Silvano Truc


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Sono tornato dopo poco piu' di un mese in compagnia di Matteo e Luca, giornata stupenda senza una nuvola.Rispetto alla volta precedente siamo saliti lungo il sentiero invernale che porta al Grauson, e dopo il secondo ruscello abbiamo risalito il pendio erboso evitando le fasce rocciose fino sotto la Torre Grauson.(Si risparmia un bel po' di tempo).
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Essendo la prima volta che salivamo al Velan abbiamo seguito fedelmente la relazione trovata sul sito tranne la salita dell'ultimo dosso perchè in ghiaccio vivo,quindi abbiamo salito la facile cresta che porta alla calotta sommitale.In discesa siamo stati sul ghiacciaio fino al col des Chamois, (consigliabile anche in salita per evitare gli sfasciumi della cresta ) giornata stupenda, neanche l'ombra di una nuvola in compagnia di Giorgio e Antonio.

Tratto ripido dopo il colle des Capucin

In cima sfondo gran Combin

Zigzagando tra i crepacci

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Saliti con la seggiovia al lago Chamolé, proseguito per Comboe e bivacco Federigo in circa ore 2,30. Dal bivacco scesi al laghetto sottostante e proseguito verso il col Peccoz, non servono picozza e ramponi perché quello che resta del ghiacciaio sotto la parete Nord è ricoperto di detriti. Prima di raggiungere il colle piegare a destra e su terreno instabile salire sulla Tete Blantsette e in cresta si raggiunge il colle Blantsette in circa ore 2,30 dal bivacco da qui inizia la cresta NNE. La descrizione della via che trovate sul sito è esaudiente.
In discesa per il colle dei tre Capuccini, rifugio Arbole, lago Chamolé e finalmente seggiovia per pila in 2,30/3 ore.
giornata stupenda senza una nuvola, con Giorgio e Antonio




Colle Carrel. Bivacco Federigo

A circa meta cresta

Parte finale

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
itinerario ancora in discrete condizioni per via della neve rimasta non sfondosa, giornata stupenda come pure il panorama.

Quello che resta del ghiacciaio del Lauson

Panorama dalla vetta, Herbetet in primo piano, in fondo il Granparadiso
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Salita faticosa fin sotto la piramide finale, dopo ci si può divertire con una divertente arrampicata, bellissima giornata e panorama che ripaga della fatica fatta..

Punta Garin versante SUD dove si sviluppa la via normale

In primpianlTorre Grauson, sullo sfondo la Tersiva

Punta di Leppe e uno dei laghi Lussert

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Da Mont Forciaz altri 10 min. per arrivare alla neve, che a parte qualche breve tratto sotto la morena( marcia) è bella fino in cima.
Iniziato la discesa alle 10 neve ancora bella fino alla fine a parte i tratti già citati sopra, però con questo caldo credo che durerà poco +6 a Mont Forciaz alle 6,30, ma oggi ancora una bella sciata.
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
partiti alle 6 da Pont ,dopo 50 min si trova la neve una bella crosta portante, quindi abbiamo deciso di proseguire fino al rifugio portando gli sci. Dal rifugio bella neve, abbiamo lasciato gli sci circa 100 m sotto il colle e senza problemi siamo saliti su una bella neve dura. In discesa abbiamo attraversato in direzione del Gran Etret sotto il Ciarforon e la Monciair su neve bellissima, solo nellultimo tratto nel fondovalle sfondosa.Tolto gli sci e in 15 min. al parcheggio, in compagnia di Giorgio
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partito alle 6,30 da Valnontey, dopo 1 ora si raggiunge la neve, questa mattina era bella dura quindi ho deciso di arrivare al Sella portando gli sci.Dal rifugio bella neve fino a 200 m dal colle dove è piu dura, ma si sale bene anche senza coltelli. A parte i primi 200 m la discesa è su neve primaverile, e si trova ancora qualche tratto di neve farinosa. Partito dal rifugio alle 13 neve perfetta fino in fondo. giornata da cartolina.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partito alle 7 ottimo rigelo, si sale bene anche senza le lame. iniziato la discesa alle 11, nella parte alta ancora neve farinosa man mano che si scende si trasforma in primaverile, un po' disastrata per via dei numerosi passaggi comunque ancora una bella sciata,giornata stupenda come pure il panorama
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Itinerario in ottime condizioni , per la discesa dal passo Vaccarone abbiamo fatto una doppia (25 mt) perché il pendio era ghiacciato.
Sempre una bellissima ascensione, al bivacco eravamo solo noi : Alberto, Edoardo, Andrea ed io