freehagi


Chi sono

Sulla montagna sentiamo la gioia di vivere, la commozione di sentirsi buoni e il sollievo di dimenticare le miserie terrene. Tutto questo perché siamo più vicini al cielo
Emilio Comici

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Comoda e facile falesia con vie corte e protezioni ravvicinate. Oggi temperature calde mitigate da un po’ di vento che non dava fastidio salvo al termine delle vie in prossimità delle soste. Fatto in sequenza i seguenti tiri: Abciximab, Sama Sasma, Batik, Rach Tre.
Con papà ritornato ad arrampicare dopo l’incidente di febbraio.

Sama Sasma

Papà tornato ad arrampicare

La piccola falesia
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Vento freddo e temperature polari che ci hanno accompagnato per tutta la gita. Lasciata la macchina alla fine della strada sterrata siamo saliti al colle Greguri con bellissima vista sulla Rocca e Torre Castello. I tiri della via, che si sviluppano su roccia quarzitica tipica del gruppo Castello-Provenzale, sono continui nel grado ad esclusione del traverso dopo il primo tiro. Noi abbiamo fatto la prima sosta nei pressi dello spuntone con cavo metallico da utilizzare per effettuare l’ultima doppia per raggiungere il colle. Da lì traverso a sinistra per raggiungere la base del canalino. A questo punto abbiamo unito i tiri L3 e L4 riportati in descrizione arrivando alla sosta dopo aver superato con spaccata il bel camino alla fine del canale. Molto belli e panoramici gli ultimi due tiri in cresta che permettono di raggiungere il ripiano roccioso della vetta.
In discesa tre doppie per raggiungere nuovamente il traverso che abbiamo percorso in sicurezza, poi ultima doppia per raggiungere il colle. Sulla via si trovano vari spit e chiodi vecchi.
Gita sociale del CAI di Almese. Ottima compagnia e bella gita. Un saluto ed un grazie a Lorenzo il mio compagno di cordata.

La parete su cui si sviluppa la via

Sul primo tiro

Canale e camino terzo tiro

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Ho accorciato il giro ad anello tagliando verso S. Pancrazio durante la salita prima di raggiungere borgata Sala ed effettuando quindi il percorso della Seja fino a Torre del Colle. In discesa due tratti non banali. Condizioni ottime per questo breve giretto pre-serale, terreno asciutto e temperatura fresca.
In solitaria. Gita effettuata per poter entrare in classifica di una gara estiva fatta tra un gruppo di amici.... cosa non si fa per bere un mojito al tramonto sulla Seja :)
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Sconnessa ultimi due tornanti prima della fine della strada
Passeggiata tranquilla con pranzo al rifugio. Partiti dalla fine della strada da cui si imbocca sentiero che porta alla chiesetta di Cervetto. Percorso molto panoramico rispetto alla salita dal Paradiso delle rane. In compenso partendo dalla fine della strada molto breve (30 minuti circa). Oggi arietta fredda anche nei tratti al sole.

Gita in famiglia con Gioele, Davide, Barbara e la piccola Viola a suo agio tra pascoli e boschi. Ottima polenta al rifugio. Molta gente come sempre.

Cappella di Cervetto

Tempi e itinerari

Testata del vallone con a sx il Villano
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Bei due giorni nelle Alpi Marittime. Saliti sabato primo pomeriggio sotto un cielo grigio con momenti di sole e lievi grandinate che però ci hanno permesso di raggiungere il Rifugio Remondino senza bagnarci. Ottima l’accoglienza al rifugio dove c’era un concerto di musica occitana con fiati, arpa, violoncello, fisarmoniche ed ovviamente la ghironda. Insomma un inaspettato incontro con un gruppo di 11 musicanti che hanno allietato il pomeriggio fino a cena accompagnati da qualche escursionista lanciatosi in balli occitani.
Il giorno successivo siamo partiti alle 7:00 dal rifugio con temperature fresche ma cielo completamente sereno. Il primo tratto dopo il rifugio si sviluppa tra massi incastrati seguendo molti ometti che portano all’attacco del Canale dei Detriti. Da sotto sembra difficilmente percorribile invece, salvo la notevole pendenza, si segue una traccia, oggi gelata, su cui occorre prestare attenzione a non smuovere pietre. Dal passo superato lo sperone ci si affaccia sulla parete Sud-est da dove si vede la cengia da percorrere. I punti più esposti e pericolosi sono protetti da corde fisse su cui ci siamo assicurati con un cordino. Occorre comunque prestare attenzione sia in salita che in discesa nel percorrere la cengia in quanto l’esposizione è notevole. Nell’ultima parte la cengia si impenna e si raggiunge la cima con divertente e facile arrampicata. Dalla cima vista immensa su tutte le cime delle Alpi Marittime e con la suggestiva immagine del mare ligure.
In discesa si disarrampicano molti tratti fino a quando la pendenza della cengia diminuisce.
Oggi con gli amici del Cai di Bussoleno. Un grazie ai gestori del rifugio (molto bello) per l’ottima accoglienza ed in particolare a Franca Torre per la sua scelta di vita. Un saluto a Patrick, uno dei miei alpinisti preferiti, al presidente Chiamparino con cui abbiamo condiviso la serata e la notte al rifugio ed a Lorenzo e sua mamma con cui abbiamo condiviso la salita.

Rifugio Remondino e Cima di Nasta salendo

Concerto di musica occitana al rifugio

Al centro il Canale dei Detriti

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Dopo due settimane di campeggio al mare a Talamone il richiamo della montagna diventa forte per cui decido di spezzare il viaggio di ritorno e fare una scappata sulle Alpi Apuane montagne che, seppur conoscendole poco, mi attirano molto.
Pernottato al rifugio Donegani che si raggiunge in auto risalendo la Val Serenaia da Minucciano. Partiti dal rifugio a metà mattinata con diverse alternative in base alla forma di mio figlio Gioele: Pizzo d’Uccello, giro ad anello collegando la foce di Giovo al rifugio Orto di Donna mediante sentiero a mezza costa sotto il Grondilice e poi discesa al rifugio Val Serenaia oppure semplicemente salita e discesa alla Foce di Giovo. Abbiamo optato per questa ultima soluzione in quanto Gioele dopo le due settimane di mare oggi era completamente scoppiato… Noi abbiamo imboccato il sentiero di fronte al rifugio tagliando così una parte della strada che porta alle cave ed evitando così un po’ di polvere. Raggiunta la cava si svolta a dx e la si costeggia permettendo di vedere il cuore della vecchia cava di marmo e purtroppo i devasti e scempi che ne derivano. Praticamente le cave occupano tutto il versante Sud –Est del Pizzo d’Uccello e del Grondilice fino al rifugio Orto di Donna. Il sentiero sale poi abbastanza dritto fino ad un bivio da cui è possibile o dirigersi alla foce di Giovo, compiendo un lungo diagonale verso sinistra dove si interseca una vecchia e larga mulattiera che con svolte ripide porta al passo, oppure si prosegue dritti e si raggiunge direttamente il colle Giovetto. Dalla foce di Gioco bella veduta sull’abitato di Vinca e sulle maggiori cime del Parco: Pizzo d’Uccello, Pisanino, Cavallo, Contrario, Sagro.
Scesi dal percorso di salita ed una volta raggiunta l’auto viaggio di ritorno a casa.
Ottima l’accoglienza al rifugio con pernottamento in stanza doppia con bagno e gustosissima cena. Con Gioele che oggi poverino ha patito il cambiamento d’ambiente mare-montagna.

Rifugio Donegani

Pisanino al tramonto

Cavallo e Contrario al tramonto

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Approfittando di un breve soggiorno presso borgata Grange organizzo una breve passeggiata con mio figlio a questa punta che più volte mi aveva incuriosito durante le gite scialpinistiche alla Sbaron. Giornata esageratamente calda. Saliti come da descrizione ci siamo fermati per un breve pic-nic dopo l’anticima in uno dei pochi punti all'ombra dell’itinerario. Il panorama, come per tutte le escursioni su questa parte di montagna condovese, è molto bello e suggestivo.
Con Gioele. Giunti alla macchina abbiamo visitato la borgata di Prato del Rio con le sue sculture artistiche. Peccato solo che nella parte centrale più caratteristica ci siamo dovuti allontanare per l’arrivo di quattro cani di grossa taglia dall’aria non tanto amichevole….

Pilone votivo all'Alpe Piano Vinassa e borgata Grange sullo sfondo

Parte finale

Alpe Donà in primo piano e Alpe Gighè in lontananza

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Volevo tornare dopo anni a fare un’escursione alla testata della valle di Viù ed ho optato per questa gita di cui mi avevano parlato bene. Bella giornata con aria fresca ed ottime condizioni su tutto il percorso. Dal secondo laghetto glaciale molto suggestivo per il ghiaccio che ne ricopre alcune parti occorre fare attenzione a non perdere i rari segni ed ometti. Noi ad esempio abbiamo affrontato la balconata rocciosa in salita su percorso differente rispetto alla discesa. Una volta superata la balconata risulta evidente l’intaglio a sinistra della cima orientale che si raggiunge cercando di non perdere i vari ometti. Noi in salita abbiamo arrampicato i vari blocchi sulla verticale dell’intaglio per poi seguire in discesa una traccia più a dx rispetto il percorso d’andata. Interessante la breve cresta finale per la facile arrampicata molto esposta nella prima parte con ripide placconate sul versante sud. Punta molto panoramica con forte esposizione sul versante settentrionale. Discesa sul percorso di salita. In generale la gita si presenta molto selvaggia per gli ambienti attraversati e richiede concentrazione nel ricercare il percorso più ottimale.
Altra gita no stop con Franco per evitare la nuvola fantozziana pomeridiana che ci ha accompagnati durante le gite di questo ultimo mese. Per fortuna oggi la pioggia prevista nel pomeriggio non c’è stata ed il cielo è stato sereno fino a sera.

Franco in salita dal Pian di Sulè

Prima del primo laghetto si intravede la madonnina di vetta

Secondo laghetto glaciale

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Secondo giorno del nostro we in zona. Dopo la notte al Giacoletti ci prepariamo e ci dirigiamo all’attacco della via Dimensione Quarto alla punta Venezia. Ovviamente appena attraversato il Coulour del Porco inizia a piovere prima leggermente e poi più forte…. tornati al rifugio smette ma il cielo rimane grigio… Considerata la roccia ormai bagnata, la lunghezza della via e il brutto tempo che era previsto nel pomeriggio decidiamo di cambiare meta. Scendiamo quindi verso nord seguendo il sentiero lungo un canalone di detriti e nevai, fino al bivio, a quota 2500 m circa, dove a sinistra, abbandonato il sentiero che scende a Pian del Re, s’imbocca il “Sentiero del Postino”. Percorriamo l’aerea cengia erbosa che taglia orizzontalmente il versante Est della Punta Venezia e oltrepassata la pietraia del Coulour Bianco, raggiungiamo il sentiero che da Pian del Re sale al Colle delle Traversette. Come già fatto ieri lasciamo un deposito di materiali d’arrampicata sotto una roccia. Attraversiamo il buco di Viso e saliamo al Colle Traversette. Salito il costone dietritico ci leghiamo una volta raggiunto un vecchio bivacco sulla cresta. Bella e divertente l’ultima parte di cresta. Consiglio di superare il gendarme che precede la vetta sulla sua sinistra salendo percorrendo una stretta cengia piuttosto che seguire lo spit e raggiungere così la sua sommità. Dalla cima bella vista della lunga cresta dei satelliti fino al Monviso. Raggiunto il colle delle Traversette veloce discesa verso il Pian del Re.
Con il mio socio Sergio compagno di questi due bei giorni in montagna. Ottima merenda e birra al Rifugio Pian della Regina “La Baita della polenta”.

Punta Venezia dopo la pioggia

Inizio Sentiero del Postino

La nostra nuova meta di oggi

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Seppur l’audace obiettivo che ci eravamo prefissati in zona nel we sia saltato causa forti temporali previsti per sabato pomeriggio/sera abbiamo trovato veramente una bella ed impegnativa alternativa. Partiti presto da Pian del Re e seguito il sentiero per il Rifugio Sella per poi deviare a destra e raggiungere il Lago Superiore. Da qui le nebbie che coprivano le cime si diradano e si può vedere la nostra meta e l’intera cresta dal Monviso a Punta Roma. Dopo aver abbandonato la deviazione per il Passo Colonnello abbiamo superato il canale con alcuni tratti protetti che raggiunge il Passo Giacoletti. Da qui inizia la cresta Nord dapprima su pendio largo di grossi blocchi come da descrizione e poi su crestina esposta arrivando sul torrione da cui si scende in doppia. La seconda parte si sviluppa in parte in cresta ed in parte sul versante italiano ed occorre prestare attenzione a seguire i rari ometti. Sulla via ci sono qualche rari spit ma, seppur le difficoltà sia contenute, l’esposizione è notevole e per sicurezza abbiamo proseguito in conserva mettendo dei friend per una protezione veloce. In prossimità della cima siamo stati avvolti dalla nebbia che si è dissolta per breve tempo prima di iniziare la discesa sulla via normale. La normale risulta segnata molto bene e piena di spit (non è così la cresta Nord). Fatto due doppie per raggiungere la base della parete dove inizia la parte da arrampicare giusto in tempo prima dell’arrivo della pioggia. Risalita faticosa fino al Passo Giacoletti e discesa dal versante italiano delicata per le rocce bagnate. Alcuni tuoni e lampi alla base della Punta Roma e poi solo pioggerellina che ci ha accompagnato fino al rifugio Giacoletti dopo aver recuperato un deposito di materiale da arrampicare nascosto sotto un masso.
Vista la rara Salamandra Nera di Lanza. Ottimo pernottamento al rifugio durante un fortissimo temporale con lampi e tuoni che rischiaravano a giorno il cielo. Un saluto al gruppo di Baschi in zona ad arrampicare ed ai signori liguri impegnati nel giro del Viso. Con Sergio soddisfatto della gita e convinto del cambio di obiettivo che richiedendo bivacco in quota all’aperto era oggi impossibile.

Monviso a sx e Gastaldi a dx

La cresta Nord

Dal passo Giacoletti nubi sul versante italiano

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Isola Felice (Falesia) (20/09/17)
    Castello (Rocca) via Sigismondi (17/09/17)
    Celle e Comba (Frazioni) da Villardora, giro per Torre del Colle (11/09/17)
    Amprimo Onelio (Rifugio) da Pinetti (10/09/17)
    Argentera (Cima Sud) Via Normale per il Rifugio Remondino (03/09/17)
    Uccello (Pizzo d') dal Rifugio Donegani, anello (26/08/17)
    Giulianera (Truc) da Prato del Rio (05/08/17)
    Lera (Monte) Via Normale da Malciaussia (02/08/17)
    Fourion (Rocce) da Pian del Re (30/07/17)
    Gastaldi (Punta) Cresta N dal Pian del Re (29/07/17)
    Glacier (Mont) da Dondena, anello per il Lago Miserin (25/07/17)
    Rochebrune (Pic de) Via Normale e Cresta Sud dal Col d'Izoard (23/07/17)
    Francesetti (Punta) e Cime di Piatou Via Normale da l'Ecot per il Passo delle Disgrazie (19/07/17)
    Ostanetta (Punta) Passaggio a Nord Ovest (16/07/17)
    Villano (Punta il) da Travers a Mont (11/07/17)
    Pian Paris (Punta) da Travers a Mont per il Colle del Sabbione (11/07/17)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (01/07/17)
    Rouas (Ferrata del) (24/06/17)
    Clotesse (Punta) da Vazon o Pourachet per il Passo Desertes (11/06/17)
    Novalesa (Falesia di) Settore del Toupè (10/06/17)
    Braida (Colle) da Vaie per La Mura e il Folatone (14/05/17)
    Pirchiriano (Monte) e Sacra di San Michele da Chiusa San Michele, anello per Basinatto e Bennale (30/04/17)
    Sella (Rocca) Via Mike (15/04/17)
    Vaccare (Trucco delle) e Pilone Madonna della Neve da Frais (17/03/17)
    Pizzi Deneri (Cima) dal Rifugio Citelli (25/02/17)
    Etna, Cratere Nord- Est dal Rifugio Sapienza, traversata Sud - Nord (24/02/17)
    Montagnola dai Rifugio Sapienza (23/02/17)
    Autagne (Alpeggio) anello per Sansicario (19/02/17)
    Beaulard quota 2100 m da Beaulard (12/02/17)
    Baude (Crete de) da Nevache (29/01/17)
    Melano (Rifugio) o Casa Canada da Talucco per il sentiero delle Carbonaie (22/01/17)
    Corbioun (Monte) da Bousson (15/01/17)
    Pelato (Monte) da Pattemouche (05/01/17)
    Lance (Punta delle) da Pian Benot (03/01/17)
    Nera (Rocca) da Villardamond (02/01/17)
    Borgone (Falesia di) (27/11/16)
    Verde (Colletto) da Claviere e la valle dei Mandarini (Valle de la Doire) (20/11/16)
    Pirchiriano (Monte) Placche di San Michele (01/11/16)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Bessen Haut per il versante SO (31/10/16)
    Portia (Colle) dal Colle del Lys (30/10/16)
    Sant'Ambrogio (Falesia di) (22/10/16)
    Gir d'la Seja da Villardora (16/10/16)
    Moncuni (o Monte Cuneo) con varianti e discesa su Avigliana (09/10/16)
    Orrido di Foresto (Ferrata dell') - TEMPORANEAMENTE CHIUSA (28 SETTEMBRE 2016) (08/10/16)
    Orsiera (Monte, Punta Nord) Cresta Dumontel (25/09/16)
    Meidassa (Monte) da Pian del Re (11/09/16)
    Granero (Monte) da Pian del Re per il Passo Luisas (11/09/16)
    Ciamarella (Uja di) Via Normale da Pian della Mussa (04/09/16)
    Vaccherezza (Sacrario dei Martiri di) da Grange (28/08/16)
    Troumouse (Cirque de) dal parcheggio del Cirque (18/08/16)
    Midi de Bigorre (Pic du) dal Col du Tourmalet (16/08/16)
    Gavarnie (Cirque de) da Gavarnie (14/08/16)
    Sancy (Puy de) Anello da Mont Dore (10/08/16)
    Dôme (Puy de) dalla stazione Panoramique des Dômes (10/08/16)
    Ghinivert (Bric) Cresta NO dal Colle del Beth (30/07/16)
    Zumstein (Punta) Via Normale da Indren (25/07/16)
    Ludwigshöhe, Schwarzhorn o Corno Nero dal Passo dei Salati (25/07/16)
    Mondrone (Uja di) Via Normale da Molera (17/07/16)
    Castore traversata NO-SE (03/07/16)
    Civrari (Monte, Punta Imperatoria) da Niquidetto (19/06/16)
    Rognoso (Monte) dal Colle del Lys per il crestone Est (19/06/16)
    Pirchiriano (Monte) e Sacra di San Michele da Chiusa San Michele, anello per Basinatto e Bennale (12/06/16)
    Pista Tagliafuoco del Musinè da Caselette (05/06/16)
    Pirchiriano (Monte) e la Sacra di San Michele da S.Ambrogio (30/05/16)
    Dora Riparia Anello da Chiusa S.Michele ad Alpignano (28/05/16)
    Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale (22/05/16)
    Borgone (Falesia di) (21/05/16)
    Ombière (Pic) da Fontcouverte (17/05/16)
    Dora Riparia Anello da Chiusa S.Michele ad Alpignano (15/05/16)
    Curt (Mont) da Almese e Madonna della Bassa (10/05/16)
    Gimont (Mont) o Grand Charvia da Monginevro (24/04/16)
    Vallette (Cima delle) da Frais (15/04/16)
    Ciantiplagna (Cima) da Frais (10/04/16)
    Morefreddo (Monte) da Pattemouche (20/03/16)
    Grongios Martre (Rifugio) da Castello (13/03/16)
    Bagnour (Rifugio e Lago) da Castello, anello del Bosco dell'Alevé (12/03/16)
    Melmise (Punta) da Bardonecchia (06/03/16)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Beaulard (21/02/16)
    Notre Dame des Broussailles (Cappella) da San Marco (10/01/16)
    Crocetta (Cima della) da Rivotti (30/12/15)
    Ane (Col d') da le Pont de l'Alpe, giro della Arete de la Bruyere (27/12/15)
    Paretine di Marmo (Falesia) Falesia (13/12/15)
    Gran Costa (Monte), Testa dell'Assietta, Monte Blegier da Grand Puy, anello (07/12/15)
    Ruceia (la) Via Ferrata di Condove (05/12/15)
    Mompellato (Falesia di) Settore Le Placche (29/11/15)
    Tre Denti di Cumiana - Dente Occidentale Secret Garden (15/11/15)
    Vallone (Cima del) anello per la Cappella Bianca e la Cima Quattro Denti (01/11/15)
    Vaccherezza (Sacrario di) da Prato del Rio, percorso dell'eccidio (25/10/15)
    Grange (Borgata) da Borgone, anello (18/10/15)
    Arpone (Monte) dal Colle del Lys, anello per Madonna della Bassa (04/10/15)
    Bianca (Rocca) Ferrata di Rocca Bianca di Caprie (27/09/15)
    Pista Tagliafuoco del Musinè da Caselette (20/09/15)
    Grisolo (Rocca) da Belvardo per Sentiero Natura (20/09/15)
    Chaberton (Monte) da Claviere per la Batteria Alta (05/09/15)
    Vallonetto (Cima del) da Grange della Valle e il Truc Peyron o Roc Peirus (29/08/15)
    Glacier d'Argentière (Point de vue) da Lognan (06/08/15)
    Lac Blanc (Chalet du) da Les Praz (05/08/15)
    Montenvers da Chamonix per la baita Caillet (04/08/15)
    Polluce Cresta SO (27/07/15)
    Chalanson (Punta) Cresta O (19/07/15)
    Parrot (Punta) traversata Ovest-Est (05/07/15)
    Balmenhorn Cristo delle Vette Via Normale (05/07/15)
    Gastaldi Bartolomeo (Rifugio) da Pian della Mussa (21/06/15)
    Turo (Rocca) da Pian della Mussa, anello (21/06/15)
    Curt (Mont) da Rivera, anello per Madonna della Bassa (24/05/15)
    Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale (10/05/15)
    Musinè (Monte) Versante Sud - In Hoc Signo Vinces (26/04/15)
    Gir d'la Seja da Villardora (20/04/15)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti (14/04/15)
    Pala Rusà (Punta) da Pian Benot (06/04/15)
    Moncrons (Punta di) da Sauze d'Oulx (29/03/15)
    Aquila (Punta dell') da Alpe Colombino (03/03/15)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (01/03/15)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (28/02/15)
    Beaulard quota 2100 m da Beaulard (15/02/15)
    Fournier (Cima) da Bousson (18/01/15)
    Treceira (Costa) da Sestriere per il Col Basset (28/12/14)
    Fraiteve (Monte) dal Sestriere (08/12/14)
    Janus (le) da Montgenevre (22/11/14)
    Civrari (Monte, Punta della Croce) da Comba per Monte Sapei, Punta Costafiorita e la Cresta Sud (08/11/14)
    Charrà (Punta) Ferrata degli Alpini (25/10/14)
    Sapei (Monte) da Favella, anello per i Colli Arponetto e della Bassa (05/10/14)
    Roma (Punta) Via Normale da Pian del Re (27/09/14)
    Breithorn Occidentale e Centrale Traversata da Plateau Rosa (06/09/14)
    Giordani (Punta) Via Normale da Indren (27/08/14)
    Castel Firmiano Messner Mountain Museum (23/08/14)
    Grande Piz da Cir dal Passo Gardena (22/08/14)
    Sassolungo (Giro del) da Passo Sella (21/08/14)
    Firenze (Rifugio) da Santa Cristina (19/08/14)
    Alpe di Tires (Rifugio) dall'Alpe di Siusi (18/08/14)
    Boè (Piz) dal Passo Pordoi (17/08/14)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (14/08/14)
    Ramière (Punta) o Bric Froid da Argentera (07/08/14)
    Arpon (Monte) Dorsale Est (30/07/14)
    Pierre Muret (Tete) dalle Grange Mouchecuite (27/07/14)
    Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale (01/06/14)
    Coin (Testa del) dal Ponte d'Almiane (03/05/14)
    Giassiez (Monte) o Giassez da Thures (12/04/14)
    Pintas (Monte) da Fontana della Batteria (29/03/14)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (02/03/14)
    Arpone (Monte) dal Colle del Lys (23/02/14)
    Garde (Rocher de la) da Chateau Beaulard (08/02/14)
    Celle e Comba (Frazioni) da Villardora, giro per Torre del Colle (12/01/14)
    Bosco (Cima del) da Thures (05/01/14)
    Goja del Pis da Almese (15/12/13)
    Curt (Mont) da Rivera, anello per Madonna della Bassa (08/12/13)
    Pitre de l'Aigle da Traverses (07/12/13)
    Bercia (Colle) da Claviere (24/11/13)
    Arpon (Monte) da Favella (17/11/13)
    Meja (Rocca la) Via Normale dal Colle del Preit (21/09/13)
    Lamet (Pointe du) dal Versante S/SO e il Signal du Lamet (14/09/13)
    Pista Tagliafuoco del Musinè da Caselette (07/09/13)
    Olivier (Col de l') Sentier du Pecheur (25/08/13)
    Canigò (Pic du) dal rifugio Cortalets per la crete du Barbet (18/08/13)
    Celle (Borgata) da Caprie , giro per Villardora, Sala, Novaretto (08/08/13)
    Bianca (Rocca) Ferrata di Rocca Bianca di Caprie (06/08/13)
    Terra Nera (Monte) da Grange Thuras Inferiori (28/07/13)
    Caprie Anticaprie (25/06/13)
    Coin (Testa del) dal Ponte d'Almiane (07/06/13)
    Malamot (Monte) o Pointe Droset da Piano San Nicolao (11/05/13)
    Fraiteve (Monte) da San Sicario (04/05/13)
    San Giorgio (Monte) da Piossasco (10/04/13)
    Sourela (Punta) da Col San Giovanni (06/04/13)
    Echaillon (Crete) Giro della Crète Echaillon da Nevache (30/12/12)
    Tre Croci (Poggio) da Bardonecchia (09/12/12)
    Moncuni da Reano (25/10/12)
    Musiné (Monte) da Caselette (17/10/12)
    Udine (Punta) - Venezia (Punta) da Pian della Regina (27/07/12)
    Verzel (Punta) dall'Alpe Frera (17/07/12)
    Ecrins (Massiccio) Traversata per il Col des Ecrins, La Berarde ed il Col de la Temple (3 gg) (24/06/12)
    Ecrins (Massiccio) Traversata per il Col des Ecrins, La Berarde ed il Col de la Temple (3 gg) (23/06/12)
    Ecrins (Massiccio) Traversata per il Col des Ecrins, La Berarde ed il Col de la Temple (3 gg) (22/06/12)
    Bianca (Rocca) Ferrata di Rocca Bianca di Caprie (17/05/12)
    Due Denti (Rocca) da Tavernette, possibile anello (05/05/12)
    Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane (27/03/12)
    Prato di Fiera (Punta) dalla Fontana della Batteria (19/02/12)
    Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (13/11/11)
    Gran Queyron e Cima Frappier dalla Valle Argentera (16/10/11)
    Borgone (Falesia di) (01/09/11)
    Bard (Cima di) dale Grange Arpone per la Capanna Vacca (30/07/11)
    Tre Denti di Cumiana e Monte Brunello da Ciom (12/06/11)
    Musinè (Monte) Versante Sud - Via degli Speroni (15/05/11)
    Sises (Monte) da Sestriere (02/05/11)
    Querellet (Monte) da Ponte Terribile (03/04/11)
    Begino (Colle) da Bousson (19/02/11)
    Blegier (Monte) da Grand Puy (23/01/11)
    Grand Chalvet (le) da Montgenèvre (11/12/10)
    Saurel (Cima) da Claviere (27/11/10)
    Soglio (Monte) da Balmassa per la Cima Mares (06/11/10)
    Avigliana Wall (Cava Bertonasso) (22/09/10)
    L’Estérel Cap du Dramont (27/08/10)
    Perthus (Pic du) Reynold aux 8000 couleurs (26/08/10)
    L’Estérel Cap du Dramont (23/08/10)
    Sella (Rocca) Cresta Accademica (28/07/10)
    Cristalliera (Punta) cresta SSO o delle Scuole (17/07/10)
    Caprie Anticaprie (03/07/10)
    Penna (Rocca) Borgone alta (30/06/10)
    Perti (Rocca di) Consolando consuelo (02/06/10)
    Nolitudine - Noli (31/05/10)
    Cucco (Monte) Il gufo (30/05/10)
    Dormillouse (Cima) da Thures (22/05/10)
    Jafferau (Monte) dai Bacini Frejusia (15/05/10)
    Avigliana Wall (Cava Bertonasso) (28/04/10)
    Avigliana Wall (Cava Bertonasso) (25/04/10)
    Genevris (Monte) da Gran Villard (01/04/10)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (21/03/10)
    Aquila (Punta dell') da Alpe Colombino (16/01/10)
    Bosco (Cima del) da Thures (03/01/10)
    Moncrons (Punta di) da Granges di Pragelato (01/01/10)
    Gondran (Fort du) - Sommet des Anges da Montgenèvre (08/12/09)
    Sperone del Selvatico (Falesia) (28/11/09)
    Baby Parey (Rocce del) Passeggiata dei Camosci + Cresta del Belvedere (28/11/09)
    Gondran (Fort du) - Sommet des Anges da Montgenèvre (15/11/09)
    Giornalet (Monte) da Bessen Haut (31/10/09)
    Borgone (Falesia di) (10/10/09)
    Grigia (Testa) da Champoluc (03/10/09)
    Nona (Becca di) da Pila (06/09/09)
    Altissimo (Monte) Anello Cava del Fondone - Cava di Henraux (25/08/09)
    Sagro (Monte) dal Rifugio Carrara per il Monte Spallone, anello (21/08/09)
    Orrido di Chianocco (Ferrata dell') (16/08/09)
    Lago (Punta del) da Molè, anello Vallone della Balma - Colle della Roussa (13/08/09)
    Bianca (Rocca) Ferrata di Rocca Bianca di Caprie (04/08/09)
    Almiane (Punta d') dal Ponte d'Almiane (25/07/09)
    Grand'Hoche e Guglia d'Arbour da Chateau Beaulard (19/07/09)
    Caprie Anticaprie (12/07/09)
    Caprie Anticaprie (02/07/09)
    Grifone (Punta di) e Punta Sbaron da Prato del Rio, anello (24/06/09)