Bernard


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok
Saliti nel pomeriggio di domenica all'invernale del Quintino Sella abbiamo cenato in compagnia di due ragazzi (un saluto a voi!) tra gli ululati del vento (che non ha mollato un secondo tutta la notte) e la visita di una volpe.
L'indomani, con ancora il buio, siamo risaliti in direzione del conoide (trovato in buona parte in neve abbastanza rigelata) per imboccare il canale intonso con le prime luci dell'alba. Condizioni da "oggi tutti han le gambe sotto il tavolo, noi sotto la neve", zero rigelo ovunque, nemmeno la striscia di neve che prende il sole ci ha regalato una benché minima soddisfazione.
Usciti a sinistra sulla diretta alla cima, raggiungendo la croce dopo una sezione di misto per nulla banale (il terreno sottostante non è sulla carta difficile, cataste di sfasciumi e rocce rotte, ma con questo abbondante innevamento è veramente difficile progredire a cuor leggero, almeno per quanto mi riguarda).
Discesa come da relazione, percorsa la breve ma molto affilata crestina fino ai cordoni per la doppia (uno in buono stato, la fettuccia invece trovata strappata l'abbiamo annodata ma non rimarrà li per molto, il prossimo che va si porti un qualcosa da abbandono per integrare) giusta giusta, ma veramente giusta da 30 m.
Eterna discesa passando dalle Sagnette fino al Rifugio, ma questo lo sappiamo tutti!
Indispensabile per l'avvicinamento sci o ciaspole.
Quattro stelle per l'ambiente fantastico!
Incontrati un paio di skialp che si dirigevano al Bivacco Boarelli, e un po di gente dal Colle di Viso in giù.
Con il socio Enzo.

Il canale prima della buonanotte


[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti come illustrato in relazione prendendo però a rimontare la Costa Savaresch direttamente dal panettone de Le Conce, prima meta odierna. Terminata la lunga Costa, rigorosamente proseguendo su dorsale (avvertiti un paio di sbuffi di assestamento, attenzione alle cornici abbastanza pronunciate) abbiamo raggiunto la cima della Tre Chiosis.
Discesa: nella parte alta brutta a causa di una fastidiosa crosta non portante (rimasti sulla dorsale), nella sezione mediana godimento puro sulle piste intonse del comprensorio sciistico di Pontechianale (impianti chiusi), mentre nell'ultima parte trovato neve umida ma ancora ben sciabile che ha regalato diverse belle curve.
Oggi non abbiamo visto un cane, ah no, due quadrupedi ci hanno seguito per buona parte della gita fino a metà Costa Savaresch.
In compagnia di Enzo in questa giornata laser, dedicata come ogni anno al mio amico Gian.


Gianni e Pinotto :D

Omettone de Le Conce

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok
Interessante proposta descritta in relazione per raggiungere il Monte Viraysse; nel canale neve quasi sempre da scarpone dentro, alternata a tratti in fresca fino al ginocchio ad altri in neve dura da buon rigelo, avvicinamento con gli sci dal parcheggio fino alla parte alta del conoide.
Una volta in cima abbiamo proseguito per lunga cresta (facilmente camminabile sul lato SO) toccando progressivamente la Pointe de la Reculaye e l'Aiguille de Barsin (il castello roccioso finale si supera con un paio di passaggi d'arrampicata non troppo banali, utile la picca in piolet traction).
Volevamo scendere dal canale N della Barsin ma abbiamo sbagliato imbocco finendo per avventurarci in un canale che al fondo presentava un salto insormontabile, impossibilitati a far qualunque cosa se non risalire abbiamo nuovamente raggiunto la cresta e la base del castello roccioso della Barsin (non avevamo ancora capito esattamente quale fosse l'ingresso giusto del canale), che sul lato NE, ci ha offerto una rapida discesa su rampa nevosa fino a depositarci nel vallone che scende dal Passo della Cavalla. Da li in avanti più nessuna sorpresa fino alla macchina, raggiunta inevitabilmente frontaline accese.
In compagnia di Enzo in questa lunga giornata.


Dettaglio del canale

Nella parte alta del canale

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok
In realtà siamo saliti rimontando il canale E (relazione in sci ripido) e nella parte alta, con un traverso, ci siamo collegati all'ultima parte del SE. In ambedue le scelte (E, SE) ritengo che comunque le difficoltà complessive siano pressoché paritarie.
Una volta al colletto tra le due cime abbiamo raggiunto velocemente la S, poi con qualche grattacapo in più (passo di III) siamo approdati anche sulla N (quella più alta). Scesi da quest'ultima sfruttando il cordino per la doppia (7-8 m) lasciato da NicolaMu un paio di giorni fa (grazie!) e poi giù per il canale N sciando (per quanto mi riguarda) dal conoide in poi (in alto ghiaia e pietre affioranti).
Visti molti skialp in giro, incontrato nessuno sul Cobre.
Tappa obbligatoria per merenda al Rifugio Viviere!
In buona compagnia di Enzo.

Il Cobre; di fronte il canale E, a sinistra nascosto il SE

Poco prima di prendere la rampa a sinistra per collegarci al SE

La rampa che collega i due canali

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Ok
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo percorso integralmente la lunga dorsale/cresta del Balou concatenando Monte Plum, Rocca Albert e Rocca Cernauda.
Da Colletto inizialmente siamo rimasti sul sentiero proseguendo poi su ripidi pendii boschivi andando così ad intercettare la carrareccia a monte di Campofei, l'abbiamo seguita fino a quando ci è apparsa la depressione tra il Monte Chialmo e il Plum sulla destra, da qui proseguito sui pendii erbosi raggiungendo lo spartiacque Grana/Maira e calzando finalmente negli ultimi metri gli sci (portage abbastanza importante da Colletto da tenere in considerazione).
Dapprima facile e larga dorsale fino al Monte Plum, che si restringe sensibilmente fino a diventare una cresta abbastanza aerea ed esposta (neve continua, sci sempre ai piedi); ultima parte prima di raggiungere la Rocca Albert affrontata a piedi e discesa dalla stessa delicata, su neve ripida o eventualmente su roccette ed erba molto scivolosa. Ancora un breve tratto proseguito a piedi fino a quando la cresta è ritornata ad essere una dorsale, ri-calzato gli sci abbiamo continuato fino all'ometto di vetta di Rocca Cernauda.
Discesa inizialmente divertente su bella neve, man mano purtroppo divenuta sempre più pesante. Sulla carrareccia che riporta a Colletto nella maggior parte del percorso crosta non portante un po faticosa.
Visto qualcuno? No! Quindi bella giornata :D
In compagnia di Enzo.

Salendo verso lo spartiacque Grana/Maira

L'inizio della dorsale che porta al Monte Plum

Dal Monte Plum sguardo verso valle

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok
attrezzatura :: scialpinistica
Gita un po di ripiego a causa del forte vento che ci ha fatto variare i nostri piani originari, comunque risultata piacevole e appagante nell'insieme.
Nessuno oggi su questo itinerario, incontrati giusto una manciata di ciaspolatori al rientro a pochi minuti dal parcheggio; la salita nel bosco ai piedi del Monte Sociu è un po da inventare, dovendo sovente aggirare grossi rami o tronchi caduti sul sentiero, poi sulla dorsale tutto più semplice, immersi in un bel contrasto tra vegetazione e neve.
Parte finale affrontata con i coltelli, decisamente indispensabili in alcuni tratti.
Discesa su neve di diversi tipi, in alto fondo duro ricoperto da un sottile strato di farina (veramente bella), poi crosta non portante fastidiosa alternata a pressata e infine umida e pesante con alcuni punti su crosta non portante ma comunque sciabile.
Insieme al socio Enzo.


Sui pendii del Monte Sociu

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok
Saliti con gli sci a bordo piste fino al bivio che porta al laghetto artificiale, da li proseguito con percorso evidente verso l'attacco della via (coltelli indispensabili sin da Artesina). Ingresso del canale su neve inconsistente con brevi passaggi su roccia ed erba gelata, poi decisamente migliore la parte centrale e ottima quella finale su neve portante e compatta. Anziché rimontare la cresta abbiamo effettuato un lungo traverso verso destra portandoci quasi fin sotto la verticale alla vetta (inizialmente neve portante, poi inconsistente e problematica), fino ad uscire sulla cresta tramite una rampa ascendente verso sinistra (50/55 gradi), da li in una manciata di minuti in cima.
Discesa sci ai piedi dalla croce prima seguendo la dorsale e infine lungo il largo pendio (a tratti neve gelata) che deposita a pochi metri dalle piste, che abbiamo sfruttato per ritornare al parcheggio di Artesina.
Un saluto ai due Andrea di Genova incontrati in cima, veramente bravi rispettivamente su sci e tavola!
In compagnia del socio Enzo.


Condizioni attuali

L'attacco della via

Parte finale su neve ottima

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok fino a Borgata Castello poi sterrata impraticabile con auto
Saliti evitando il primo tiro invaso alla base da parecchia neve (stesse condizioni su tutta la parte bassa della medisima parete), poi sulla seconda e sulla terza lunghezza spesso e volentieri presenza di ghiaccio, temperatura freddina ma fortunatamente roccia assolata e calda, scesi in doppia abbiamo poi bazzicato nella sezione più accogliente sempre ben riscaldata dal sole salendo alcuni tratti di monotiri, fin dove non diventava troppo per noi.
Tutto quello salito trovato in ottime condizioni di spittaggio e attrezzatura in loco.
Con Enzo, una giornata un po diversa dal solito.
Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Strada a tratti ghiacciata, preferibile salire con 4x4
attrezzatura :: scialpinistica
Molte macchine ferme per problemi di slittamento in basso, noi e un'altra ventina di skialp proseguito, prevalentemente con 4x4, fino a Tolosano. Traccia ben battuta nella prima parte su neve da "zoccolo", più in alto in parte da ripassare o da battere su crosta prevalentemente non portante, eccezzion fatta in alcuni tratti sulla dorsale. Vento patagonico per metà salita, quella superiore, che ha costretto molti a fermarsi o tornare indietro. In cima io e una coppia incontrata lungo la salita, giusto il tempo di togliere le pelli e via da li. Discesa brutta su crosta non portante e neve marcetta in basso.
Oggi cinque stelle solo per la compagnia, l'ambiente e il contesto patagonico!
Con Massimo e Alina!

Le nubi corrono veloci e regalano bei giochi di luce

Risalendo la dorsale

Scenario fantastico...

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ultimo chilometro strada innevata e ghiacciata a tratti
attrezzatura :: scialpinistica
Salita decisamente per amatori in un bel contesto selvaggio e isolato, il bosco è molto fitto e obbliga continuamente a cambi di direzione per scegliere il percorso più agevole, forse proseguendo dritti fino allo spartiacque con la Valle Maira si passa più facilmente; noi ad un certo punto abbiamo deciso di rimontare i pendii a sinistra che sembravano più aperti e meno soffocati dalla boschina, vero è che però poi c'è da fare un lungo taglio sulla dorsale soprastante prima di congiungersi alla traccia a poche decine di metri dalla cima con conseguenti problemi in fase di rientro. A conti fatti sconsiglierei di seguire la nostra scelta, meglio puntare allo spartiacque e discendere al ritorno a ritroso sui propri passi.
In alto bella neve che sembra caduta la sera prima e scorpacciata di curve vellutate; poi un bel casino per ricollegarsi alla traccia nel bosco fatta la mattina, discendendo un rio con non poche maledizioni.
Ultima parte di discesa fino alla macchina scorrevole seguendo la nostra traccia.
Giornata senza l'ombra di una nuvola, temperature gradevoli e solo noi in giro.
Con Enzo.

Il pendio risalito al mattino per uscire dal bosco

Il lungo taglio sulla dorsale per raggiungere la traccia proveniente dalla Valle Maira

Uno sguardo indietro

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Barracco (Colletto) Canale NE (02/04/18)
    Tre Chiosis (Punta) da Genzana per la Costa Savaresch (23/03/18)
    Viraysse (Monte) Canale ENE (11/02/18)
    Cobre cima Nord Canale SE (04/02/18)
    Cernauda (Rocca di) da Castelmagno (28/01/18)
    Bastia (Monte) da Celle Macra (21/01/18)
    Mondolè (Monte) Canale dei torrioni (24/12/17)
    Castlas via normale (17/12/17)
    Tempesta (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (08/12/17)
    Birrone (Monte) da Rore (06/12/17)
    Cugn di Goria da Sodani (03/12/17)
    Monviso Cresta NNO da Castello (29/10/17)
    Mondini (Cima) Sperone Sud (08/10/17)
    Ecrins (Barre des) Via Normale da Pré de Madame Carle (01/10/17)
    Provenzale (Rocca) Cresta Figari (24/09/17)
    Oriol (Cima dell') dal Passo del Limbo per la Cima Sacilotto e la Cresta NE (17/09/17)
    Herens (Dent d') Cresta Tiefmatten (29/08/17)
    Cervino o Matterhorn Cresta del Leone (24/08/17)
    Bionnassay (Aiguille de) Traversata dal Refuge Durier (21/08/17)
    Asti (Pic d') Cresta SE, via normale (17/08/17)
    Brusalana (Pic) dalle Grange del Bersagliere per la Sella d'Asti (17/08/17)
    Saint Robert (Cima) Cresta SO (15/08/17)
    Grand Combin De Valsorey Arete du Meitin (27/07/17)
    Viso di Vallanta Cresta Sud-Est (23/07/17)
    Corsica (Punta) e Picco Bastia da Castello (23/07/17)
    Matto (Monte, Cime Est, Centrale, Bobba, Verani) traversata delle cime da Est a Ovest (16/07/17)
    Lyskamm Orientale e Occidentale Traversata Est-Ovest (03/07/17)
    Barbacana (Serriera di) Cresta N e traversata (25/06/17)
    Fond de Chambeyron (Point de) da Acceglio (18/06/17)
    Gialeo (Rocca) Cresta NE (11/06/17)
    Rossa (Rocca) Canale Nord di Sx (04/06/17)
    Coolidge (Colletto) Canale di Lourousa (02/06/17)
    Malinvern (Monte) cima NO Couloir Dufranc (27/05/17)
    Ale Lunghe (Costa) traversata Creste OSO a ENE (21/05/17)
    Oronaye (Monte) Canale Nord classico (14/05/17)
    Ciriegia (Cima di) crestone NO quota 2521 m Canale NO (07/05/17)
    Ciriegia (Cima di) Canale NO e cresta SO (07/05/17)
    Traversette (Punta delle) dal Colle delle Traversette per la cresta sud (25/04/17)
    Candlea (Punta) Canale Beurra (23/04/17)
    Ischiator (Becco Alto dell') Canale Nord (09/04/17)
    Vallonet (Tete du) da Chiappera (26/03/17)
    Mongioie (Monte) Parete NE, via diretta Biancardi (19/03/17)
    Maniglia (Dente Nord di) da Sant'Anna (12/03/17)
    Cassorso (Monte), cima Est Canalone SE (01/03/17)
    Content (Bric) Canale SE (26/02/17)
    Viso Mozzo Canale dei Campanili - ramo dx variante direttissima alla Cresta E (19/02/17)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (05/02/17)
    Marchisa (Rocca la) Canalino NO (29/01/17)
    Sagneres (Pic delle) dal canalino Nord della Forcella Gialeo (15/01/17)
    Fiume (Punta) da Castello (05/01/17)
    Sebolet (Cima) da Sant'Anna (26/12/16)
    Sautron (Monte) Canale Est (18/12/16)
    Lobbie (Cima delle), cima NE Cresta NNO per il Rifugio Bagnour (11/12/16)
    Faraut (Buc) da Sant'Anna (08/12/16)
    Rasciassa (Punta) da Meire Bigoire (04/12/16)
    Seras (Punta) da Chianale (27/11/16)
    Sabbione (Cima del) dalla Baisse de Peyrefique, anello per Cime de Barchenzane e Lago della Vacca (01/11/16)
    Saragat (Torrioni) Parete S, Via Salesi (01/11/16)
    Sigaro - Torre Vittorina Morelli 80 (30/10/16)
    Alp (Punta de l’) Canale NE (16/10/16)
    Niera (Roc della) Cresta SSO (09/10/16)
    Carmelina, Ernesta, Emma (Punte) Traversata Colle del Pas - Colle Bistè da Carnino Superiore (02/10/16)
    Marguareis (Punta) traversata di cresta dalla Testa del Duca a Punta Emma (02/10/16)
    Valrossa (Cima Nord di) Cresta N (28/09/16)
    Valrossa (Cima Centrale di) Cresta Nord-Ovest dal Colle del Filo di Ferro (28/09/16)
    Valrossa (Cima Centrale di) Versante S (28/09/16)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Via dei principianti (25/09/16)
    San Bernolfo (Rocca di) Cresta Nord-Est (22/09/16)
    Finestra di Stroppia (Cima della) Via Normale dalla Piana di Stroppia (20/09/16)
    Bianca (Rocca) da Chiappera per il Vallone di Stroppia e i Canali SO (19/09/16)
    Zumstein (Punta) Via Normale da Indren (04/09/16)
    Parrot (Punta) Traversata per Ludwigshohe, CornoNero, Balmenhorn, Vincent, Giordani (04/09/16)
    Aver (Monte dell') Cresta NO della cima Est (28/08/16)
    Maledia (Cima della) - Gelas (Cima del) Traversata degli Italiani (14/08/16)
    Chambeyron (Aiguille de) Via Normale da Chiappera (11/08/16)
    Pan di Zucchero dal Colle dell'Agnello (09/08/16)
    Argentera (Cima Sud) Cresta Sigismondi (07/08/16)
    Paganini (Cima) Cresta Nord dal Passo dei Detriti (07/08/16)
    Catena del CAI Traversata ovest-est (17/07/16)
    Bastione (il) Via Normale da Pian della Casa del Re (17/07/16)
    Catena delle Guide Traversata da Ovest a Est (13/07/16)
    Argentera (Cima Nord e Sud) Traversata Serra dell'Argentera per il Monte Stella e Gelas di Lourousa (10/07/16)
    Lausa (Guglie della) traversata integrale di cresta Nord-Sud (03/07/16)
    Autaret (Serriera dell') traversata integrale per cresta (26/06/16)
    Valcuca (Cima di) Via Normale dalle Terme di Valdieri (23/06/16)
    Schiantalà (Punte di) traversata Sud-Nord (12/06/16)
    Argentera (Cima Sud) Canale della Forcella (24/05/16)
    Pancioni (Colle dei) Canale dei Pancioni (15/05/16)
    Parvo (Rocca) da Strada Colle Fauniera (27/04/16)
    Laurenti (Punta) Canale Nord Forcella Varrone (24/04/16)
    Savina (Punta) Canalone NNO (10/04/16)
    Ormea (Pizzo d') da Chionea, Canalino NE (27/03/16)
    Monviso Via Normale o via Matthews da Castello (27/12/15)
    Maladecia Via Normale dal Canalone SO (13/12/15)
    Caprera (Punta) cresta NE da Castello (06/12/15)
    Mercantour (Cima di) da Pian della Casa del Re (08/11/15)
    Bianca (Rocca) da Chianale per il Colle di Saint Veran ed il versante NO (01/11/15)
    Frisson (Monte) da Palanfrè (11/10/15)
    Gastaldi (punta) - Due Dita (punta) traversata dal Passo Giacoletti al Passo Due Dita (20/09/15)
    Roma (Punta) - Punta Udine Traversata Gagliardone (19/09/15)
    Roma (Punta) Cresta Sud dal Passo Giacoletti (19/09/15)
    Gastaldi (Punta) Cresta N dal Pian del Re (19/09/15)
    Venezia (Punta) e Rocce Fourion Cresta dal Colle delle Traversette al Colle del Coulour del Porco (18/09/15)
    Monviso Cresta Est (09/09/15)
    Provenzale (Rocca) Via Normale della Cresta Sud (06/09/15)
    Chambeyron (Brec de) Traversata dal Buc de Nubiera (30/08/15)
    Nubiera (Buc de) Via Normale Italiana da Chiappera (29/08/15)
    Crocetta Soprana Ferrata di Camoglieres (19/08/15)
    Clapier (Monte) da San Giacomo per il Passo Pagarì (02/08/15)
    Oronaye (Monte, Cima Est o Cima Dronero) Ferrata degli Alpini (26/07/15)
    Visolotto Cresta Sud-Est e traversata delle tre punte (18/07/15)
    Oserot (Monte) dal Grange Selvest (12/07/15)
    Cassorso (Monte), cima ovest dal Colle del Preit per il Passo della Gardetta (12/07/15)
    Homme (Tète de l') e Tete de la Frema da Grange Collet per il Passo Terre Nere (05/07/15)
    Marguareis (Punta) Canale dei Genovesi (17/05/15)
    Mongioie (Monte) da Viozene (04/01/15)
    Enchastraye (Monte) o Enchastraia da Ferrere per Bassa di Colombart e Colle del Puriac (02/11/14)
    Tre Vescovi (Rocca) da Ferrere per il Colle del Puriac (02/11/14)
    Lose (cima delle) da Bersezio, anello Valloni Puriac-Ferrere (02/11/14)
    Maniglia (Monte) da Sant'Anna (26/10/14)
    Cervet (Monte) da Chiappera per il Colle di Rui e il versante NO (19/10/14)
    Albrage (Monte), Monte Bellino e Monte Freide da Grange Collet, anello (19/10/14)
    Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri per la Bassa del Druos (28/09/14)
    Baus (il) Via Normale dal Piano della Casa del Re per il Colle della Culatta (14/09/14)
    Nasta (Cima di) Via Normale dal Pian della Casa per il Colle della Forchetta (14/09/14)
    Corborant (Cima di) da San Bernolfo per il Buco della Marmotta (07/09/14)
    Forciolline (Guglia delle) da Castello (31/08/14)
    Meja (Rocca la) Via Normale dal Colle del Preit (24/08/14)
    Frema (Tète de la) dai Piani di Stroppia, anello per il Col de Gippiera e Colle Infernetto (17/08/14)
    Sautron (Monte) dalla Piana di Stroppia per la dorsale NO (15/08/14)
    Faraut (Monte) da Madonna delle Grazie per il Vallone Traversiera e la cresta SE (28/07/14)
    Tenibres (Monte) Via Normale da Pian della Regina (21/08/13)
    Rossa (Testa) da Pian della Regina per il Passo Tenibres (21/08/13)
    Mongioia (Monte) o Bric de Rubren da Sant'Anna per il Vallone di Rui (10/08/13)