Albertsan


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
Segnalo che, dopo il gelicidio e le bufere invernali, il percorso sulla mulattiera che porta da Vobbietta a Marmassana è difficoltoso, a causa dei molti alberi caduti di traverso. Lo stesso problema è presente in un tratto (breve) sopra Marmassana. Volendo evitare gli scavalcamenti degli alberi, si potrebbe partire da Marmassana, arrivandoci con l'auto, limitando quindi il dislivello a soli 450 m.
A parte questo problema, oggi la gita è stata interessante perché il tratto superiore era ancora innevato, con percorso suggestivo nel bosco. Non ci sono grandi panorami ma boschi e tranquillità. Consigliabile in primavera.

sfacelo di alberi abbattuti nella mulattiera da Vobbietta

neve nella parte superiore del percorso

nel bosco è solo accennata una traccia

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: strada pulita fino a Eternon dessus
quota neve m :: 1600
Dall'alpeggio Morguinaz siamo saliti nel bosco senza problemi, seguendo la traccia di uno sci alpinista che ci ha condotti direttamente a Plan Puitz. Di qui abbiamo battuto la traccia, cercando di salire sui pendii meno ripidi nella prima parte. Non ci sono problemi di direzione: basta seguire i tralicci...
I tralicci sono anche quelli che rovinano il panorama, che è molto vasto.
Per evitare sorprese, siamo scesi per la via di salita. E' sicuramente possibile fare un giro ad anello, scendendo sul versante est nel vallone di Barasson per arrivare all'alpeggio Morguinaz (o viceversa).

La Testa di Tchoume, vista da poco dopo la partenza da Eternon

Il Pain de Sucre, visto dal belvedere sopra Plan Puitz

la Cresta di Barasson vista da sopra Plan Puitz; siamo saliti verso destra

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada pulita fino a Eternon dessus
quota neve m :: 1600
Siamo arrivati a Plan Puitz, passando dall'Alpeggio Morguinaz (m. 1729) e salendo a monte dell'alpeggio nel bosco (sfruttando tracce di sci) fino all'ultimo tornante della strada militare; di qui a sinistra sulla strada fino alla struttura militare della prima guerra mondiale (ora aperta, serve torcia per procedere).
Di qui abbiamo proseguito, battendo la traccia, fino alla Testa di Tchoume, m. 2349 (vedi descrizione relativa).

salendo verso l'alpeggio Morguinaz, con la Testa di Tchoume sullo sfondo

sullo stradone militare, nella parte finale

l'ingresso della struttura ex-militare

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1600
Abbiamo trovato buone tracce fino a poco sopra il Col de Bard; poi abbiamo dovuto battere il percorso, per fortuna con poca neve morbida sopra un notevole strato vecchio (saranno quasi due metri...). Questa gita, anche se un po' lunga, è sempre piacevole per il bellissimo panorama, la solitudine (oggi nessuno oltre il Col de Bard) e la tranquillità (assenza di pericoli oggettivi). Quindi è sicuramente da consigliare.

Oltre il Col de Bard, con la cima ancora lontana

la cima, con neve intatta

dalla cima, visuale sulla Valdigne

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
Abbiamo seguito la variante suggerita in discesa (richiede qualche attenzione, non c’è una traccia precisa, ma abbrevia di molto il percorso).

Una seconda variante è consistita nel non ridiscendere a destra in via Costa di Chiappeto, ma nel puntare in via Borgoratti, lato via Timavo. Per questo bisogna, arrivati in basso sul costone di discesa, tenere sempre la sinistra: lasciare a ds. un serbatoio e continuare, sempre a sinistra, anche su sentieri stretti, fino ad arrivare in via Copernico, da cui si scende (lunghe scalinate) fino in via Borgoratti, vicino all’incrocio Via Timavo/Via Isonzo con Corso Europa. Questa variante, molto ripida, è suggerita per la discesa.
Il percorso è molto panoramico, con bella vista sulla città e sui monti circostanti. Purtroppo è, in parte, frequentato anche da chi fa moto cross... e il tratto nella cava è poco escursionistico; è più selvaggio il primo tratto di costone fino al forte Richelieu.

il forte Richelieu, con il tratto finale del costone di salita

il percorso sul costone, con ampio panorama su mare e città

visuale sul Forte Ratti con la cava dalla zona del Forte Richelieu

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
Oggi abbiamo effettuato a piedi il percorso completo, ma è consigliabile salire in auto il primo tratto, che è anche poco panoramico. Anche in alto si è spesso chiusi dal bosco; dalla cima c'è un bel panorama circolare, sia verso il mare e Sestri Levante, sia verso l'interno; oggi il tempo era variabile e non abbiamo visto tutto... Il tratto di salita alla cima richiede attenzione perché molto scivoloso, in condizioni umide.
Nota: per il giro del monte, bisogna superare, di lato, due cancelli chiusi: uno per iniziare la salita e uno per concludere la discesa; comunque, ci sono le segnalazioni: si puo' passare senza problemi.

Percorso su stradone con il monte Pu sullo sfondo

Le Case Pu (Agriturismo)

parte alta del percorso, dal colle alla cima

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1700
Saliti direttamente da sopra Morge, limitando percorso e dislivello (circa 400 m). Traccia ben battuta, anche nella parte alta (vista gente salita con soli scarponi). Panorama bellissimo, con tanta neve in quota.

Sulla traccia nella parte alta del percorso. Sfondo Grande Rochere e Aiguille de Bonalé

arrivando sotto le baite

panorama verso ovest, con il M. Bianco sullo sfondo
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Escursione non faticosa e molto panoramica, effettuata subito prima delle recenti nevicate e quindi ancora senza bisogno di attrezzatura. Un po' di neve era già presente nei tratti di bosco, ma spesso evitabile. Abbastanza pulita la cresta finale.
Da sopra l'Alpeggio Loé abbiamo puntato direttamente al colletto prima della cresta finale, senza percorrere la cresta ovest, ma tenendoci sotto la quota 2348; idem per il ritorno.Non abbiamo visto animali, ma numerosissime tracce di camosci, specie sulla cresta.

nel rado bosco, sopra l'alpeggio Loé, con ampio panorama alle spalle

sulla cresta finale, con la P.ta Garin sullo sfondo

ultimi passi prima della cima

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bella escursione, con cima molto panoramica, effettuata a fine ottobre senza neve, data l'annata anomala.
Due commenti:
- alla partenza dallo stradone prima dell'alpeggio Bonalé ci si puo' tenere anche alla sinistra del torrente, andando a raggiungere la traccia che si segue fino al laghetto,
- siamo saliti dal ripidissimo canale centrale, come da descrizione, e scesi dal lato sud, più esposto ma meno ripido, con prato percorribile (tracce di animali) e qualche roccetta. Questa via è consigliabile anche in salita (vedere foto).

nel vallone con traccia verso il laghetto

in salita sulla cengia a sinistra del canale centrale

la vetta del Creton du Midi

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Gita lunga, come previsto, ma senza difficoltà, data anche la totale assenza di neve. Queste condizioni dovrebbero durare ancora... Grandioso panorama, da tutti i lati. Traccia molto ben segnalata, anche dopo le grange Autaret; quindi nessun problema di orientamento. Consigliabile agli escursionisti allenati.

il Monte Maniglia visto dalle Grange dell'Autaret

vista dalla cima sul Pelvo d'Elva, con colle Camoscere e canale ovest

salendo, vista verso il Monviso con il laghetto dell'Autaret in basso

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Camere (Bric delle) da Vobbietta (20/02/18)
    Puitz (Plan) da Eternon per l'Alpe Barasson (14/02/18)
    Tchoume (Testa di) da Eternon per Plan Puitz (14/02/18)
    Fetita (Punta) o Falita da Challancin per il Col de Bard (10/02/18)
    Ratti, Richelieu (Forti) da San Martino d'Albaro (28/01/18)
    Pu (Monte) da Campegli (19/01/18)
    Les Ors (Alpeggio) da Cheverel (01/01/18)
    France (Becca) da Vetan (07/12/17)
    Creton du Midi da Planaval (31/10/17)
    Maniglia (Monte) da Sant'Anna (20/10/17)
    Pelvo d’Elva Canale Ovest del Colle Camoscere (07/10/17)
    Battagliola (Punta) e Punta del Cavallo da Chiesa (06/10/17)
    Servagno (Monte) dal Colle del Preit (12/09/17)
    Cassorso (Monte), cima ovest dal Colle del Preit per il Passo della Gardetta (11/09/17)
    Timorion (Monte) da Tignet (23/08/17)
    Gran Cocor (Cima) dal Lago del Serrù per il Colle della Losa (21/08/17)
    Rothorn e Piccolo Rothorn da Ostafa (17/08/17)
    Fetita (Punta) o Falita da Morge, anello per crestone SO e Col Fetita (14/08/17)
    Quattro Denti (Becca dei) da Plantè (07/08/17)
    Rothore o Corno Rosso da Orsia (05/08/17)
    Stolemberg da Stafal (04/08/17)
    Laurasca (Cima della) da Fondo Li Gabbi (28/07/17)
    Pian della Ballotta (Rifugio) da Diga Lago Serrù (18/07/17)
    Leynir (Punta) e Punta del Bes dai Piani del Nivolet per il Colle Rosset (17/07/17)
    Rocchetta (Punta) e Colle della Terra anello per i laghi Losere e Lillet (03/07/17)
    Malinvern (Monte) da Isola 2000 e i Laghi di Terre Rouge (17/06/17)
    Croce degli Alpini da Pertuso (28/05/17)
    Castello della Pietra da Vobbia (21/05/17)
    Civrari (Monte, Punta della Croce) da Favella per la cresta Sud (15/05/17)
    Petit Poignon (Baite) da Aymavilles, anello (30/04/17)
    Corchia (Monte) dal Passo Croce e traversata Cresta O e cresta E (07/04/17)
    Troggi (Pizzo) da Alpe Devero (29/03/17)
    Cazzola (Monte) da Alpe Devero (28/03/17)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (09/03/17)
    Ciarm (Monte) o quota 1920 m da Tornetti (08/03/17)
    Cucco (Monte) da Vignolo per il crestone Est (07/02/17)
    Revelli (Cima) da Viozene (21/10/16)
    Marguareis (Rastelli del) da Pian Marchisio per la Porta Sestrera (04/10/16)
    Lera (Monte) Via Normale da Malciaussia (06/09/16)
    Freduaz Meridionale (Monte) dal Vallone di Belle Combe (24/08/16)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne, anello (14/08/16)
    Fourclaz (Mont de la) o Sommet des Rousses da l’Hospice per il Passage des Trois Moines (03/08/16)
    Lex Blanche (la) - Pointe Rousse cresta SO dal Passage de la Louie Blanche (29/07/16)
    Palon (Monte) da Malciaussia per il Colle della Croce di Ferro (27/06/16)
    Garbella (Monte) da Palanfrè (20/06/16)
    Tsa (Mont de la) e Punta Chaligne da Buthier (10/06/16)
    Céré (Becca di) da Planaval (07/06/16)
    Pala Rusà (Punta) e Punta delle Lance da Pian Benot (14/04/16)
    Legnà (Monte) e Monte Cavalmurone da Capanne di Cosola (03/03/16)
    Viridio (Monte) e Cima Viribianc da Chiappi per il Vallone Inciastar (21/02/16)
    Nuda (Monte la) da Passo del Cerreto per la Sella della Nuda (22/01/16)
    Drumianaz (Tête de) da Lavancher, anello (11/12/15)
    Inferno (Rocca dell') da Ponte Murato (14/11/15)
    Saben (Monte) da Andonno per la Colla delle Piastre (01/11/15)
    Matlas (Bec) da Limonetto (22/10/15)
    Crabun (Monte) da Fey Dessus/Prà (26/09/15)
    Leonessa Lionello e Lucio (Bivacco) da Valnontey (21/09/15)
    Lose (Cima delle) da Bersezio (07/09/15)
    Maladecia Via Normale dal Canalone SO (06/09/15)
    Taillà (Becca) da la Clusaz per il Versante Sud (12/08/15)
    Emilius (Monte) da Pila per il Rifugio Arbolle (03/08/15)
    Ouille (Mont) da Pont Serrand, versante Sud (28/07/15)
    Jonction (La) dai Bossons (13/07/15)
    Ciorneva (Monte) dall'Alpe d'Ovarda (21/09/14)
    Tighet (Torre del) o Tour du Tignet da la Clusaz per il Versante Sud dal Col Taillà (24/09/13)
    Garin (Punta) Via Normale per la Cresta SE (22/08/13)
    Charlanon (Aiguille de) Via Normale da Planpraz (21/08/13)
    Clapet (Aiguille du) dal Colle del Piccolo San Bernardo (05/08/13)
    Penne Blanche da Lillaz per il Passo Invergneux per la Cresta di Money (05/08/13)
    Autour (Cima) e Punta Lucellina Traversata di Cresta dal Passo Casset (19/06/11)
    Espic (Bec l') Cresta SO (10/06/06)