Palù (Piz) dalla Capanna Diavolezza

osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: attenzione agli orari funivia: 8,20-17,00
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Seguito il tracciato classico con buon rigelo al mattino ma molto caldo da mezzogiorno in poi. Durante il ritorno abbiamo dovuto improvvisare un passaggio di un crepaccio causa crollo del ponte. Stagione skialp chiusa con una bellissima gita.
Per il ritorno abbiamo seguito la traccia che evita la risalita al Diavolezza attraversando a destra del piz trovat (buon sentiero segnalato da bolli blu e gialli e da ometti) forse da consigliare anche per la salita: si evita un bel dislivello ricongiungendosi al pianoro prima dei seracchi.
Ultima skialp della stagione con i wretch boys (Mauro ed Emanuele)... preso l'ultima-ultima funivia ;-)

Passaggio tra i seracchi
cresta palu
firme in discesa
ritorno lato dx del piz trovat.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Si può partire dalla stazione a valle del Diavolezza - dopo 100 m percorsi già sci ai piedi. La discesa sul Vadret Pers si fa solo in parte con sci ai piedi, affiorano dei sassi e in un breve tratto l'innevamento è interrotto. Dopo buona traccia che passa tra seracchi e in vicinanza di crepi. Cresta finale con buona traccia. Un po di gente in giro, ma non eccessivo. Bellissimo itinerario su una delle più belle montagne delle Alpi orientali.

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
La traccia è facilmente intuibile e lungo il percorso non ci sono scalette: i crepacci sono evidenti e la serraccata iniziale si supera con dei zig zag. Salita la cima Orientale e Centrale per la lunga e bella cresta. Utili i rampanti nella parte alta se si parte presto (prima dell'arrivo della prima corsa degli impianti). Gran bella sciata, dalla cima fino alla Vadret del Morterash.
Due bei giorni, con Francesco, Luca e Loris.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Al mattino al parcheggio della Diavolezza la temperatura era -4. In cima alla Diavolezza -10. Funivia 28 chf solo andata. Già ammassi di nuvole sfilacciate da NW nascondono il sole e s'addensano sulle cime. Quindi non partriamo bene, ma comunque partiamo.
Dalla stazione a monte si scende abbastanza agevolmente con gli sci fino al ghiacciaio piatto. Neve durissima. Poi si pella e si sale senza percorso obbligato su firn. Quando la pendenza aumenta, la neve incomincia ad essere farinosa e fredda e rimane così per tutta la salita e per tutta la giornata.
Il ghiacciaio è molto tormentato rispetto a come me lo ricordavo. Comunque si passa bene tra buchi e seracchi. Ci sono dei passaggi obbligati e, se il ghiacciaio si rompesse ulteriormente, non so come si potrebbe fare..
Intanto il sole va e viene, regalando giochi di luce e scenari veramente suggestivi tra i vari blocchi di ghiaccio azzurro. Arriviamo al colletto nella nebbia - un po' di gente - vento forte e gelo. Varrebbe la pena di fermarsi qui, ma decidiamo di proseguire sperando in uno scoppio di sole in cima, che non avverrà mai.
Lungo la cresta la nebbia è fittissima, e nonostante la traccia sia ben marcata, non ci vuole niente a mettere un piede nell'abisso - la bacchetta destra ogni tanto andava giù - ci fermiamo sulla cima orientale 3882m.

A parte le varie dita insensibili, in discesa si scia bene. Nel complesso neve polverosa anche se un po' tritata lungo i passaggi obbligati. Andare a cercare zone vergini, significa rischiare la vita.
Lungo la risalita la traccia è buona e non necessita di coltelli. Le piste sono aperte fino a metà, poi si continua su pista chiusa ma sciabilissima fino al parcheggio. Neve marmorea fino in fondo; per dare l'idea delle temperature.
La zona dei seracchi è cosi suggestiva che varrebbe la pena farci un giro solo per fare foto, tralasciando la cima. Con Elke e Ruth


[visualizza gita completa con 10 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Fantastica ascensione in ambiente superlativo.
Crepacci chiusi e discesa dal Morteratsch senza problemi.
Con Teone & Co.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Pulite
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Il sabato e durante la notte è scesa un po' di neve che diventa una 20ina di cm alle quote alte. Giornata limpida e vento a raffiche ma forte dal deposito fino alla vetta. La discesa risulta molto bella obbligando, essendo su ghiacciaio, a stare sempre all'occhio. Risalita verso il Diavolezza e discesa per la pista chiusa su neve per alcuni tratti lenta e un po' sfondosa solo nell'ultimo tratto. Si arriva a 100mt lineari dalla stazione della funivia ma ancora per poco.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nessun problema fino al comodo parcheggio
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Moquette! Traccia super e rientro alla macchina (alla base del Diavolezza) sci ai piedi. Neve sempre portante, battuta effetto biliardo. Crepacci ben visibili e facilmente aggirabili, tranne uno sul quale si passa (su solido ponte) senza problemi.
Bellissima la cresta fra l'Orientale e il Centrale.
Discesa in sci dal deposito presso il colle: il pendio dell'Orientale è già ghiacciato e con il vento di oggi non ci è sembrato igienico portare gli sci a spalla sulla cresta.
Con Lorenzo, supèr!


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti con la prima funivia siamo scesi agevolmente con gli sci sul ghiacciaio. La salita fino al colle dove si lasciano gli sci e' ben tracciata e i passaggi tra i seracchi non creano problemi.
Proseguito con picca e ramponi fino al Palu' centrale su bellissima traccia. Discesa spettacolare lungo il ghiacciaio del Morterasch, si arriva con gli sci fino alla stazione.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: funivia diavolezza
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
....per fortuna all'ultimo momento con Francesca decidiamo di farci l'ultima scialpinistica della stagione insieme, funivia alle otto, poca gente in giro, e tutti già partiti col pernotto all'albergo-capanna, così incredibilmente da soli in una domenica di bel tempo ma neanche troppo caldo, ci avviamo con tutta calma alla cima del palù ( fatto solo il primo)dove ci restiamo per oltre venti minuti per ritornare agli sci ed iniziare la sciata verso le due in completa solitudine ( in alto ancora in fase di trasformazione, dai 3500 in giù ottima) ripellare e ridiscendere a piste ormai chiuse, sulla pista bella morbida fino a 200 mt dalla macchina...meglio di così...

condizioni di salita ottime, traccia ben fatta crepacci ben chiusi, tracciato anche il tratto tra il primo ed il secondo palù che a vista mi sembrava buono ma un po più aereo del solito, sulle nord soresini e corti parecchio ghiaccio a vista

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Gran bella gita in un ambiente fantastico.Il Rifugio Diavolezza ti offre condizioni da hotel con gentilezza e disponibilità.
Salita super su bella traccia un po' rovinata in alto dal passaggio delle discese.Bella la cresta un po' disturbata da un fastidioso vento.
Stupenda discesa con tratti vergini di farina.
Interminabile la risalita al Rifugio sotto un caldo africano. Divertente la sciata sulle piste sino alla macchina. Tutto molto bello.
Con il fortissimo Max Lucco e Bruno , mitico macellaio di Pont


[visualizza gita completa con 16 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata rovinata da nuvole e vento.
Salita in ottime condizioni da non perdere e discesa fino al Morteratsch altrettanto!!
report su



[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Due giorni stupendi in un ambiente unico nel suo genere,andateci!!!

io fulvio enzo e la super super CAMILLA!!


[visualizza gita completa con 13 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gita, salire sui Palù è sempre una grande soddisfazione.
Ottima traccia, tante persone in giro. Neve tritata dai tantisimi passaggi ma comunque una bella sciata.
Temperatura ottima.
Grazie a Cristina e Stefano e una saluto a Fabrizio e compagnia.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
Gita SKI CLUB Torino, salita con funivia alle 08.30, Giornata tersa e fredda, saliti in 26 tutti in cordata, traccia evidente su ghiacciaio molto bello con ampie serraccate, in sci fino al colletto, vento da nord in quota, spallone con molta neve e nessuna placca ghiacciata (agevole con ramponi e picozza), no cornici ma attenzione alle raffiche sulla cresta finale, collegamento con la punta centrale ben tracciato. Attenzione in discesa ai molti crepacci nascosti fino al piano sotto il Diavolezza,
poi via scorrevoli sugli ampi plateau del Morteratsch. Eccezionali condizioni del ghiacciaio, molto arato ma qualche spazio libero in discesa lo si trovava ancora. Poi giu' sci ai piedi fino al Morteratsch, treno ogni ora per tornare al diavolezza. Gran gita.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Tanta gente sul percorso ma ancora vari punti dove poter lasciare la propria firma in discesa. Abbiam raggiunto la spalla ma non abbiam proseguito verso la cima causa vento forte e nubi basse (naturalmente il manico ce l'abbiamo...). In discesa il cielo si è aperto bene con neve da urlo e sole caldo. Grazie al mio fido scudiero e alle f.... rimorchiate a st Moritz che ci han fatto passare una bella serata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Strada del maloia innevata, ma già nel pomeriggio era libera
quota neve m :: 1500
Partiti da Morterasch, destinazione Marco e Rosa. Ben presto ci accorgiamo che battere 30/40 cm di neve fresca è troppo per noi due. Dirottiamo allora verso il Diavolezza, dove incrociamo la traccia per il piz Palù. Decidiamo quindi di farlo in giornata. Arrivato alla spalla, dopo 7 h di salita, decido che è ora di scendere e approfittando del bel tempo ci faccimo una delle più belle sciate della stagione. Se domani volete sciare bene evitate il Palù, oggi c'erano almeno 40 persone ed è tutto arato.
Grazie a Mauro, che fermatosi 200m sotto la spalla ha avuto la pazienza di aspettarmi.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2200
partenza da seregno ore 5.00, prima funivia ore 8.00, arrivo alla capanna e discesa al pionoro, fissate le pelli e alle 9.00 si parte. salita perfetta senza utilizzare i rampanti, arrivo al colletto, mettiamo i ramponi e saliamo il pizzo palu orientale poi il centrale, in vetta alle 12.00
cambia il tempo (come da previsione meteo suisse), comincia a nevicare. si parte per la discesa che si interrompe al pianoro per ripellare e risalire e poi giu di nuovo fino a
200 metri dalla macchina, arrivo ore 14.30
sistemato il tutto si parte, sosta a chiavenna e alle 18.00 siamo nuovamente a seregno. FANTASTICO
il tempo bellissimo alla partenza si guasta quando siamo al colletto, saliamo alle vette senza vedere il ponarama intorno. incontriamo due cordate di soci C.A.I. seregno che saliti il sabato hanno fatto la salita a piedi.
con lo scrivente, carlo luciano e pietro, un grazie a tutti
ma per quest'anno forse è l'ultima, sarà ora di cominciare ad arrampicare.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: A. Tirano - P.so Bernina, R. P.so Bernina - Maloja -Chiavenna
quota neve m :: 2000
Partenza con Dino ore 7.30 dalla funivia Diavolezza, risalito le piste sino all'arrivo della funivia, panorama da mozzafiato sul gruppo del Palù. Discesa sul ghiacciaio Pers e ripreso il tragitto di salita sino al colle deposito sci tra le nebbie. Arrivo all'antecima del Palù (3882), Dove i più hanno concluso la propria ascensione. L'intenzione é di proseguire verso la cima centrale non ancora tracciata,inseguendo una cordata composta da tre scialpinisti, purtroppo due componeneti rinunciano e solo uno di loro (il capocordata) in solitaria prosegue, ed io subito dietro e così Giungiamo finalmente in vetta tra le nebbie ed un vento da sud insistente e fastidioso. Un saluto al "capocordata".
F. 1 L'Antecima
F. 2 La discesa
F. 3 Panorama sul gruppo
Come sempre Dino che mi accompagna ad ogni uscita ed un pensiero all'amico insieme abbiamo tracciato e raggiunto la vetta centrale


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
tempo bello , condizioni ottime .

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
Le 3 stelle - lo dico subito - sono per la visibilità quasi nulla che ci ha accompagnato per tutta la salita e per il primo tratto di discesa. Fortunato chi è partito un po' più tardi (noi eravamo in vetta alle 10). Per il resto gita grandiosa da 5 stelle in ambiente glaciale straordinario, con innevamento eccezionale che ci ha consentito di fare interamente sci ai piedi il lunghissimo fuoripista lungo il ghiacciaio del Morteratsch sino alla stazione di partenza del trenino rosso del Bernina. In discesa neve di tutti i tipi, comunque sempre ben sciabile. Straconsigliabile

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1700
ghiacciaio ben coperto,è ancora nevicato,
con neve profonda 40/50 cm.
cresta in condizioni ottime
neve fino alla stazione

anche oggi meteo azzeccato
e gita spettacolare,con il gruppo del bernina al massimo del suo splendore..ovunque scialpinisti,anche sullo spigolo kufner con sci in spalla.....
In vetta gruppo uno gonzalito e roger
gruppo due a 40 minuti Gamba e Piè veloce
ritrovo al trenino(10sf per 10 km !!e per chi li paga)
gita con ruggero,ale e lele


[visualizza gita completa con 6 foto]
trovato condizioni ideali. La cresta finale alla cima richiede attenzione. Anche se non era indispensabile, ci siamo legati già sul ghiacciaio, con le racchette da neve ciò risulta agevole sia in salita che in discesa

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
ci siamo fermati alla spalla a causa delle cattive condizioni meteo. quarta uscita del corsa SA2 della scuaola di scialpinismo del CAI sez. ligure

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Condizioni eccezionali in tutto il percorso, sia in salita che in discesa. Dal colle alla vetta (sia est che centrale) indispensabili ramponi e piccozza. Discesa entusiasmante e lunghissima scendendo lungo il ghiacciaio del Morteratsch.
Un abbraccio alla Silvietta, tosta come sempre


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m :: 2000
strada pulita, neve abbondantissima sino alla stazione di Morteratsch.
Saliti con la funivia al Diavolezza, discesi al ritorno per il ghiacciaio del Morteratsch sino alla stazione. Da qui con il trenino Bernina Express siamo tornati all'auto parcheggiata alla partenza della funivia.
La neve è abbondantissima.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
Ho seguito la traccia fatta da una quindicina di sciatori nel weekend. La traccia scompare dopo i primi seracchi perchè coperta dal vento. Neve ventata per tutto il percorso.
Poco sotto il colle dove la neve era piu dura si notano traccie di lamine e rampanti. Una volta lasciati gli sci al colle ho proseguito con picca e ramponi la cresta fino alla vetta principale. Pericolosi gli accumuli di neve sul lato sud.
Discesa lungo il Morteratsch fino alla stazione del trenino.
Gita comunque bella in un ambiente stupendo.
Gita fatta da solo. Non ho incontrato nessuno lungo il percorso.
Ho visto invece alcune persolne salire alle Bellavista.

Piu foto su: -route-from-diavolezza.html


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Sebbene le previsioni meteo fossero abbastanza negative abbiamo tentata la fortuna ed è andata bene Bellissima gita in grande ambiente Condizioni del ghiacciaio ancora ottime In basso si arriva solo alla fronte della lingua del ghiacciaio del Morterasch poi a piedi fino alla stazione del trenino. In alternativa si potrebbero risalire i 200 m fino al Diavolezza e scendere per le piste che sono ancora aperte e in buone condizioni


C'era molta gente a fare la gita saluto le sezioni del cai della bassa valseriana e gli amici dal cai di varese che stavano scendendo mentre noi salivamo ultima gita sociale 2088 di scialpinismo della sem di milano


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
gita grandiosa, tra le più belle di questo tratto delle alpi, per ambiente, dislivello e sviluppo. tantissima neve, in ottime condizioni, abbondante e farinosa in alto, tutti i crepacci sono chiusi si scia meravigliosamente in mezzo ai seracchi. in basso è compatta e stabile, siamo riusciti ad arrivare alla stazione di Morteratsch sci ai piedi!! poi trenino rosso fino posteggio diavolezza compreso nel biglietto funivia. La crestina finale per la vetta centrale richiede parecchia attenzione, poche possibilità di assicurarsi.
Grandissima Paola che se l'è goduta davvero, grande matto Alessandro che non sbaglia un colpo, in tutti i sensi... ih ih...

pics su



[visualizza gita completa]
anche se non sono andato ai Palù per fare scialpinismo, volevo segnalarvi le condizioni di questa zona.

Al rifugio molta neve fresca. a 3000 metri una stima di 40-50 cm di neve fresca.

Forse qualcuno con gli sci è arrivato in vetta durante le schiarite di domenica.

Qualche foto dei Palù (in tipica veste invernale) scattate domenica la trovate qui:

-Rifugio-Diavolezza-Piz-Palu/14.html







[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 2700
Dall'arrivo della funivia si scende decisamente per almeno 200 mt su pietre e giavine (questa mattina un brevissimo tratto con gli, ma già nel pomeriggio non era più fattibile). Segnavia bianco e azzurro con lettera k. Dopo il lungo aggiramento della prima fascia di crepacci si sale diretti, prima superando con passaggi stretti una serie di seracchi, poi l'ampio pendio, bellissimo sciisticamente, e, prima di arrivare al deposito sci, ancora una serie di seracchi con passaggi più larghi. Ultimo tratto con ramponi prima alla p.ta orientale e poi per breve cresta a quella centrale.
E' una gita bellissima per il susseguirsi di passaggi spettacolari e continue viste sugli speroni nord del palù, sul bernina, sulla cuspide finale. E' ancora in condizione, anche con la prima funivia (ore 9) la neve della parte basse è accettabile, in alto farina compatta.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2300
saliti dalla diavolezza (funivia sempre aperta, prima corsa ore 9,00-ultima ore 17,00- corse ogni ora) e pernottato all'omonimo rifugio.Dal rif. siamo scesi sul ghiacciaio (200 m ca.) e su ottima traccia siamo saliti fino all'anticima est zigzagando tra crepacci e seracchi.Da qui alla cima con ramponi su neve fresca.Ottima la discesa alle 9,30 dalla cima fino a 10 minuti dalle macchine lungo lingue di neve sulle piste.Sopra neve quasi firn
unica nota dolente la risalita al rifugio con gli sci in spalla per 200 m. !


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
Superclassica in ottime condizioni. Foto e info su - sezione *blog*

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: pulita
quota neve m :: 2000
traccia molto evidente sul ghiacciaio
non sono necessari tanti giri fra i crepacci
la discesa iniziale la mattina alle 9 dalla funivia al piano con neve durissima è stato il punto più difficile.
la cresta delle 2 cime in buone condizioni
non una nuvola in giro, compagnia, giornata e gita entusiasmanti.
grazie a Roberto e Maurizio


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1800
Dopo avere visto questa cima mesi fa, oggi in compagnia di cris ho avuto l'opportunità di salirla, stupendo l'ambiente in cui si svolge, stupenda la salita; non può mancare nel curriculum dello scialpinista!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
Gita effettuata con 6 strepitosi amici del Cai di Asti .... partiti il sabato 22 dal parcheggio seguendo le piste da sci siamo giunti sino al rifigio diavolezza per circa 1000 mt. di dislivello (ma si può comodamente prendere la funivia)...domenica di buon ora si parte per il piz palu.... tanta gente ma noi unici con le racchette e ramponi per la parte superiore... posto bellissimo e panorami grandiosi. .. neve marcia nelle ore più calde....

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
Gruppo del CAI di Asti, gita molto appagante. Mi sa che se continua il caldo, presto cadranno alcuni ponti di neve, spece nella crepacciata in alto.

[visualizza gita completa]
Giunti il 22.04.06 alla capanna diavolezza lo spettacolo stupondo un anfiteatro glaciale meraviglioso . Il 23.04.06 alle ore 06,30 partenza verso la vetta del Piz Palù 3905 m , ci aspettava una salita molto impegnativa , con attraversamenti di crapacci , malla fine siamo arrivati tutti e 9 in vetta

[visualizza gita completa]
Giunti il 22.04.06 alla capanna diavolezza lo spettacolo stupondo un anfiteatro glaciale meraviglioso . Il 23.04.06 alle ore 06,30 partenza verso la vetta del Piz Palù 3905 m , ci aspettava una salita molto impegnativa , con attraversamenti di crapacci , malla fine siamo arrivati tutti e 9 in vetta

[visualizza gita completa]
fortunatissimi: unica valle con il sole! nonostante la fatica degli ultimi 200m su pendii ghiacciati con le ciaspole, ne è valsa la pena! ai 3700 messi i ramponi per fare ancora qualche passo, ma la vetta mi aspetta lì per quando sarò ancora più agguerrita... peccato per la fotocamera, un ghiacciaio così era da immortalare! discesa lunghissima e divertente. grazie per la compagnia ai ragazzi del Cai di Monza!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: ...condizioni gita ...
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
saliti sabato alla ch.diavolezza sotto una leggera nevicata (la funivia e' chiusa,ma gli sci si mettono subito,alla partenza della pista).dopo l'ospitalita' (e la cena) piu' da albergo che da rifugio,domenica abbiamo avuto una giornata meravigliosa.il ghiacciaio e' in condizioni perfette e si passano agevolmente sia il primo nodo di seracchi (prendendolo dal vers.orientale) che il grande seracco che divide il pendio superiore (solo un passaggio un po'...emozionante,ma tutto con gli sci).unico problema il forte vento in aumento che ci ha fermati fra la spalla e la cima orientale.discesa meravigliosa con un dito di polvere sulla trasformata.eravamo tentati dalla discesa del gh di morteratsch,ma comportava gli sci in spalla per circa un'ora. robby(e chi se no?) ha invece sceso il canalino della fuorcla trovat,duro ma sciabile.risalendo circa 180m al rif.,la pista e' sciabile e divertente .gita fatta con ugo mauro e robby

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente leggera/asciutta
Di questa tre giorni potrei scrivere un libro...!!!!...
Il maltempo ci ha graziati...consentendoci di raggiungere con buona visibilità la vetta. Il tratto mediano della salita può riservare qualche difficoltà in caso di scarsa visibilità.
Un grazie particolare va a Max, pianificatore impeccabile della tre giorni.
NB: in compagnia anche la presenza di un tuttologo!!...le so tutte!!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: 2/3
neve (parte superiore gita) :: farinosa e dura
Bella gita d'ambiente con numerosi crepacci specialmente nella parte alta tra cui un seracco verticale superabile solo grazie ad una scala li fissata.La cresta finale è molto aerea ma in buone condizioni.Abbiamo tentato la salita al Piz Bernina ma le troppe spaccature nel ghiacciaio di Morteratsch all'altezza del famoso Buuch(=ventre)non permettono in questa stagione con poca neve il suo superamento.Fattibile forse percorrendo la cresta della Fortezza fino al pianoro Bellavista con pernottamento al Rifugio Marco e Rosa o forse dal versante italiano.Da non perdere la discesa fino alla stazione di Morteratsch per la spettacolarità del posto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: libere
quota neve m :: 1900
condizioni meteo perfette
solo un caldo termendo sul ghiacciaio
Neve fino a circa 500mt dalla stazione del trenino
Folla inverosimile sull'itinerario
Gita con gio e babi,che purtroppo a causa del caldo
ha dovuto fermarsi a circa 3500 metri
Giò è stato con lei e io sono andato avanti da solo(si fa per dire).Il caldo intenso ha causato problemi a più di un'escursionista;
in discesa sciata galattica su neve trasformata
fino in fondo:un pò di toboga solo nella zona dei seracchi
Arrivato alla fine della neve sono stramazzato a faccia in giù per la fatica e la tensione.
Gita spettacolare


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 01/01/98 - maturco
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: ghiacciaio
    difficoltà: OSA :: PD :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord
    quota partenza (m): 2800
    quota vetta/quota massima (m): 3905
    dislivello totale (m): 1105

    Ultime gite di sci alpinismo

    18/11/17 - Galehorn da Engiloch - basca
    Saliti dopo 2 nevicate, ma qualche sasso si tocca ancora anche in salita. Prima del Sirwoltesattel seguito a destra i segni del sentiero estivo seguondo i migliori pendii fino a prima della cima dove [...]
    18/11/17 - Briccas o Trucchet da Brich - fyplom
    Oggi bellissima giornata senza un filo di vento. Si parte sci ai piedi cercando le lingue di neve per i primi 100 m di dislivello. Discesa alle 12.30 su neve cotta al punto giusto sulle esposizioni al [...]
    18/11/17 - Murtèl (Piz) da Surlej - Pinutz76
    Partenza sci ai piedi da Surlej (il piazzale del parcheggio è gratuito). Risaliti dalle piste ancora chiuse (apertura sabato 25). L'itinerario permette di guadagnare quota piuttosto rapidamente fi [...]
    18/11/17 - Mondolè (Monte) da Artesina, anello per Cima Durand e Colla Rossa - gazzano
    Tanta gente sulle piste , breve salita da Colla Bauzano e discesa sul versante sud verso val Ellero , traverso sotto Mondolè per rientro . Neve discreta a sud e poi piste sino in basso .
    18/11/17 - Gondran (Fort du) - Sommet des Anges da Montgenèvre - c.ale
    Beh che dire se non Fosse per l' aggiunta di materia prima dei cannoni la neve è scarsina ma così bella e comoda salita ed ottima discesa sulla pista ottimamente preparata. Impianti funzionanti al m [...]
    18/11/17 - Tibert (Monte) da Santuario di San Magno - ugè
    Giornata spaziale , fin troppo calda, mai vista tanta gente su dal santuario : si scende bene se si azzecca la finestra temporale quando la neve ancora dura va a mollare e in basso non è ancora fradi [...]
    18/11/17 - Tibert (Monte) da Santuario di San Magno - citta
    Innevamento non abbondante ma più che sufficiente su tutto il percorso. Neve decisamente assestata, ma naturalmente non trasformata. Comunque mai sfondosa. Dove sono passati la maggior parte degli sc [...]