coboldo


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Buono fono a San Giacomo (strada chiusa da qui in su).
quota neve m :: 500
attrezzatura :: scialpinistica
Il vento ha rovinato la neve pelando le creste e creando croste e accumuli.
Saliti come da itinerario e scesi prima lungo la dorsale Est e poi sul pendio NE. In salita il tratto di cresta ripido dopo la Pera Puntua è molto eroso dal vento e con neve dura (rampant utili). In discesa pista battuta sulla dorsale poi alternanza di croste e tratti farinosi sul pendio NE; scendendo migliorava avendo la neve preso meno vento. Stradina ghiacciata e fastidiosa per le tracce rigelate. Giornata rigida ma senza vento.
Con Emily e molti cari amici (Andrea 1, Andrea 2, Diego, Fabio, Giorgio, Lorenzo 1, Lorenzo 2, Pietro).
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Necessari pneumatici invernali per la strada dela val Grana.
quota neve m :: 500
attrezzatura :: scialpinistica
Innevamento piuttosto abbondante per la stagione. Ottima neve farinosa profonda da cima a fondo. Gli ultimi 200 m di dislivello presentano neve a onde ma morbida e ben sciabile. Nella parte alta molte zone pelate dal vento che oggi ha ripreso a soffiare forte, le cime "fumavano" quando siamo tornati all'auto, per cui specie in alto queste condizioni non dureranno.
Discesa entusiasmante su neve vergine, ampi spazi intonsi (solo una decina di tracce di discesa).
Giornata abbastanza fredda ma ben soleggiata, vento teso in vetta. Con Andrea (figlio), incontrati altri 5 skialp.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ottimo. Parcheggiato al Pian dei Resinelli temendo non fosse possibile parcheggiare al Porta.
Bella salita, divertente e molto meno monotona della Cresta Cermenati (che abbiamo percorso in discesa). Salendo, dopo il primo tratto di sentiero ben marcato, i segnali si perdono e noi abbiamo traversato per tracce esposte e franose verso il grande canale biancastro sotto i Torrioni Magnaghi. Abbiamo poi risalito questo canale molto comodo, di roccia liscia e priva di detriti, fino a reperire il sentiero segnalato più in alto, Si risale quindi una costola rocciosa che riporta in cresta. Si segue la cresta per tracce e roccette fino al Passo del Gatto dove inizia il tratto attrezzato. Con passaggi divertenti e agevolati da catene (due muri verticali richiedono qualche impegno in più) si giunge in cima alla Grignetta, molto affollata.
Con Emily. Giornata fantastica, molto calda e limpida verso le Alpi. Panorama grandioso. Commovente l'albo d'oro dei Ragni di Lecco inciso su lastre d'acciaio inox sulla vetta. Quanti grandi nomi che hanno fatto la storia dell'alpinismo (Cassin e Bonatti su tutti)!


La costola rocciosa che si risale per arrivare in cresta.

La Cresta Sinigaglia vista dai pressi del Passo del Gatto.

Contro il cielo l'ultima parte rocciosa della cresta che si percorre sul filo e il bivacco di vetta.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Nessun problema fino a Druges, strada asfaltata ma stretta e un pò malandata.
Bella gita ad anello, varia, interessante e non faticosa. Nella parte iniziale sulla poderale i segnali sono praticamente assenti ma dall'alpe Prapremier il sentiero è ben segnalato. La salita fino alla vetta è facilissima (E) e richiede 2h 30', non 3h 30' come erroneamente indicato nel cartello a Druges. Nella discesa solo due punti richiedono un minimo di attenzione (EE): un breve tratto leggermente esposto della cresta verso il colle Crotey e il passaggio della passerella di legno (attualmente in buone condizioni), che attraversa una parete rocciosa verticale, seguita da alcune decine di metri di sentiero stretto ed esposto su un pendio boscoso ripidissimo.
Tipica giornata autunnale, fresca, con qualche nuvola in mattinata (specie sulla cresta di confine) che è stata spazzata via dal vento nel pomeriggio. Grandi panorami sulle montagne del versante Nord della Valleé. Visto un ermellino all'alpe Crotey Superiore. Molto interessante la zona delle miniere nel vallone di St. Marcel (attualmente chiuse, visite guidate in estate, pannelli esplicativi). Poca gente in giro (incontrate solo 3 persone). Con Emily.

Il sentiero che risale il versante Nord del Corquet

Scendendo nel vallone di St. Marcel

La passerella sul sentiero di discesa verso le miniere
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Nessun problema.
Saliti da Carnino Inferiore al bivio presso il gias q.1950 (palina), quindi voltato a sinistra e per tracce al colletto q.2376 presso la Cima degli Arpetti. Da qui, seguendo l'amplissima dorsale sud, per dossi e inghiottitoi siamo giunti allo sbocco del canale (q.2444) sotto la parete Sud della spalla 2516 m della Cima delle Saline, dove i segnali voltano a sinistra per raggiungere il passo tra Cima Pian Ballaur e Cima delle Saline. Fino a questo punto il percorso è ben segnalato da strisce CAI bianco-rosse e ometti. Abbandonati i segnavia bianco-rossi abbiamo proseguito in direzione della dorsale Sud della Cima delle Saline, per detriti e rocce (qualche vecchio bollo rosso e radi ometti), quindi sul fondo di una valletta erbosa per poi salire a destra sulla dorsale da cui in breve in vetta. Quest'ultimo tratto non è segnalato ma il percorso è evidente con buona visibilità.
Dalla vetta scesi al Passo delle Saline e da qui al gias q.1950 e quindi a Carnino Inferiore per il comodo sentiero GTA.
Bel percorso, interessante soprattutto nella salita al colletto q.2376, dove è frequente incontrare camosci, e lungo l'ampia dorsale ricca di fenomeni carsici. Bello e ben tenuto il rifugio FIE Ciarlo-Bossi che abbiamo visitato al ritorno grazie alla presenza di un gentilissimo socio FIE di Savona.
Cielo sereno al mattino, che è andato via via ricoprendosi con nebbie che avvolgevano le cime a tratti. Più soleggiato nel pomeriggio. Piuttosto freddo per la stagione e fortunatamente poco vento. Con Emily.

Salendo verso il colletto q.2376

Dopo il colletto q.2376, salendo verso la Cima delle Saline

La dorsale di discesa al Passo delle Saline
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Nessun problema fino a Pian del Re, parcheggio per 24h: 5€
Siamo arrivati alla Punta Sea Bianca senza proseguire oltre. Gita semplice e breve, tutta su sentieri ben segnalati. In salita dal Colle della Gianna abbiamo percorso il filo della cresta (resti di un ricovero nel tratto iniziale), al ritorno abbiamo tagliato scendendo direttamente alla base del colle, tutto segnato con abbondanti ometti.
Tempo umido e nebbioso, pur partendo tardi lo sperato miglioramento non si e' visto, siamo comunque riusciti a vedere il Monviso imbiancato e i suoi satelliti che apparivano a tratti dalle nubi. Alla fine ottimi panini e caffé al Rifugio Pian del Re. Con Emily.

In vetta alla Sea Bianca

Scendendo verso Pian del Re
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Molto pietroso il tratto sterrato fino a Prato Ciorliero.
Effettuato il giro salendo da Prato Ciorliero per vallone Costa Denti, Passo dell'Escalon, Passo Scaletta, M.Scaletta, cresta, Repiatetta, Colletta Vittorio e ricollegati al sentiero di salita passando per il Ricovero dell'Escalon. Sentieri ben tracciati e ben segnalati (Sentiero Roberto Cavallero, SRC). Tratti esposti ben attrezzati con catene ma in qualche punto da verificare (uno spit staccato nel passaggino in discesa e fittoni piegati e instabili nella discesa alla Colletta Vittorio), fare attenzione.
Bellissimo percorso ad anello, vario, panoramico, poco faticoso e molto interessante per i resti delle opere militari. Giornata molto calda ma con brezza fresca in quota. Con Emily.

Tratto in trincea prima della vetta del M.Scaletta

Il M.Oronaye visto dai resti del bunker in cima al M.Scaletta

Sentiero Cavallero verso il Passo Peroni
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ottimo fino al parcheggio di Thumel, a pagamento.
Saliti dal vallone della Gran Vaudala seguendo il sentiero per il Col Rosset. Superata l'alpe Gran Vaudala, quando il sentiero segnalato inizia a risalire i pendii erbosi sulla sinistra lo si abbandona, si attraversa il torrente (generalmente asciutto in estate) e si sale il grande pendio detritico di fronte, con percorso abbastanza comodo per detriti stabili ma privo di sentiero e di qualsiasi segnalazione. Si passa a destra di una cascatella e si sbuca sui pendii superiori meno ripidi. Sempre con percorso comodo e a moderata pendenza abbiamo raggiunto un'ampia sella sulla cresta Sud-Est della Punta Paletta Sud. Abbiamo quindi seguito la cresta verso Nord sul filo (facile, tracce di animali) aggirando il tratto più aereo ed esposto per cenge e pendii detritici sul versante Gran Vaudala (si perde qualche decina di metri di quota) fino a prendere un vago canale detritico che riporta in cresta pochi metri a sud della Punta Paletta Sud. Questo canale è anche raggiungibile direttamente dal basso per detriti abbastanza ripidi. Dalla vetta della Punta Sud siamo scesi alla sella tra le due vette e da qui per ripidi pendii detritici, a tratti molto scomodi e franosi, abbiamo raggiunto i pascoli a monte del rifugio Benevolo e quindi il sentiero che conduce al rifugio. Discesa a Thumel per il classico e affollato percorso di accesso al Benevolo.
Gita in gran parte priva di sentieri e segnalazioni. La salita dal versante Gran Vaudala è senz'altro più varia e più comoda per la maggior stabilità del terreno. La discesa del vasto pendio Nord-Ovest verso il Benevolo si svolge per circa 500 m di dislivello su detriti ripidi e scomodi. Panorami grandiosi e avvistati molti animali (camosci, stambecchi, aquile, marmotte). Con Andrea.

Risalendo il Vallone della Gran Vaudala

Gran Vaudala dalla Punta Paletta Sud

Punta Paletta Nord, Punta Bioula, Becca Tsambeina, Roletta dalla Punta Paletta Sud
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Nessun problema.
Sentiero ben tenuto e segnalato fino alla Punta Oilletta, poi traccia sulla cresta fino al Passo Paletta e nuovamente segnavia gialli dal Passo Paletta al lago Leysser e da qui al Col de Joux dove avevamo lasciato l'auto. Gita varia e con panorami spettacolari. Il tratto tra la Punta Leisse' e il Passo Paletta e il primo tratto di discesa da quest'ultimo (molto ripido e privo di sentiero) sono da considerare EE.
Tempo buono, solo 2 escursionisti in vetta alla Punta Oilletta e altri 2 al lago, per il resto percorso deserto. Con la famiglia al completo!

Veduta sulla cresta Oilletta-Leissé dalla vetta della Punta Oilletta

Sulla cresta verso la Punta Leissé

In riva al Lago Leissé
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Nessun problema.
Gita effettuata come da sezione Itinerario, sentieri ben tenuti e segnalati. Il tratto fuori sentiero per raggiungere la vetta è segnalato da ometti e comunque è evidente. Panorama eccezionale sul gruppo del Gran Paradiso.
Bel percorso ad anello vario e panoramico. Visti alcuni stambecchi e un gipeto volteggiante. Molte persone sui sentieri ma nessuno in vetta. Con Emily e Andrea.

L'ampia e facile cresta verso la vetta

Ultimo tratto con splendida vista sul gruppo del Gran Paradiso

Il bellissimo sentiero di discesa verso Pont
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Gorfi (Monte) da San Giacomo (09/12/17)
    Viribianc (Cima) da Chiappi (07/12/17)
    Grigna Meridionale o Grignetta Cresta Sinigaglia (15/10/17)
    Corquet (Monte) da Les Druges, anello per il Vallone di Saint Marcel (24/09/17)
    Saline (Cima delle) da Carnino Inferiore (17/09/17)
    Sea Bianca (Punta) da Pian del Re per Punta Arpetto e Bric di Piatta Soglia (10/09/17)
    Scaletta (Monte) da Prato Ciorliero, anello sentiero Cavallero e Passo Peroni (27/08/17)
    Palettaz (Punta) da Thumel (19/08/17)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vens, anello per il Lago Leissè (17/08/17)
    Arolley (Cima dell') da Pont Valsavarenche (15/08/17)
    Autaret (Testa dell') da Sant'Anna, anello creste Ovest e Sud (16/07/17)
    Giordano (Monte) da Serre per Colle Servagno (02/07/17)
    Pietralunga (Monte) da Pontechianale, anello per Punta della Battagliola e Colle Bondormir (25/06/17)
    Ciarbonet (Cima) da Viviere (18/06/17)
    Bezin Nord (Pointe de) da le Pont de la Neige (11/06/17)
    Ramaceto (Monte) da Case del Monte (07/05/17)
    Breithorn dal Passo del Sempione (23/04/17)
    Serena (Costa di) quota 2785 m da Mottes (17/04/17)
    Enclausetta (l') da Grangie per il Passo di Goretta (18/03/17)
    Piovosa (Punta la) da Tolosano per il Versante SO (10/03/17)
    Giobert (Monte) da Preit (08/03/17)
    Estelletta (Monte) da Chialvetta (07/03/17)
    Bosco (Cima del) da Thures (04/02/17)
    Crevacol (Testa di) da Saint Rhemy (21/01/17)
    San Fruttuoso traversata Camogli - Portofino - Santa Margherita Ligure (15/01/17)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (07/01/17)
    Monpers (Punta di) da Pila (03/01/17)
    Forclaz du Bré da Bonne (31/12/16)
    Tre Chiosis (Punta) da Genzana per la Costa Savaresch (10/12/16)
    Rasciassa (Punta) da Colletto, anello per Lago e Colle di Luca (31/10/16)
    Autes (Monte) e Varirosa da Neraissa (30/10/16)
    Succiso (Alpe di) dal Passo del Cerreto per la cresta S (16/10/16)
    Alfeo (Monte) da Campi (09/10/16)
    Grum (Monte) da Frise per il Passo della Magnana (02/10/16)
    Ruetas (Monte) da Troncea per il Sentiero degli Alpini (04/09/16)
    Nigro (Rocca del) da Chianale (28/08/16)
    Cornour (Punta) da Ghigo di Prali, per la cresta NE (21/08/16)
    Fortin (Mont) da La Visaille (14/08/16)
    Ben Nevis da Fort William, via normale (02/08/16)
    Sabbione (Punta del) o Hohsandhorn dalla Diga di Morasco (17/07/16)
    Chalet de l'Epee, Bezzi (Rifugi) da Usellieres, anello (11/07/16)
    Maurin (Punta) da Surrier/Useleres (10/07/16)
    Albrage (Monte) e Monte Freide da Chiappera per il Colle di Rui (03/07/16)
    Vincent (Piramide) da Indren (26/06/16)
    Asti (Sella d') Anello Colle Agnello, Pic de Foreant, Breche de la Ruine, Sella d'Asti (20/05/16)
    Antola (Monte) e Monte Cremado da Tonno, anello per Mulino di Chiappa Crosa (15/05/16)
    Alpesisa e Monte Lago da Prato, anello per Canate (30/04/16)
    Percià (Punta) da Eaux Rousses (25/04/16)
    Fer (Tete de) da Larche (10/04/16)
    Ramaceto (Monte, cima Ovest) da Passo Romaggi per la dorsale Sud (03/04/16)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (28/03/16)
    Vertosan (Mont) da Vetan, traversata a Saint Oyen (26/03/16)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (06/03/16)
    Aquiletta (Punta) o Ollietta da Vens (03/01/16)
    France (Becca) da Vetan (28/12/15)
    Bram (Monte) da San Giacomo (20/12/15)
    Cernauda (Rocca della) da Colletto per il Colle della Margherita, Monte Plum e cresta del Balou (12/12/15)
    Crosa (Cima di) da Ruà, anello per Madonna Alpina e Colle di Cervetto (06/12/15)
    Pagliaro (Monte) da Lorsica (22/11/15)
    Rama (Monte) da Sciarborasca, Sentiero Direttissima (08/11/15)
    Frontè (Monte) dal Colle San Bernardo di Mendatica e Cima Garlenda (01/11/15)
    Martin (Punta) e Monte Penello da Acquasanta, anello (24/10/15)
    Bersaio (Monte) da Sambuco per il Vallone della Madonna, possibile anello (11/10/15)
    Carmo del Finale (Monte) o di Loano da Verzi (04/10/15)
    Lombarda (Cima della), Vermeil (Cima) dal Colle della Lombarda (20/09/15)
    Savi (Monte) da Neraissa Superiore (06/09/15)
    Rognosa della Guercia (Testa) da San Bernolfo, anello per Vallone della Guercia, Passo del Bue, Passo della Sommetta (30/08/15)
    Salè e Savi (Monti) dal Gias Cavera, anello (22/08/15)
    Chaligne (Punta) da Buthier (13/08/15)
    Fenilia (Punta) da Lillaz (11/08/15)
    Gran Pilastro dal Rifugio Ponte di Ghiaccio per la cresta SO (03/08/15)
    Eyssilloun (Tète de l') da Fouillouse (19/07/15)
    Valnera (Punta) da Estoul (13/07/15)
    Vitello (Corno) da Estoul per il Rifugio Arp (12/07/15)
    Chandelly (Mont) o Testa della Mentò da Pont du Grand Clapey per il Col Manteu (05/07/15)
    Abisso (Rocca dell') da Colle di Tenda (27/06/15)
    Bianca (Monte la) da Grange Selvest (21/06/15)
    Vaccia (Monte) da Besmorello (07/06/15)
    Antola (Monte) da Croso (17/05/15)
    Ebro (Monte) da Caldirola (10/05/15)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (06/04/15)
    Serena (Col) quota 2709 a Nord-Ovest da Mottes (05/04/15)
    Soleglio Bue (Cima del) o Beau Soleil da Preit (29/03/15)
    Estelletta (Monte) da Ponte Maira (21/03/15)
    Kleine Kreuzspitze/Piccola di Montecroce (Cima) da Flading (07/03/15)
    Grubenkopf da parcheggio Waldesruh (06/03/15)
    Nera (Rocca) da Crissolo (22/02/15)
    Lavezzara (Costa) da Cappella dell'Assunta (08/02/15)
    Viridio (Monte) da Chiappi (01/02/15)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (18/01/15)
    Argentea (Monte) da Campo, via diretta (11/01/15)
    Monpers (Punta di) da Pila (05/01/15)
    Sibolet (Punta) dal Santuario di San Magno (21/12/14)
    Rascias (Mont) dalla strada per Dondena (07/12/14)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (16/11/14)
    Nuda (Monte la) da Casa Giannino (02/11/14)
    Aver (Colle) Anello per Colle e Laghi d'Aver e Colle dei Morti (19/10/14)
    Antola (Monte) da Bavastrelli (05/10/14)
    Ghinivert (Bric) da Pattemouche per il Colle del Beth (28/09/14)
    Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re, per i Laghi di Fremamorta (14/09/14)
    Peiron (Monte) da Prati del Vallone (07/09/14)
    Bianca (Rocca) da Chianale per il Colle di Saint Veran ed il versante NO (31/08/14)
    Cialancion (Tete de) dalle Grange Collet (24/08/14)
    Goletta (Picco di) Cresta Nord (17/08/14)
    Pouegnenta (Becca) o Pugnenta dal Colle San Carlo (14/08/14)
    Fallère (Mont) da Vetan, anello (12/08/14)
    Chaligne (Punta) e Punta Metz da Thouraz, anello (08/08/14)
    Chenaille (Monte) dalla Comba di Champillon (06/08/14)
    Crammont (Mont) da Elevaz (04/08/14)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vens, anello per il Lago Leissè (27/07/14)
    San Bernolfo (Rocca e Guglia di) da San Bernolfo, anello per Passo di Seccia e Laghi di Collalunga (19/07/14)
    Antoroto (Monte) da Valdinferno (13/07/14)
    Piutas (Monte), Rocca delle Sommette, Rocca di Cairi da Grange Selvest, anello (06/07/14)
    Breithorn Centrale da Cervinia (08/06/14)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (04/05/14)