franz83


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo partiti pensando che a sud e est ci fosse già neve trasformata coperta dal po' di neve fresca caduta nei giorni passati. Questo è vero solo per la parte bassa, a partire dall'ingresso nel vallone Fallerè c'è parecchia neve morbida in via di trasformazione; non crosta, ma comunque abbastanza brutta da sciare. Peccato perché il percorso e i panorami sono veramente splendidi.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima farina su tutto il tracciato, dopo aver superato il ripido bosco iniziale sulla stradina. I 30 cm di polvere poggiano su uno strato molto duro. Nel canale, la coesione tra i due strati non ci sembrava il massimo, quindi abbiamo evitato le pendenze più elevate. Inoltre, attenzione alla parte alta del canale: lo strato precedente di neve era stato spazzato dal vento, per cui la neve nuova nasconde moltissime pietre. Questo è il motivo per cui non do cinque stelle. Per il resto, dalla metà in giù, una goduria. Oggi pochissima gente, noi tre saliti dal canale, e altri tre che sono saliti dal versante sud (che sembra tutto ben trasformato) e scesi dal canale.
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada percorribile ma innevata
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Neve eccezionale, bella polverosa nella parte alta. Nella parte bassa, circa 30 cm di fresca hanno coperto abbastanza bene le tracce esistenti e rimane molto divertente. Oggi ancora molti spazi vergini.
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Grazie alla recente nevicata, saliti su pendii intonsi coperti da circa 30 cm di bellissima farina. Discesa tutta in vergine, in cima dopo di noi però è arrivato un gruppo un po' numeroso, quindi ad ora sarà abbastanza tracciata. Attenzione solo al colle immediatamente sotto la cima: evidentemente, neve e sole avevano ripulito la neve, quindi l'invitante farina nasconde insidiosissime pietre. Sotto, tutto bellissimo.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Si arriva a Chialvetta senza problemi con gomme da neve
quota neve m :: 700
attrezzatura :: scialpinistica
Raffiche di vento molto forti nella parte alta della gita, fuori dal bosco. Si arriva con gli sci a circa 20 m dal colletto, che si risale a piedi.
Nella parte alta, crosta da vento portante, alternata ad accumuli di farina portata anch'essa dal vento. Nel bosco, bei tratti di farina ancora vergine.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Si arriva senza problemi alla partenza
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
nota iniziale: la traccia battuta oggi non arriva esattamente al colle, ma all' anticima della Rocca Bianca, quota 3017 m, poco più a est in in alto del colle stesso.
La salita nel bosco non presenta problemi. Per superare i terrazzoni di roccia sotto al Lago Blu, abbiamo seguito il percorso del sentiero estivo, non conoscendo la zona. In questo tratto sono necessari i rampant, e si incontrano un paio di traversi di 20 m circa che vanno affrontati con attenzione, sono su dure lastre da vento, e non bisogna scivolare. Molto più sicuro salire il ripido canale a sx (in direzione di salita) da cui siamo scesi - vedi traccia caricata. Richiede parecchie guce, ma in queste condizioni è più sicuro, la neve è relativamente morbida. Il vallone in alto, dopo il lago blu, è molto ampio e non presenta problemi, si alternano tratti di primaverile ad altri di neve compressa e ventata, ma in generale portante.
Discesa: parte alta molto bella, neve primaverile alternata a crosta abbastanza portante. Nel tratto intermedio, tra il Lago Blu e il bosco, neve ventata a tratti dura e altri morbida, alcune aree con crosta. Nel bosco, si trova ancora buona farina.
Grazie ai miei maestri di sci Luca e Sandro, e ai due scialpinisti che ci hanno preceduto e fatto traccia, non abbiamo fatto in tempo a salutarvi in cima. La neve non è eccezionale (ma oggi credo che i punti eccezionali fossero veramente pochi), ma la gita in sé è molto bella: ambiente imponente, percorso lungo e molto vario. Buon Natale ai Gulliveriani!
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada chiusa alla sbarra 1 km circa dopo Chianale
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Neve primaverile e continua, seguendo la strada, a partire dalla sbarra - ci saranno forse 10 m da fare su asfalto senza sci.
Neve ben trasformata, con il caldo di ieri, scendendo dopo mezzogiorno c'era un bel firn superficiale. A causa del vento dei giorni precedenti, la qualità del manto è variabile. Nelle combe, dove si è accumulata la neve, la superficie è bella liscia, dove invece ha lavorato il vento è più irregolare.
Gran bella gita, con il favoloso panorama sulla Ovest del Monviso, sembra quasi di toccarlo.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Si arriva a chialvetta
quota neve m :: 700
attrezzatura :: scialpinistica
Le condizioni generali (pericolo 4) impongono una generale attenzione, in ogni caso questo itinerario è sicurissimo. bellissimo innevamento, non metto 5 stelle solo perché questo tipo di neve risulta un po' lenta. ma comunque è una meraviglia affondare in tanta morbidezza.

dal colle, rocca la Meja e altopiano della Gardetta
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Si parcheggia al paese
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi Albergian completamente vergine, nessun altro oltre a noi tre. La neve scesa ieri non è moltissima ma di qualità eccellente, veramente "canadese".
Attenzione: la neve di ieri posa in maniera non molto stabile sullo strato sottostante. Visto diversi distacchi spontanei, e anche noi ne abbiamo innescati un paio. Tutta roba molto piccola, vista la poca neve, e sostanzialmente innocua (lo spessore dei distacchi sarà arrivato si è no alle caviglie), ma fate attenzione
Attenzione 2: sulla parte finale della cresta, diversi lastroni da vento. Meglio avere i rampante, e anche qua badate a eventuali assestamenti del manto. Oggi non si è mosso niente, ma non si sa mai.
grandissimo Alessandro che si è battuto quasi 2/3 del tragitto!
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Giornata favolosa, cielo azzurro e larici nel pieno dei loro colori autunnali. Itinerario tutto percorribile, si trova ancora parecchia neve, non molto profonda ma spesso gelata, nel tratto tra il Col Rastel e le Grange Torrette. Consigliate ghette e ramponcini da escursionismo, per chi teme di scivolare.

Pontechianale

Grange Route

Arrivo al colle Rastel

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Vertosan (Monte Rosso di) da Vetan (18/02/18)
    Grand Aréa da Nevache per il Canalone Nord (10/02/18)
    Petit Tournalin da Cheneil (03/02/18)
    Gardiole (la) o Croix de la Gardiole da Nevache per il Vallon de Cristol (28/01/18)
    Boscasso (Bric) da Chialvetta (02/01/18)
    Biancetta (Colle) da Chianale (24/12/17)
    Asti (Sella d') da Chianale (11/03/17)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (11/02/17)
    Albergian (Monte) da Soucheres Basses (29/01/17)
    Rastel (Col) da Maddalena, anello (31/10/16)
    Traversata delle Foreste Sacre Tappe 6-7: Badia Prataglia - La Verna (23/10/16)
    Traversata delle Foreste Sacre Tappa 5: Camaldoli - Badia Prataglia (22/10/16)
    Centenero e Caudano (Borgate) da Macra, per il sentiero dei Camosci (16/10/16)
    Oserot (Monte) da Chialvetta (16/04/16)
    Viso Mozzo da Pian della Regina (09/04/16)
    Sigaro (il) quota 2820 m da Valgrisenche (12/03/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (13/02/16)
    Traversata delle Foreste Sacre Tappa 3: Castagno - Rif. Città di Forli (23/10/15)
    Roma (Punta) Via Normale da Pian del Re (20/06/15)
    Verde (Rocca) da Villaggio Primavera per il Passo Fonget (29/03/15)
    Lose (Cima delle) da Argentera (28/03/15)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti (28/02/15)
    Mindino (Bric) da Colla di Casotto (22/02/15)
    Viridio (Monte) da Chiappi (20/02/15)
    Giassiez (Monte) o Giassez da Thures (08/02/15)
    Rasciassa (Punta) da Meire Bigoire (24/01/15)
    Fraiteve (Rocce del) da Solomiac (18/01/15)
    Giobert (Monte) da Preit (12/04/14)
    Frioland (Monte) da Borgo Crissolo per la Costa Rasiss (30/03/14)
    Fraiteve (Rocce del) da Solomiac (01/02/14)
    Giassiez (Monte) o Giassez da Thures (12/01/14)
    Serre (Cima delle) da Martini (06/01/14)
    Cornet (Monte) da Ballatori (30/12/13)
    Tamone (Monte) da Gorrè (27/12/13)
    Mindino (Bric) da Colla di Casotto (23/12/13)
    Vers (Colle di) da Sant'Anna (07/12/13)
    Garitta Nuova (Testa di) da Danna (31/12/12)
    Creusa Orientale (Monte) da Limonetto (28/12/12)