Lupo (Cima del) da Chianale

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: in auto fino al parcheggio adiacente la area sosta camper e lariceto
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti ore 7.00 circa dal parcheggio pressi sosta camper ... Portage' di circa 30 minuti ... Attraversato il torrente ... Neve continua fino in vetta ... Rigelo notturno e rampant utili in alcuni passaggi ... Dalla vetta discesa verso le ore 11.00 su neve ventata per i primi 300-400 metri sotto la vetta ... Poi spettacolare fino al lago blu ... Ultimo pendio neve un po' cotta ma sempre piacevole fino al lariceto da dove di sganciano sci e si torna a piedi verso l'auto ... Cielo sereno .. Leggero vento ...
Giornata stupenda in compagnia di Massimo .. Mario e Diego ... Visti altri tre nei dintorni ...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: lasciata auto sulla statale poco dopo Chianale
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti verso le 8.30. con buon rigelo; la neve scesa negli ultimi giorni inizia appena dopo il ponticello. Traccia già presente, nessun problema nel lariceto, solo un tratto di 10 mt senza neve. Neve nuova già trasformata nei pendii sud-est, sud e sud-ovest, mentre a nord è ancora farina. Sole caldo ma in ombra la temperatura è rimasta piuttosto bassa.
Siamo saliti un po' in esplorazione passando dal lago nero, poi siamo ritornati nella traccia principale del vallone che porta al colle del Lupo. Visto che la Pienasea era già stata ravanata da un numeroso gruppo di scialpinisti bellunesi, ci siamo diretti verso i pendii vergini della cima del Lupo, che non ci hanno deluso! Farina nella parte alta (almeno 30 cm) e neve fresca un po' più pesante più in basso, ma comunque ben sciabile. Come ciliegina sulla torta abbiamo infilato un canalino che sbocca sopra il lago Blu, con discreta pendenza ed imbocco con un breve tratto di disarrampicata: anche qui farina. Nel lariceto neve pesante, ma comunque siamo arrivati a 20 mt dalla macchina sci ai piedi.
Gita super per il meteo, l'ambiente, la neve; fatta proprio al momento giusto. Domani non credo sarà più la stessa cosa.....
Con Stefano e Gino


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Ok al ponte di Chianale
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti sotto lo strato di nebbia alta, che abbiamo forato solo a q. 2600 uscendo dal breve canale di sx. che dal lac Bleu sbuca sul pianoro dei Longet. Di qui, volgendo a sx., risalito i bellissimi dossi che conducono alla base dell'evidente, ampio versante ovest della Cima del Lupo, sempre con panorami unici sul Salza e sul mare di nebbie a valle. Discesa polverosa e intonsa sino a q. 2400, poi neve più impegnativa sino al bosco, dove diviene assai dura. Rientro per Pian Vasserot, con la sorpresa della strada sgomberata dalla neve, in giornata, sino a Chianale.
Giornata luminosa sopra le nebbie in ritirata con Giorgio, Valter, Monica, Francesco e Gianluca (auguri, Gian!).


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ras
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Salita in navigazione strumentale fin quasi al col Longet dove abbiamo bucato le nebbie (FANTASTICO!!). Percorso in salita il vallon du Loup (vedi libro Campana), arrivo in cima per il bello e solare versante occidentale. Da notare come il versante nord (qui descritto come via di salita) nei giorni scorsi sia stato interessato da un enorme valanga a lastroni che è arrivata fino a metà valletta del Lupo (quella per la Pienasea) nonostante le più che modeste pendenze del vallone! In discesa tornati per il pendio occidentale fin poco oltre il laghetto di Salza dove, piegando a destra per ripido canale, siamo tornati al colle per il vallone del Lupo italiano. In discesa fino a poco sotto il lago Bleu neve molto bella (in genere farina veloce e asciutta), poi un tratto di crosta difficile nei pressi dell'Antolina, quindi dura e su fondo ondulato non molto piacevole dal bosco all'auto. Grande giornata di sci con Monica,Alberto,Francesco,Gianluca e Valter.

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Tutto perfetto
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
La traccia e' sempre visibile e portante fino a monte del lago blue. Poi e' facile perderla per accumuli da vento che la ricoprono a piu' riprese per ampi tratti all'interno del vallone a monte del lago Bes, ma se si presta attenzione, e' facile da ritrovare. Al colle accessibile tutto su neve in genere si lasciano gli sci. La cresta e' caratterizzata da un netto salto iniziale con piccolo ricovero alla base. Sulla destra un canalino decisamente ripido ma breve, consente di superare detto salto abbastanza agevolmente. Sufficienti i ramponi, al limite una picca per maggior sicurezza. Neve a tratti puro marmo nel canale come in cresta, altri momenti soffice e sfondosa, per recenti accumuli da vento ancora in attesa di rigelo. Con siffatte condizioni come in questo caso dove l'instabilita del manto nevoso e' ancora in via di trasformazione, comporta procedere con cautela e faticare piu' del dovuto. Sciata decente su neve pressata gia in via di umidificazione a partire da 2500m. Polenta concia da valle del lago blue fino all'auto. Vento fresco, ma insufficiente, (visto le temperature per tutto il tempo una manciatina sopra lo zero) a garantire uno stato di decenza del manto nevoso per una discesa che nella sostanza non c'e' stata.
Con Rodolfo, che ha pensato bene di non spingere troppo sull'accelleratore oggi; la sua schiena non glielo avrebbe perdonato.


[visualizza gita completa con 12 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Vento forte che è calato nella seconda parte della mattinata. Nuvole dapprima fastidiose, poi in dissolvimento. Date le basse temperature (- 7° in vetta) e il vento forte che ci ha accompagnato tutta la salita,ma che ha mollato un po' sotto i 2800 m durante la discesa, la meta iniziale (Monte Salza) è stata abbandonata per la più bassa (di 200 m) e veloce da raggiungere Cima del Lupo.
La neve non ha praticamente mollato; solo un po' i pendii a SUD sono stati interessati da un leggero firn che ha reso ancora più piacevole la fantastica discesa con neve continua fino a 2.000 m ca.
Annalisa ed il sottoscritto saliti fino a quota 2800-2900 con i ramponi (molto comodi per la parte ripida iniziale, mentre Roby e Marco hanno calzato subito gli sci.
30' di portage.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Rigelo notturno dall' uscita del bosco. Saliti dal Vallone di Pienasea, che richiede poi a q. 2900 ca. una breve discesa per scavallare nella valletta del Lupo per poi risalire il pendio finale da Nord.
Scesi invece nella valletta del Lupo (neve prima ventata poi bel firn) per raggiungere il lago Bleu dal pendio-canale (neve pesantuccia ma di gran soddisfazione) della foto, a fianco dello slavinone.
Più in basso neve pesante ma sciabile, anche nel bosco.
Tempo meno caldo del previsto, ottima compagnia tra valSangone,vallePo e valVaraita.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Anche oggi Gran Gitone. Giornata bella ma molto fredda specialmente in vetta con vento fastidioso. Ambiente spettacolare e selvaggio. Salita da 5 stelle. Confermo il giudizio dell’amico Larice sulla neve leggermente inferiore alle aspettative specialmente nella parte alta (3 stelle) causa crosticina , mentre nel bosco abbiamo trovato ottima farina. In compagnia di Attilio, Gino, Ettore, Nino, Larice, Gil, Max , Tonino e il mitico Sergio. Aggiungo qualche foto e per gli amanti del genere la traccia GPS che mancava per questa gita.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Gita lunga e di grande ambiente, effettuata secondo l’itinerario del Campana, lungo il Vallon du Loup in territorio francese, e in discesa scollinando su canale abbastanza ripido, almeno 30 gradi, nel Vallone del Lupo (il Vallone del Pienasea). Gran giornata ma molto fredda con vento specialmente in alto. Neve farinosa ma con una fastidiosa crosta, escluso nel bosco finale dove era molto bella. In salita dopo il bosco, il grande anfiteatro sotto il Tour Real si risale bene. Dal Lago Bleu risalito il canale di sinistra. Da lì abbiamo dovuto battere traccia. Nessuno in giro
In 10 del CAI di Genova Sestri
Vorrei far notare che nei riferimenti all'itinerario si fa cenno al Campana, mentre nella breve descrizione si indica la risalita del Vallone del Lupo (non quello in Francia relativo all'itinerario del Campana) e di conseguenza salita alla vetta da sinistra (dal Colle del Lupo) molto meno agevole.

[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
attrezzatura :: scialpinistica
fatta dopo cascata valeria (vedere relazione su cascate )

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Neve continua da circa 1900m, si attraversano i torrenti su ponti di ghiaccio abbastanza agevolmente. Saliti in vetta dalla Valletta del Lupo.
In compagnia di Vale, Davide, Fede, Lollo e Carlo...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
dal parcheggio dopo chianale ( sbarra chiusa al primo tornante con ponticello ) seguire circa per 15' sci in spalla la mulattiera nel vallone antolina. dalle grange in su neve compatta ma traccia di salita abbastanza ravanosa,, se si sale sulla dx orog.. traccia ripida e rigelata di vento con aghi di larice.. un speldido toboga in discesa .. opure per salire stare sulla sx orografica e talgiare più in alto... di pianori superiori buona salita ma abbastanza da battere oggi dopo il vento dei giorni scorsi.. Traccia fatta fin nei pressi del lago bleu.. poi scesi per vento freddo nuvolo e neve che va bene per allenarsi.. Crosta portante ma con molti accumuli di farina ventata..fino al bosco poi sentierino ghiacciatello in mezzo al bosco con aghi caduti che rallentano per fortuna la marcia ed evitano il bob tra i tronchi.. In zona consigliabile il versante ovest della costa savaresch dal vallone di soustra ( 30' di portage dalla sbarra fino alle grange di soustra ) oppure il vallone di s.veran ma con portage anche li . stando sotto rocca bianca si passa probabilmente in salita ma discesa poi con un buon pezzo su prato di almeno 200 di dislivello. .Versant sud neve decisamente migliore anche se oggi con il vento non ha mollato nulla... quelli battuti dal vento da ovest... con croste ventate.. qualche accumulo farinoso nelle vallette..fate voi
Circa 7-8 cordate in giro sulle cascate della zona che sembrano abbastanza formate e a giudicare dai commenti al savigliano non malaccio come situazione generale..


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Fino al lago blu siamo stati agevolati da un bella traccia,poi pendio intonso verso il lago Beige,e finalmente abbiamo avuto la gioia di disegnare il percorso,ma è durato poco,da dietro è arrivato un sipatico gruppo che andava come un treno,ed io ormai non più nella verde età ho ceduto loro il passo,tuttavia prima del colle Longet abbiamo preso la direzione della cima del Lupo dove abbiamo trovato il vallone ed il ripido pendio finale tutto con una fantastica farina. In vetta solo noi, molti sulla Peinasea,giornata splendida e neve da sogno fino sopra la pineta,poi un pò di tutto,e anche un paio di guadi.

[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva con la macchina fino a quota 1850 mt.
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata più fresca e la qualità della neve è subito migliorata. Sole in valle ma le punte sono state quasi sempre avvolte nella nebbia che se da un lato ha influito negativamente sul panorama dall'altro è stata propizia mantenendo la neve compatta. Portage fino a 2100 mt. poi neve continua e alle Grange Antolina si riesce ancora a passare bene. Bella la discesa dalla cima del Lupo su neve portante con un dito di neve fresca.Ripellato dal col Longet per risalire fino alla spalla della Rocca la Niera. Anche qui bellissima discesa su neve trasformata morbida fino a quota 2100 mt. dove inizia il tratto a piedi.
Oggi nessun altro in questa zona.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Solo 4 stelle poichè bisogna portare gli sci sia all'andata che al ritorno per 20 min in qualche punto la neve comincia a scarseggiare e bisogna togliere gli assi anche a quota 2450 per qualche decina di metri gita nella parte alta di grande soddisfazione con neve perfetta fatta in completa solitudine comunque quasi agli sgoccioli come pure la pienasea completamente pelata nella parte finale

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Partiti per fare il Monte Salsa ma arrivati nel vallon du loup tenuto la sua dx (orogr.) quindi finiti alla base della Cima del Lupo, scontando la negligenza di aver lasciato in macchina cartina e relazione. Arrivati sulla dorsale tra la cima ed il colle omonimo decidiamo di scendere lato sn per cercare di capire dove passasse l’itinerario. Discesa su neve a tratti crostosi fino al lago Bess, bello il canale del lago Bleu, quindi neve marcetta fino alla macchina.In compagnia di Giacomo

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Strada per il colle dell'Agnello chiusa.
L'ottimo rigelo notturno e la varietà dell'itinerario ci hanno regalato una giornata indimenticabile. Dalla vetta siamo scesi per il ripido pendio nord su firn strepitoso, poi marcetta divertente nel canale sopra il lago Blu e nella parte inferiore della gita. Nella pineta non abbiamo tenuto il sentiero estivo ma, seguendo le tracce di quelli scesi prima, ci siamo portati al fondo del vallone: così facendo si scia di più e si ravana di meno. Oggi con Roby Slash.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Giornata splendida e ottimo innevamento lungo tutto il tragitto.
Non siamo saliti passando dal colle del Lupo ma abbiamo seguito il Vallon du Loup che scende sul lago Longet e, raggiunto il lago Salza, siamo arrivati in punta. Bella alternativa alla cima Pienasea.
In compagnia di Aldo52, Pierenzo e Guido.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1800
Stupenda giornata per una bella salita. Rispetto alla descrizione di cui sopra noi abbiamo risalito il vallon du loup che ha lo stesso nome ma è ancora più ad ovest, passa sotto il salza e la vetta rimane a sx. forse è meno frequentato, e infatti abbiamo battuto traccia su farina che in discesa ci siamo goduti fino al lago blu. Poi lungo il canale della gr.angiolina su bellissima trasformata fino alle macchine. il freddo ha reso spettacolari le condizioni. gran gita in 11 di cui 8 del cai-ule ge-sestri. Le foto si riferiscono al canale sopra il lago blu e all'ultimo tratto sotto la vetta. ciao

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: trasformata
messo gli sci ai piedi dopo 30 min. di camminata siamo saliti con neve con pietre sopra fino a poco prima dei laghi blu. Qui sabato la nebbia si e' fatta piu' fitta e invece di aldare verso il col longet, abbiamo girato a sinistra per il lago nero e colletto di tur real dove la neve era stupenda e non c'erano passibilita' di sbagliare strada.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sicura
neve (parte superiore gita) :: trasformata in alto e marcia nel bosco
Ripetuto gita fatta ieri, dato che era molto bella, anche se oggi volevamo salire Pienansea, ma desistito causa forte vento. Partiti h. 7 dall'auto. In salita, dopo il bosco conviene tenersi a sx. e non nel canalino. In alto oggi 5 cm. di farina su fondo duro. Si parte con gli sci dalla macchina e ci sono molte possibilità, tutte in ottime condizioni, temperature permettendo: Pienansea, Lupo, Salza, Mongioia, Rocca Bianca..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: farina
Bella gita su neve farinosa con fondo duro, ottime condizioni, neve dall' auto!Molta neve in alto, penso che da queste parti si farà ancora molto!!

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1809
quota vetta/quota massima (m): 3132
dislivello totale (m): 1332

Ultime gite di sci alpinismo

20/09/18 - Wasenhorn o Punta Terrarossa per il versante NNO - manty57
Salito dal passo del Sempione per la Maderlicke e traversata per cresta
29/07/18 - Parrot (Punta) da Indren - lakota
Ieri è finita una stagione scialpinistica unica; con una discesa da sogno dalla vetta della Parrot. Tanta neve, che ricorda gli anni che furono...quando il ghiacciaio non aveva le code di alpinisti i [...]
22/07/18 - Grande Motte (la) da Tignes - lakota
Salita in cima alla grande motte. Con gli impianti poca soddisfazione in salita...ma sciare con un dito di polvere a luglio è una gran cosa. Tentata la nord, ma troppo dura sotto il dito di farina.
22/07/18 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - g.bona
Piste chiuse all'Iseran, ma tutto ben collegato. Non si tolgono mai gli sci ad eccezione degli ultimi 50mt di dislivello prima della cima. Discesa fino al traverso su neve alveolare, praticamente ins [...]
18/07/18 - Zumstein (Punta) da Indren - sanet
Partiti con le frontali dal Rif. Mantova con freddo polare almeno fino al colle del Lys. Giornata galattica con cielo blu cobalto fredda ma senza vento. Solo noi in sci. Poi scendendo incontrati un pa [...]
14/07/18 - Parrot (Punta) da Indren - giogalimba
oggi vento fortissimo gelido in cresta-la neve si è conservata magnificamente almeno fino alla seraccata della Vincent, dove l'enorme traccione di salita e profonde rigole disturbano la sciata, consi [...]
11/07/18 - Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren - everest
Condizioni ancora piu' che buone ,qualche crepaccio ancora mezzo coperto ma ben visibile ...raro vedere il ghiacciaio a luglio in questa situazione.Saliti dal canale con buona traccia al Gnifetti ,ott [...]