mavik


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: valsavara: strada chiusa dalle 11.30 alle 17.00 x valanghe nei prox gg
attrezzatura :: scialpinistica
Grand Etret coperto stamattina. salito fino al colle centrale. buon rigelo e ottima ascesa anche se le valanghe cadute sono parecchie. Discesa meno bella su crosta sfondosa in alto difficile e poi migliore nella parte centrale anche se si scia prevalentemente su una enorme valanga caduta nel centro del vallone. In basso prende sole da subito e ben trasformata.
In questi giorni di gran caldo forse è meglio scendere intorno le 10, noi siamo scesi alle 11.
Occhio alla strada nei prox gg che rimarrà chiusa dalle 11,30.
Con la compagnia di Federica e di due gracchi alpini in vetta.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dal vallone dell'arp vieille e preso il pendio ripido a destra che porta al rifugio degli Angeli. Molto utili i coltelli. Gita caratterizzata da ottimo rigelo sin dalla partenza e, anche nella parte superiore, benchè più morbida la neve, vietato sbagliare. Usciti sul ghiacciaio pensavamo di salire tramite la variante più easy tagliando a destra e prendendo il colle del Rutor per salire in vetta tramite la cresta NE ma non trovando riferimenti chiari siamo saliti infine per la diretta seguendo una traccia buona di sci, peccato che però ci ha portati dietro il colle del Morion (a sx della testa del Rutor) dove non v'era nessuna possibilità di raggiungere la vetta. Così ritornati sui nostri passi e calzati ramponi e picca decidiamo di affrontare direttamente questa benedetta parete-canale sommitale. La neve qui era un po' sfondosa e abbiamo faticato. Raggiunta la grande roccia 5 metri sotto la madonnina ci siamo fermati. Da lì proseguire era troppo rischioso, si arrivava a 55 gradi forse su neve non bene assestata.
La discesa ripercorrendo la strada d'andata sarebbe stata 5 stelle se a guastare le cose non ci fosse stata quella luce bastiana che elimina ombre e pendenze.
Giornata comunque buona, sole e assenza di vento.
Nota di servizio: la traccia presente è un bastone senza senso, sale dritta senza fare domande. Noi ci siamo chiesti "perchè" invece.


Panorama super e altre amenità in un ambiente grandioso. Bellissima gita col socio Bestia
Sciabilità :: / ***** stelle
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Flassin + Cordellaz. Incontrato tutti i tipi di neve: in generale sempre molto pesante. Nei valloni centrali diviene crosta portante bene assestata, nei pressi del colle invece sembrava quasi farina. In discesa sciabilità molto buona sui pendii alti esposti al sole. Quelli più nascosti e poco più ripidi tra il Flassin e il Cordellaz invece scaricavano ai nostri passaggi valanghine a pera grosse come ruote dei tir.
Ottima giornata comunque fino in vetta al Flassin comodi con gli sci ai piedi. Scesi poco sotto la vetta su un pendio intonso: sballo!! Risaliti dopo al Cordellaz e scesi per il pendio ripido sotto la vetta. Parte bassa molto lenta, seguire le tracce.

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Trovato sole per tutta la gita schiumando sudore a più non posso. Fino alla prima seggiovia è battuta dal gatto poi trovata neve fresca abbastanza pesante ma comunque divertente da sciare. Arrivato in cima alla testa da dove una fittissima nuvola non voleva spostarsi. In giro altri 2 sciatori.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Sci subito ai piedi dal parcheggio in fondo la strada del paese. Incontrata prima neve umida, poi , dalle baite, dai 10 cm fino ai 20 cm di fresca. Per allungare un po' il giro giunto al bivio della casa con dei grandi silos evidenti ho tenuto la destra addentrandomi nel bosco per la poderale. Si è rivelata un'ottima deviazione per i bellissimi scorci anche se allunga i km per poco dislivello.
Dal colle ho proseguito per 100m ca verso la Testa. Totale 1000 D+ . Discesa molto divertente per i primi 500m
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Partito alle 5 del pomeriggio dal parcheggio per una veloce salita alle luci del tramonto. Tracce di salita ce ne sono almeno un paio. Le più recenti si fermano al colletto sotto il sigaro ma io ho preferito salire dietro per il tratto più ripido e mettere le mani sulla roccia della punta. Meravigliosa salita e vista appollaiato sul sigaro. Viceversa la discesa è stata pessima, neve quasi insciabile da quota 2500 in giù.
Itinerario popo figo. prima volta in valgrisa e sul sigaro da solo e al tramonto. direi over the top



Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
ribattezzato alpinismo himalayano a iniziare dall'avvicinamento mistico con le ciaspole dalla macchina (affondavano pure loro)e a finire dalla nebbia stile bagno turco. L'intento era di fare la via del canalino ma vista la tribolazione di primo mattino (3 ore di avvicinamento su neve fresca) decidiamo di salire su un canale che ci si presenta infine davanti dopo aver già aggirato sulla destra un dosso posto sotto la parete nord. Dovrebbe renderci la vita più facile e da lì sarà tutto un ricercare il facile e le zone di ghiaccio. Ravano mode accesa su visibilità zero sbuchiamo infine sulla cresta della cima del Mucrone.
Molta attenzione in discesa a non prendere la cresta a W-NW. Prendere quella Nord e subito dopo deviare a sinistra. Ci siamo aiutati con GPS e neanche così è stato facile. Siamo passati su un fronte svalangato terrificante a due passi dalla normale quindi occhi aperti in caso di nebbia fortissima come ieri.

Alla fine anche giornata divertente insieme a TTTTT e Bestia, due spiccozzate le abbiamo date e l'adrenalina sempre in circolo su una parete invisibile ieri.

l'attacco del nostro canalino

sui passaggi a centro parete.

goulotte a sx o pendio a dx?
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: no Portage
attrezzatura :: scialpinistica
Salito tutto a sinistra, neve crostosa portante su tutto l'itinerario. Vento forte sulla dorsale sinistra negli ultimi 200m e soprattutto in vetta. Alle 10,30 in discesa già era ben sciabile.
Prima volta alla Leissè in una meravigliosa giornata di sole e caldo. Panorama mozzafiato. Da rifare al tramonto
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: buono
tipo ghiaccio :: vetro
note su accesso stradale :: ravanamento mode ON
bellissima questa cascata che di ritorno da Jolanda abbiamo notato sulla sx. E' un attimo, parcheggio e si sale. Ci saranno stati 50 cm di neve fresca dalla strada fino all'attacco. un bel culo ma posto incantato davvero. Appena sotto si apre in tutta la sua grandezza. C'è da dire che la nebbia, la nevicata intensa e il totale isolamento benchè a pochi metri dalla strada hanno reso il tutto un'avventura. Il ghiaccio è quasi nulla lavorato e bello tosto, ci alterniamo con marco per 2 lunghezze fino a sostare nella cengia a destra . Ma data l'ora, le corde gelate, i moschettoni bloccati dal gelo e un intimidatorio attacco del prossimo tiro ci fanno scendere giù comunque abbacinati dalla bellezza del luogo quest'oggi.
consigliabile soprattutto ora che abbiamo fatto una traccia di salita (non so quanto resterà) ancora nevicava.
Con Bestia che di sicuro aggiungerà qualche dettaglio tecnico. Parola d'ordine oggi :mistico!
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: ottimo
tipo ghiaccio :: plastico
causa nebbione Silent Hill che non faceva vedere a 30 metri la cascata non si vedeva dal parcheggio così un'ora di ravanamenti nel bosco sono serviti a scaldarci le braccia per attaccare questa bella cascata. spindrift sul primo tiro abbastanza lavorato e sosta su fix ma moschettone in loco in fin di vita, da cambiare. Secondo ok .1 doppia. consigliata. Ora c'è pure la traccia, quella giusta dei 10 minuti come da rel.
saluti alle cordate d'Asti, noi i soli che hanno scelto Gressoney con questo tempaccio.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .