damy81


Chi sono

Appassionato di MTB, trekking, ferrate. mi sto avvicinando allo sci-snow di alpinismo.. Mi attira tutto ciò che è nuovo, sopratutto se si esprime attraverso la natura.

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: full-suspended
A parte il tratto iniziale che dal colle scende per un buon quarto d ora, la discesa è priva di difficoltà significative. Per quanto riguarda la salita almeno mille metri sono di portage. L ambiente è straordinario e i panorami supremi.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Nulla di rilevante
Bellissima gita al cospetto del rosa che accompagna per quasi tutta la salita , affiancato dal corno bianco . Un po umido il sentiero ma nei tratti più difficoltosi ci son sempre i canaponi a dare una mano. Sulla cima vista spettacolare su tutta la Valsesia e sul rosa
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Solita sterrata prIva di neve
Unico passaggio un po ostico appena si arriva sulla cresta completamente ghiacciata e piena di neve. Ramponi vivamente consigliati. Salita dall invernale e discesa comoda dall estivo
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ottimo fino all alpe
Nulla di rilevante. Abbiamo calpestato un paio di cm di neve appena sotto il rifugio. Panorama spettacolare su tutto l arco alpino
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nulla da segnalare, se non la scarsità di parcheggi a Spoccia

Il sentiero di andata si sviluppa attraverso un dolce percorso che accompagna sino alla cima. Ad un certo punto si incrocia anche la gippabile che sale da Spoccia sino all alpe Spoccia.
Dopo il Limidario abbiam tentato la cima Est del Gridone ma il traverso iniziale è esposto a Nord ed è ancora ricperto di neve.
Il rientro attraverso un bel sentiero esposto e in alcune zone anche attrezzato.

Consiglio di fare il giro nel senso contrario rispetto alla mia traccia, in modo da tenere il sentiero più tecnico all'inizio della gita.
Un bel giro con un ottimo panorama dalla cima su tutto il lago maggiore e sui fazzoletti del Limidario.

e via...
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: full-suspended
L'itinerario parte da qualsiasi punto sulla statale che collega Griante ad Argegno, dove parte la funivia per Pigra (informarsi sugli orari e la possibilità di chiusura per lavori). La traccia indica la partenza, ma l'arrivo è un barettino niente male in riva al lago, per rinfrescare il tutto con una bella birra (poi alla macchina ancora una decina di minuti)
Dall'arrivo della Funivia si sale verso il rifugio Venini e più o meno da qui inizia la discesa, scorrevole a tratti, un po meno in altri.
Io con la full l'ho fatta tutta in sella, tranne su 3 tornanti un po dissestati, ma per il resto, tra panorami e sentieri lo reputo un gran bel giro. anche il mio socio con una fron da 80 si è divertito, magari qualche pezzo in più a piedi, ma alla fine soddisfatto.

scorci

reddo all'opera

la bella diagonale

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: da Brunate a rifugio Cao strada asfaltata ma stretta.
nessun passaggio rilevante, Tener conto dello sviluppo orizzontale, da non sottovalutare

località partenza: Brunate (Brunate , CO ) rifugio CAO
punti appoggio: rif Boletto, rif Bolettone, capanna Mara, rif Riella

Giro panoramico per la cresta toccando le cime de pizzo tre termini, del monte Boletto, monte Bolettone, punta dell'asino e monte Palanzone.
Al rientro per evitare tutte le risalite alle punte si segue il sentiero principale (per chi fosse interessato, interamente ciclabile).



cima del Palanzone

panorama lago di Como
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
nulla di difficoltoso. Ferrata molto panoramica e in ottime condizioni, terminata con l'arrivo alla cima del Resegone su di un sentiero pulito e scorrevole, a tratti intervallato da rocce superabili senza difficoltà alcuna.
In compagnia di Nadia siam partiti dai piani d'erna per raggiungere il passo fo, quindi la cima del Resegone e ritorno attraverso il sentiero 7, lungo ma molto carino

ecco la cima

Nadia in progressione

noi e lui