Pian Paris (Punta) da Travers a Mont per il Colle del Sabbione

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

Dopo essere saliti al Villano (vedere relazione) siamo ritornati al colle della Porta del Villano e da lì abbiamo raggiunto un intaglio ben visibile sulla cresta E-NE. La cresta è stretta e rocciosa e per seguirla fedelmente occorre avere attrezzatura per arrampicata (non sembra semplice soprattutto per il superamento del primo torrione…). Abbiamo quindi deciso di tagliare in diagonale il versante SE per raggiungere la cresta S-SO che sale dal colle di Malanotte e raggiungere così la croce di vetta. Discesi dall’itinerario descritto seguendo la cresta Ovest fino al colle del Sabbione da dove come previsto abbiamo preso il temporale. Acqua e freddo fino al rifugio Toesca.
Peccato perché l’intenzione oggi era di anellare altre punte e creste ma il tempo non ce lo ha permesso.
L’itinerario da noi percorso per raggiungere la cresta di salita richiede attenzione per il superamento del pendio SE con rocce esposte coperte da pietrisco e nella prima parte della cresta S-SO.

Con Franco.

Le foto

Il Villano visto salendo all'intaglio della cresta E-NE
Taglio del pendio SE
La cresta E-NE vista dalla cresta proveniente dal colle di Malanotte
Vetta
Creste e cime che il cattivo tempo non ci ha permesso di completare
Villano e nuvole poco prima della pioggia
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1285
quota vetta/quota massima (m): 2738
dislivello salita totale (m): 1480

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale