Gran Dama (Cascata)

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

condizioni ghiaccio :: buono, ripulito dai passaggi

tipo ghiaccio :: abbastanza plastico

note su accesso stradale :: Strada Val Pramper chiusa subito, si lascia auto a Forno di Zoldo

quota neve m :: 1000
Calcolare almeno 1h40 per arrivare alla base, più corretto forse prevedere un paio d'ore, vale la pena anche guardarsi attorno! Se la pista non fosse battuta gli sci sono indispensabili, velocizzano molto anche il rientro. Dalla sx orografica della valle, in corrispondenza del Muro del Pianto (1h30 da auto), si attraversa sul ponticello il torrente per portarsi verso il Muro del Pianto e poi, 400m a monte del Muro, alla base della Grand Dama.
Noi abbiamo fatto una prima lunghezza di 40m, sosta a sx su chiodi da ghiaccio. Poi L2 in leggero traverso, 30m fino a S2 a dx su spit. Da qui dooppia da 60m alla base. Cascata tecnica, ghiaccio lavorato, petali, rigonfiamenti, meduse. Molto da scalare, bei movimenti. Chiodatura un po' precaria sul muro del 1o tiro, meglio sul 2o tiro. Prima di noi altre due cordate. Attaccato alle 12.00, alle 1430 di nuovo alla base.

Come WI5+ non mi è sembrato facile ma i due tiri sono bellisssimi. L3 è banale, non l'abbiamo fatto anche per non tirare addosso ghiaccio a chi seguiva, idem chi ci ha preceduti. Una bella giornata a conclusione di una altro bel weekend dolomitico con un bel gruppo di ragazzi (!) del NordOvest in trasferta a est.
Con Giulio Brusoni, Giovanni Rivolta, Marco Gratta Ghisio. Davanti a noi Fabio e Marcello.

Gita caricata il 13/02/18

Le foto

Muro del Pianto, magretto..
Gran Dama con cordata su l2
Giulio su L2
Giulio su L2
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: III :: 5+ :: [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Ovest
quota base cascata (m): 1350
sviluppo cascata (m): 100
dislivello avvicinamento (m): 300