peu


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi gita con partenza "rilassata", alle 11.
Impianti parzialmente aperti. Abbiamo preferito salire fiancheggiando le piste, poichè il vallone dei mandarini è stato interessato da distacchi significativi nei giorni scorsi.
Dalla cima i primi 200 m ci hanno regalato ancora qualche curva in neve fresca, ma più in basso gli sciatori "pistaioli" hanno triturato tutto, ed era più piacevole sciare in pista che fuori.
Sciabilità :: * / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi prima uscita stagionale, ed in realtà ci siamo fermati all'arrivo dello skilift orsiera viste le condizioni della neve ed il forte vento.
C'è di tutto: in basso poca, salendo aumenta ma ci sono tracce cingolate dei gatti e fuori dalle piste non si riesce a muoversi molto, per croste o cumuletti da vento.
Scendendo siamo riusciti comunque a far qualche curva spostandoci verso la "Plà" (come dicevano i vecchi sciatori)
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: In auto fino a Chezal
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi abbiamo fatto una variante rispetto all'itinerario descritto: da Chezal (in mezzo a prati) abbiamo preso la stradina sterrata che conduce al vallone del rio Combeiraut. Questa strada dal 4° tornante risulta innevata e consente di calzare gli sci a salire, poiché si porta prima ad ovest e poi a nord dei pendii che scendono dal Pitre. Raggiunto il fondo del vallone l'innevamento è abbondante e la neve di varia qualità, ma comunque sciabile.
La stradina finisce quando si incontra il Rio Combeiraut (vedi carte fraternali). Noi abbiamo proseguito sul fondo del vallone per un breve tratto, risalendo poi i pendii che scendono dal colletto tra il Pitre e la costa Trecceira. Al posto del Pitre abbiamo poi puntato alla quota 2530 della costa Trecceira, per la miglior qualità della neve.
In discesa si possono anche fare alcune curve di discreta qualità su neve portante alternata a qualche placca e crosta. Le tre stelle sono forse un po' ottimiste, ma viste le condizioni generali di questo periodo ci stanno. Scendendo conviene non riseguire l'itinerario di salita, ma tenersi più alti del fondo valle (circa 100m) a dx un volta giunti al bosco, per evitare di spingere. Il versante è ripido ma si attraversa discretamente.
Si giunge a circa 15 min dall'auto sci ai piedi.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: buona
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Parcheggiando ad inizio paese, si lascia l'auto sci ai piedi, anche se ci sono solo 5-10 cm di neve, compatta. Salendo la parte bassa ha neve compatta e ben sciabile, nella parte intermedia c'è un po' di crosta e nella parte alta è quasi farinosa e si raggiungono i 30-40 cm. Sciando con attenzione si possono salvare gli sci.

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Confermo quanto detto dalla precedente recensione.
Aggiungo che scendendo forse è più bello tenersi a dx del crinale, dove si trovano condizioni migliori di neve.

la cima

panorama verso sud
Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi si inaugura la stagione. Siamo partiti molto tardi e quindi ci siamo fermati a 2500 m circa di quota, ma la soddisfazione di rivedere questi panorami invernali è stata piena.
Si mettono gli sci all'auto, seguendo poi la strada su una neve che è quasi portante.
Salendo tardi, più in quota, oggi faceva zoccolo.Chi scendeva dalle Rossette segnalava neve buona più in quota, ma il caldo credo abbia appesantito il manto.
In ogni caso se arriverà altra neve questo è un ottimo fondo.
Buona stagione a tutti!

salendo,sullo sfondo il colle dell'agnello

uno sguardo verso la val Varaita
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: bloccata da lingue di neve poco oltre i 1800m di quota
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica

Oggi bella gita al Roncia, con Paolo, Andrea e Mario, che forse si è pentito di frequentarci in versione scialpinistica.. .
La strada sterrata che porta al parcheggio a quota 1970 (che si stacca al terzo tornante in discesa dal moncenisio), è bloccata da alcune lingue di neve circa a quota 1840, 300m prima del penultimo tornante. Ciò aggiunge circa 15 min a piedi lungo la strada. Oltre il parcheggio ancora una decina di minuti a piedi fino al canalone che apre una radura nel bosco. Di li si calzano gli sci. Terminato il canalone lo scenario si apre su tutta la salita in ambiente molto bello. Di qui in su neve in ottime condizioni. La parte bassa è primaverile, liscissima, poi si trova un tratto intermedio lievemente crostoso, mentre la parte alta è di farina compatta molto bella da sciare.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi gita in solitaria. Rispetto all'itinerario descritto, io preferisco risalire la pista del clot, fino a circa 2030 m, dove dopo l'intermedia, il pianetto con tornante ed un muretto, incrocia il sentiero estivo dei forestali (non molto evidente. di qui si abbandona a sx la pista, portandosi in piano al vallone di mendia. poco oltre una bacheca in legno c.è un ponticello che attraversa il rio, si sale quindi sul vallone circa 100m poi un tronco tagliato con un po' di vernice rossa segna l'inizio del sentiero che con un lungo traverso in quota porta all'imbocco del grande vallone superiore che porta al grand miouls. Questo traverso per chi non conosce i posti non è di facile interpretazione.
Oggi la parte alta era in ottime condizioni. Si calzano gli sci dall'arrivo della seggiovia dei trampolini. Si tolgono solo circa 10 min, 100m dopo attraversato il rio mendia.
La gita è bella soprattutto per l'ambiente e la parte alta, ma richiede un certo numero di spostamenti.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi giretto al morefreddo, con Talle.
La neve sulla vecchia pista del clot inizia dalla punta della seggiovia dei trampolini.
Purtroppo nella notte non ha rigelato, ma sulla pista la neve è stata comunque portante.
Discesa nel vallone di Mendia, con parte alta molto bella.
Scendendo però, vista l'assenza di rigelo sotto i 2200 m, il percorso si è fatto insidioso, per un manto che tendeva a sfondare facilmente.

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi giro del Viso in giornata, con Steu. In realtà siamo passati dal due dita, ma il ritorno lo abbiamo fatto passando dai Passi San Chiaffredo e Gallarino.
Il canale due dita si sale bene, su neve abbastanza compatta, anche se sono scese delle scariche di neve che rendono irregolare il pendio. Dall'altro lato, in discesa abbiamo trovato neve molto dura (non aveva ancora preso sole) ed anche con superficie molto irregolare.
Nel Vallone invece si scende bene.
La risalta ai passi San Chiaffredo e Gallarino a richiesto molto "ravanage" nella fase iniziale di bosco. Poi neve trasformata di discreta qualità, ma non eccezionale.

Le 3 stelle riguardano la qualità delle sciate, ma la gita per panorami, itinerario e viaggio nel suo insieme ne vale certamente 5.

il canale che conduce al passo 2 dita

la discesa dal passo due dita

il passo Gallarino
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Gimont (Mont) o Grand Charvia da Monginevro (27/11/16)
    Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (19/11/16)
    Treceira (Costa) da Villardamond (03/01/15)
    Sises (Monte) da Sestriere (13/11/14)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (08/11/14)
    Agnello (Colle dell') da Chianale (06/11/14)
    Ronce (Pointe de) da Plan de l'Ours (17/05/14)
    Grand Miuls (Monte) da Pragelato (17/04/14)
    Morefreddo (Monte) da Pragelato per il Clot della Soma e il versante Nord (13/04/14)
    Monviso (Giro del) da Pian della Regina, Passo Due Dita e Passo delle Sagnette (09/04/14)
    Gran Roc (Monte) da Ponte Terribile (05/04/14)
    Orsiera (Monte, Punta Nord) da Pra Catinat, per il canale Ovest (02/04/14)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (27/03/14)
    Pian Real (Monte) da Prialli (15/03/14)
    Moncrons (Punta di) da Granges di Pragelato (06/01/14)
    Soma (Clot della) da Pragelato (04/01/14)
    Soma (Clot della) da Pragelato (31/12/13)
    Bosco (Cima del) da Rollières (30/12/13)
    Pitre de l'Aigle da Traverses (22/12/13)
    Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè (18/12/13)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti (03/12/13)
    Morefreddo (Monte) da Pattemouche (01/12/13)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigoire (28/11/13)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (24/11/13)
    Briccas o Trucchet da Brich (23/11/13)
    Soma (Clot della) da Pragelato (21/11/13)
    Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (17/11/13)
    Rocciamelone, anticima 3306 m o la Crocetta da La Riposa (09/11/13)
    Via del Sale da Limone Piemonte a Ventimiglia (29/06/13)
    Français Pelouxe (Monte) da Balboutet (15/06/13)
    Ronce (Pointe de) da Plan de l'Ours (08/06/13)
    Scodella (Punta) dalla Valle Argentera per la Valle Lunga (02/06/13)
    Ramière (Punta) o Bric Froid da Rhuilles (26/05/13)
    Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (19/05/13)
    Gran Paradiso da Pravieux per il Rifugio Chabod (12/05/13)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (04/05/13)
    Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (27/04/13)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Borgata Sestriere (25/04/13)
    Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina (17/04/13)
    Blegier (Monte) da Grand Puy (02/04/13)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (07/03/13)
    Ciantiplagna (Cima) da Frais (03/03/13)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigoire (28/02/13)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti (23/02/13)
    Giassiez (Monte) o Giassez da Thures (17/02/13)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigoire (25/01/13)
    Genevris (Monte) da Pragelato (05/01/13)
    Bosco (Cima del) da Rollières (30/12/12)
    Moncrons (Punta di) da Granges di Pragelato (22/12/12)
    Briccas o Trucchet da Brich (15/12/12)
    Moncrons (Punta di) da Granges di Pragelato (08/12/12)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigoire (02/12/12)
    Viso Mozzo da Pian della Regina (25/11/12)
    Envie (Cappello d') da Prali (18/11/12)
    Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (04/11/12)
    Morefreddo (Monte) da Pattemouche (03/11/12)
    Soma (Clot della) da Pragelato (28/10/12)
    Gran Queyron dalla Valle Argentera (16/06/12)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Borgata Sestriere (27/05/12)
    Asti (Sella d') da Chianale (23/05/12)
    Ronce (Pointe de) da Plan de l'Ours (16/05/12)
    Rasciassa (Punta) da Meire Bigoire (25/04/12)
    Terra Nera (Monte) da Rhuilles (22/04/12)
    Français Pelouxe (Monte) da Balboutet (21/04/12)
    Baraccone di San Giacomo (Punta del) da Giordano (31/03/12)
    Cerisira (Punta) da Giordano per il Vallone di Bout du Col (28/03/12)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigoire (24/11/07)