendere diritti fino alla prima sosta della vicina Gat ad Piumb. Il sentiero per raggiungere la via (da Albard di Bard) nel settore alto non è sempre immediatamente individuabile (poco frequentato e ricco di vegetazione). Allego una traccia gps indicativa (seppure non perfetta).
Con Germana, bravissima!


[visualizza gita completa con 4 foto]
Via fatta dopo Pa' raumer e i suoi pargoli. Tre tiri divertenti, su roccia ottima, con dei tratti molto carini. Protezioni a spit. Bella roccia di colore rossastro. Molto carino il secondo tiro, anche se gli altri non sono da meno. Discesa in doppia. L'attacco della via è indicato con vernice rossa. Con Alex.

[visualizza gita completa]
via su roccia ottima chiodatura sufficiente secondo tiro molto belo
gruppo gechi C A I arenzano


[visualizza gita completa]
Via continua con passaggi tecnici di aderenza. Il traverso al secondo tiro è da fiatone!!!!
Orfani di Fla e del Mullah, ci siamo avventurati in questo nuovo settore, poco frequentato a giudicare dal sentiero sepolto da foglie e invaso dalla vegetazione ricca di spine!!!!


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: 4 :: 4 obbl ::
esposizione arrampicata: Sud
sviluppo arrampicata (m): 100

Ultime gite di arrampicata

25/09/17 - Numi (Parete dei) Arcipelago America vs. 2017 - teo
Se pensate che a Sea la stagione sia finita, vi state sbagliando! Abbiamo ripristinato questa via ideale per i mesi autunnali, anzi direi sconsigliata in estate per il caldo e per le vipere. La parete [...]
24/09/17 - Oriana (Placche di) - Settore Destro Pioggia di Lacrime - Bestia
24/09/17 - Oriana (Placche di) - Settore Destro via Paomar - Bestia
Scelta X riprendere un po' di confidenza con la placca,via bella,facile e divertente. Soste e spit ok. Fatta Con l'amico Elvio.
24/09/17 - Aval (Tete d') Pilier Rouge Hebdo - diebra
Finalmente dopo il tentativo fallito su Les Elfes di Luglio riesco a fare una via su questa mitica parete. La via e i tiri meritano, non farsi ingannare dai gradi apparentemente facili sulla carta pe [...]
24/09/17 - Militi (Parete dei) Settore Albatros - Spigolo Fornelli - cecco81
Gita effettuata molti anni fa e ora ripresa per corso. Che dire,facile e ben chiodata con soste a catena,sempre in ombra ed sposta al vento,preso freddo allora com questa volta. Molte cose muovono o [...]
24/09/17 - Termier (Tour) Le Feu Sacrè - Nodoinfinito
La foto col tracciato presente su gulliver è totalmente sbagliata, si riferisce forse a un'altra via, per fortuna avevamo altre foto dietro se no attaccavamo la via sbagliata.. Giornata freschina, 5 [...]
24/09/17 - Sbarua (Rocca) Scudo di Enea - Puli88
Bella roccia ma chiodatura distanziata, meglio avere i gradi pieni. Tentati di provare L 3 ma meglio con un po' più di grado e un po' più di zuccheri nel sangue. Con una doppia giù. Con Livio.