freak_antoni


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a Tartano, poi innevata ma con gomme da neve si sale
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
L'intenzione iniziale era salire da nord per il passo Scala. Per farlo bisogna ricordarsi sul fondo della Valle Lunga, poco dopo il ponte che porta sulla sinistra orografica, risalire sulla sinistra il bosco nella sua parte più rada. Da qui risalire sulla destra per non tagliare i pendii ripidi sotto la cima. Noi, seguendo la traccia, siamo andati lunghi e una volta alle Casere del Porcile non potevamo che raggiungere il Passo Tartano. Da qui breve discesa e ripellata per provare a traversare sotto la cima e riportaci verso il Passo Scala. Qui abbiamo sentito un assestamento sul pendio al primo passaggio (singolo scialpinista): ovviamente tornati indietro subito. I pendii sotto la cresta sono ripidi e molto carichi. Prestare tanta attenzione: in precedenza abbiamo osservato uno scialpinista partire per la discesa dalla cresta poco sopra il passo Tartano provocando un piccolo distacco (per fortuna senza conseguenze).
Condizioni fantastiche: giornata tersa, neve abbondante e polverosa su tutto il percorso. Peccato non aver raggiunto la cima, ma con una neve così...
Sciabilità :: * / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Diciamo che abbiamo provato!! Neve poca e senza fondo. Salire ok ma sciare è impossibile.

Note positive: scoperto una vallata molto bella, per quando ci sarà neve. Il rifugio al lago Muffè apre tutti i fine settimana settimana e fa un'ottima polenta :-)
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gita stupenda in un ambiente solitario che pur senza grandi difficoltà di arrampicata richiede una buona capacità di orientamento.
Il percorso è lungo, noi abbiamo impiegato 7 ore dal passo alla Cassinelli compiendo la traversata da est a ovest. Sarebbe più facile in senso opposto in modo da evitare, calandosi, la parete di III sotto la Presolana occidentale. L'unico punto in cui abbiamo perso la traccia è nel canale che porta alla Presolana del Prato, appena dopo il traverso: non va risalito fino in cima ma bisogna piegare prima sulla sinistra.
Giornata raramente limpida per la Presolana.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Usciti dal rifugio alle 4 eravamo gli ultimi (di 40!!!). Condizioni ottime: tutta la salita si fa ancora su neve aggirando il ginocchio (ghiacciato) sulla destra. Ad essere sinceri noi siamo passati comunque sul ghiaccio giusto per aumentare il divertimento ma non era necessario. Con così tante persone ovviamente abbiamo aspettato un sacco per fare la doppia discesa. Ci sarebbe un cordino su clessidre sulla paretina a sx dell'anello di calata: noi non fidandoci abbiamo preferito non calarci e aspettare.. qualcuno lo ha fatto.
Gita ottima e in gran compagnia. Per me e Alberto la prima sapendo di essere diventati osservatori CAI. Toccherà sopportarlo ancora :-)
Sciabilità :: / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Parcheggiato alla funivia di Biel. 13 CHF per due giorni.
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Tentativo nato zoppo in partenza causa meteo non troppo stabile: siamo arrivati fino all'Aletschjoch. Sci messi ai piedi solo nella parte finale della valle più o meno a quota 2500. Le roccette di accesso al bivacco sono tutte pulite e solo l'ultimo tratto è ancora evitabile su neve aggirando sulla sinistra lo sperone roccioso del bivacco. Dal bivacco condizioni del ghiacciaio ottime, crepacci coperti e neve dura fino al colle. In conclusione farlo in sci adesso è la sagra del portage: l'anno prossimo si riprova con almeno un mese di anticipo.
Con Alberto, Alessandro e Luca. Temo che dopo averli trascinati in questa odissea cancelleranno il mio numero dal telefono :). Comunque anche senza vetta gita fantastica in un posto unico. Il panorama dall'Aletschjoch per me vale qualsiasi fatica.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .