rocri76


Chi sono

ciao sono Romina, mi piacciono gli sport all'aria aperta, faccio bicicletta, escursioni in montagna e sci di fondo .

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Partite da collere senza problema si arriva a Ghisalle con un sentiero bellissimo con tante foglie che in discesa direi nemiche per le cadute...
Dopo abbiamo avuto qualche problema per continuare sul sentiero in quanto tra le finestre e arbusti hanno preso un po' in sopravvento sul sentiero.... Per fortuna siamo poi riuscite a riprendere il sentiero bello che arriva da Breil.In discesa abbiamo appunto fatto il sentiero n 3 che con un po' di sali e scendi riporta a Ghisalle e poi dirette a collere non abbiamo visto l'altro sentiero. Comunque merita la gita. Sempre in compagnia di Ida manu e dany

Panorama dal beuby verso il forte di Bard e le punte imbiancate
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: accesso d Le Bezet
Fatto percorso circolare partendo da Le Bezet si percorre il sentiero AV1 e 21 (sulla cartina segnato 20-20B). Salita effettuando tutti i tagli così da percorrere il meno possibile la poderale. Arrivata a Tracaoudette tra un alternare della poderale e tagli fino alpeggio Tsa Nova ,colle nord di Menouve e punta. Scesa prendendo poi il sentiero che porta all'alpeggio Arvus qui c'è da risalire circa 30 metri. Dopodichè ci si ricongiunge all'itinerario fatto in salita appena sotto alpe comba Germain. Se non avessi avuto il GPS devo dire che avrei avuto qualche difficoltà nei tagli sopratutto sopra l'alpeggio di Plan Bois. Il percorso totale è di 17 km praticamente andata e ritorno sono quasi uguali in salita 8.33 km. Giornata autunnale spettacolare in super compagnia di Manuela.

vista dal colle

vista dalla punta
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Io consiglierei il percorso che dalla croce Roley si biforca a destra verso plan Borgno sentiero n 9, è più diretto e non ci sono problemi per rintracciare il sentiero che porta al lago Leynir. Lo sviluppo del percorso totale è di circa 19 km. da Plan Borgno si arriva sulla poderale si ignora il sentiero che prosegue in alto ma si continua per la poderale che si dirige in direzione del Rifugio Savoia a circa 4.5 km si trova una biforcazione di sentiero sulla destra segnato sulla cartina sentiers de valsavarenche 1:50.000. All'inizio il sentiero non invita in quanto sembra un ruscello con tante pietre ma in realtà dopo fino al lago Leynir è molto marcato. Abbiamo fatto degli ometti evidenti sul bordo sterrato che indicano il sentiero da prendere a destra. Dal lago poi prendere un sentiero evidente che risale un ruscello a monte del lago ,che conduce a un pianoro cercando qualche ometto qua e là si arriva al sentiero che arriva dal Rifugio . Da qui seguire la relazione precedente .Non vi sono nessun particolari difficoltà nell'arrivare in punta.
Gita fatta con Ida , sviluppo lungo circa 19 km con un alternare di salita e tratti piani. Sole e vento al colle e sopratutto in punta. Ci hanno raggiunto 4 ragazzi in MTB che arrivavano dal Piemonte, questo a dimostrare che la punta è accessibile facilmente.

sentiero da prendere a destra sulla poderale che porta al lago Leynir ,sembra un ruscello.

biforcazione a destra evidente da non prendere prima del nostro bivio

panoramica dalla cima

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gita spettacolare con poco dislivello si ha una vista meravigliosa su quasi tutte le vette di Cogne. In compagnia di Annamaria Ida e Francesca nessuno in punta tutti al lago fermi.

Vista dalla cresta della punta

Vista dalla cresta della punta
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gita spettacolare in un autunno ancora caldo. Ghiacciaio sopra il bivacco facile da salire .Incontrati due ragazzi e un signore che rimaneva al bivacco. Un grazie a Cri e Andrea come al solito per la compagnia.

Panoramica
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Tutto segnalato di recente. C'è solo da fare attenzione in un punto quando si arriva ad intercettare la prima poderale prendere le indicazioni per il n 24a poi lo si abbandonerà ad un'altro bivio più in alto dove si svolta a sinistra in un sentiero senza numero e non si prosegue per il 24a che porta a Bavarex. In realtà ci si arriva anche da Bavarex al mont Saron ma noi abbiamo preferito salire dal 24 e scendere dal 24a così da fare un percorso semicircolare.
Giornata con un po' di nuvole sulle sommità in compagnia di Manu.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
In compagnia di Sonia, Cri e Andrea , giornata fresca ma non troppa. Vista spettacolare. Nessuno al colle , nella conca di Verdonaz cacciatori e altre due persone. Scendendo nel vallone di Verdonaz si accorcia la gita ,in quanto i km di discesa sono minori.

salendo nel vallone prima dell'alpeggio di la Seyvaz

il colle

il colle
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Solo quattro stellette per il tempo purtroppo incontrato che ci ha limitato molto la vista.In compagnia di Ida nessun'altro sul nostrro percorso. La nostra meta era il Truc Blanc ma visto le condizioni meteo abbiamo preferito fare il colle più basso di quota

bivacco forestale con fontana

comba prima del colle

ultimo tratto prima del colle

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Oggi giornata spettacolare partite da Chamolet .Unica cosa da dire per chi avesse voglia di portare un quaderno per scrivere in punta... È fermo al 2016 la penna c'è. Inoltre un piccolo appunto il sentiero che porta all'Emilius è segnalato sulle paline con il numero 14 e numero 8 segnato sui massi.
In compagnia di Manu.Dislivello e km confermo partendo da Chamolet seggiovia sono 1550 con un sviluppo di 15 km. Io sono scesa fino a Pila a piedi per allungare un po' .....
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gita che merita per il paesaggio spettacolare . Salendo dal colle si aggiunge il paesaggio . Con cri incontrati due persone che sono saliti anche loro in cima , in discesa molta gente al lago . Nulla da aggiungere alla descrizione il percorso dal colle alla punta è facile e ad intuizione.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Beubi (Mont de) da Collerè (18/11/17)
    Noir (Bec) da Prailles, anello per il Colle Orientale del Menouve (03/11/17)
    Taou Blanc o Tout Blanc da Pont Valsavarenche (28/10/17)
    Valletta di Bardoney (Punta) da Lillaz (21/10/17)
    Piccolo Monte Bianco o Petit Mont Blanc da La Visaille (07/10/17)
    Saron (Mont) da Bruson (27/09/17)
    Saint Barthélemy (Colle di) da Fonteil, traversata a Oyace (10/09/17)
    Bassac Nord (Colle) da Thumel (02/09/17)
    Emilius (Monte) da Pila per il Rifugio Arbolle (29/08/17)
    Crosatie (Punta e Col de la) da Planaval (25/08/17)
    Tsa (Mont de la) e Punta Chaligne da Buthier (19/08/17)
    Marmagna (Monte) dal Passo dell'Aquila, per il Monte Aquilotto, il Monte Marmagna, la Sella del Braiola, anello (16/08/17)
    Fallère (Mont) da Thouraz per il Lago Fallère (09/08/17)
    Rossa della Grivola (Punta) da Valnontey per il Colle della Rossa (04/08/17)
    Pian Fret (Testa di) da Pian Clavalité (29/07/17)
    Vert (Col) da Barmes, anello per Salè e Avieil (12/11/16)
    Comagna (Testa di) da Eresaz, anello (29/10/16)
    Aver (Becca d') e Cima Longhede da Chantornè, anello per Col d'Aver e Col Fenètre (29/10/16)
    Roisan (Becca di) da Blavy (21/10/16)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (15/10/16)
    Tsa (Mont de la) da Chenaux (28/09/16)
    Cordella (Testa) da Prè Neuf (25/09/16)
    Vamea (Colle di) da Oyace, anello dal vallone di Verdona alla comba di Vessona (22/09/16)
    Aouille (Becca dell') Ferrata Bethaz-Bovard (17/09/16)
    Traversiére (Becca della) da Thumel per il Colle Bassac Déré (03/09/16)
    Oyace (Colle) Ferrata Crète Seche (15/08/16)
    Nery (Mont) da Challand Saint Anselme (11/08/16)
    Fana (Croce di) dal Castello di Quart per il Col Cornet (24/04/16)
    Borelli - Pivano (Rifugio, Ferrata del) da Peuterey (14/11/15)
    Saron (Mont) da Doues (06/11/15)